Ariedo Braida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ariedo Braida
Ariedo Braida.JPG
Braida nel 2007
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1981 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19?? Viola.svg Palazzolo dello Stella
Squadre di club1
1962-1966 Udinese 47 (15)
1966-1967 Pisa 13 (5)
1967-1968 Brescia 16 (2)
1968-1969 Mantova 30 (2)
1969-1972 Varese 70 (22)
1972-1974 Cesena 47 (12)
1974-1975 Palermo 35 (6)
1975-1977 Monza 55 (14)
1977-1979 Parma 41 (12)
1979-1981 Sant'Angelo 34 (7)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ariedo Braida (Precenicco, 21 aprile 1946) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante, direttore sportivo del Barcellona.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come centravanti e, all'occorrenza, come seconda punta.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Braida (in piedi, secondo da sinistra) nel Varese del 1969-1970

Ha disputato 79 partite in Serie A segnando 14 reti nell'arco di quattro stagioni, con le maglie di Brescia, Varese e Cesena. Nel campionato di Serie B 1969-1970, con la maglia del Varese, ha vinto la classifica dei cannonieri con 13 reti, a pari merito con il compagno di squadra Roberto Bettega e Aquilino Bonfanti del Catania.[2]

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Terminata la carriera di calciatore, ha svolto l'incarico di direttore sportivo del Monza dal 1981 al 1984, per poi passare con lo stesso ruolo all'Udinese. Ha ricoperto la carica di direttore generale del Milan dal 1986 al 2002 e dal 2002 è diventato direttore sportivo della società milanese. Il 31 dicembre 2013 lascia la carica di direttore sportivo.[3]

Nel luglio 2014 si accorda con la Sampdoria per ricoprire l'incarico di direttore generale.[4] Tuttavia l'arrivo della nuova proprietà porta nel settembre dello stesso anno alla separazione.[5][6]

Il 12 febbraio 2015 diventa ufficialmente il nuovo direttore sportivo del Barcellona, occupandosi in particolar modo delle trattative con club stranieri.[7]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 settembre 2017 si sposa in seconde nozze con Giuditta Milioti a Ripalta Cremasca; tra gli invitati i colleghi Adriano Galliani, Beppe Marotta, Rino Foschi, Guido Angelozzi e l'agente Oscar Damiani.[8]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Monza: 1975-1976

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Monza: 1976

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Sappino, Dizionario del calcio italiano, vol. 1, Baldini & Castoldi, novembre 2000, p. 101.
  2. ^ Capocannonieri della Serie B - Top scorers, nelpallone.net. URL consultato il 3 novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2011).
  3. ^ Grazie di tutto, Ariedo, acmilan.com, 3 gennaio 2014. URL consultato il 5 febbraio 2015.
  4. ^ Telenord - Arriva il sì: Ariedo Braida alla Sampdoria dal 1 luglio, sampnews24.com, 24 gennaio 2014.
  5. ^ Samp, Braida saluta: l'ex ds del Milan non firma il contratto con i doriani, tuttomercatoweb.com, 1º luglio 2014.
  6. ^ Sampdoria, Braida rescinde: conferme sul Palermo, tuttomercatoweb.com, 27 settembre 2014.
  7. ^ Ariedo Braida nuovo ds internazionale del Barcellona, sportmediaset.it, 27 gennaio 2015. URL consultato il 5 febbraio 2015.
  8. ^ Braida alla prova del 'sì', matrimonio del ds del Barcellona

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La Raccolta Completa degli Album Panini, edizione 1973-1974, pp. 8, 31
  • La Raccolta Completa degli Album Panini, edizione 1974-1975, p. 18
  • La Raccolta Completa degli Album Panini, edizione 1975-1976, p. 16
  • La Raccolta Completa degli Album Panini, edizione 1976-1977, pp. 16, 71

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]