Alvaro Zian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alvaro Zian
Alvaro Zian.jpg
Alvaro Zian con la maglia del Verona
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Ala
Carriera
Giovanili
1940-1941 Cormonese
Squadre di club1
1941-1942 Potenza ? (?)
194?-1948 Cormonese ? (?)
1948-1951 Treviso 112 (54)
1951-1953 Fanfulla 62 (29)
1953-1954 Verona 19 (7)
1954-1955 Legnano 22 (3)
1955-1956 Ravenna 6 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alvaro Zian (Cormons, 21 novembre 1923Treviso, 22 gennaio 2007[1]) è stato un calciatore italiano, di ruolo ala.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È padre di Alvaro Zian junior, anch'egli calciatore attivo tra la fine degli anni ottanta e gli anni novanta in diverse squadre di Serie B e Serie C[1].

Sul finire di carriera viene coinvolto marginalmente nel caso di corruzione relativo alla partita Piombino-Piacenza del campionato di Serie C 1955-1956, venendo squalificato fino al 30 novembre 1956[2]. Poco più tardi denuncia un altro caso di corruzione nella partita Padova-Legnano del 1955, meglio conosciuto come caso Padova, e viene radiato dalla FIGC[3].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nella Cormonese, che nel 1941 lo cede in prestito per una stagione al Potenza[4][5]. Rientra poi ai friulani, dove rimane fino al 1948[6].

Acquistato dal Treviso, Zian nei due anni con i veneti in Serie C sfodera ottime prestazioni, segnando 21 gol in 35 partite nella prima stagione, con le quali si laurea capocannoniere del girone[1]. Nel campionato 1949-1950 forma la coppia d'attacco titolare con Giordano Persi[1] e realizza altri 22 gol, conquistando con il club biancoceleste la Serie B[7]. Con il Treviso disputa anche il successivo campionato di Serie B 1950-1951 segnando 11 reti[8].

Dopo aver realizzato 54 reti in 112 partite con il Treviso[1], viene ceduto al Fanfulla[9], a causa dei problemi finanziari del Treviso[1]. Nella formazione lombarda gioca due stagioni, conquistando nel campionato di B 1952-1953 il titolo di capocannoniere della serie cadetta.

Nel 1953 passa al Verona, sempre in Serie B, mentre nel campionato di Serie B 1954-1955 gioca con il Legnano[10]. Chiude la carriera con una breve apparizione nel Ravenna, impegnato nel campionato di IV Serie 1955-1956.

Ha totalizzato 142 presenze e 50 reti in Serie B.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Treviso: 1949-1950

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1952-1953 (19 gol)
1948-1949 (girone B) (21 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Addio Zian, stella del Calcio Treviso, La Tribuna di Treviso, 24 gennaio 2007
  2. ^ Il caso Piombino Storiapiacenza1919.it
  3. ^ Giulio Accatino, La sentenza sul Padova, in Stampa Sera (edizione del Lunedì), 26 agosto 1957, p. 6. URL consultato il 10 novembre 2012.
  4. ^ I giocatori di calcio autorizzati a cambiare società nella stagione 1941-1942, Il Littoriale, 10 settembre 1941, pag.4
  5. ^ Agendina del calcio Barlassina 1941-1942, pag.128
  6. ^ Liste di trasferimento pubblicate su Stadio, settembre 1948
  7. ^ Stagione 1949-1950 Forzatreviso.it
  8. ^ Stagione 1950-1951 Forzatreviso.it
  9. ^ Le liste di trasferimento della Lega Nazionale, Il Corriere dello Sport, 25 luglio 1951, pag.3
  10. ^ Le liste di trasferimento 1954-55, Il Corriere dello Sport, 2 settembre 1954, pag.3

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]