Alvaro Zian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alvaro Zian
Alvaro Zian.jpg
Alvaro Zian con la maglia del Verona
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista, attaccante
Ritirato 1956
Carriera
Giovanili
1940-1941 Cormonese
Squadre di club1
1941-1942 Potenza ? (?)
194?-1948 Cormonese ? (?)
1948-1951 Treviso 112 (54)
1951-1953 Fanfulla 62 (29)
1953-1954 Verona 19 (7)
1954-1955 Legnano 22 (3)
1955-1956 Ravenna 6 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Alvaro Zian (Cormons, 21 novembre 1923San Biagio di Callalta, 22 gennaio 2007[1]) è stato un calciatore italiano, di ruolo centrocampista o attaccante.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È padre di Alvaro Zian junior, anch'egli calciatore attivo tra la fine degli anni ottanta e gli anni novanta in diverse squadre di Serie B e Serie C[1].

Sul finire di carriera viene coinvolto marginalmente nel caso di corruzione relativo alla partita Piombino-Piacenza del campionato di Serie C 1955-1956, venendo squalificato fino al 30 novembre 1956[2]. Poco più tardi denuncia un altro caso di corruzione nella partita Padova-Legnano del 1955, meglio conosciuto come caso Padova, e viene radiato dalla FIGC[3].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Di ruolo ala, cresce nella Cormonese, che nel 1941 lo cede in prestito per una stagione al Potenza[4][5]. Rientra poi ai friulani, dove rimane fino al 1948[6].

Acquistato dal Treviso, Zian nei due anni con i veneti in Serie C sfodera ottime prestazioni, segnando 21 gol in 35 partite nella prima stagione, con le quali si laurea capocannoniere del girone[1]. Nel campionato 1949-1950 forma la coppia d'attacco titolare con Giordano Persi[1] e realizza altri 22 gol, conquistando con il club biancoceleste la Serie B[7]. Con il Treviso disputa anche il successivo campionato di Serie B 1950-1951 segnando 11 reti[8].

Dopo aver realizzato 54 reti in 112 partite con il Treviso[1], viene ceduto al Fanfulla[9], a causa dei problemi finanziari del Treviso[1]. Nella formazione lombarda gioca due stagioni, conquistando nel campionato di B 1952-1953 il titolo di capocannoniere della serie cadetta.

Nel 1953 passa al Verona, sempre in Serie B, mentre nel campionato di Serie B 1954-1955 gioca con il Legnano[10]. Chiude la carriera con una breve apparizione nel Ravenna, impegnato nel campionato di IV Serie 1955-1956.

Ha totalizzato 142 presenze e 50 reti in Serie B.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Treviso: 1949-1950

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1952-1953 (19 gol)
1948-1949 (girone B) (21 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Addio Zian, stella del Calcio Treviso, La Tribuna di Treviso, 24 gennaio 2007
  2. ^ Il caso Piombino Storiapiacenza1919.it
  3. ^ Giulio Accatino, La sentenza sul Padova, in Stampa Sera (edizione del Lunedì), 26 agosto 1957, p. 6. URL consultato il 10 novembre 2012.
  4. ^ I giocatori di calcio autorizzati a cambiare società nella stagione 1941-1942, Il Littoriale, 10 settembre 1941, pag.4
  5. ^ Agendina del calcio Barlassina 1941-1942, pag.128
  6. ^ Liste di trasferimento pubblicate su Stadio, settembre 1948
  7. ^ Stagione 1949-1950 Forzatreviso.it
  8. ^ Stagione 1950-1951 Forzatreviso.it
  9. ^ Le liste di trasferimento della Lega Nazionale, Il Corriere dello Sport, 25 luglio 1951, pag.3
  10. ^ Le liste di trasferimento 1954-55, Il Corriere dello Sport, 2 settembre 1954, pag.3

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]