Roberto Antonelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il filologo e italianista presso l'università La Sapienza, vedi Roberto Antonelli (filologo).
Roberto Antonelli
Antonelli Roberto.jpg
Roberto Antonelli al Milan nel 1979
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1986 - giocatore
2006 - allenatore
Carriera
Giovanili
197?-1972 Monza
Squadre di club1
1972-1975 Monza 66 (12)
1975-1976 L.R. Vicenza 16 (1)
1976-1977 Monza 22 (3)
1977-1982 Milan 117 (29)
1982-1984 Genoa 49 (9)
1984-1985 Roma 5 (1)
1985-1986 Monza 22 (4)
Nazionale
1979 Italia Italia U-23 1 (0)
Carriera da allenatore
1990-1993 Caratese
1993-1994 Casarano
1994-1995 Pro Sesto
1995-1996 Casarano
1996-1997 Novara
1999-2002 Monza
2002-2003 Seregno
2004-2006 Caratese
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Roberto Antonelli (Morbegno, 29 maggio 1953) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Chiamato Dustin per la somiglianza con l'attore Dustin Hoffman,[1] è il padre di Luca, anche lui calciatore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel Monza, Antonelli venne acquistato dal Milan che lo dirottò subito in provincia per farlo maturare, poiché in squadra era chiuso da Gianni Rivera. Tornato in rossonero due anni dopo, diede il suo contributo al raggiungimento dello storico scudetto 1978-1979 con 21 presenze e 5 gol, con Nils Liedholm in panchina. Seguì la squadra rossonera in Serie B a causa della vicenda del calcioscommesse e la riportò subito nella massima serie risultando tra i protagonisti della promozione con i suoi 15 gol che gli valsero il titolo di capocannoniere. Non altrettanto positiva si rivelò la stagione 1981-1982 che vide la seconda retrocessione del Milan, declassamento che stavolta non lo coinvolse vista la sua cessione al Genoa dove disputò due stagioni, 1982-1983 e 1983-1984.

Nel 1984-1985 passa alla Roma; la stagione nella squadra capitolina si rivelò per lui fallimentare, a causa di un infortunio al tendine di achille: scese in campo in 5 occasioni segnando un gol alla Lazio, in un derby giocato il 24 marzo 1985 e terminato 1-1.

Chiusa l'esperienza giallorossa, scese in Serie B per concludere la carriera nel Monza.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Successivamente è stato allenatore, prevalentemente nelle serie minori, con una sola esperienza biennale in Serie B alla guida del Monza.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Monza: 1973-1974, 1974-1975
Milan: 1978-1979
Milan: 1980-1981
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Milan: 1981-1982

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Suo papà, il sosia di Dustin Hoffman, gazzetta.it, 22 agosto 2010. URL consultato il 3 maggio 2014.