Davide Dionigi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Davide Dionigi
Davide Dionigi.jpg
Davide Dionigi in conferenza stampa con la maglia del Taranto
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 2010 - calciatore
Carriera
Giovanili
Modena
1992-1993 Milan
Squadre di club1
1990-1992 Modena 20 (1)
1992-1993 Milan 0 (0)
1993 L.R. Vicenza 1 (0)
1993-1994 Como 28 (14)
1994-1995 Reggiana 7 (0)
1995 Como 23 (3)
1995-1996 Torino 22 (1)
1996-1997 Reggina 37 (24)
1997-1998 Fiorentina 2 (0)
1998-2000 Piacenza 60 (13)
2000-2001 Sampdoria 35 (12)
2001-2002 Reggina 51 (17)
2002-2004 Napoli 63 (27)
2004-2005 Reggina 10 (0)
2005 Bari 21 (4)
2005-2006 Ternana 24 (3)
2006-2007 Spezia 15 (1)
2007 Crotone 11 (0)
2007-2009 Taranto 31 (11)
2009-2010 Andria BAT 16 (1)[1]
Nazionale
1991-1992 Italia Italia U-18 13 (5)
1994-1996 Italia Italia U-21 7 (5)
Carriera da allenatore
2010-2012 Taranto
2012-2013 Reggina
2014 Cremonese
2015 Varese
2015 Matera
2017-2018 Catanzaro
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 9 ottobre 2017

Davide Dionigi (Reggio nell'Emilia, 10 gennaio 1974) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nelle giovanili del Modena e a 17 anni viene aggregato alla prima squadra, partecipante al campionato di Serie B. Nella stagione di esordio mette a segno una rete in 20 partite, e viene ingaggiato per 1,5 miliardi di lire dal Milan, che lo aggrega alla squadra Primavera[2].

Nel 1993 viene ceduto in prestito al Vicenza, con cui gioca un'unica partita[3] prima di scendere in Serie C1 al Como. Con i lariani va in rete 14 volte in 28 presenze, conquistando la promozione in Serie B, e nel 1994 viene ingaggiato in prestito dalla Reggiana[4]. Con la squadra granata debutta in Serie A il 4 settembre 1994 in Napoli-Reggiana (1-0).

Nel mercato autunnale, dopo 7 presenze senza reti, torna in prestito al Como[5]; i lariani retrocedono però serie C1 con Dionigi che segna 3 reti in 23 presenze.

Tornato al Milan, viene girato in prestito al Torino[6] (una sola rete in 22 presenze nella stagione 1995/96) e alla Reggina nella Serie B 1996-1997. Con la formazione amaranto conquista la salvezza e si laurea capocannoniere della Serie B realizzando 24 reti in 37 presenze.

Lo acquista quindi la Fiorentina[7], ma in maglia viola è chiuso nel suo ruolo da Gabriel Omar Batistuta[7], e totalizza solo 2 presenze prima di passare in autunno al Piacenza, allenato da Vincenzo Guerini, che lo aveva avuto alla Reggina[8]. Con la casacca del Piacenza inizia un periodo di stabilità, con 3 stagioni di Serie A in cui realizza 13 reti in 60 presenze, anche se raramente riesce a imporsi come titolare.

Nell'inverno 1999 passa alla Sampdoria[9] in Serie B (35 presenze e 12 reti), prima di tornare alla Reggina, questa volta in massima serie, in cui segna 6 reti che però non evitano la retrocessione della squadra dello stretto. Rimasto a Reggio, ottiene un'immediata promozione nella stagione 2001-2002 contribuendo con 11 reti in 30 partite.

Passa quindi al Napoli in Serie B dove gioca due stagioni, la prima realizzando 19 goal in 31 partite (seconda miglior stagione in carriera sotto il profilo realizzativo) e la seconda (da vice-capitano della squadra[10]) con 8 reti in 32 presenze in campionato. Nell'estate 2004 la società partenopea fallisce e Dionigi si ritrova svincolato, chiudendo così la sua esperienza partenopea con 27 reti in 63 partite in campionato e con una presenza senza reti in Coppa Italia.

Torna per la terza volta alla Reggina[11] in Serie A sotto la guida di Walter Mazzarri che lo utilizzerà col contagocce, collezionerà 10 presenze (sbagliando un calcio di rigore) senza nessuna rete.

Decide quindi di ritornare in Serie B, accettando le offerte del Bari[12], dove segna 4 reti in 21 presenze. Nella stagione 2005-2006 viene ingaggiato dalla Ternana[13]: per lui 24 presenze e 3 reti ed una retrocessione in Serie C1 con la squadra umbra.

Nel giugno 2006 accetta un contratto del neopromosso Spezia in Serie B, segnando all'esordio. Nel gennaio 2007, dopo 15 presenze in Liguria, si trasferisce al Crotone, dove disputa altri 11 incontri.

Nell'estate 2007 passa al Taranto in Serie C1, firmando un contratto biennale. Con la formazione pugliese mette a segno 11 reti in due stagioni, e l'11 agosto 2009 viene ceduto all'Andria BAT[14], con cui conclude la carriera di calciatore all'età di 36 anni.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

A fine 1994 era entrato nel giro della Nazionale Under-21 dove disputa complessivamente 7 gare andando a rete 5 volte.[15]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 novembre 2010 subentra a Giuseppe Brucato, allenatore esonerato dal Taranto in Lega Pro Prima Divisione dopo la sconfitta casalinga per 3-1 contro il Foligno Calcio, firmando un contratto triennale con la società tarantina[16].

Il 25 agosto 2011 rinnova il contratto con la società tarantina sino al 2016. Conclude la stagione 2011-2012 al secondo posto in campionato mancando la promozione in Serie B ai play-off persi contro la Pro Vercelli. Il 25 giugno 2012 il suo contratto con la società ionica viene risolto consensualmente.

Dal 2 luglio 2012 allena la Reggina in serie B, con la quale firma un contratto biennale[17]. Il 5 luglio acquisisce a Coverciano la qualifica di allenatore di Prima Categoria UEFA Pro; può perciò ricoprire il ruolo di tecnico in una squadra della massima serie[18].

Il 16 marzo 2013 viene esonerato dalla Reggina; gli subentra Giuseppe Pillon[19].

Il 12 marzo 2014 subentra a Vincenzo Torrente sulla panchina della Cremonese[20]. A causa della mancata promozione in Serie B dopo i play-off, non viene riconfermato per la stagione successiva[21].

Il 1º marzo 2015 viene ingaggiato come nuovo allenatore del Varese in sostituzione dell'esonerato Stefano Bettinelli, con un contratto fino al termine della stagione con rinnovo automatico in caso di salvezza, con i lombardi ultimi in classifica.[22] Il 9 marzo dello stesso anno viene esonerato dopo due sole partite (8 giorni) alla guida della squadra lombarda, che hanno coinciso con altrettante sconfitte, contro Cittadella (3-0) e Bologna (1-3), e al suo posto viene richiamato Bettinelli[23]. Determinante è stato anche il volere degli stessi giocatori di rivolere alla guida tecnica il suo predecessore[senza fonte].

A luglio 2015 firma un contratto biennale con il Matera, club militante in Lega Pro[24]. Viene esonerato il successivo 5 ottobre e sostituito da Pasquale Padalino[25].

Il 9 ottobre 2017 diventa allenatore del Catanzaro in sostituzione dell'esonerato Alessandro Erra. In seguito ad alcuni risultati negativi dopo le sconfitte in casa con il Rende 0-1 e in trasferta con il Matera per 2-1, si dimette il 6 marzo 2018 con la squadra al tredicesimo posto.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1991-1992 Italia Modena B 20 0 CI ? ? 20+ 0+
1992-1993 Italia Milan A 0 0 CI 0 0 0 0
1993-gen. 1994 Italia Vicenza B 1 0 CI ? ? 1+ 0+
gen.-giu. 1994 Italia Como C1 28 14 CI ? ? 28+ 14+
1994-nov. 1995 Italia Reggiana A 7 0 CI ? ? 7+ 0+
gen.-giu. 1995 Italia Como B 23 3 CI ? ? 23+ 3+
Totale Como 51 17 ? ? 51+ 17+
1995-1996 Italia Torino A 22 1 CI 1 1 23 2
1996-1997 Italia Reggina B 37 24 CI ? ? 37+ 24+
ago.-nov. 1997 Italia Fiorentina A 2 0 CI 2 1 4 1
nov. 1997-1998 Italia Piacenza A 23 5 CI 1 0 24 5
1998-1999 A 23 5 CI 2 1 25 6
ago.-dic. 1999 A 14 3 CI 1 0 15 3
Totale Piacenza 60 13 4 1 64 14
dic. 1999-2000 Italia Sampdoria B 20 8 CI ? ? 20+ 8+
2000-gen. 2001 B 15 4 CI ? ? 15+ 4+
Totale Sampdoria 35 12 ? ? 35+ 12+
gen.-giu. 2001 Italia Reggina A 21+2[26] 6+0 CI ? ? 23+ 6+
2001-2002 B 30 11 CI ? ? 30+ 11+
2002-2003 Italia Napoli B 31 19 CI 0 0 31 19
2003-2004 B 32 8 CI 1 0 33 8
Totale Napoli 63 27 1 0 64 27
2004-gen. 2005 Italia Reggina A 10 0 CI ? ? 10+ 0+
Totale Reggina 100 41 ? ? 100+ 41+
gen.-giu. 2005 Italia Bari B 21 4 CI ? ? 21+ 4+
2005-2006 Italia Ternana B 24 3 CI ? ? 24+ 3+
2006-gen. 2007 Italia Spezia B 15 1 CI ? ? 15+ 1+
gen.-giu. 2007 Italia Crotone B 11 0 CI ? ? 11+ 0+
2007-2008 Italia Taranto C1 8 3 CIC ? ? 8+ 3+
2008-2009 1D 23 8 CI+CILP 1+? 0+? 24+ 8+
Totale Taranto 31 11 1+ 0+ 32+ 11+
2009-2010 Italia Andria BAT 1D 16+1[26] 1+0[26] CILP ? ? 17+ 1+
Totale Carriera 480 131 9+ 3+ 489+ 134+

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 4 marzo 2018

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
nov. 2010-2011 Italia Taranto 1D 22+2 9+1 10 3+1 - - - - - - - - - - - - - - - 24 10 10 4 41,67
2011-2012 1D 34+2 19 13+1 2+1 CI+CI-LP 2+1 1+0 0+0 1+1 - - - - - - - - - - 39 20 14 5 51,28
Totale Taranto 56+4 28+1 23+1 5+2 3 1 0 2 63 30 24 9 47,62
2012-mar. 2013 Italia Reggina B 31 7 13 11 CI 4 3 0 1 - - - - - - - - - - 35 10 13 12 28,57
mar.-mag. 2014 Italia Cremonese 1D 6+3 3 0+2 3+1 - - - - - - - - - - - - - - - 9 3 2 4 33,33
feb.-mar. 2015 Italia Varese B 2 0 0 2 - - - - - - - - - - - - - - - 2 0 0 2 &&0,00
ago.-ott. 2015 Italia Matera LP 5 1 2 2 CI 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 6 1 2 3 16,67
ott. 2017-2018 Italia Catanzaro C 20 6 4 10 - - - - - - - - - - - - - - - 5 1 2 2 20,00
Totale carriera 127 46 45 36 8 4 0 4 120 45 43 32 37,50

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Reggina: 2001-2002
Como: 1993-1994

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

1996-1997 (24 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 17 (1) se si considerano i play-out.
  2. ^ Profilo su Magliarossonera.it
  3. ^ Profilo su Museovicenzacalcio1902.net
  4. ^ FUTRE E OLISEH, OLTRE LA SALVEZZA repubblica.it
  5. ^ ' TARDELLI NON SI TOCCA' repubblica.it
  6. ^ L'INTER VOLA IN INGHILTERRA MA SHEARER È UNA FOLLIA repubblica.it
  7. ^ a b GUARDIOLA AL PARMA ORA SI ASPETTA IL SI' repubblica.it
  8. ^ Rosa 1997-1998 storiapiacenza1919.it
  9. ^ Rosa 1999-2000 storiapiacenza1919.it
  10. ^ Marcolin nuovo capitano, Dionigi vice Tuttonapoli.net
  11. ^ "Credo che andrò alla Reggina" tuttonapoli.net
  12. ^ Reggina: Dionigi passa al Bari tuttomercatoweb.com
  13. ^ Ingaggiato Davide Dionigi ternanacalcio.com
  14. ^ Davide Dionigi all'Andria Archiviato il 13 agosto 2009 in Internet Archive. calciomercato.it
  15. ^ I nazionali Storiapiacenza1919.it
  16. ^ Davide Dionigi è il nuovo allenatore astaranto.it
  17. ^ Reggina, Davide Dionigi nuovo allenatore Archiviato l'8 marzo 2016 in Internet Archive. agi.it
  18. ^ Coverciano, Roby Baggio tra i nuovi allenatori, tuttomercatoweb.com, 5 luglio 2012.
  19. ^ Comunicato Ufficiale Reggina Calcio, regginacalcio.com, 16 marzo 2013. URL consultato il 16 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 19 marzo 2013).
  20. ^ UFFICIALE: Cremonese, Dionigi è il nuovo allenatore, in tuttomercatoweb.com, 12 marzo 2014. URL consultato il 13 marzo 2014.
  21. ^ Cremonese, Dionigi al passo d'addio Tuttolegapro.com
  22. ^ Davide Dionigi nuovo allenatore del Varese, in varese1910.it, 1º marzo 2015. URL consultato il 2 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 6 giugno 2015).
  23. ^ Bentornato Mister Bettinelli Archiviato il 6 giugno 2015 in Internet Archive. Varese1910.it
  24. ^ Ufficiale: Davide Dionigi è il nuovo mister del Matera Calcio Archiviato il 19 luglio 2015 in Internet Archive. Materacalcio.it
  25. ^ Il Matera esonera Dionigi Archiviato il 7 ottobre 2015 in Internet Archive. Materacalcio.it
  26. ^ a b c Play-out.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]