Massimo Coda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Massimo Coda
Nazionalità Bandiera dell'Italia Italia
Altezza 184 cm
Peso 76 kg
Calcio
Ruolo Attaccante
Squadra Cremonese
Carriera
Giovanili
Cavese
Squadre di club1
2004-2005Cavese2 (0)
2005-2006Bellinzona21 (0)
2006-2007Cisco Roma8 (0)
2007-2008Treviso0 (0)
2008Crotone2 (0)[1]
2008Bologna0 (0)
2008-2011Cremonese81 (24)[2]
2011-2012Bologna0 (0)
2012Siracusa14 (2)[3]
2012-2013San Marino32 (10)
2013-2014Gorica33 (18)
2014-2015Parma18 (2)
2015-2017Salernitana80 (31)[4]
2017-2020Benevento87 (32)[5]
2020-2022Lecce72 (42)[6]
2022-2023Genoa31 (10)
2023-Cremonese35 (16)[7]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 25 maggio 2024

Massimo Coda (Cava de' Tirreni, 10 novembre 1988) è un calciatore italiano, attaccante della Cremonese, in prestito dal Genoa.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Attaccante forte fisicamente e dotato di buona tecnica e senso del gol,[8] è abile sulle palle alte ed è dotato di un tiro potente e preciso con il piede destro.[9] Agisce prevalentemente da punta centrale.[9]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nella Cavese, la squadra della sua città, esordisce in Serie C2 nella stagione 2004-2005, all'età di 16 anni. Nella stagione successiva è in Svizzera, al Bellinzona, con cui gioca 21 partite nella Challenge League, la seconda serie elvetica. Nel 2006 torna in Italia per vestire la maglia della Cisco Roma, ancora in Serie C2, e nel 2007 passa al Treviso, in Serie B, dove non trova spazio; per questo motivo nel gennaio del 2008 viene ceduto al Crotone, in Serie C1. Resta in terza serie anche dopo il trasferimento alla Cremonese, dove rimane per tre stagioni.

Bologna e prestiti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2011 si accasa al Bologna, in Serie A. Senza presenze all'attivo, si trasferisce nel gennaio 2012 al Siracusa, in Lega Pro Prima Divisione. Nella stagione 2012-2013 gioca nel San Marino ancora in terza serie, segnando 10 reti. Nel 2013 passa a parametro zero al Parma, club di Serie A che lo presta al Gorica[10][11], nella massima serie slovena, dove disputa 33 partite con 18 gol all'attivo e vince la Coppa di Slovenia. A fine stagione è eletto migliore giocatore del campionato e viene inserito nella migliore formazione del torneo[10].

Parma e Salernitana[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2014-2015 è aggregato alla rosa del Parma ed esordisce in Serie A il 31 agosto 2014, nella gara contro il Cesena, gara terminata col risultato 1-0 per i romagnoli[12]. Il 21 settembre segna la sua prima rete stagionale, contro il Chievo Verona, rete decisiva per la vittoria finale del Parma per 3-2[13]. Durante la partita con l'Inter del 1º novembre, viene sostituito al 18º del primo tempo a causa di un infortunio al legamento crociato che lo terrà lontano dai campi per diversi mesi.

Rimasto svincolato a seguito del fallimento del Parma, il 29 agosto 2015 si lega alla Salernitana[14]. Il bilancio della stagione 2015-2016 è positivo sul piano personale: oltre a una presenza in Coppa Italia, l'attaccante colleziona 40 presenze e segna 15 gol in Serie B e 2 reti nel doppio confronto dei play-out contro la Virtus Lanciano (1-4 e 1-0 i risultati che determinano la salvezza dei campani a e la retrocessione dei frentani in Lega Pro).[15][16]

Benevento[modifica | modifica wikitesto]

Durante l'estate del 2017 firma per il Benevento, club appena promosso in Serie A.[17] Al suo nome sono legate le prime vittorie dei sanniti in massima serie[18]: il 30 dicembre realizza la rete del successo contro il Chievo[19], mentre una settimana dopo segna due gol contro la Sampdoria e fornisce un assist a Brignola, contribuendo al 3-2 finale.[20] Nel campionato di Serie A 2017-2018, negativo per il Benevento, Coda segna 4 reti in 24 presenze.

Nella stagione seguente l'attaccante realizza 21 gol in 34 partite del campionato di Serie B 2018-2019, risultando secondo nella classifica dei marcatori dietro ad Alfredo Donnarumma. A tali reti si somma una marcatura nei play-off, ma i sanniti non riescono a centrare la promozione in massima serie. Nel corso dell'annata, il 22 aprile 2019, Coda realizza la sua prima tripletta in carriera, nella partita Verona-Benevento (0-3).

Nel 2019-2020 disputa 29 partite di campionato, con 7 reti realizzate. Il 1º luglio 2020, a campionato in corso, non accetta il rinnovo di contratto offertogli dal club, terminando così la propria esperienza beneventana con 89 presenze e 33 gol in campionato (play-off compresi) e rimanendo svincolato.[21]

Lecce[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 agosto 2020 si accasa al Lecce.[22] Esordisce con i salentini il 26 settembre, nella partita di Serie B pareggiata a reti inviolate in casa contro il Pordenone, e segna il suo primo gol in maglia leccese il 21 ottobre, nella partita pareggiata per 2-2 in casa contro la Cremonese. Nella gara del 21 novembre, vinta per 7-1 in casa contro la Reggiana, realizza la sua prima tripletta con la maglia dei salentini, andando a segno per la quinta gara consecutiva.[23] Dalla ventisettesima alla trentesima giornata del campionato di Serie B 2020-2021 segna otto gol in quattro partite, con quattro doppiette consecutive: in Serie B le quattro marcature multiple in partite consecutive non accadevano dal 2016, quando a realizzare una simile impresa era stato Giampaolo Pazzini del Verona.[24] Con 22 gol segnati in 36 partite si laurea capocannoniere della Serie B 2020-2021, contribuendo al raggiungimento dei play-off, da cui il Lecce viene eliminato in semifinale.

Nella stagione seguente, realizzando una doppietta nel successo casalingo del 2 marzo 2022 contro l'Ascoli (3-1), stacca Pietro De Santis, issandosi in vetta alla classifica storica dei marcatori del club salentino in Serie B. Con il Lecce vince il campionato, guadagnando la promozione in Serie A, e, per la seconda annata consecutiva, si piazza in testa alla classifica dei marcatori (20 gol, cui si sommano i 2 in Coppa Italia), venendo inoltre eletto migliore giocatore del campionato cadetto dalla Lega Nazionale Professionisti B.[25]

Genoa[modifica | modifica wikitesto]

Il 30 giugno 2022 si trasferisce al Genoa, in Serie B.[26] Debutta l'8 agosto, andando in gol su calcio di rigore nella partita interna vinta per 3-2 contro il Benevento, valevole per i trentaduesimi di finale di Coppa Italia. Il 3 settembre segna la prima rete in campionato, sempre su calcio di rigore, nel pareggio casalingo col Parma per 3-3. [27] Il 22 ottobre, nella partita vinta per 2-1 in trasferta contro la Ternana, realizza la sua prima doppietta con la maglia del club ligure. A fine stagione lui totalizza 10 gol, contribuendo alla promozione dei liguri in Serie A.

Ritorno alla Cremonese[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 agosto 2023 fa ritorno alla Cremonese dopo 12 anni con la formula del prestito.[28] Tre giorni dopo, nell'esordio con i grigiorossi, segna il gol della vittoria in casa della Ternana.[29]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre del 2023, insieme a Gaetano Letizia, Francesco Forte e Christian Pastina, viene indagato dalla Procura di Benevento per frode sportiva, scommesse su piattaforme illegali e riciclaggio.[30][31]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 25 maggio 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004-2005 Bandiera dell'Italia Cavese C2 2 0 - - - - - - - - - 2 0
2005-2006 Bandiera della Svizzera Bellinzona CL 21 0 CS 2 0 - - - - - - 23 0
2006-2007 Bandiera dell'Italia Cisco Roma C2 8 0 - - - - - - - - - 8 0
2007-gen. 2008 Bandiera dell'Italia Treviso B 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
gen.-giu. 2008 Bandiera dell'Italia Crotone C1 2+2[32] 0 - - - - - - - - - 4 0
lug.-ago. 2008 Bandiera dell'Italia Bologna A 0 0 CI 1 0 - - - - - - 1 0
2008-2009 Bandiera dell'Italia Cremonese 1D 21 6 CI 0 0 - - - - - - 21 6
2009-2010 1D 29+1[32] 10 CI 3 0 - - - - - - 33 10
2010-2011 1D 31 8 CI 2 0 - - - - - - 33 8
2011-gen. 2012 Bandiera dell'Italia Bologna A 0 0 CI 0 0 - - - - - - 0 0
Totale Bologna 0 0 1 0 - - - - 1 0
gen.-giu. 2012 Bandiera dell'Italia Siracusa 1D 14+1[32] 2 CI+CI-LP - - - - - - - - 15 2
2012-2013 Bandiera di San Marino San Marino 1D 32 10 - - - - - - - - - 32 10
2013-2014 Bandiera della Slovenia Gorica 1. SNL 33 18 CS 3 0 - - - - - - 36 18
2014-2015 Bandiera dell'Italia Parma A 18 2 CI 0 0 - - - - - - 18 2
2015-2016 Bandiera dell'Italia Salernitana B 40+2[33] 15+2[33] CI 1 0 - - - - - - 43 17
2016-2017 B 40 16 CI 2 0 - - - - - - 42 16
Totale Salernitana 80+2 31+2 3 0 - - - - 85 33
2017-2018 Bandiera dell'Italia Benevento A 24 4 CI 1 0 - - - - - - 25 4
2018-2019 B 34+2[32] 21+1[32] CI 4 1 - - - - - - 40 23
2019-2020 B 29 7 CI 1 0 - - - - - - 30 7
Totale Benevento 87+2 32+1 6 1 - - - - 95 34
2020-2021 Bandiera dell'Italia Lecce B 36+2[32] 22 CI 2 0 - - - - - - 40 22
2021-2022 B 36 20 CI 2 2 - - - - - - 38 22
Totale Lecce 72+2 42 4 2 - - - - 78 44
2022-2023 Bandiera dell'Italia Genoa B 31 10 CI 2 1 - - - - - - 33 11
lug.-ago. 2023 A 0 0 CI 1 0 - - - - - - 1 0
Totale Genoa 31 10 3 1 - - - - 34 11
2023-2024 Bandiera dell'Italia Cremonese B 35+2[32] 16+1 [32] CI 2 1 - - - - 39 18
Totale Cremonese 116+3 40+1 7 1 - - - - 126 42
Totale carriera 516+12 187+4 29 5 - - - - 557 196

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gorica: 2013-2014
Benevento: 2019-2020
Lecce: 2021-2022
Genoa: 2022-2023

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2020-2021 (22 gol), 2021-2022 (20 gol)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 4 (0) se si comprendono i play-off di Serie C1.
  2. ^ 82 (24) se si comprendono i play-off di Lega Pro Prima Divisione.
  3. ^ 15 (2) se si comprendono i play-off di Lega Pro Prima Divisione.
  4. ^ 82 (33) se si comprendono i play-out di Serie B.
  5. ^ 89 (33) se si comprendono i play-off di Serie B.
  6. ^ 74 (42) se si comprendono i play-off di Serie B.
  7. ^ 37 (17) se si comprendono i play-off di Serie B.
  8. ^ Il 2021 è l'anno di Coda: l'attaccante è entrato in 10 gol del Lecce, su pianetalecce.it, 19 marzo 2021.
  9. ^ a b Coda, Corini e il suo 4-3-3: Lecce da puntellare in avanti, su trnews.it, 30 agosto 2020.
  10. ^ a b Massimo Coda, il bomber di Slovenia, su contra-ataque.it, 15 maggio 2014. URL consultato il 31 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 31 dicembre 2017).
  11. ^ Alfredo Pedullà, Massimo Coda principe di Slovenia, premiato l’italiano, su alfredopedulla.com, 15 maggio 2014. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  12. ^ Pietro Razzini, Serie A, Cesena-Parma 1-0. Decide Rodriguez al 38', su gazzetta.it, 5 novembre 2014. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  13. ^ Alex Frosio, Chievo-Parma 2-3: gol di Izco, poi lo Show di Cassano. In rete anche Coda e Paloschi, su gazzetta.it, 21 settembre 2014. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  14. ^ Massimo Coda è un giocatore della Salernitana, su ussalernitana1919.it, 29 agosto 2015. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  15. ^ Calcio, Playout andata: Lanciano-Salernitana 1-4, su rainews.it, 5 giugno 2016. URL consultato il 27 agosto 2023.
  16. ^ Serie B, la Salernitana è salva: 1-0 al Lanciano, che va in Lega Pro, su gazzetta.it, 8 giugno 2016. URL consultato il 27 agosto 2023.
  17. ^ Tullio Trezza, Salernitana, calciomercato: Massimo Coda passa al Benevento, su salernotoday.it, 22 giugno 2017.
  18. ^ Colpo di Coda, Benevento vince la prima in A, su ansa.it, 30 dicembre 2017.
  19. ^ Giacomo Luchini, Benevento-Chievo 1-0: Coda firma il primo storico successo in A dei sanniti, su repubblica.it, 30 dicembre 2017.
  20. ^ Pierluigi Melillo, Coda, che giornata: gol, assist e pali De Zerbi felice: "Meritiamo rispetto", in la Repubblica, 7 gennaio 2018, p. 18.
  21. ^ CODA SALUTA IL SANNIO, su beneventocalcio.club, 1º luglio 2020.
  22. ^ Ufficiale l'acquisizione di Coda, su uslecce.it, 26 agosto 2020. URL consultato il 26 agosto 2020.
  23. ^ Da Locatelli a Coda, 41 triplette nella storia del Lecce, corrieresalentino.it, 21 novembre 2020.
  24. ^ Pagelle Frosinone-Lecce 0-3: voti, tabellino, ammonizioni e gol Serie B 2020/2021, sportface.it, 20 marzo 2021.
  25. ^ Storia del capocannoniere negli ultimi 10 anni di Serie B, su legab.it, 11 luglio 2022. URL consultato il 27 agosto 2023.
  26. ^ Massimo Coda è un nuovo giocatore del Genoa. L’attaccante, vincitore delle ultime due classifiche cannonieri del campionato di Serie B, arriva a titolo definitivo dal Lecce. Benvenuto in casa rossoblù!, su twitter.com. URL consultato il 30 giugno 2022.
  27. ^ Serie B, Genoa ripreso da Estevez nel finale: col Parma è 3-3, su tuttosport.com. URL consultato il 5 settembre 2022.
  28. ^ Massimo Coda è un nuovo giocatore della Cremonese, su uscremonese.it. URL consultato il 27 agosto 2023.
  29. ^ La Cremo vince a Terni con un gol di Coda – US Cremonese, su uscremonese.it. URL consultato il 30 agosto 2023.
  30. ^ Calcioscommesse, indagati Forte, Coda, Pastina e Letizia (tutti ex del Benevento), su Corriere della Sera, 1º dicembre 2023. URL consultato il 17 dicembre 2023.
  31. ^ Scommesse, altri 4 calciatori indagati: perquisizioni in casa e telefoni sotto sequestro, su Sport Fanpage, 1º dicembre 2023. URL consultato il 17 dicembre 2023.
  32. ^ a b c d e f g h Play-off.
  33. ^ a b Play-out.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]