Raimundo Orsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Raimundo Orsi
Raimundo Orsi, Juventus.jpg
"Mumo" Orsi alla Juventus nei primi anni 1930
Nazionalità Argentina Argentina
Italia Italia
Altezza 170 cm
Peso 68 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1939
Carriera
Squadre di club1
1919-1928 Independiente 249 (110)
1928-1935 Juventus 177 (76)
1935 Independiente 32 (9)
1936 Boca Juniors 11 (0)
1937 Platense 27 (10)
1937 Almagro 23 (13)
1938 Peñarol ? (?)
1939 Flamengo 11 (2)
Nazionale
1924-1928 Argentina Argentina 12 (3)
1929-1935 Italia Italia 35 (13)
1936 Argentina Argentina 1 (0)
Palmarès
Argentina Argentina
Olympic flag.svg Giochi olimpici
Argento Amsterdam 1928
Transparent.png Campeonato Sudamericano de Football
Oro Perù 1927
Italia Italia
Julesrimet.gif Mondiali di calcio
Oro Italia 1934
Transparent.png Coppa Internazionale
Oro 1927-1930
Oro 1933-1935
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Raimundo Bibiani Orsi detto "Mumo" (Avellaneda, 2 dicembre 1901Santiago del Cile, 6 aprile 1986) è stato un calciatore argentino naturalizzato italiano, di ruolo attaccante. Campione mondiale con l'Italia nel 1934. In Italia fu conosciuto anche come Raimondo Orsi.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Ala sinistra dotata di grande velocità, aveva scarsa forza fisica, mancanza cui sopperiva con una affinata tecnica e una spiccata capacità nel dribbling, spesso preceduto da finte di corpo.[1] Fu una delle prime ali, in Argentina, a non limitarsi esclusivamente a effettuare dei cross per il centravanti, ma a cercare anche la conclusione, accentrandosi con movimenti in diagonale.[2] Nel far ciò era agevolato dalla sua velocità e dalla precisione del suo tiro, effettuato in prevalenza con il piede sinistro. Spettacolari anche i suoi gol direttamente da calcio d'angolo.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Fece il suo esordio nel campionato argentino il 30 novembre 1919 contro l'Estudiantes Buenos Aires con la maglia dell'Independiente, squadra nella quale militò sino al 1928. Venne convocato per la prima volta nella nazionale argentina nel 1924, ma solo nel 1927 ne divenne un titolare stabile. Con la Nazionale Albiceleste disputò il torneo olimpico nel 1928, arrivando a disputare la finale contro l'Uruguay, poi vincitrice.

Orsi, con Mario Magnozzi, indossa la maglia dell'Italia.

Fu probabilmente grazie alla vetrina olimpica che la famiglia Agnelli se ne invaghì e fece di tutto per portarlo alla Juventus. La trattativa fece scalpore all'epoca: ci si trovò di fronte a un episodio di "calciomercato" dal sapore quasi contemporaneo, a causa della complessa contrattazione con il suo club di provenienza e in ragione dello stipendio offerto al giocatore, decisamente elevato per gli standard dell'epoca (100.000 lire +8.000 lire al mese, oltre ad una Fiat 509[4] con tanto di autista personale, ed una villa in collina). Inoltre il regolamento, in quell'anno, vietava il tesseramento di giocatori stranieri anche se "oriundi" e quindi Orsi poté scendere in campo solo all'inizio della stagione 1929-30. In Italia Orsi confermò la sua fama internazionale, diventando una delle colonne della Juventus degli anni 1930 che vinse cinque scudetti consecutivi, tra il 1930-31 e il 1934-35. In bianconero collezionò 177 presenze, realizzando ben 77 gol.

In linea con la politica spesso seguita dal regime fascista in quegli anni, Orsi fu ben presto naturalizzato come oriundo e poté giocare in nazionale: esordì con una doppietta contro il Portogallo il 6 dicembre 1929 a Milano. Con la nazionale azzurra Orsi si laureò campione del mondo nel 1934 nell'edizione della Coppa Rimet disputatasi in Italia, torneo nel quale siglò 3 reti. Riportò inoltre le vittorie del 1930 e 1935 nella Coppa Internazionale.

Orsi lasciò la nazionale e il calcio italiano nel 1935 per tornare in patria, ma la sua carriera non era ancora conclusa: giocò infatti ancora una stagione nella sua vecchia squadra, l'Independiente, per poi passare ai rivali del Boca e poi ancora nel Platense e nell'Almagro. Trasferitosi in Uruguay nel 1938 contribuì alla vittoria del Peñarol nel campionato di quell'anno e concluse la sua carriera in Brasile dove, con il Flamengo vinse il Campionato carioca del 1939. Curiosamente Orsi vestì nuovamente la maglia della nazionale argentina nel 1936, disputando la sua tredicesima e ultima partita contro gli storici rivali dell'Uruguay.

Fra i giocatori "oriundi", Orsi è stato a lungo quello che più volte ha vestito la maglia azzurra, superato solo in tempi recenti da Mauro Camoranesi: ben 35 presenze con 13 reti, la più importante delle quali nella finale di coppa del Mondo contro la Cecoslovacchia il 10 giugno 1934 a Roma: con quella rete gli azzurri pareggiarono il vantaggio di Antonín Puč a 9 minuti dalla fine e arrivarono ai tempi supplementari, dove Angelo Schiavio sancì la vittoria italiana.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Argentina
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
10/08/1924 Buenos Aires Argentina Argentina 0 – 0 Uruguay Uruguay Amichevole -
31/08/1924 Montevideo Uruguay Uruguay 2 – 3 Argentina Argentina Amichevole -
14/07/1927 Montevideo Uruguay Uruguay 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole -
29/08/1927 Buenos Aires Argentina Argentina 0 – 1 Uruguay Uruguay Amichevole -
27/11/1927 Lima Perù Perù 1 – 5 Argentina Argentina Coppa America 1927 - 3º Titolo
01/04/1928 Lisbona Portogallo Portogallo 0 – 0 Argentina Argentina Amichevole -
29/05/1928 Amsterdam Argentina Argentina 11 – 2 Stati Uniti Stati Uniti Olimpiadi 1928 2
02/06/1928 Amsterdam Argentina Argentina 6 – 3 Belgio Belgio Olimpiadi 1928 1
06/06/1928 Amsterdam Argentina Argentina 6 – 0 Egitto Egitto Olimpiadi 1928 -
10/06/1928 Amsterdam Uruguay Uruguay 1 – 1 dts Argentina Argentina Olimpiadi 1928 - Finale -
13/06/1928 Amsterdam Uruguay Uruguay 2 – 1 Argentina Argentina Olimpiadi 1928 - Finale bis - 2º Posto
28/09/1928 Avellaneda Argentina Argentina 1 – 0 Cile Cile Amichevole -
09/08/1936 Avellaneda Uruguay Uruguay 0 – 1 Argentina Argentina Amichevole -
Totale Presenze 13 Reti 3
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
01/12/1929 Milano Italia Italia 6 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole 2
09/02/1930 Roma Italia Italia 4 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole 1
02/03/1930 Francoforte Germania Germania 0 – 2 Italia Italia Amichevole -
06/04/1930 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
11/05/1930 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 5 Italia Italia Coppa Internazionale -
22/06/1930 Bologna Italia Italia 2 – 3 Spagna Spagna Amichevole -
25/01/1931 Bologna Italia Italia 5 – 0 Francia Francia Amichevole -
22/02/1931 Milano Italia Italia 2 – 1 Austria Austria Coppa Internazionale 1
29/03/1931 Berna Svizzera Svizzera 1 – 1 Italia Italia Coppa Internazionale -
12/04/1931 Oporto Portogallo Portogallo 0 – 2 Italia Italia Amichevole 1
19/04/1931 Bilbao Spagna Spagna 0 – 0 Italia Italia Amichevole -
20/05/1931 Roma Italia Italia 3 – 0 Scozia Scozia Amichevole 1
15/11/1931 Roma Italia Italia 2 – 2 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Coppa Internazionale -
13/12/1931 Torino Italia Italia 3 – 2 Ungheria Ungheria Coppa Internazionale 1
14/02/1932 Napoli Italia Italia 3 – 0 Svizzera Svizzera Coppa Internazionale -
20/03/1932 Vienna Austria Austria 2 – 1 Italia Italia Coppa Internazionale -
10/04/1932 Parigi Francia Francia 1 – 2 Italia Italia Amichevole -
08/05/1932 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Italia Italia Coppa Internazionale -
28/10/1932 Praga Cecoslovacchia Cecoslovacchia 2 – 1 Italia Italia Coppa Internazionale -
27/11/1932 Milano Italia Italia 4 – 2 Ungheria Ungheria Amichevole 2
01/01/1933 Bologna Italia Italia 3 – 1 Germania Germania Amichevole -
12/02/1933 Bruxelles Belgio Belgio 2 – 3 Italia Italia Amichevole -
02/04/1933 Ginevra Svizzera Svizzera 0 – 3 Italia Italia Coppa Internazionale -
07/05/1933 Firenze Italia Italia 2 – 0 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Coppa Internazionale -
13/05/1933 Roma Italia Italia 1 – 1 Inghilterra Inghilterra Amichevole -
22/10/1933 Budapest Ungheria Ungheria 0 – 1 Italia Italia Coppa Internazionale -
03/12/1933 Firenze Italia Italia 5 – 2 Svizzera Svizzera Coppa Internazionale 1
27/05/1934 Roma Italia Italia 7 – 1 Stati Uniti Stati Uniti Mondiali 1934 - Ottavi 2
31/05/1934 Firenze Italia Italia 1 – 1 dts Spagna Spagna Mondiali 1934 - Quarti -
01/06/1934 Firenze Italia Italia 1 – 0 Spagna Spagna Mondiali 1934 - Quarti -
03/06/1934 Milano Italia Italia 1 – 0 Austria Austria Mondiali 1934 - Semif. -
10/06/1934 Roma Italia Italia 2 – 1 dts Cecoslovacchia Cecoslovacchia Mondiali 1934 - Finale 1 1º Titolo Mondiale
14/11/1934 Londra Inghilterra Inghilterra 3 – 2 Italia Italia Amichevole -
09/12/1934 Milano Italia Italia 4 – 2 Ungheria Ungheria Amichevole -
24/03/1935 Vienna Austria Austria 0 – 2 Italia Italia Coppa Internazionale -
Totale Presenze (69º posto) 35 Reti (23º posto) 13

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Independiente: 1922, 1926
Independiente: 1924, 1925, 1926
Juventus: 1930-1931, 1931-1932, 1932-1933, 1933-1934, 1934-1935
Penarol: 1938
Flamengo: 1939

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Argentina: Perù 1927
Argentina: Amsterdam 1928
Italia: 1927-1930, 1933-1935
Italia: Italia 1934

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Italia 1934

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gino Bacci, Storia del calcio italiano, Milano, Gruppo Editoriale Armenia, 2006, p. 51, ISBN 88-8113-350-4.
  2. ^ (ES) Raimundo Orsi, independiente.com. URL consultato il 2 marzo 2012.
  3. ^ Biografia di Raimundo Orsi su www.nazionaleitalianacalcio.it
  4. ^ Carlo F. Chiesa, We are the champions - I 150 fuoriclasse che hanno fatto la storia del calcio, in Calcio 2000, supplemento al n.22, Milano, Action Group S.r.l., agosto 1999, p. 124.
  5. ^ (EN) All-Star Team, su football.sporting99.com. URL consultato il 17 febbraio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (ES) Raimundo Bibiani Orsi, in Independiente Místico n. 6, 16 ottobre 2011, p. 16.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]