Associazione Calcio Napoli 1927-1928

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Associazione Calcio Napoli
Napoli 1927-1928.jpg
Stagione 1927-1928
AllenatoreAustria Jean Steiger poi
Commissione Tecnica (Felice Scandone, Mario Argento e Giovanni Terrile) poi
Ungheria Ferenc Molnár
PresidenteItalia Gustavo Zinzaro
Divisione Nazionale9º posto (Girone A)
Coppa CONI3º posto (Girone A)
Maggiori presenzeCampionato: Pelvi (20)
Miglior marcatoreCampionato: E. Ghisi (6)
StadioMilitare dell'Arenaccia

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Napoli nelle competizioni ufficiali della stagione 1927-1928.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 1927-1928 fu la 2ª stagione del Napoli[1] nel campionato italiano.

Il primo impatto del Napoli nel nuovo campionato italiano unificato aveva avuto esiti disarmanti, poiché aveva terminato il torneo all'ultimo posto con un solo punto conquistato in 18 partite. La Federazione decise di accordare una seconda chance alla rappresentanza meridionale nel massimo campionato, ripescando le società retrocesse e allargando il campionato a 22 squadre. Questa volta si vollero avere però garanzie che tali sodalizi fossero in grado di stare in piedi con le proprie gambe: per quanto riguardava il Napoli, il presidente uscente Giorgio Ascarelli diede ampie rassicurazioni su un deciso attivismo della società partenopea nel calciomercato estivo.

Tuttavia, sulla falsariga del precedente torneo, il Napoli disputò un girone d'andata disastroso, alla fine del quale era in zona retrocessione con soli 4 punti raccolti, grazie anche alla vittoria ottenuta alla 1ª di campionato contro la Reggiana (4-0), la prima vittoria ufficiale della storia azzurra. Nel girone di ritorno, il Napoli vinse gare importanti contro Pro Vercelli (2-0) e Genoa (2-1), arrivando terzultimo con 15 punti che non bastarono per evitare la retrocessione dato che, per far tornare il campionato a 20 squadre, la FIGC aveva stabilito che anche la terzultima dei due gironi sarebbe retrocessa per un totale di sei retrocessioni contro le quattro promozioni dalla serie inferiore. La retrocessione durò però solo due settimane: già il 18 marzo 1928, addirittura prima dell'inizio della Coppa CONI, un ennesimo stravolgimento della formula del campionato portò al ripescaggio di tutte le retrocesse tranne le due ultime in classifica (Verona e Reggiana):

«...nella stagione 1929-30 avremo in Divisione Nazionale 32 squadre delle quali 16 parteciperanno alla Serie A e 16 alla Serie B... Questo sistema in sostanza porta a quel girone unico da tanto tempo atteso, mentre crea tra la massima categoria e la Prima Divisione un utile cuscinetto. Nella stagione 1928-29 si avrà invece un campionato di transizione: verrà giocato su due gironi di 12 squadre ciascuno, cioè le attuali meno l'Hellas e la Reggiana, oltre ovviamente alle vincenti dei quattro gironi della Prima Divisione. Le prime quattro classificate di ogni girone (totale 8 squadre) disputeranno un girone finale per il titolo di campione d'Italia 1928-1929, mentre le 16 escluse disputeranno la Coppa CONI. Le prime quattro classificate di ogni girone della Coppa CONI (totale 8 squadre) andranno per la stagione 1929-30 a completare la Serie A con le otto finaliste, mentre le ultime quattro classificate di ogni girone, più le prime due classificate di ogni girone di Prima Divisione (totale 16 squadre) formeranno la Serie B della Divisione Nazionale.»

(Deliberazione della FIGC riportato da La Stampa del 19 marzo 1928, p. 2.)

Il Napoli poté così disputare la Coppa CONI, torneo di consolazione per le escluse dalle Finali per lo scudetto, con la consapevolezza di disputare la Divisione Nazionale anche l'anno successivo, per l'ennesimo allargamento del Campionato che per la stagione successiva sarebbe stato a 24 squadre. La squadra si piazzò terza in un girone a sette squadre vinto dalla Roma (che poi si aggiudicò il trofeo).

A giugno il campionato venne allargato addirittura a 32 squadre, ripescando anche Verona e Reggiana e ammettendo alla Divisione Nazionale ulteriori sei squadre di Prima Divisione:

«Nella prossima stagione al campionato di Divisione Nazionale parteciperanno 32 squadre, che giuocheranno in due gironi di 16 ciascuna... Le iscrizioni si chiuderanno il prossimo 10 luglio. In base alle medesime pervenute, il Direttorio Federale stabilirà i gironi fissando di conseguenza le varie squadre da promuovere. Tuttavia possiamo finora comunicarvi che in Divisione Nazionale entreranno otto squadre più delle previste seguendo nella scelta criteri politici oltre che sportivi. Oltre alle 24 che già hanno diritto, andranno dunque nella massima categoria le seguenti squadre: Hellas, Reggiana, Triestina (indipendentemente quest'ultima dal posto che occupa in classifica, ma in omaggio agli altri titoli della nobilissima Trieste), la Fiorentina, il Legnano, la Milanese, la Venezia e la Prato, tenendo per questa in conto che la cittadina toscana ha ben 155 giuocatori tesserati...»

(Deliberazione della FIGC riportato da La Stampa del 29 giugno 1928, p. 5.)

In seguito alla fusione tra USM e Inter nell'Ambrosiana, che liberò un posto, venne ripescata la Fiumana per permettere anche alle squadre della Venezia Giulia di entrare in Divisione Nazionale.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Gustavo Zinzaro[2]

Area tecnica

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Vittorio Pelvi
Italia P Armando Favi
Italia D Paulo Innocenti
Italia D Giuseppe Pirandello
Italia D Pino Ghisi
Italia C Letterio Catapano
Italia C Roberto Di Martino
Italia C Gontrano Innocenti
Italia C Biagio Zoccola
N. Ruolo Giocatore
Italia C Oreste Tosini
Italia C Nicola Cassese
Italia C Vittorio Ramello
Italia A Attila Sallustro
Italia A Mario Costa
Italia A Ernesto Ghisi
Italia A Domenico Gariglio[3]
Italia A Corrado Gariglio (II)

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Pino Ghisi Fortitudo Roma definitivo
D Gontrano Innocenti Livorno definitivo
C Nicola Cassese Bagnolese definitivo
C Corrado Gariglio Alessandria definitivo
C Oreste Tosini Alessandria definitivo
C Biagio Zoccola Bari definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
A Giulio Bobbio Savoia definitivo
A Osvaldo Sacchi Scafatese definitivo


Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Divisione Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 1927-1928 i 2 gironi (girone A e girone B) erano formati da 11 squadre ciascuno, quindi ogni turno prevedeva 5 incontri mentre 1 squadra riposava. Il Napoli riposò all'ottava e alla diciannovesima giornata.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Divisione Nazionale 1927-1928.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
25 settembre 1927
1ª giornata
Napoli Azzurro con N cerchiata.png4 – 0Granata.png ReggianaStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  Mangano (Milano)

Milano
2 ottobre 1927
2ª giornata
Milan Bianco e Rosso (Croce) e Rosso e Nero (Strisce).png5 – 1Azzurro con N cerchiata.png NapoliArena Civica
Arbitro:  Osti (Ferrara)

Cremona
9 ottobre 1927
3ª giornata
Cremonese Rosso e Grigio (Strisce).png5 – 0Azzurro con N cerchiata.png NapoliStadio Giovanni Zini
Arbitro:  Garbieri (Genova)

Napoli
16 ottobre 1927
4ª giornata
Napoli Azzurro con N cerchiata.png0 – 4Blu e Bianco (V sul petto).svg BresciaStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  A.Gama (Milano)

Padova
30 ottobre 1927
5ª giornata
Padova Bianco e Rosso (Croce) e Rosso.png2 – 1Azzurro con N cerchiata.png NapoliStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Beretta (Novi Ligure)

Napoli
13 novembre 1927
6ª giornata
Napoli Azzurro con N cerchiata.png0 – 0Bianco e Celeste con aquila.svg LazioStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  Dani (Genova)

Vercelli
20 novembre 1927
7ª giornata
Pro Vercelli 600px Bianco con croce sottile Rossa.png1 – 1Azzurro con N cerchiata.png NapoliStadio Foro Boario
Arbitro:  Rovida (Milano)

27 novembre 1927
8ª giornata[4]
 – 

Alessandria
4 dicembre 1927
9ª giornata
Alessandria Grigio Crociato.png11 – 1Azzurro con N cerchiata.png NapoliCampo del quartiere Orti
Arbitro:  Casetta (Milano)

Genova
8 dicembre 1927
10ª giornata
Genoa 600px Rosso e Blu con striscia Bianco e croce Rossa su sfondo Bianco.png3 – 0Azzurro con N cerchiata.png NapoliStadio Luigi Ferraris
Arbitro:  Scarpi (Dolo)

Napoli
11 dicembre 1927
11ª giornata
Napoli Azzurro con N cerchiata.png0 – 1Flag - Garnet with white bull.svg TorinoStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  Osti (Ferrara)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Reggio Emilia
18 dicembre 1927
12ª giornata
Reggiana Granata.png2 – 2Azzurro con N cerchiata.png NapoliStadio Comunale Mirabello
Arbitro:  Sguerso (Savona)

Napoli
25 dicembre 1927
13ª giornata
Napoli Azzurro con N cerchiata.png1 – 2Bianco e Rosso (Croce) e Rosso e Nero (Strisce).png MilanStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  Barlassina (Novara)

Napoli
8 gennaio 1928
14ª giornata
Napoli Azzurro con N cerchiata.png3 – 1Rosso e Grigio (Strisce).png CremoneseStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  Malagodi (Ferrara)

Brescia
15 gennaio 1928
15ª giornata
Brescia Blu e Bianco (V sul petto).svg2 – 0Azzurro con N cerchiata.png NapoliStadium di Viale Piave
Arbitro:  Malagodi (Ferrara)

Napoli
22 gennaio 1928
16ª giornata
Napoli Azzurro con N cerchiata.png2 – 2Bianco e Rosso (Croce) e Rosso.png PadovaStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  Medica (Bologna)

Roma
29 gennaio 1928
17ª giornata
Lazio Bianco e Celeste con aquila.svg0 – 2Azzurro con N cerchiata.png NapoliStadio della Rondinella
Arbitro:  U.Gama (Milano)

Napoli
5 febbraio 1928
18ª giornata
Napoli Azzurro con N cerchiata.png2 – 0600px Bianco con croce sottile Rossa.png Pro VercelliStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  Scarpi (Dolo)

27 novembre 1927
19ª giornata[4]
 – 

Napoli
19 febbraio 1928
20ª giornata
Napoli Azzurro con N cerchiata.png1 – 1Grigio Crociato.png AlessandriaStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  Turbiani (Ferrara)

Napoli
26 febbraio 1928
21ª giornata
Napoli Azzurro con N cerchiata.png2 – 1600px Rosso e Blu con striscia Bianco e croce Rossa su sfondo Bianco.png GenoaStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  Mattea (Casale Monf.)

Torino
4 marzo 1928
22ª giornata
Torino Flag - Garnet with white bull.svg11 – 0Azzurro con N cerchiata.png NapoliStadio Filadelfia
Arbitro:  U.Gama (Milano)

Coppa CONI[modifica | modifica wikitesto]

Il torneo era formato da 7 squadre, quindi ogni turno prevedeva 3 incontri mentre 1 squadra riposava. Il Napoli riposò alla 7ª e alla 14ª giornata.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa CONI 1928.

Fase a gironi (Girone A)[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

1º aprile 1928
1ª giornata
Novara2 – 2Napoli
Arbitro:  Malagodi (Ferrara)

Roma
8 aprile 1928
2ª giornata
Roma4 – 1NapoliMotovelodromo Appio
Arbitro:  Osti (Ferrara)

Napoli
15 aprile 1928
3ª giornata
Napoli4 – 2Pro Patria
Arbitro:  Gamberini (Bologna)

Brescia
22 aprile 1928
4ª giornata
Brescia1 – 0NapoliStadium di Viale Piave
Arbitro:  Squarza (Reggio Emilia)

Napoli
29 aprile 1928
5ª giornata
Napoli4 – 0La Dominante
Arbitro:  Magliulo (Livorno)

Napoli
6 maggio 1928
6ª giornata
Napoli2 – 3Cremonese
Arbitro:  Bellini (Padova)

22 maggio 1928
7ª giornata[4]
 – 

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Napoli
20 maggio 1928
8ª giornata[5]
Napoli0 – 0Novara
Arbitro:  Serra (Bologna)

Napoli
24 giugno 1928
9ª giornata
Napoli2 – 0RomaStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  U.Gama (Milano)

28 giugno 1928
10ª giornata
Pro Patria4 – 3Napoli
Arbitro:  Bellini (Padova)

5 luglio 1928
11ª giornata
Napoli4 – 2Brescia
Arbitro:  Giulini (Milano)

1º luglio 1928[6]
12ª giornata
La Dominante1 – 4Napoli
Arbitro:  Guarnieri (Milano)

15 luglio 1928
13ª giornata
Cremonese0 – 2[7]Napoli

8 luglio 1928
14ª giornata[4]
 – 

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Divisione Nazionale 15 10 4 3 3 15 12 10 1 2 7 8 42 20 5 5 10 23 54 -31
Coppa CONI 14 6 4 1 1 16 7 6 2 1 3 12 12 12 6 2 4 28 19 +9
Totale 29 16 8 4 4 31 19 16 3 3 10 20 54 32 11 7 14 51 73 -19

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Divisione Nazionale Coppa CONI Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Cassese, N. N. Cassese 10090190
Catapano, L. L. Catapano 11040150
Costa, M. M. Costa 16171232
Di Martino, R. R. Di Martino 8060140
Favi, A. A. Favi ??2-32+-3+
Gariglio (I), D. D. Gariglio (I) 15091241
Gariglio (II), C. C. Gariglio (II) 10190191
Ghisi, E. E. Ghisi 156962412
Ghisi, P. P. Ghisi 181111292
Innocenti, G. G. Innocenti 1921193011
Innocenti, P. P. Innocenti 180110290
Pelvi, V. V. Pelvi 20-549-1629-70
Pirandello, G. G. Pirandello 13000130
Ramello, V. V. Ramello ??11211+2+
Sallustro, A. A. Sallustro 10564169
Tosini, O. O. Tosini 18511196
Zoccola, B. B. Zoccola 18161242

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dall'Associazione Calcio Napoli alla prima Coppa Italia, sscnapoli.it, 16 gennaio 2011.
  2. ^ Tutti i Presidenti da Ascarelli a De Laurentiis, sscnapoli.it, 16 gennaio 2011.
  3. ^ Al contrario di quanto riportato da più fonti recenti, da fonti dell'epoca sembra accertato che il Gariglio I che militò nel Napoli fosse Domenico e non Corrado.
  4. ^ a b c d Turno di riposo.
  5. ^ Venne anticipata. Le altre squadre giocarono il 17 giugno.
  6. ^ Venne anticipata tutta la 11ª giornata.
  7. ^ Il Napoli ottiene la vittoria per rinuncia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]