Francesco Mattea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Mattea
Francesco Mattea.jpg
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Sezione Torino
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1918-1943 Serie A Arbitro
Attività internazionale
1929-1944 UEFA e FIFA Arbitro
Premi
Anno Premio
1936 Premio Giovanni Mauro

Francesco Mattea (Santhià, 17 gennaio 1895Torino, 10 novembre 1973) è stato un arbitro di calcio italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fratello del calciatore Angelo[1], con cui condivise esperienze agonistiche nel Piemonte e nel Casale, fu anche dirigente del Comitato ULIC di Torino[2].

Cominciò ad arbitrare nel 1918[2]; dal 1929 fu promosso internazionale[3]. Diresse una finale di Coppa dell'Europa Centrale e, assieme a Barlassina e Carraro, fu il primo italiano ad essere chiamato ad arbitrare la fase finale di un campionato mondiale: diresse infatti due partite ai campionati del 1934[4].

Nel 1936 fu il primo direttore di gara ad essere insignito del Premio Giovanni Mauro come migliore arbitro italiano della stagione[5].

Morì nel 1973, a 78 anni[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b È morto l'arbitro Francesco Mattea, da «Stampa Sera», 12 novembre 1973, p. 14.
  2. ^ a b Mantella.
  3. ^ Comunicati ufficiali, da "Il Littoriale", 23 luglio 1929, p. 6.
  4. ^ Francesco Mattea, Worldfootball.net.. URL consultato il 19 settembre 2012.
  5. ^ Melegari, 2003, p. 412

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 2004. Modena, Panini, 2003.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]