Renzo Curradi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Renzo Curradi
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Federazione Italia FIGC
Sezione Firenze
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1937-1943 Serie A Arbitro

Renzo Curradi (Firenze, 6 ottobre 1906 – ...) è stato un arbitro di calcio italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Firenze nel 1906, faceva parte della sezione AIA del capoluogo toscano.

Nel 1937, a 30 anni, debuttò in Serie A, in Triestina-Bari del 14 febbraio, ventesima di campionato, terminata 1-1.[1][2]

Il 14 novembre dello stesso anno diresse Ambrosiana-Inter - Juventus, nona della Serie A successiva, sfida vinta per 2-1 dai nerazzurri.[3][4]

L'8 giugno 1941 arbitrò l'andata della finale di Coppa Italia tra Roma e Venezia, terminata 3-3, dopo il vantaggio per 3-0 dei giallorossi, con tripletta di Amedeo Amadei.

Rimase per 6 stagioni in Serie A, dal 1937 al 1943, con l'eccezione del campionato 1939-1940, arbitrando per la 45ª e ultima volta in massima serie il 16 maggio 1943, quando diresse Triestina-Bari (stessa gara dell'esordio), spareggio salvezza giocato a Modena e concluso con la vittoria per 3-2 e la salvezza dei giuliani.[1][5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b calcio-seriea.net.
  2. ^ Triestina-Bari, su transfermarkt.it, 14 febbraio 1937. URL consultato il 16 settembre 2018.
  3. ^ Ambrosiana-Inter - Juventus, su calcio-seriea.net, 14 novembre 1937. URL consultato il 16 settembre 2018.
  4. ^ Ambrosiana-Inter - Juventus, su transfermarkt.it, 14 novembre 1937. URL consultato il 16 settembre 2018.
  5. ^ Triestina-Bari, su transfermarkt.it, 16 maggio 1943. URL consultato il 16 settembre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]