Eraldo Pecci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Eraldo Pecci
Eraldo Pecci.jpg
Pecci al Bologna a fine anni 1980
Nazionalità Italia Italia
Altezza 172 cm
Peso 77 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 1990 - giocatore
Carriera
Giovanili
19??-19?? Bologna
Squadre di club1
1973-1975 Bologna 34 (2)
1975-1981 Torino 154 (10)
1981-1985 Fiorentina 138 (13)
1985-1986 Napoli 24 (1)
1986-1989 Bologna 101 (3)
1989-1990 L.R. Vicenza 0 (0)[1]
Nazionale
1977 Italia Italia U-21 2 (0)
1975-1978 Italia Italia 6 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Eraldo Pecci (San Giovanni in Marignano, 12 aprile 1955) è un ex calciatore, editorialista, scrittore e commentatore televisivo italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Pecci in azione con la fascia di capitano della Fiorentina nel 1984

Eraldo Pecci iniziò a giocare a calcio nel Superga 63[2] di Cattolica prima di passare nelle giovanili del Bologna, squadra con cui debuttò in Serie A nel 1972. Con i rossoblù vinse la Coppa Italia nel 1974, segnando l'ultimo e decisivo rigore nella finale contro il Palermo.

Affermatosi come centrocampista di regia, nell'estate del 1975 fu acquistato dal Torino. Con i granata vinse lo scudetto nel 1975-1976, collezionando 203 presenze (153 in campionato, 33 in Coppa Italia, e 16 nelle Coppe europee) e segnando 16 gol (10 in campionato, 4 nella coppa nazionale e 2 in Europa).

Nel 1981 lascia Torino e passa alla Fiorentina, insieme al bomber Graziani. A Firenze Pecci milita per quattro stagioni. Nel 1985 viene ceduto al Napoli. Con i partenopei conquista un 3º posto in Serie A e realizza una rete ma, per motivi familiari[1], decide poi di ritornare la stagione successiva nella squadra che l'aveva visto nascere calcisticamente, il Bologna. Restò coi felsinei fino all'autunno 1989, quando l'allenatore Maifredi optò per un centrocampo più muscolare. Si trasferì dunque in Serie C1 al Lanerossi Vicenza, allenato dall'amico Romano Fogli, ma dopo l'esonero di quest'ultimo decise di ritirarsi dall'attività agonistica[1].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Pecci (accosciato, al centro) con l'Under-23 nel 1976

Con la maglia della nazionale ha disputato 6 partite, esordendo il 27 settembre 1975 nella partita valida per le qualificazioni agli Europei 1976 contro la Finlandia a Roma (0-0).

Vanta inoltre 9 partite con la nazionale B e 2 con la Giovanile, e soprattutto la partecipazione al Mondiale del 1978.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Una volta terminata la carriera agonistica, Eraldo Pecci intraprese l'attività di commentatore TV, facendo spesso coppia con Bruno Pizzul nelle telecronache delle gare della nazionale maggiore. In seguito è stato editorialista per il quotidiano Il Giorno. Inoltre Pecci è stato più volte nominato dai tribunali come perito per la valutazione del parco giocatori delle società calcistiche.

Nell'aprile 2013 ha pubblicato il suo primo libro, intitolato Il Toro non può perdere (edito da Rizzoli), in cui narra in prima persona fatti e trascorsi del mondo del calcio. In particolare ripercorre quel campionato 1975-1976 in cui i granata conquistano il settimo scudetto dopo un avvincente duello cittadino con la Juventus.[2]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
27-9-1975 Roma Italia Italia 0 – 0 Finlandia Finlandia Qual. Euro 1976 -
7-4-1976 Torino Italia Italia 3 – 1 Portogallo Portogallo Amichevole -
31-5-1976 New Haven Brasile Brasile 4 – 1 Italia Italia Torneo del Bicentenario -
5-6-1976 Milano Italia Italia 4 – 2 Romania Romania Amichevole -
26-1-1977 Roma Italia Italia 2 – 1 Belgio Belgio Amichevole -
23-9-1978 Firenze Italia Italia 1 – 0 Turchia Turchia Amichevole -
Totale Presenze 6 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Bologna: 1973-1974
Torino: 1975-1976
Bologna: 1987-1988

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN300762694 · ISNI (EN0000 0004 0831 8769