Milan Associazione Calcio 1977-1978

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Milan Associazione Calcio
Milan1977 1978.jpg
Stagione 1977-1978
AllenatoreSvezia Nils Liedholm
All. in secondaItalia Alvaro Gasparini
PresidenteItalia Felice Colombo
Serie A4º posto (in Coppa UEFA)
Coppa ItaliaSecondo turno
Coppa delle CoppeSedicesimi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Albertosi, Rivera (30)
Totale: Rivera (36)
Miglior marcatoreCampionato: Maldera (8)
Totale: Maldera (8)
StadioSan Siro
Media spettatori48.907[1]

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Milan Associazione Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1977-1978.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il nuovo presidente della società è l'imprenditore Felice Colombo, che rileva le quote societarie da Vittorio Duina, mentre in panchina ritorna lo svedese Nils Liedholm,[2][3] già giocatore rossonero dal 1949 al 1961 e allenatore del Milan dal 1963 al 1966. Tra gli acquisti di rilievo, ci sono Ruben Buriani e Roberto Antonelli.

Il neoacquisto Ruben Buriani, al Milan dal 1977 al 1982.

In campionato il Milan inizia con 10 risultati utili consecutivi (4 pareggi e 6 vittorie[4]) che valgono il primo posto in classifica.[5] La successiva serie di 3 sconfitte e 2 pareggi[6] fa sì che i rossoneri chiudano il girone d'andata al 4º posto con 18 punti, alla pari di Inter e Perugia.[7] Nel girone di ritorno i rossoneri subiscono solo 2 sconfitte contro Atalanta e Lazio, in entrambi i casi a San Siro,[8] e chiudono così il campionato in quarta posizione[3] con 37 punti,[2][9] piazzamento che vale la qualificazione alla Coppa UEFA 1978-1979. Nel corso della torneo, il 23 aprile 1978 a Verona, fa il suo esordio nel Milan Franco Baresi, futura bandiera e capitano rossonero per due decenni.[10]

In Coppa delle Coppe il Milan viene eliminato nei sedicesimi di finale dagli spagnoli del Betis Siviglia che vincono a Siviglia per 2-0 e perdono a Milano la gara di ritorno per 2-1.[11]

La stagione si conclude con la Coppa Italia, competizione che i rossoneri, in qualità di detentori del trofeo, iniziano dal secondo turno, disputato tra maggio e giugno del 1978.[12] Il Milan chiude il girone B, nel quale sono inseriti anche Taranto, Juventus e Napoli, primo a pari punti con i partenopei; il Napoli si qualifica per la finale grazie a una migliore differenza reti nei confronti dei rossoneri[11] (+8 contro +6).[12]

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

La divisa è una maglia a strisce verticali della stessa dimensione, rosse e nere, con pantaloncini bianchi e calzettoni neri con risvolto rosso. La divisa di riserva è una maglia bianca con colletto e bordi delle maniche rossi e neri, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi con risvolto rosso e nero.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[2][modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: Giovanni Battista Monti
  • Massaggiatore: Carlo Tresoldi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Enrico Albertosi
Italia P Antonio Rigamonti
Italia D Franco Baresi
Italia D Aldo Bet
Italia D Simone Boldini
Italia D Fulvio Collovati
Italia D Aldo Maldera
Italia D Giuseppe Sabadini
Italia D Maurizio Turone
Italia C Giorgio Biasiolo[13]
Italia C Alberto Bigon (vice capitano)
Italia C Ruben Buriani
N. Ruolo Giocatore
Italia C Fabio Capello
Italia C Gabriello Carotti
Italia C Giorgio Morini
Italia C Gianni Rivera (capitano)
Italia A Roberto Antonelli
Italia A Giorgio Braglia[13]
Italia A Egidio Calloni
Italia A Luciano Gaudino
Italia A Giovanni Sartori[14]
Italia A Ugo Tosetto
Italia A Sergio Valentinuzzi[15]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Franco Fasoli Monza fine prestito
C Ruben Buriani Monza definitivo
A Roberto Antonelli Monza definitivo
A Luciano Gaudino Varese fine prestito
A Ugo Tosetto Monza definitivo
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Angelo Anquilletti Monza definitivo
D Franco Fasoli Bari definitivo
C Duino Gorin Monza definitivo
C Giovanni Lorini L.R. Vicenza definitivo
A Giovanni Sartori Bolzano prestito
A Massimo Silva Monza definitivo
A Giorgio Tomba Pro Patria definitivo
A Francesco Vincenzi Monza definitivo

Sessione autunnale[modifica | modifica wikitesto]

Cessioni
R. Nome a Modalità
C Giorgio Biasiolo Lecce definitivo
A Giorgio Braglia Foggia definitivo

Trasferimenti successivi alla sessione autunnale[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
A Giovanni Sartori Bolzano fine prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1977-1978.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Firenze
11 settembre 1977
1ª giornata
Fiorentina1 – 1
referto
MilanStadio Comunale (50 594 spett.)
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Milano
18 settembre 1977
2ª giornata
Milan2 – 2
referto
GenoaStadio San Siro (53 164 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Torino
25 settembre 1977
3ª giornata
Juventus1 – 1
referto
MilanStadio Comunale (59 078 spett.)
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Milano
2 ottobre 1977
4ª giornata
Milan3 – 1
referto
Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png Lanerossi VicenzaStadio San Siro (42 313 spett.)
Arbitro:  Benedetti (Roma)

Roma
23 ottobre 1977
5ª giornata
Roma1 – 2
referto
MilanStadio Olimpico (55 677 spett.)
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Milano
30 ottobre 1977
6ª giornata
Milan2 – 0
referto
FoggiaStadio San Siro (48 346 spett.)
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Milano
6 novembre 1977
7ª giornata
Inter1 – 3
referto
MilanStadio San Siro (78 683 spett.)
Arbitro:  Serafino (Roma)

Milano
20 novembre 1977
8ª giornata
Milan1 – 0
referto
BolognaStadio San Siro (50 789 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Pescara
27 novembre 1977
9ª giornata
Pescara0 – 2[16]
referto
MilanStadio Adriatico (28 458 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Milano
11 dicembre 1977
10ª giornata
Milan2 – 2
referto
PerugiaStadio San Siro (54 956 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Torino
18 dicembre 1977
11ª giornata
Torino1 – 0
referto
MilanStadio Comunale (51 616 spett.)
Arbitro:  Menegali (Roma)

Bergamo
31 dicembre 1977
12ª giornata
Atalanta1 – 1
referto
MilanStadio Comunale (34 482 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Milano
8 gennaio 1978
13ª giornata
Milan1 – 1
referto
VeronaStadio San Siro (47 609 spett.)
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Roma
15 gennaio 1978
14ª giornata
Lazio2 – 0
referto
MilanStadio Olimpico (42 529 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Milano
22 gennaio 1978
15ª giornata
Milan0 – 1
referto
NapoliStadio San Siro (53 794 spett.)
Arbitro:  Serafino (Roma)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
29 gennaio 1978
16ª giornata
Milan5 – 1
referto
FiorentinaStadio San Siro (28 702 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Genova
5 febbraio 1978
17ª giornata
Genoa1 – 1
referto
MilanStadio Luigi Ferraris (50 851 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Milano
12 febbraio 1978
18ª giornata
Milan0 – 0
referto
JuventusStadio San Siro (78 847 spett.)
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Vicenza
19 febbraio 1978
19ª giornata
Lanerossi Vicenza Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png1 – 1
referto
MilanStadio Romeo Menti (30 457 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Milano
26 febbraio 1978
20ª giornata
Milan1 – 0
referto
RomaStadio San Siro (33 914 spett.)
Arbitro:  Prati (Parma)

Foggia
5 marzo 1978
21ª giornata
Foggia1 – 2
referto
MilanStadio Pino Zaccheria (20 983 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Milano
12 marzo 1978
22ª giornata
Milan0 – 0
referto
InterStadio San Siro (78 608 spett.)
Arbitro:  Menegali (Roma)

Bologna
19 marzo 1978
23ª giornata
Bologna0 – 0
referto
MilanStadio Comunale (43 628 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
26 marzo 1978
24ª giornata
Milan2 – 0
referto
PescaraStadio San Siro (32 279 spett.)
Arbitro:  Redini (Pisa)

Perugia
2 aprile 1978
25ª giornata
Perugia0 – 1
referto
MilanStadio Renato Curi (27 306 spett.)
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Milano
9 aprile 1978
26ª giornata
Milan1 – 1
referto
TorinoStadio San Siro (61 324 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Milano
16 aprile 1978
27ª giornata
Milan0 – 1
referto
AtalantaStadio San Siro (48 657 spett.)
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Verona
23 aprile 1978
28ª giornata
Verona1 – 2
referto
MilanStadio Marcantonio Bentegodi (30 134 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Milano
30 aprile 1978
29ª giornata
Milan0 – 2[17]
referto
LazioStadio San Siro (33 445 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Napoli
7 maggio 1978
30ª giornata
Napoli1 – 1
referto
MilanStadio San Paolo (63 269 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1977-1978.

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Taranto
4 maggio 1978
1ª giornata - Girone B
Taranto1 – 1MilanStadio Salinella (24 735 spett.)
Arbitro:  Lanese (Messina)

Torino
17 maggio 1978
2ª giornata - Girone B
Juventus0 – 3MilanStadio Comunale (4 500 spett.)
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Verona
21 maggio 1978
3ª giornata - Girone B
Milan1 – 1NapoliStadio Marcantonio Bentegodi[18] (7 249 spett.)
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Modena
24 maggio 1978
4ª giornata - Girone B
Milan2 – 0TarantoStadio Alberto Braglia[18] (22 000 spett.)
Arbitro:  Colasanti (Roma)

Napoli
1º giugno 1978
5ª giornata - Girone B
Napoli1 – 0MilanStadio San Paolo (22 582 spett.)
Arbitro:  Longhi (Roma)

Milano
4 giugno 1978
6ª giornata - Girone B
Milan4 – 2JuventusStadio San Siro (5 991 spett.)
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Coppa delle Coppe[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa delle Coppe 1977-1978.

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Siviglia
14 settembre 1977
Andata
Betis2 – 0MilanStadio Benito Villamarín (45 000 spett.)
Arbitro: Francia Kitabdjian

Milano
28 settembre 1977
Ritorno
Milan2 – 1BetisStadio San Siro (58 767 spett.)
Arbitro: Turchia Cebe

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[2][19] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 37 15 6 6 3 20 12 15 6 7 2 18 13 30 12 13 5 38 25 +13
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia secondo turno 3 2 1 0 7 3 3 1 1 1 4 2 6 3 2 1 11 5 +6
Coppacoppe.png Coppa delle Coppe sedicesimi di finale 1 1 0 0 2 1 1 0 0 1 0 2 2 1 0 1 2 3 -1
Totale - 19 9 7 3 29 16 19 7 8 4 22 17 38 16 15 7 51 33 +18

Statistiche dei giocatori[20][21][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa delle Coppe Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Albertosi, E. E. Albertosi 30-24??0-0002-3??32-270+0+
Antonelli, R. R. Antonelli 142??10??20??172??
Baresi, F. F. Baresi 10??20??0000300+0+
Bet, A. A. Bet 250??60??10??320??
Biasiolo, G. G. Biasiolo 0000000010??100+0+
Bigon, A. A. Bigon 235??62??10??307??
Boldini, S. S. Boldini 60??60??10??130??
Braglia, G. G. Braglia 0000000000000000
Buriani, R. R. Buriani 263??51??20??334??
Calloni, E. E. Calloni 212??21??20??253??
Capello, F. F. Capello 283??50??21??354??
Carotti, G. G. Carotti 10??30??0000400+0+
Collovati, F. F. Collovati 251??40??10??301??
Gaudino, L. L. Gaudino 102??30??00001320+0+
Maldera, A. A. Maldera 288??000020??3080+0+
Morini, G. G. Morini 260??50??20??330??
Rigamonti, A. A. Rigamonti 1-1??6-5??0-0007-60+0+
Rivera, G. G. Rivera 306??51??10??367??
Sabadini, G. G. Sabadini 150??50??10??210??
Sartori, G. G. Sartori 000055??0000550+0+
Tosetto, U. U. Tosetto 220??30??21??271??
Turone, M. M. Turone 242??30??20??292??
Valentinuzzi, S. S. Valentinuzzi 000011??0000110+0+

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati che riguardano il solo campionato. (EN) Attendance Statistics of Serie A, stadiapostcards.com. URL consultato il 6 marzo 2012.
  2. ^ a b c d Panini, p. 407.
  3. ^ a b Tosi
  4. ^ Panini, pp. 408-409.
  5. ^ Classifica Parziale Stagione 1977-1978 - Giornata: 10, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 6 marzo 2012.
  6. ^ Panini, pp. 409-410.
  7. ^ Classifica Parziale Stagione 1977-1978 - Giornata: 15, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 6 marzo 2012.
  8. ^ Panini, pp. 410-411.
  9. ^ Classifica Finale Stagione 1977-1978, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 6 marzo 2012.
  10. ^ Panini, pp. 407, 413.
  11. ^ a b Panini, p. 412.
  12. ^ a b Coppa Italia 1977-1978 - Secondo turno - Girone B, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 6 marzo 2012.
  13. ^ a b Ceduto durante la sessione autunnale del calciomercato.
  14. ^ Rientrato dal prestito al Bolzano nel maggio 1978.
  15. ^ Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  16. ^ Risultato deciso a tavolino per delibera del giudice sportivo (sul campo 1-2), al 37' Gianni Rivera viene colpito da un sasso lanciato da uno spettatore: Panini, p. 409.
  17. ^ Risultato deciso a tavolino per delibera del giudice sportivo (sul campo 0-1), al 53' Pietro Ghedin viene colpito da un petardo: Panini, p. 411.
  18. ^ a b Per la squalifica del campo del Milan.
  19. ^ Milan Associazione Calcio 1977-78 (PDF), magliarossonera.it, p. 2. URL consultato il 6 marzo 2012.
  20. ^ Panini, p. 413.
  21. ^ Milan Associazione Calcio 1977-78 (PDF), magliarossonera.it, p. 3. URL consultato il 6 marzo 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Enrico Tosi, Forza Milan! – La storia del Milan, Italia/Italy, maggio 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]