Claudio Vinazzani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Claudio Vinazzani
Claudio Vinazzani.jpg
Vinazzani alla Lazio negli anni '80
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177[1] cm
Peso 74[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1986 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1971-1972 Massese 1 (0)
1972-1973 Carrarese 24 (1)
1973-1974 Olbia 31 (3)
1974-1976 Massese 68 (1)
1976-1983 Napoli 188 (4)
1983-1986 Lazio 72 (1)
Carriera da allenatore
1999-2000Entella
2002-2003Carrarese
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Claudio Vinazzani (Carrara, 18 aprile 1954) è un dirigente sportivo, allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista, responsabile degli osservatori dello Spezia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel periodo in cui Vinazzani giocò nel Napoli, aprì un negozio di articoli sportivi proprio nella città partenopea, a poche centinaia di metri dallo Stadio San Paolo, attività commerciale esistente ma non più di sua proprietà.

In seguito Vinazzani intraprende anche l'avventura in politica, diventando nel 1998 consigliere al Comune di Carrara con la lista civica Carrara città del mondo e successivamente coordinatore comunale del PdL, ruolo dal quale si è dimesso nel 2011.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Vinazzani (secondo da sinistra) al Napoli nella stagione 1976-1977, assieme al tecnico Bruno Pesaola e agli altri neoacquisti, Catellani, Chiarugi, Speggiorin e Armidoro.

Militò nei primi anni nella Massese, con una parentesi all'Olbia nell'annata 1973-74. Nel 1976 passò al Napoli, con cui collezionò 188 presenze in Serie A, segnando 4 gol.

Dopo sette stagioni, nel 1983 venne ceduto alla Lazio, disputando fino al 1986 due stagioni in A e una in B.

In quello stesso anno venne coinvolto nello scandalo del calcio-scommesse per aver combinato alcune partite di campionato. Al termine del processo sportivo Vinazzani venne squalificato per cinque anni con richiesta di radiazione da tutte le manifestazioni calcistiche italiane (in seguito venne radiato, terminando la carriera calcistica all'età di 32 anni) e la Lazio venne penalizzata di 9 punti nella stagione successiva.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la carriera di allenatore in una delle squadre con le quali ha giocato, ossia nella Carrarese, dove ha anche ricoperto il ruolo di direttore sportivo. Nella stagione 1999-2000 siede sulla panchina dell'Entella, ma non risultò un'esperienza del tutto positiva, infatti la formazione ligure, classificatasi al quart'ultimo posto, retrocesse al termine di quel campionato.

Dirigente sportivo[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ad intraprendere l'esperienza come allenatore, Vinazzani diventa anche dirigente, ricoprendo l'incarico di direttore sportivo nella Carrarese, di coordinatore dell'area tecnica del FoceLunezia, e divenendo nel 2012 capo degli osservatori dello Spezia.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Napoli: 1976

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 1 (1984-1985), Panini, 7 maggio 2012, p. 41.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]