Milan Associazione Calcio 1965-1966

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Milan Associazione Calcio
Milan1965 1966.jpg
Stagione 1965-1966
AllenatoreSvezia Nils Liedholm, poi
Italia Giovanni Cattozzo
PresidenteItalia Felice Riva, poi
Italia Federico Sordillo (reggente), poi
Italia Luigi Carraro
Serie A7º posto
Coppa ItaliaQuarti di finale
Coppa delle FiereOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Sormani (32)
Totale: Maldini (40)
Miglior marcatoreCampionato: Sormani (21)
Totale: Sormani (24)
StadioSan Siro

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Milan Associazione Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1965-1966.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Gianni Rivera batte Bonetti e segna a San Siro il secondo gol del Milan sul Chelsea, nello sfortunato terzo turno di Coppa delle Fiere che sancì l'eliminazione rossonera.

In questa stagione i rossoneri, senza più David e Altafini ma con Angelo Benedicto Sormani, Karl-Heinz Schnellinger e Antonio Angelillo arrivati da Sampdoria e Roma, migliora il piazzamento nella Coppa delle Fiere raggiungendo gli ottavi, dai quali viene eliminati per sorteggio al termine dei tempi supplementari dello spareggio contro gli inglesi del Chelsea. In campionato invece si piazza settima, qualificandosi alla Coppa Mitropa dell'anno successivo. In Coppa Italia esce ai quarti battuta dalla Fiorentina.

Più che per i risultati sportivi, l'annata è decisamente movimentata per quanto accade sul versante societario: Felice Riva, arrestato per la bancarotta dei suoi cotonifici, l'8 ottobre 1965 lascia la presidenza; gli subentra come reggente Federico Sordillo il quale rimane in carica fino al 19 aprile 1966, fino all'insediamento di Luigi Carraro il giorno seguente. Frattanto nel 1965 il Milan trasferisce la sua sede da via Gabrio Carlo Serbelloni, 5 a Palazzo Castiglioni in corso Venezia, 47[1].

Al termine del campionato Cesare Maldini, seguito dal compagno di reparto Trebbi, si trasferisce al Torino, dopo dodici anni di carriera in rossonero: la fascia di capitano passa quindi a Gianni Rivera.

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Luigi Balzarini
Italia P Mario Barluzzi
Italia P Claudio Mantovani
Italia D Alberto Grossetti
Italia D Luigi Maldera
Italia D Cesare Maldini (capitano)
Italia D Gilberto Noletti
Italia D Nello Santin
Germania Ovest D Karl-Heinz Schnellinger
Italia D Giovanni Trapattoni (vice capitano)
Italia D Mario Trebbi
Italia C Urano Benigni
N. Ruolo Giocatore
Italia C Fausto Daolio
Italia C Giovanni Lodetti
Italia C Sergio Maddè[2]
Italia C Ambrogio Pelagalli
Italia C Gianni Rivera
Italia C Nevio Scala
Argentina A Antonio Angelillo[3]
Brasile A Amarildo
Italia A Paolo Ferrario
Italia A Giuliano Fortunato
Italia A Bruno Mora
Italia A Angelo Benedicto Sormani

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
A Angelillo Roma -
C Urano Benigni Pistoiese -
C Sergio Maddè Alessandria -
C Giorgio Maioli Foggia -
C Nevio Scala Roma -
D Karl-Heinz Schnellinger Roma -
A Angelo Benedicto Sormani Sampdoria -
Cessioni
R. Nome a Modalità
A José Altafini Napoli -
C Bruno Bacchetta Genoa -
C Víctor Benítez Roma -
A Aquilino Bonfanti Lecco -
C Mario David Sampdoria -
A Paolo Ferrario Varese -
A José Germano de Sales Palmeiras -
A Pierino Prati Salernitana -

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1965-1966.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Roma
6 settembre 1965
1ª giornata
Lazio0 – 0MilanStadio Olimpico (26 956 spett.)
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Milano
12 settembre 1965
2ª giornata
Milan1 – 0Foggia & InceditStadio San Siro (38 249 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Brescia
19 settembre 1965
3ª giornata
Brescia0 – 3MilanStadio Mario Rigamonti (34 441 spett.)
Arbitro:  Varazzani (Parma)

Milano
26 settembre 1965
4ª giornata
Milan2 – 0SampdoriaStadio San Siro (34 077 spett.)
Arbitro:  Righetti (Torino)

Ferrara
3 ottobre 1965
5ª giornata
SPAL1 – 1MilanStadio Comunale (16 771 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
10 ottobre 1965
6ª giornata
Milan4 – 1NapoliStadio San Siro (68 090 spett.)
Arbitro:  Monti (Ancona)

Firenze
17 ottobre 1965
7ª giornata
Fiorentina1 – 0MilanStadio Comunale (45 600 spett.)
Arbitro:  Bernardis (Trieste)

Milano
24 ottobre 1965
8ª giornata
Milan2 – 2CagliariStadio San Siro (33 834 spett.)
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Milano
14 novembre 1965
9ª giornata
Milan3 – 1VareseStadio San Siro (31 732 spett.)
Arbitro:  De Robbio (Torre Annunziata)

Milano
21 novembre 1965
10ª giornata
Inter1 – 1MilanStadio San Siro (75 644 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
28 novembre 1965
11ª giornata
Milan3 – 1RomaStadio San Siro (33 138 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Bologna
12 dicembre 1965
12ª giornata
Bologna4 – 1MilanStadio Comunale (38 598 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
19 dicembre 1965
13ª giornata
Milan2 – 1JuventusStadio San Siro (60 733 spett.)
Arbitro:  D'Agostini (Roma)

Torino
26 dicembre 1965
14ª giornata
Torino0 – 1MilanStadio Comunale (27 115 spett.)
Arbitro:  Bernardis (Trieste)

Milano
2 gennaio 1966
15ª giornata
Milan1 – 0AtalantaStadio San Siro (35 556 spett.)
Arbitro:  Marchiori (Padova)

Milano
9 gennaio 1966
16ª giornata
Milan1 – 1L.R. VicenzaStadio San Siro (24 662 spett.)
Arbitro:  Vitullo (Roma)

Catania
16 gennaio 1966
17ª giornata
Catania1 – 1MilanStadio Cibali (22 458 spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
9 marzo[4] 1966
18ª giornata
Milan0 – 2LazioStadio San Siro (23 316 spett.)
Arbitro:  Bernardis (Trieste)

Foggia
30 gennaio 1966
19ª giornata
Foggia & Incedit0 – 0MilanStadio Pino Zaccheria (29 103 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Milano
6 febbraio 1966
20ª giornata
Milan2 – 1BresciaStadio San Siro (29 670 spett.)
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Genova
13 febbraio 1966
21ª giornata
Sampdoria1 – 2MilanStadio Luigi Ferraris (13 045 spett.)
Arbitro:  D'Agostini (Roma)

Milano
20 febbraio 1966
22ª giornata
Milan1 – 1SPALStadio San Siro (20 923 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Napoli
27 febbraio 1966
23ª giornata
Napoli1 – 0MilanStadio San Paolo (75 539 spett.)
Arbitro:  D'Agostini (Roma)

Milano
6 marzo 1966
24ª giornata
Milan1 – 2FiorentinaStadio San Siro (49 338 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Cagliari
13 marzo 1966
25ª giornata
Cagliari1 – 2MilanStadio Amsicora (24 389 spett.)
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Varese
27 marzo 1966
26ª giornata
Varese0 – 0MilanStadio Franco Ossola (15 071 spett.)
Arbitro:  Di Tonno (Lecce)

Milano
3 aprile 1966
27ª giornata
Milan1 – 2InterStadio San Siro (76 491 spett.)
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Roma
10 aprile 1966
28ª giornata
Roma1 – 0MilanStadio Olimpico (29 495 spett.)
Arbitro:  Angonese (Mestre)

Milano
17 aprile 1966
29ª giornata
Milan1 – 1BolognaStadio San Siro (42 846 spett.)
Arbitro:  Bernardis (Trieste)

Torino
24 aprile 1966
30ª giornata
Juventus3 – 0MilanStadio Comunale (22 061 spett.)
Arbitro:  Di Tonno (Lecce)

Milano
1º maggio 1966
31ª giornata
Milan0 – 0TorinoStadio San Siro (26 458 spett.)
Arbitro:  Francescon (Padova)

Bergamo
8 maggio 1966
32ª giornata
Atalanta0 – 0MilanStadio Comunale (17 104 spett.)
Arbitro:  De Marchi (Pordenone)

Vicenza
15 maggio 1966
33ª giornata
L.R. Vicenza1 – 0MilanStadio Romeo Menti (19 575 spett.)
Arbitro:  Palazzo (Palermo)

Milano
22 maggio 1966
34ª giornata
Milan6 – 1CataniaStadio San Siro (16 111 spett.)
Arbitro:  Bigi (Padova)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1965-1966.
Milano
6 gennaio 1966
Quarti di finale
Milan1 – 3FiorentinaStadio San Siro (13 743 spett.)
Arbitro:  Gonella (Torino)

Coppa delle Fiere[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa delle Fiere 1965-1966.
Milano
22 settembre 1965
Primo turno - Andata
Milan1 – 0StrasburgoStadio San Siro (17 399 spett.)
Arbitro: Scozia Wharton

Strasburgo
27 ottobre 1965
Primo turno - Ritorno
Strasburgo2 – 1MilanStadio della Meinau (13 000 spett.)
Arbitro: Portogallo Oliveira

Milano
7 novembre 1965
Primo turno - Spareggio
Milan1 – 1[5]
(d.t.s.)
StrasburgoStadio San Siro (12 440 spett.)
Arbitro: Svizzera Huber

Barreiro
1º dicembre 1965
Sedicesimi di finale - Andata
CUF Barreiro2 – 0MilanEstádio Alfredo da Silva (15 000 spett.)
Arbitro: Svizzera Huber

Milano
8 dicembre 1965
Sedicesimi di finale - Ritorno
Milan2 – 0CUF BarreiroStadio San Siro (9 249 spett.)
Arbitro: Lussemburgo Mootz

Milano
29 dicembre 1965
Sedicesimi di finale - Spareggio
Milan1 – 0CUF BarreiroStadio San Siro (6 382 spett.)
Arbitro: Germania Ovest Schulenburg

Milano
9 febbraio 1966
Ottavi di finale - Andata
Milan2 – 1ChelseaStadio San Siro (11 401 spett.)
Arbitro: Germania Ovest Kreitlein

Londra
16 febbraio 1966
Ottavi di finale - Ritorno
Chelsea2 – 1MilanStamford Bridge (59 541 spett.)
Arbitro: Svezia Bostroem

Milano
2 marzo 1966
Ottavi di finale - Spareggio
Milan1 – 1[6]
(d.t.s.)
ChelseaStadio San Siro (27 036 spett.)
Arbitro: Germania Ovest Baumgartner

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti Totale DR
G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 38 34 13 12 9 43 33 +10
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia quarti di finale 1 0 0 1 1 3 -2
UEFA - Inter-Cities Fairs Cup.svg Coppa delle Fiere ottavi di finale 9 4 2 3 10 9 +1
Totale - 44 17 14 13 54 45 +9

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa delle Fiere Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Amarildo, Amarildo 2420061303
Angelillo, A. A. Angelillo 1111092213
Balzarini, L. L. Balzarini 601080150
Barluzzi, M. M. Barluzzi 2400000240
Benigni, U. U. Benigni 10104161
Daolio, F. F. Daolio 20001030
Ferrario, P. P. Ferrario 00000000
Fortunato, G. G. Fortunato 1411042193
Grossetti, A. A. Grossetti 00004040
Lodetti, G. G. Lodetti 2720051323
Maddè, S. S. Maddè 2120060272
Maldera, L. L. Maldera 00103040
Maldini, C. C. Maldini 3101080400
Mantovani, C. C. Mantovani 40001050
Mora, B. B. Mora 1230010133
Noletti, G. G. Noletti 1810000181
Pelagalli, A. A. Pelagalli 3001060370
Rivera, G. G. Rivera 3171041368
Santin, N. N. Santin 2600080340
Scala, N. N. Scala 00001010
Schnellinger, K. E. K. E. Schnellinger 2500050300
Sormani, A. B. A. B. Sormani 322111623924
Trapattoni, G. G. Trapattoni 1811020211
Trebbi, M. M. Trebbi 1701070250

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Panini, 1999, p. 316.
  2. ^ Acquistato dall'Alessandria nel novembre 1965.
  3. ^ Naturalizzato italiano.
  4. ^ Originariamente prevista per il 23 gennaio 1966, venne sospesa per nebbia al 54' sul risultato di 0-0; fu quindi rigiocata il successivo 2 febbraio e sospesa per nebbia al 68' sul risultato di 2-0 per il Milan, e rinviata nuovamente.
  5. ^ Milan qualificato per sorteggio.
  6. ^ Chelsea qualificato per sorteggio.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Almanacco illustrato del Milan, 1ª ed., Panini, 1999.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]