Gianfranco Leoncini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gianfranco Leoncini
Gianfranco Leoncini, Juventus 1961-62.jpg
Leoncini alla Juventus nella stagione 1961-1962
Nazionalità Italia Italia
Altezza 176 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex mediano, terzino sinistro)
Ritirato 1974 - giocatore
1976 - allenatore
Carriera
Squadre di club1
1958-1970Juventus289 (21)
1970-1972Atalanta65 (0)
1972-1973Mantova28 (0)
1973-1974Atalanta29 (1)
Nazionale
1966Italia Italia2 (0)
Carriera da allenatore
1975-1976AtalantaVice
1976Atalanta
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Gianfranco Leoncini (Roma, 25 settembre 1939Chivasso, 5 aprile 2019) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo mediano o terzino sinistro.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Roma, la sua famiglia era originaria di Piani Poggio Fidoni,[1] nei pressi di Rieti.[2]

Contrasse la leucemia nel corso degli anni 1980, riuscendo a guarirne completamente; al riguardo venne interrogato dal magistrato Raffaele Guariniello nel corso della sua indagine sulle malattie, in particolare la sclerosi laterale amiotrofica, diagnosticata a vari ex calciatori.[3]

È morto nel 2019, all'età di 79 anni, all'ospedale di Chivasso dove era ricoverato da tempo.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Leoncini all'Atalanta nella prima metà degli anni 1970

Ha legato la gran parte della carriera alla Juventus, dove ha giocato per dodoci stagioni nei ruoli di mediano e terzino sinistro. Ha poi terminato la carriera nell'Atalanta, dove ha militato per tre anni, inframezzati da una stagione nel Mantova.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

È stato convocato per la prima volta nella nazionale il 22 giugno 1966, in Italia-Argentina (3-0), dove ha fatto il suo esordio venendo espulso nell'ultimo minuto. Successivamente ha fatto parte della rosa azzurra che ha partecipato al campionato del mondo 1966 in Inghilterra.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Al termine dell'attività agonistica, nelle ultime 3 partite della stagione 1975-1976 è subentrato al dimissionario Giancarlo Cadè sulla panchina dell'Atalanta, in Serie B, riuscendo a salvare la squadra orobica dalla retrocessione con 3 vittorie in altrettanti incontri.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
22-6-1966 Torino Italia Italia 3 – 0 Argentina Argentina Amichevole -
16-7-1966 Sunderland Unione Sovietica Unione Sovietica 1 – 0 Italia Italia Mondiali 1966 - 1º turno -
Totale Presenze 2 Reti 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 1958-1959, 1959-1960, 1964-1965
Juventus: 1959-1960, 1960-1961, 1966-1967

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gianmarco Laurenti, un reatino nella Juventus, su rietilife.com, 5 febbraio 2015.
  2. ^ Maurizio Festuccia, Nasce il 1° Juventus Club Rieti "Alessandro Del Piero" [collegamento interrotto], in Format Rieti, nº 10, ottobre 2011, p. 29.
  3. ^ Gaia Piccardi, Leoncini guarito dal cancro: «La malattia? Un caso», in Corriere della Sera, 27 luglio 2000, p. 39 (archiviato dall'url originale il 14 gennaio 2013).
  4. ^ Andrea Bucci, È morto Gianfranco Leoncini, vecchia gloria della Juventus, su lastampa.it, 5 aprile 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]