Ezio Pascutti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ezio Pascutti
Ezio Pascutti - Bologna FC.jpg
Pascutti con la maglia del Bologna
Nazionalità Italia Italia
Altezza 174 cm
Peso 71 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex attaccante)
Ritirato 1969 - giocatore
1987 - allenatore
Carriera
Giovanili
19??-19?? Bianco e Nero.svg Pozzuolo
Squadre di club1
1955-1969 Bologna 296 (130)
Nazionale
1958-1967 Italia Italia 17 (8)
Carriera da allenatore
1969-1970 Vis Pesaro [1]
1971-1973 Baracca Lugo [2]
1973-1975 Sassuolo
1975-1986 Russi
1986-1987 Sassuolo [3]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Ezio Pascutti (Mortegliano, 1º giugno 1937Bologna, 4 gennaio 2017) è stato un calciatore e allenatore di calcio italiano, di ruolo attaccante.

Giocava come ala.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Il suo nome è legato a doppio filo con quello del Bologna, squadra nella quale approdò nel 1954-1955 a 17 anni. Esordì diciottenne in Serie A e a partire dal 1958-1959 formò una coppia d'ali con Marino Perani.

Pascutti esce dal campo dopo l'espulsione in Milan-Bologna (3-1) del 20 dicembre 1964, sotto lo sguardo del rossonero Rivera.

Rimase al Bologna fino al 1969, per un totale di 296 presenze in serie A con 130 reti. Con la propria squadra, conquistò anche il celebre scudetto del 1964, guadagnato nello spareggio con l'Inter, e una Coppa Mitropa.

Tra i tanti meriti sportivi, Pascutti ha detenuto per moltissimo tempo il record di reti consecutive in campionato (10), infranto nel 1994 da Gabriel Batistuta.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Conta 17 presenze in Nazionale, con la quale segnò anche 8 reti (oltre a 2 presenze e una rete con la Nazionale B). Ha inoltre partecipato a due campionati del mondo: nel 1962 e nel 1966.

Nonostante le sue indubbie qualità sportive, Pascutti è ricordato anche per un episodio avvenuto in un incontro della nazionale contro l'URSS il 13 ottobre 1963: reagì al duro trattamento riservatogli dal terzino Dubinsky guadagnandosi un'espulsione al 23°; la Nazionale fu sconfitta ed eliminata dagli Europei.

Pascutti (terzo da sinistra) in Nazionale nel 1962, assieme al CT Fabbri e ai compagni Maldini, Orlando, Fogli e Sormani.

Da allora la fama di essere "quello del pugno facile" gli rimase attaccata come una maledizione, amareggiando ogni successiva vittoria sportiva. Pascutti si era solo avvicinato con impeto al difensore russo ma non l'aveva toccato. Da allora in poi in tutti i campi d'Italia fu regolarmente insultato e fischiato, tanto da scendere in campo con tappi di cera nelle orecchie.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il ritiro, Pascutti ha conseguito il patentino di allenatore di seconda categoria per club semiprofessionistici. Ha allenato quindi squadre nelle serie inferiori, fra cui il Baracca Lugo, il Russi e la Sassolese in Serie D.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Club Campionato
Comp Pres Reti
1954-1955 Bologna A 0 0
1955-1956 A 18 11
1956-1957 A 27 11
1957-1958 A 26 12
1958-1959 A 31 17
1959-1960 A 18 8
1960-1961 A 13 4
1961-1962 A 28 11
1962-1963 A 18 14
1963-1964 A 25 8
1964-1965 A 26 7
1965-1966 A 22 10
1966-1967 A 21 10
1967-1968 A 20 7
1968-1969 A 3 0
Totale Bologna 296 130
Totale carriera 296 130

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
09/11/1958 Parigi Francia Francia 2 – 2 Italia Italia Amichevole -
07/06/1962 Santiago del Cile Italia Italia 3 – 0 Svizzera Svizzera Mondiali 1962 - 1º turno -
11/11/1962 Vienna Austria Austria 1 – 2 Italia Italia Amichevole 2
02/12/1962 Bologna Italia Italia 6 – 0 Turchia Turchia Qual. Euro 1964 -
13/10/1963 Mosca URSS URSS 2 – 0 Italia Italia Qual. Euro 1964 - Red card.svg
11/04/1964 Firenze Italia Italia 0 – 0 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Amichevole -
05/12/1964 Bologna Italia Italia 3 – 1 Danimarca Danimarca Amichevole 2
13/03/1965 Amburgo Germania Ovest Germania Ovest 1 – 1 Italia Italia Amichevole -
16/06/1965 Malmö Svezia Svezia 2 – 2 Italia Italia Amichevole 1
23/06/1965 Helsinki Finlandia Finlandia 0 – 2 Italia Italia Qual. Mondiali 1966 -
27/06/1965 Budapest Ungheria Ungheria 2 – 1 Italia Italia Amichevole -
07/12/1965 Napoli Italia Italia 3 – 0 Scozia Scozia Qual. Mondiali 1966 1
14/06/1966 Bologna Italia Italia 6 – 1 Bulgaria Bulgaria Amichevole -
22/06/1966 Torino Italia Italia 3 – 0 Argentina Argentina Amichevole 2
29/06/1966 Firenze Italia Italia 5 – 0 Messico Messico Amichevole -
16/07/1966 Sunderland URSS URSS 1 – 0 Italia Italia Mondiali 1966 - 1º turno -
25/06/1967 Bucarest Romania Romania 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1968 -
Totale Presenze 17 Reti (39º posto) 8

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Bologna: 1963-1964
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Bologna: 1961

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Viene citato nel film del 1984 L'allenatore nel pallone quando Oronzo Canà (Lino Banfi), in sede di calciomercato, viene scambiato da Luciano Spinosi per "la grande ala sinistra del Bologna degli anni '60".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco Illustrato del Calcio 1971, Modena, Panini, p. 266.
  2. ^ Almanacco Illustrato del Calcio 1972, Modena, Panini, p. 312.
  3. ^ Almanacco Illustrato del Calcio 1988, Modena, Panini, p. 317.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]