Lorenzo Buffon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lorenzo Buffon
Lorenzo Buffon.jpg
Buffon alla Fiorentina
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Ritirato 1965
Carriera
Giovanili
Portogruarese Portogruarese
Squadre di club1
1948-1949 Portogruarese Portogruarese 34 (-30)
1949-1959 Milan 275 (-312)
1959-1960 Genoa 20 (-26)
1960-1963 Inter 79 (-69)
1963-1964 Fiorentina Fiorentina 1 (-2)
1964-1965 Ivrea Ivrea 11 (-?)
Nazionale
1951-195?
1952-196?
1958-1962
Italia Italia U-21
Italia Italia B
Italia Italia
6 (-?)
3 (-?)
15 (-17)[1]
Carriera da allenatore
1977-1978 Sant'Angelo Sant'Angelo [2][3]
1982 Patentino 2a Cat. [4]
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Lorenzo Buffon (Majano, 19 dicembre 1929) è un ex calciatore italiano, di ruolo portiere.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È secondo cugino del nonno di Gianluigi Buffon,[5] anche se, per ammissione di entrambi, non si sono mai frequentati molto.

Nel 1958 sposa Edy Campagnoli, la valletta televisiva[6] che affiancava Mike Bongiorno e Francesco Santoro nella presentazione di Lascia o raddoppia?. Successivamente divorzieranno.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto calcisticamente nella Portogruarese[7] in Promozione, ha esordito in Serie A giovanissimo con il Milan, nel campionato 1949-1950, diventando presto titolare e conquistando l'anno seguente il suo primo titolo italiano. Diventò così il portiere del grande Milan degli anni cinquanta, reso famoso dal trio Gre-No-Li.

Buffon conquistò anche gli scudetti nelle stagioni 1954-1955, 1956-1957 e 1958-1959. L'8 novembre 1958 ottenne la convocazione nella Nazionale di calcio dell'Italia, dopo aver giocato in precedenza nella Nazionale B e nella Nazionale Giovanile[8].

Da notare che mentre in Italia fino al 1958 la nazionale non si dimostra interessata a Buffon, in sede internazionale la FIFA, nel 1954, chiama il portiere italiano a difendere la porta del Resto d'Europa contro il team della Gran Bretagna, a Belfast (partita vinta per 4-1): è il primo portiere italiano a venir convocato per un incontro del genere nel dopoguerra; prima di allora il solo Olivieri era stato convocato (in seguito questo onore spetterà a Sarti, Zoff, Zenga e al pronipote Gianluigi).

Buffon (accosciato, secondo da sinistra) nella formazione del Milan vincitore della Coppa Latina 1956

Diviene titolare della Nazionale italiana con il pareggio per 2-2 con la Francia e ne diventa anche capitano.

Passato al Genoa nel 1959, vi rimase solo tre mesi prima di tornare a Milano, stavolta all'Inter, dove restò per tre memorabili stagioni disputando 79 incontri. Ai Mondiali cileni, fu l'unico giocatore dell'Inter ad essere convocato. Ma la sua carriera ebbe un brusco epilogo proprio dopo il mondiali del Cile del 1962: dopo l'infelice spedizione, perse il posto in azzurro e nei mesi successivi a causa dei continui infortuni muscolari giocò molto meno nell'Inter, dove fu spesso sostituito dal secondo portiere, l'anziano ma celebre Ottavio Bugatti; nonostante ciò, ebbe modo di vincere nel 1963 un altro scudetto.

Passò quindi alla Fiorentina - la cessione rientrava nell'operazione di acquisto da parte dell'Inter di Herrera, di Giuliano Sarti - ma chiuso dal giovane emergente Enrico Albertosi, disputò solamente l'ultima partita di campionato. Nel finale della carriera giocò in Serie C con l'Ivrea nel 1965 e dal 1966 al 1969 nel Martina di Martinafranca.

Nelle cronache sportive (e non) del decennio dei Cinquanta è rimasta memorabile la sua rivalità con un altro quotato portiere della medesima epoca, Giorgio Ghezzi, soprattutto perché entrambi beniamini della piazza milanese.

Erano i tempi in cui in Italia trionfava il "rivalismo" (il più famoso, quello in campo operistico tra la Callas e la Tebaldi e Di Stefano e Del Monaco). In ambito sportivo c'era lo scontro Coppi-Bartali; ebbene, per un breve periodo per Buffon venne coniato il termine "portierissimo", che andava parafrasando quel "campionissimo" relativo a Fausto Coppi. Ma è durato pochissimo, anche perché il percorso professionale rivalistico tra i due grandi ciclisti aveva una storia lunga quindici anni, essendo nata addirittura nell'immediato anteguerra. Inoltre, alle loro spalle c'era veramente il vuoto. Viceversa, dietro (e in taluni casi accanto) a Buffon e Ghezzi c'era innanzi tutto Giuliano Sarti, quindi in momenti differenti Bugatti, Lovati e, nei primi anni Cinquanta, Viola.

Da rilevare che, purtroppo per loro, come pure per il fiorentino Sarti, all'epoca la Nazionale disputava poche partite: le qualificazioni ai Mondiali prevedevano al massimo gironi eliminatori con tre squadre, gli Europei vennero inventati appena alla fine degli anni Cinquanta (e comunque l'Italia non prese parte alla prima edizione) e le amichevoli erano scarse.

Lorenzo Buffon vive a Latisana, dove continua a rimanere in collegamento con il mondo del calcio, svolgendo il ruolo di selezionatore di talenti per il settore giovanile del Milan.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppa Italia Coppe europee Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1948-1949 Italia Portogruarese Prom 34 -30 - - - - - - - - - 34 -30
Totale Portogruarese 34 -30 - - - - - - - - - 34 -30
1949-1950 Italia Milan A 19 -22 - - - - - - - - - 19 -22
1950-1951 A 37 -38 - - - - - - Coppa Latina 2 -1 39 -39
1951-1952 A 26 -29 - - - - - - - - - 26 -29
1952-1953 A 33 -34 - - - - - - Coppa Latina 2 -6 35 -40
1953-1954 A 31 -36 - - - - - - - - - 31 -36
1954-1955 A 32 -31 - - - - - - Coppa Latina 1 -3 33 -34
1955-1956 A 33 -45 - - - CC 5 -12 Coppa Latina 2 -3 40 -60
1956-1957 A 17 -22 - - - - - - Coppa Latina 1 -3 18 -25
1957-1958 A 22 -34 CI 3 -2 CC 7 -10 - - - 32 -46
1958-1959 A 25 -21 CI 1 -4 - - - Coppa Amicizia - - 26 -25
1959-1960 A - - CI 1 -1 CC - - Coppa Amicizia - - 1 -1
Totale Milan 275 -312 5 -7 12 -22 8 -16 300 -341
1959-1960 Italia Genoa A 20 -26 CI - - - - - - - - 20 -26
Totale Genoa 20 -26 - - - - - - - 20 -26
1960-1961 Italia Inter A 30 -30 CI 2 -2 CdF 5 -6 - - - 37 -38
1961-1962 A 29 -28 CI - - CdF 3 -6 - - - 32 -34
1962-1963 A 20 -11 CI 1 - - - - - - - 21 -11
Totale Inter 79 -69 3 -2 8 -12 - - - 90 -83
1963-1964 Italia Fiorentina A 1 -2 - - - - - - - - - 1 -2
Totale Fiorentina 1 -2 - - - - - - - - - 1 -2
1964-1965 Italia Ivrea C 11 -?? - - - - - - - - - 11 -??
Totale Ivrea 11 -?? - - - - - - - - - 11 -??
Totale ... ... .. .. .. .. .. .. ... ...

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in Nazionale - Italia Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
9-11-1958 Parigi Francia Francia 2 – 2 Italia Italia Amichevole -2
13-12-1958 Genova Italia Italia 1 – 1 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Amichevole -1
28-2-1959 Roma Italia Italia 1 – 1 Spagna Spagna Amichevole -1
6-5-1959 Londra Inghilterra Inghilterra 2 – 2 Italia Italia Amichevole -2
1-11-1959 Praga Cecoslovacchia Cecoslovacchia 2 – 1 Italia Italia Coppa Internazionale -2
29-11-1959 Firenze Italia Italia 1 – 1 Ungheria Ungheria Coppa Internazionale - Uscita al 48’ 48’
6-1-1960 Napoli Italia Italia 3 – 0 Svizzera Svizzera Coppa Internazionale -
13-3-1960 Barcellona Spagna Spagna 3 – 1 Italia Italia Amichevole -3
10-12-1960 Napoli Italia Italia 1 – 2 Austria Austria Amichevole -2
24-5-1961 Roma Italia Italia 2 – 3 Inghilterra Inghilterra Amichevole -1 Uscita al 56’ 56’
15-10-1961 Tel Aviv Israele Israele 2 – 4 Italia Italia Qual. Mondiali 1962 -2
4-11-1961 Torino Italia Italia 6 – 0 Israele Israele Qual. Mondiali 1962 -
5-5-1962 Firenze Italia Italia 2 – 1 Francia Francia Amichevole -1
31-5-1962 Santiago del Cile Italia Italia 0 – 0 Germania Ovest Germania Ovest Mondiali 1962 - Prima fase -
7-6-1962 Santiago del Cile Italia Italia 3 – 0 Svizzera Svizzera Mondiali 1962 - Prima fase -
Totale Presenze 15 Reti -17

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 1950-1951, 1954-1955, 1956-1957, 1958-1959
Inter: 1962-1963

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 1951, 1956

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nazionale in cifre - Lorenzo Buffon. URL consultato il 4 luglio 2014..
  2. ^ Almanacco illustrato del calcio 1979, edizioni Panini, p.277.
  3. ^ Devecchi-Quaini, pag.117, subentra a Giancarlo Danova.
  4. ^ Almanacco illustrato del calcio 1982, edizioni Panini, p.17.
  5. ^ Ci ritorni in mente... Lorenzo Buffon, La Gazzetta dello Sport, 9 luglio 2009.
  6. ^ Andrea Schianchi, Il calcio di Buffon ai raggi X, Milano, La Gazzetta dello Sport, 31 agosto 2011, p. 22.
  7. ^ Venturin, pag.41
  8. ^ Almanacco illustrato del calcio 2007, edizioni Panini, p.593

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.
  • Federico Pistone, 1908 - 2008: un secolo di passione nerazzurra, Milano, Editoriale Diemme, novembre 2008, presenze e reti passive a pag. 559-563-566.
  • Antonio Venturin, Un pallone granata ... in cielo - A.C. P. 1919, Empoli (FI), Geo Edizioni S.r.l., giugno 2004, presenze e reti passive a pag. 38 e scheda giocatore a pag. 41.
  • Almanacco illustrato del calcio, Milano, Edizioni Carcano, 1965, tabellino a pag. 143 (Bari-Fiorentina 2-0 del 31 maggio 1964).
  • Cristiano Devecchi e Fabrizio Quaini, Sant'Angelo leggenda rossonera - 100 anni di calcio - A.C. Sant'Angelo 1907, 2010 pag.117.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dario Marchetti (a cura di), Lorenzo Buffon su Enciclopediadelcalcio.it, 2011.