Giuseppe Farina (calciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giuseppe Farina
Giuseppe Farina.jpg
Farina con la maglia del Torino
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 19??
Carriera
Squadre di club1
1948-1949 Chieti 32 (13)
1949-1951 Udinese 57 (4)
1951-1954 Torino 104 (0)
1954-1958 Sampdoria 135 (3)
1958-1959 Talmone Torino 24 (0)
???? Recanatese ? (?)
Nazionale
1956 Italia Italia 1 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giuseppe Farina (Recanati, 4 Luglio 1927Recanati, 23 settembre 1995[1]) è stato un calciatore italiano, di ruolo terzino destro.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un inizio di carriera da ala destra arretra progressivamente sulla linea difensiva.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Compare sulla scena calcistica nazionale con la maglia dell'Udinese, contribuendo con 4 reti nella stagione 1949-1950 alla prima promozione in Serie A della storia dei friulani. Resta all'Udinese anche per la stagione successiva nella quale esordisce in massima serie, quindi nell'estate 1951 si trasferisce al Torino, del quale diviene un titolare inamovibile per tre stagioni, non particolarmente felici per i granata che alle prese con una difficile rifondazione dopo Superga non vanno oltre a piazzamenti a centro classifica.

Trasferitosi nel 1954 alla Sampdoria, costituisce per quattro anni un punto fermo nella retroguardia blucerchiata, contribuendo al sesto posto della stagione 1955-1956 e al quinto posto della stagione 1956-1957. Con la formazione genovese aumentano anche le possibilità di proporsi in fase offensiva, che gli permettono di andare a segno 3 volte (le sue uniche realizzazione in massima serie). Fa registrare il record di presenze consecutive in Serie A, 219 (96 col Torino e 123 con la Sampdoria), record poi superato e oggi detenuto da Dino Zoff.

Nel marzo 1958 è protagonista di un triste episodio: sua moglie muore di parto mentre lui stava disputando la partita Sampdoria-Bologna[2].

Nel 1958 torna coi granata – nel frattempo divenuti Talmone Torino –, concludendo la stagione con l'ultimo posto in classifica. Nell'annata successiva, l'ultima di Farina nel calcio di vertice, scende in campo 5 volte. Conclude la carriera nella Recanatese, di cui diventa in seguito allenatore[senza fonte].

In carriera ha totalizzato complessivamente 297 presenze e 3 reti in Serie A.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Farina ha disputato una partita della Nazionale di calcio italiana: scese in campo in una partita valida per la Coppa Internazionale a Berna l'11 novembre 1956 in Svizzera-Italia (1-1).

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11/11/1956 Berna Svizzera Svizzera 1 – 1 Italia Italia Coppa Internazionale -
Totale Presenze 1 Reti 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]