Angelo Benedicto Sormani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Angelo Sormani)
Angelo Sormani
AngeloBenedictoSormani.jpg
Nome Angelo Benedicto Sormani
Nazionalità Brasile Brasile
Italia Italia (dal 1961)
Altezza 182 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1976
Carriera
Giovanili
Santos
Squadre di club1
1958-1961 Santos ? (?)
1961-1963 Mantova 64 (29)
1963-1964 Roma 25 (6)
1964-1965 Sampdoria 30 (2)
1965-1970 Milan 134 (45)
1970-1972 Napoli 53 (7)
1972-1973 Fiorentina 9 (0)
1973-1976 L.R. Vicenza 57 (12)
Nazionale
1962-1963 Italia Italia 7 (2)
Carriera da allenatore
1980 Napoli
1985-1987 Roma [1]
1987 Roma
1987-1988 Roma [2]
1990-1991 Catania [3]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Angelo Benedicto Sormani (Jaú, 3 luglio 1939) è un ex calciatore brasiliano naturalizzato italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Brasile[modifica | modifica wikitesto]

Giocò dapprima in Brasile con il Santos di Pelé, calciatore che ricopriva la sua medesima posizione, costringendolo quindi ad agire da ala destra[4].

Mantova[modifica | modifica wikitesto]

Fu successivamente ingaggiato dal Mantova su segnalazione di un cugino del presidente Giuseppe Nuvolari, corrispondente di un quotidiano sportivo italiano, e l'allenatore Edmondo Fabbri, che lo vide in azione durante una tournée del Santos in Europa, si convinse della bontà del giocatore, dando il suo consenso all'acquisizione[4]. Con detto club giocò per due stagioni e, nello stesso periodo, venne soprannominato "il Pelé bianco"[4]. Contestualmente ottenne la cittadinanza italiana, grazie alle origini dei suoi nonni (della Garfagnana quelli paterni, di Rovigo quelli materni)[4].

Roma[modifica | modifica wikitesto]

Fu poi ceduto alla Roma per la cifra record di 500 milioni di lire, 250 in contanti cui si aggiunsero i cartellini dei calciatori Jonsson, Salvori e Schnellinger[4]. Disputò una stagione mediocre, dovuta al fatto che Sormani, piuttosto lento, si trovò a giocare in una squadra dal ritmo altrettanto compassato, in specie a causa di un calciatore con lo stesso difetto, Antonio Angelillo, il quale peraltro lo costrinse a giocare da centravanti anziché da mezzala, acuendone le difficoltà[5]; la Roma vinse tuttavia la Coppa Italia, ma la finale si disputò ad inizio della stagione successiva, quando Sormani era già passato alla Sampdoria.

Sampdoria e Milan[modifica | modifica wikitesto]

Dopo un'altra stagione alla Sampdoria, dove patì i medesimi problemi (questa volta dovuti alla presenza di Lojacono e Da Silva)[6], passò nel 1965 al Milan. Nereo Rocco fu estimatore della sua duttilità tattica: Sormani era infatti in grado di giocare da centravanti e mezz'ala, distinguendosi per la sua attitudine alla partecipazione alla manovra[4]. Rimase al Milan cinque anni, vincendo una Coppa Italia, uno scudetto, una Coppa delle Coppe, una Coppa dei campioni ed una Coppa Intercontinentale.

Ultimi anni[modifica | modifica wikitesto]

Chiuse la carriera di giocatore indossando le maglie di Napoli, Fiorentina e Lanerossi Vicenza. Con quest'ultimo club, al quale giunse per volere del presidente Farina, giocò stabilmente a centrocampo e divenne il principale battitore di punizioni, sfruttando il suo tiro violento[4].

Il figlio Adolfo è stato anch'egli calciatore.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

In ragione delle sue origini italiane e grazie alla stima che nutriva verso di lui Fabbri, già suo allenatore al Mantova e entrato nel giro della squadra, Sormani venne convocato dalla Nazionale di calcio italiana per i Mondiali del 1962[4]. Il fallimento della squadra in occasione di quel torneo comportò che molti dei giocatori che la formavano, tra cui Sormani, non furono più convocati [7].

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Intraprese la carriera di allenatore ottenendo buoni risultati soprattutto alla guida di formazioni giovanili.

Dopo aver lavorato alcuni anni per Stream TV, nella stagione 2006/07 è stato uno dei commentatori tecnici per Cartapiù.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club italiani[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1961-1962 Italia Mantova A 31 16 CI 1 32 16
1962-1963 A 33 13 CI 33 13
Totale Mantova 64 29 1 65 29
1963-1964 Italia Roma A 25 6 CI 2 CdF 3 1 30 7
1964-1965 Italia Sampdoria A 30 2 CI 1 1 31 3
1965-1966 Italia Milan A 32 21 CI 1 1 CdF 6 2 39 24
1966-1967 A 18 4 CI 3 2 Coppa Alpi+CM 0+2 23 6
1967-1968 A 29 11 CI 10 3 CdC 9 5 48 19
1968-1969 A 26 4 CI 1 1 CC 5 3 32 8
1969-1970 A 29 5 CI 3 CC 4 1 CInt 2 2 38 8
Totale Milan 134 45 18 7 24 11 4 2 180 65
1970-1971 Italia Napoli[8] A 25 5 CI 5 4 30 9
1971-1972 A 28 2 CI 9 2 CU 2 39 4
Totale Napoli 53 7 14 6 2 69 13
1972-1973 Italia Fiorentina[9] A 9 CI 4 CU 4 1 CM+TA-I 2+3 22 1
1973-1974 Italia L.R. Vicenza A 24 5 CI 4 1 28 6
1974-1975 A 22 4 CI 4 2 26 6
1975-1976 B 11 3 CI 3 14 3
Totale Vicenza 57 12 11 3 68 15
Totale 372 101 51 17 33 13 9 2 465 133

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
07/06/1962 Santiago del Cile Italia Italia 3 – 0 Svizzera Svizzera Mondiali 1962 - 1º Turno -
11/11/1962 Vienna Austria Austria 1 – 2 Italia Italia Amichevole -
02/12/1962 Bologna Italia Italia 6 – 0 Turchia Turchia Qual. Euro 1964 -
27/03/1963 Istanbul Turchia Turchia 0 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1964 1
12/05/1963 Milano Italia Italia 3 – 0 Brasile Brasile Amichevole 1
09/06/1963 Vienna Austria Austria 0 – 1 Italia Italia Amichevole -
13/10/1963 Mosca URSS URSS 2 – 0 Italia Italia Qual. Euro 1964 -
Totale Presenze 7 Reti 2

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Roma: 1963-1964
Milan: 1966-1967
Milan: 1967-1968
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Milan: 1967-1968
Milan: 1968-1969
Milan: 1969

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Roma: 1985-1986

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Assume l'incarico di allenatore in coppia con Sven-Göran Eriksson.
  2. ^ Assume l'incarico di allenatore in coppia con Nils Liedholm.
  3. ^ Almanacco illustrato del calcio 1992, p.313
  4. ^ a b c d e f g h Il Pelé bianco mangiava polenta, in Il Giornale di Vicenza, 4 ottobre 2004, p. 23.
  5. ^ Lino Cascioli, L'uomo che visse due volte in «Il calcio illustrato», 26 settembre 1965.
  6. ^ Cascioli, cit.
  7. ^ Pietro Cabras, Vi ricordate Sormani? Noi vi diciamo come vive, Corrieredellosport.it.
  8. ^ Napolistat.it
  9. ^ Atf-firenze.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]