Milan Associazione Calcio 1973-1974

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Calcio Milan.

Milan Associazione Calcio
Milan 1973-1974.jpg
La rosa della stagione 1973-1974, con la Coppa Italia e la Coppa delle Coppe vinte nella stagione precedente
Stagione 1973-1974
Allenatore Italia Cesare Maldini,[1] poi
Italia Giovanni Trapattoni
Direttore tecnico Italia Nereo Rocco[2]
Presidente Italia Albino Buticchi
Serie A 7º posto
Coppa Italia Secondo turno
Coppa delle Coppe Finale
Supercoppa UEFA Finale
Maggiori presenze Campionato: Anquilletti (29)
Totale: Anquilletti (43)
Miglior marcatore Campionato: Chiarugi (11)
Totale: Chiarugi (17)
Stadio San Siro
Media spettatori 47.466[3]

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Milan Associazione Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1973-1974.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Luciano Chiarugi (a sinistra) batte Stuy e realizza il primo gol ufficiale nella storia della neonata Supercoppa UEFA, nella finale di andata contro l'Ajax giocata a Milano il 9 gennaio 1974.

Alla guida della squadra all'inizio della stagione 1973-1974 viene confermato il direttore tecnico Nereo Rocco.[4][5] Per quanto riguarda la rosa, vengono ceduti, tra gli altri, Prati, Villa e Rosato mentre sono tesserati Ottavio Bianchi e Franco Bergamaschi.

In campionato il Milan rimane stabilmente nella zona medio-alta della classifica e chiude il girone di andata in 5ª posizione a quota 18 punti.[6] Durante il girone di ritorno Cesare Maldini, che già aveva affiancato Rocco in panchina nel mese di dicembre a partire dalla 9ª giornata (16 dicembre 1973,[7] diventa unico responsabile tecnico della squadra[4][5] e ricopre tale ruolo fino all'inizio di aprile quando gli subentra Giovanni Trapattoni.[4][5] La squadra termina il campionato al 7º posto totalizzando 30 punti con 11 vittorie, 8 pareggi e 11 sconfitte.[4]

Nel mese di gennaio i rossoneri, detentori della Coppa delle Coppe, affrontano con in panchina la coppia Rocco-Maldini i campioni d'Europa in carica dell'Ajax per l'assegnazione della Supercoppa UEFA. Dopo la vittoria per 1-0 nella gara di andata a San Siro (gol di Luciano Chiarugi), il Milan viene battuto per 6-0 ad Amsterdam dal lancieri,[8] che si aggiudicano così il trofeo.[4][5]

Cesare Maldini sulla panchina rossonera all'inizio del 1974

In Coppa Italia i rossoneri, in qualità di detentori del trofeo, iniziano dal secondo turno.[9] Il Milan chiude il girone A, nel quale sono inseriti anche Bologna, Inter e Atalanta, al 3º posto con 5 punti[9] frutto di 2 vittorie (con l'Atalanta), un pareggio (con il Bologna) e 3 sconfitte.[10] Ad accedere alla finale è il Bologna che chiude il raggruppamento a quota 9 punti, uno in più dell'Inter.[9][11]

In Coppa delle Coppe il Milan si qualifica alla finale dopo aver eliminato nei sedicesimi di finale gli jugoslavi della Dinamo Zagabria (vittoria per 3-1 all'andata a Milano e per 1-0 nel ritorno a Zagabria), negli ottavi di finale gli austriaci del Rapid Vienna (0-0 a San Siro e vittoria in trasferta per 2-0),[11] nei quarti di finale i greci del PAOK (3-0 in casa e 2-2 a Salonicco) e in semifinale i tedeschi occidentali del Borussia Mönchengladbach (vittoria per 2-0 in casa e sconfitta per 1-0 in trasferta).[8] Nella finale di Rotterdam dell'8 maggio 1974 i rossoneri, con in panchina Trapattoni, affrontano i tedeschi orientali del Magdeburgo che vincono la partita per 2-0[4][5] (autogol di Enrico Lanzi nel primo tempo e rete di Wolfgang Seguin nel secondo).[8]

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

La divisa è una maglia a strisce verticali della stessa dimensione, rosse e nere, con pantaloncini bianchi e calzettoni neri con risvolto rosso. La divisa di riserva è una maglia bianca con colletto e bordi delle maniche rossi e neri, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi con risvolto rosso e nero.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Organigramma societario[4][modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: Giovanni Battista Monti
  • Massaggiatore: Carlo Tresoldi

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Giuseppe Cafaro
Italia P Pier Luigi Pizzaballa
Italia P Villiam Vecchi
Italia D Angelo Anquilletti
Italia D Dario Dolci
Italia D Franco Fasoli[13]
Italia D Enrico Lanzi
Italia D Aldo Maldera
Italia D Giuseppe Sabadini
Germania Ovest D Karl-Heinz Schnellinger (vice capitano)
Italia D Maurizio Turone
Italia D Giulio Zignoli
Italia C Romeo Benetti
Italia C Franco Bergamaschi
N. Ruolo Giocatore
Italia C Ottavio Bianchi
Italia C Giorgio Biasiolo
Italia C Walter De Vecchi[13]
Italia C Ilario Frank[14]
Italia C Gianni Rivera (capitano)
Italia C Riccardo Sogliano
Italia A Alberto Bigon
Italia A Luciano Chiarugi
Italia A Graziano Gori[14]
Italia A Emilio Rossi[13]
Italia A Carlo Tresoldi
Italia A Alessandro Turini
Italia A Francesco Vincenzi[13]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Giuseppe Cafaro Platense definitivo
P Pier Luigi Pizzaballa Verona definitivo
D Enrico Lanzi Cesena fine prestito
D Aldo Maldera Bologna fine prestito
C Franco Bergamaschi Verona definitivo
C Ottavio Bianchi Atalanta definitivo
C Ilario Frank Lecco definitivo
C Vincenzo Zazzaro Lecco fine prestito
A Alessandro Turini Como definitivo
A Silvano Villa Sampdoria fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Pierangelo Belli Verona definitivo
D Roberto Rosato Genoa definitivo
C Roberto Casone Como prestito
C Guido Magherini Arezzo definitivo
C Vincenzo Zazzaro Reggina prestito
A Lino Golin Foggia definitivo
A Pierino Prati Roma definitivo
A Silvano Villa Foggia prestito

Sessione autunnale[modifica | modifica wikitesto]

Cessioni
R. Nome a Modalità
C Ilario Frank Juve Stabia definitivo
A Graziano Gori Spezia definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1973-1974.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
7 ottobre 1973
1ª giornata
Sampdoria 3 – 2
referto
Milan Stadio Luigi Ferraris
Arbitro Gonella (Torino)

Milano
14 ottobre 1973
2ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Cesena Stadio San Siro
Arbitro Menegali (Roma)

Roma
28 ottobre 1973
3ª giornata
Roma 1 – 2
referto
Milan Stadio Olimpico
Arbitro Barbaresco (Cormons)

Milano
4 novembre 1973
4ª giornata
Milan 2 – 2
referto
Cagliari Stadio San Siro
Arbitro Reggiani (Bologna)

Vicenza
18 novembre 1973
5ª giornata
Lanerossi Vicenza Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png 1 – 1
referto
Milan Stadio Romeo Menti
Arbitro Gialluisi (Barletta)

Milano
25 novembre 1973
6ª giornata
Milan 2 – 2
referto
Juventus Stadio San Siro
Arbitro Lattanzi (Roma)

Milano
2 dicembre 1973
7ª giornata
Inter 2 – 1
referto
Milan Stadio San Siro
Arbitro Serafino (Roma)

Milano
9 dicembre 1973
8ª giornata
Milan 1 – 1
referto
Fiorentina Stadio San Siro
Arbitro Angonese (Mestre)

Milano
16 dicembre 1973
9ª giornata
Milan 2 – 1
referto
Verona Stadio San Siro
Arbitro Trinchieri (Reggio Emilia)

Napoli
23 dicembre 1973
10ª giornata
Napoli 1 – 2
referto
Milan Stadio San Paolo
Arbitro Menegali (Roma)

Roma
30 dicembre 1973
11ª giornata
Lazio 1 – 0
referto
Milan Stadio Olimpico
Arbitro Ciacci (Firenze)

Milano
6 gennaio 1974
12ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Torino Stadio San Siro
Arbitro Agnolin (Bassano del Grappa)

Milano
13 gennaio 1974
13ª giornata
Milan 2 – 0
referto
Genoa Stadio San Siro
Arbitro Trono (Torino)

Bologna
20 gennaio 1974
14ª giornata
Bologna 3 – 2
referto
Milan Stadio Comunale
Arbitro Panzino (Catanzaro)

Milano
27 gennaio 1974
15ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Foggia Stadio San Siro
Arbitro Angonese (Mestre)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
3 febbraio 1974
16ª giornata
Milan 2 – 1
referto
Sampdoria Stadio San Siro
Arbitro Calì (Roma)

Cesena
10 febbraio 1974
17ª giornata
Cesena 1 – 0
referto
Milan Stadio La Fiorita
Arbitro Menicucci (Firenze)

Milano
17 febbraio 1974
18ª giornata
Milan 2 – 0
referto
Roma Stadio San Siro
Arbitro Agnolin (Bassano del Grappa)

Cagliari
2 marzo 1974
19ª giornata
Cagliari 0 – 1
referto
Milan Stadio Sant'Elia
Arbitro Barbaresco (Cormons)

Milano
10 marzo 1974
20ª giornata
Milan 1 – 2
referto
Bianco e Rosso (Strisce) con R dorata.png Lanerossi Vicenza Stadio San Siro
Arbitro Trono (Torino)

Torino
17 marzo 1974
21ª giornata
Juventus 2 – 0
referto
Milan Stadio Comunale
Arbitro Menegali (Roma)

Milano
24 marzo 1974
22ª giornata
Milan 1 – 5
referto
Inter Stadio San Siro
Arbitro Angonese (Mestre)

Firenze
31 marzo 1974
23ª giornata
Fiorentina 3 – 2
referto
Milan Stadio Comunale
Arbitro Serafino (Roma)

Verona
6 aprile 1974
24ª giornata
Verona 2 – 1
referto
Milan Stadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro Gialluisi (Barletta)

Milano
14 aprile 1974
25ª giornata
Milan 0 – 0
referto
Napoli Stadio San Siro
Arbitro Gonella (Torino)

Milano
21 aprile 1974
26ª giornata
Milan 0 – 0
referto
Lazio Stadio San Siro
Arbitro Picasso (Chiavari)

Torino
28 aprile 1974
27ª giornata
Torino 1 – 0
referto
Milan Stadio Comunale
Arbitro Levrero (Genova)

Lucca
4 maggio 1974
28ª giornata
Genoa 0 – 1
referto
Milan Stadio Porta Elisa[15]
Arbitro Lattanzi (Roma)

Milano
12 maggio 1974
29ª giornata
Milan 1 – 1
referto
Bologna Stadio San Siro
Arbitro Lenardon (Siena)

Foggia
19 maggio 1974
30ª giornata
Foggia 0 – 0
referto
Milan Stadio Pino Zaccheria
Arbitro Menicucci (Firenze)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1973-1974.

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Bologna
12 dicembre 1973
1ª giornata
Bologna 1 – 0 Milan Stadio Comunale
Arbitro Toselli (Cormons)

Milano
23 gennaio 1974
2ª giornata
Milan 0 – 1 Inter Stadio San Siro
Arbitro Gussoni (Tradate)

Milano
6 febbraio 1974
3ª giornata
Milan 2 – 1 Atalanta Stadio San Siro
Arbitro Lenardon (Siena)

Bergamo
20 febbraio 1974
4ª giornata
Atalanta 2 – 4 Milan Stadio Comunale
Arbitro Martinelli (Catanzaro)

Milano
27 marzo 1974
5ª giornata
Milan 1 – 1 Bologna Stadio San Siro
Arbitro Moretto (San Donà di Piave)

Milano
1º maggio 1974
6ª giornata
Inter 2 – 1 Milan Stadio San Siro
Arbitro Casarin (Milano)

Coppa delle Coppe[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Coppa delle Coppe 1973-1974.

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
19 settembre 1973
Andata
Milan 3 – 1 Dinamo Zagabria Stadio San Siro
Arbitro Germania Ovest Eschweiler

Zagabria
3 ottobre 1973
Ritorno
Dinamo Zagabria 0 – 1 Milan Stadio Maksimir
Arbitro Austria Kessler

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
24 ottobre 1973
Andata
Milan 0 – 0 Rapid Vienna Stadio San Siro
Arbitro Scozia Mackenzie

Vienna
7 novembre 1973
Ritorno
Rapid Vienna 0 – 2 Milan Pfarrwiese
Arbitro URSS Kazakov

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Milano
13 marzo 1974
Andata
Milan 3 – 0 PAOK Stadio San Siro
Arbitro Malta Bonnet

Salonicco
20 marzo 1974
Ritorno
PAOK 2 – 2 Milan Stadio Toumba
Arbitro Belgio Loraux

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Milano
10 aprile 1974
Andata
Milan 2 – 0 Borussia M'gladbach Stadio San Siro
Arbitro Austria Linemayr

Düsseldorf
24 aprile 1974
Ritorno
Borussia M'gladbach 1 – 0 Milan Rheinstadion
Arbitro Spagna Martínez

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Rotterdam
8 maggio 1974
Gara unica
Magdeburgo 2 – 0 Milan Stadion Feijenoord
Arbitro Paesi Bassi van Gemert

Supercoppa UEFA[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Supercoppa UEFA 1973.
Milano
9 gennaio 1974, ore 13:30
Andata
Milan 1 – 0
referto
Ajax San Siro (12.853 spett.)
Arbitro Svizzera Scheurer

Amsterdam
16 gennaio 1974, ore 20:15[16]
Ritorno
Ajax 6 – 0
referto
Milan Stadio Olimpico (15.350 spett.)
Arbitro Germania Est Glöckner

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[4][17] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 30 15 7 6 2 19 15 15 4 2 9 15 21 30 11 8 11 34 36 -2
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 3 1 1 1 3 3 3 1 0 2 5 5 6 2 1 3 8 8 0
Coppacoppe.png Coppa delle Coppe - 4 3 1 0 8 1 4 2 1 1 5 3 9[18] 5 2 2 13 6 +7
Supercoppaeuropea.png Supercoppa UEFA - 1 1 0 0 1 0 1 0 0 1 0 6 2 1 0 1 1 6 -5
Totale - 23 12 8 3 31 19 23 7 3 13 25 35 47 19 11 17 56 56 0

Statistiche dei giocatori[19][20][modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa delle Coppe Supercoppa UEFA Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Anquilletti, A. A. Anquilletti 29 0 ? ? 3 0 ? ? 9 0 ? ? 2 0 ? ? 43 0 ? ?
Benetti, R. R. Benetti 26 5 ? 2 6 1 ? ? 8 1 ? ? 2 0 ? ? 42 7 ? 2+
Bergamaschi, F. F. Bergamaschi 18 1 ? ? 3 1 ? ? 8 0 ? ? 1 0 ? ? 30 2 ? ?
Bianchi, O. O. Bianchi 14 2 ? ? 5 0 ? ? 5 0 ? ? 0 0 0 0 24 2 0+ 0+
Biasiolo, G. G. Biasiolo 26 2 ? ? 2 0 ? ? 5 0 ? ? 2 0 ? ? 35 2 ? ?
Bigon, A. A. Bigon 22 1 ? ? 2 2 ? ? 9 7 ? ? 0 0 0 0 33 10 0+ 0+
Cafaro, G. G. Cafaro 0 -0 0 0 1 -2 ? ? 0 -0 0 0 0 -0 0 0 1 -2 0+ 0+
Chiarugi, L. L. Chiarugi 28 11 ? 1 5 1 ? ? 7 4 ? ? 2 1 ? ? 42 17 ? 1+
De Vecchi, W. W. De Vecchi 1 0 ? ? 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0+ 0+
Dolci, D. D. Dolci 7 0 ? ? 3 0 ? ? 3 0 ? ? 1 0 ? ? 14 0 ? ?
Fasoli, F. F. Fasoli 0 0 0 0 1 0 ? ? 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0+ 0+
Frank, I. I. Frank 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Gori, G. G. Gori 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
Lanzi, E. E. Lanzi 5 0 ? ? 4 0 ? ? 3 0 ? ? 0 0 0 0 12 0 0+ 0+
Maldera, A. A. Maldera 18 1 ? ? 4 0 ? ? 5 0 ? ? 2 0 ? ? 29 1 ? ?
Pizzaballa, P. L. P. L. Pizzaballa 10 -13 ? ? 3 -3 ? ? 3 -3 ? ? 0 -0 0 0 16 -19 0+ 0+
Rivera, G. G. Rivera 26 6 ? ? 5 1 ? ? 6 0 ? ? 2 0 ? ? 39 7 ? ?
Rossi, E. E. Rossi 0 0 0 0 1 0 ? ? 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0+ 0+
Sabadini, G. G. Sabadini 26 3 ? ? 5 1 ? ? 7 0 ? ? 2 0 ? ? 40 4 ? ?
Schnellinger, K. K. Schnellinger 13 0 ? ? 3 0 ? ? 7 0 ? ? 2 0 ? ? 25 0 ? ?
Sogliano, R. R. Sogliano 12 0 ? ? 2 0 ? ? 0 0 0 0 0 0 0 0 14 0 0+ 0+
Tresoldi, C. C. Tresoldi 11 1 ? ? 3 0 ? ? 3 1 ? ? 1 0 ? ? 18 2 ? ?
Turini, A. A. Turini 5 1 ? ? 5 0 ? ? 4 0 ? ? 1 0 ? ? 15 1 ? ?
Turone, M. M. Turone 19 0 ? ? 2 0 ? ? 2 0 ? ? 2 0 ? ? 25 0 ? ?
Vecchi, V. V. Vecchi 20 -23 ? ? 2 -3 ? ? 6 -3 ? ? 2 -6 ? ? 30 -35 ? ?
Vincenzi, F. F. Vincenzi 1 0 ? ? 2 0 ? ? 0 0 0 0 0 0 0 0 3 0 0+ 0+
Zignoli, G. G. Zignoli 14 0 ? ? 4 0 ? ? 4 0 ? ? 0 0 0 0 22 0 0+ 0+

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Da dicembre 1973.
  2. ^ Fino a febbraio 1974.
  3. ^ Dati che riguardano il solo campionato. (EN) Attendance Statistics of Serie A, stadiapostcards.com. URL consultato il 15 aprile 2012.
  4. ^ a b c d e f g h Panini, p. 376.
  5. ^ a b c d e Tosi
  6. ^ Classifica Parziale Stagione 1973-1974 - Giornata: 15, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 15 aprile 2012.
  7. ^ Panini, p. 378.
  8. ^ a b c Panini, p. 382.
  9. ^ a b c Coppa Italia 1973-1974 - Secondo turno - Girone A, wikicalcioitalia.info. URL consultato il 15 aprile 2012.
  10. ^ Panini, pp. 380-381.
  11. ^ a b Panini, p. 381.
  12. ^ Stagione 1973-74, magliarossonera.it. URL consultato il 15 aprile 2012.
  13. ^ a b c d Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  14. ^ a b Ceduto durante la sessione autunnale di calciomercato.
  15. ^ Per la squalifica del campo del Genoa.
  16. ^ Bruno Perucca, La "Supercoppa" della crisi, La Stampa, 16 gennaio 1974, p. 6. URL consultato il 15 aprile 2012.
  17. ^ Milan Associazione Calcio 1973-74 (PDF), magliarossonera.it, p. 2. URL consultato il 15 aprile 2012.
  18. ^ Compresa la finale, disputata in campo neutro a Rotterdam.
  19. ^ Panini, p. 383.
  20. ^ Milan Associazione Calcio 1973-74 (PDF), magliarossonera.it, p. 3. URL consultato il 15 aprile 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del Milan, 2ª ed., Panini, marzo 2005.
  • Enrico Tosi, Forza Milan! – La storia del Milan, Italia/Italy, maggio 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]