Franco Cresci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Franco Cresci
Franco Cresci.jpg
Cresci con la maglia del Bologna (1973)
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Carriera
Squadre di club1
1965-1966Rapallo Ruentes15 (0)
1966-1968Varese68 (0)
1968-1979Bologna301 (7)
1979-1982Modena91 (1)
Nazionale
Italia Italia U-21 6 (1)
Italia Italia U-23 2 (0)
Carriera da allenatore
1984 Modena
1986-1987 Mirandolese
1987-1988 Carpi
1988-1991 Bianco e Verde.svg San Lazzaro
1992-1994 Crevalcore
1995 Forlì
1995-1996 Vis Pesaro
1996-1997 Imolese
1998-1999 Rovigo
2000 Carpi
2009-2010Castel San PietroGiovanili
Palmarès
Gold medal mediterranean.svg Giochi del Mediterraneo
Oro Tunisi 1967
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Franco Cresci (Milano, 15 settembre 1945) è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nell'Inter senza tuttavia riuscire a giungere alla prima squadra, ha giocato con Rapallo, Varese, dove ha esordito in Serie A il 24 settembre 1967 contro la Fiorentina, e soprattutto Bologna di cui è il settimo giocatore per numero di apparizioni in incontri ufficiali, con 404 presenze.[1].

Ha chiuso la carriera nel Modena, in Serie C1. In carriera ha collezionato complessivamente 331 presenze e 7 reti in Serie A e 38 presenze in Serie B, conquistando due edizioni della Coppa Italia con il Bologna, e una promozione in Serie A, nella stagione 1966-1967, col Varese.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito nella Nazionale Under-23 il 20 dicembre 1967 a Nottingham, contro i pari età dell'Inghilterra, prima gara della nuova rappresentativa che sostituì la Nazionale B.[2] In precedenza, con l'Italia Under-21 aveva conquistato, sempre nel 1967, la medaglia d'oro (a pari merito con la Francia) ai Giochi del Mediterraneo di Tunisi.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

In carriera ha allenato, fra gli altri, il Carpi e, al termine della stagione 1983-1984, il Modena, quando sostistuì Mario Caciagli[3]. Con il Crevalcore, squadra dell'hinterland bolognese, nel biennio 1992-1994 ha dapprima vinto lo Scudetto Dilettanti e primeggiato poi nel campionato di Serie C2, ottenendo una storica promozione in C1.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Bologna: 1969-1970, 1973-1974
Modena: 1979-1980 (girone B)
Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]
Bologna: 1970
Modena: 1981, 1982

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Tunisi 1967

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]
Crevalcore: 1992-1993
Crevalcore: 1993-1994 (girone A)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ i rossoblu di tutti i tempi, BolognaFc.it. URL consultato il 22 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 20 luglio 2012).
  2. ^ Almanacco Illustrato del Calcio 2005, edizioni Panini
  3. ^ Beltrami, 1984, p. 291.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1985. Modena, Panini, 1984.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]