Johnny Rep

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Johnny Rep
Johnny Rep 1974.jpg
Rep con la maglia dei Paesi Bassi nel 1974
Nazionalità Paesi Bassi Paesi Bassi
Altezza 187 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1987
Carriera
Giovanili
1971 Ajax
Squadre di club1
1971-1975 Ajax 97 (41)
1975-1977 Valencia 55 (22)
1977-1979 Bastia 65 (33)
1979-1983 Saint-Étienne 164 (57)
1983-1984 PEC Zwolle 32 (5)
1984-1986 Feyenoord 43 (5)
1986-1987 Haarlem 5 (0)
Nazionale
1973-1981 Paesi Bassi Paesi Bassi 42 (12)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Argento Germania Ovest 1974
Argento Argentina 1978
UEFA European Cup.svg Europei di calcio
Bronzo Jugoslavia 1976
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Nicolaas Johnny Rep (Zaandam, 25 novembre 1951) è un ex calciatore olandese.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Di ruolo ala destra, era un giocatore veloce e abile nel dribbling, che ben si adattava al "calcio totale" olandese ed era ambidestro.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

È stato calciatore professionista dal 1972 al 1983. Esordì tra le file dell'Ajax nella stagione 1972-73, durante la quale vinse il campionato e tutti i trofei ai quali l'Ajax aveva diritto di partecipare, ovvero la Coppa Intercontinentale e la Coppa dei Campioni. È proprio Rep a decidere la finale di quest'ultimo trofeo giocata a Belgrado il 30 maggio 1973 contro la Juventus: a inizio primo tempo, su un traversone, l'ala olandese supera in elevazione il terzino bianconero Longobucco e con un colpo di testa infila la palla nel sette. La partita terminerà 1-0 per i lancieri e Longobucco dichiarerà che quel gol era da annullare in quanto Rep, furbescamente, lo ostacolò nel contrasto aereo in modo irregolare appoggiando il braccio sinistro sulla sua spalla[2].

Rep al Bastia nel 1977 durante la trasferta di Coppa UEFA sul campo del Torino; sulla destra, Roberto Mozzini.

Dopo una parentesi in Spagna, tra le file del Valencia, nell'estate del 1977 Rep si trasferì in Corsica al Bastia, squadra in ascesa del campionato francese. Al suo primo anno al club còrso Rep fu eletto miglior calciatore straniero in Francia e condusse la squadra fino alla finale di Coppa UEFA (punto di maggior successo nella storia del club) persa poi contro il PSV. Nel 1979 Rep fu ingaggiato dal Saint-Étienne con cui concluse, nel 1983, la carriera di calciatore professionista dopo aver vinto un campionato nella stagione 1980-81.

Dopo il ritiro dall'attività professionistica, Rep ha continuato la carriera in alcune squadre minori del campionato olandese (salvo una parentesi al Feyenoord tra il 1984 e il 1986) fino al suo ritiro definitivo, nel 1987.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nazionale olandese dal 1973 al 1981, periodo nel quale ha collezionato 42 presenze e 12 gol. Rep ha costituito assieme ad altri giocatori come Johan Cruijff, Ruud Krol, Johan Neeskens e Rob Rensenbrink l'asse portante della nazionale olandese che in quel periodo fu per due volte consecutive vicecampione del mondo (a Germania 1974 e ad Argentina 1978) e terza all'Europeo 1976.

A Germania 1974 l'Olanda parte forte battendo 2-0 l'Uruguay e Rep è grande protagonista con una doppietta: un colpo di testa su cross di Suurbier e una grande azione corale originata da una palla intercettata da Rep e conclusa da lui stesso[3]. Dopo il pareggio a reti bianche con la Svezia, l'Olanda strapazza la Bulgaria 4-1 e Rep segna ancora, stavolta su assist di Cruijff[3].Nella seconda fase a gironi l'Olanda parte con un netto 4-0 ai danni dell'Argentina e Rep segna la sua quarta rete personale in questo mondiale correggendo in rete un cross non eccezionale di Cruijff. Sconfiggendo poi Germania Est e Brasile, l'Olanda approda alla finale poi persa 2-1 contro i padroni di casa della Germania Ovest: sul risultato di 1-1 Cruijff offre a Rep una palla d'oro per segnare ma il tiro dell'ala sinistra olandese viene parato da Sepp Maier, il portiere tedesco che quel giorno sembrava insuperabile[4].

Agli Europei del 1976 l'Olanda approda in semifinale dopo aver passato la fase preliminare a gironi per miglior differenza reti rispetto alla Polonia e aver strapazzato il Belgio ai quarti di finale con un netto 5-0 all'andata e un 2-1 al ritorno (con gol di Rep[5]). In semifinale l'Olanda viene eliminata dalla Cecoslovacchia perdendo 3-1 una partita violentissima, finita in dieci contro nove ai supplementari e giocata su un campo allagato. L'Olanda vincerà 3-2 la finalina con la Jugoslavia e si classificherà terza.

Ad Argentina 1978 l'Olanda si presenta senza il fuoriclasse Cruijff così le tre stelle Johnny Rep, Johan Neeskens e Rob Rensenbrink sono caricati di più responsabilità. Ma nonostante questo i tre grazie soprattutto all'apporto dei gemelli van de Kerkhof, di Arie Haan e di Ernie Brandts trascinano la nazionale olandese alla finale. Rep disputa tutte le gare, si guadagna due rigori e realizza tre reti: segna con un tiro dalla distanza nella sconfitta 3-2 contro la Scozia e realizza una doppietta nel 5-1 con l'Austria, entrambe le reti su assist di Rensenbrink[6]. Con le tre reti segnate in questa edizione Rep diventa l'olandese ad aver segnato più gol nelle fasi finali dei mondiali: sette reti. L'Olanda perde ancora la finale (una finale caratterizzata da un arbitraggio foriero di polemiche viste le numerose ammonizioni agli oranje[7]) stavolta per 3-1 ai supplementari contro l'Argentina e i vari tentativi di Rep e compagni per cercare la vittoria si infrangono contro Ubaldo Fillol, in giornata di grazia[7].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Paesi Bassi
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
2-5-1973 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 2 Spagna Spagna Amichevole 1
22-8-1973 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 5 – 0 Islanda Islanda Qual. Mondiali 1974 -
18-11-1973 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Belgio Belgio Qual. Mondiali 1974 -
27-3-1974 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 4 – 1 Austria Austria Amichevole - Uscita al 46’ 46’
26-5-1974 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Argentina Argentina Amichevole - Uscita al 62’ 62’
15-6-1974 Hannover Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 0 Uruguay Uruguay Mondiali 1974 - 1º turno 2
19-6-1974 Dortmund Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Svezia Svezia Mondiali 1974 - 1º turno - Ammonizione al 72’ 72’
23-6-1974 Dortmund Bulgaria Bulgaria 1 – 4 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1974 - 1º turno 1
26-6-1974 Gelsenkirchen Argentina Argentina 0 – 4 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1974 - 2º turno 1
30-6-1974 Gelsenkirchen Germania Est Germania Est 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1974 - 2º turno -
3-7-1974 Dortmund Brasile Brasile 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1974 - 2º turno - Ammonizione al 69’ 69’
7-7-1974 Monaco di Baviera Germania Ovest Germania Ovest 2 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1974 - Finale -
4-9-1974 Solna Svezia Svezia 1 – 5 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 20’ 20’
25-9-1974 Helsinki Finlandia Finlandia 1 – 3 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1976 - Uscita al 66’ 66’
20-11-1974 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 1 Italia Italia Qual. Euro 1976 - Uscita al 46’ 46’
25-4-1976 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 5 – 0 Belgio Belgio Qual. Euro 1976 -
22-5-1976 Bruxelles Belgio Belgio 1 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Euro 1976 1
16-6-1976 Zagabria Cecoslovacchia Cecoslovacchia 3 – 1 dts Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 1976 - Semifinale - Uscita al 67’ 67’
9-2-1977 Londra Inghilterra Inghilterra 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 75’ 75’
26-3-1977 Anversa Belgio Belgio 0 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 1978 -
31-8-1977 Nimega Paesi Bassi Paesi Bassi 4 – 1 Islanda Islanda Qual. Mondiali 1978 1
12-10-1977 Belfast Irlanda del Nord Irlanda del Nord 0 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 1978 -
20-5-1978 Vienna Austria Austria 0 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Uscita al 57’ 57’
3-6-1978 Mendoza Iran Iran 0 – 3 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1978 - 1º turno -
7-6-1978 Mendoza Paesi Bassi Paesi Bassi 0 – 0 Perù Perù Mondiali 1978 - 1º turno - Ingresso al 46’ 46’
11-6-1978 Mendoza Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 3 Scozia Scozia Mondiali 1978 - 1º turno 1
14-6-1978 Córdoba Austria Austria 1 – 5 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1978 - 2º turno 2
18-6-1978 Córdoba Germania Ovest Germania Ovest 2 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1978 - 2º turno -
21-6-1978 Buenos Aires Italia Italia 1 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1978 - 2º turno - Ammonizione al 35’ 35’ Uscita al 65’ 65’
25-6-1978 Buenos Aires Argentina Argentina 3 – 1 dts Paesi Bassi Paesi Bassi Mondiali 1978 - Finale - Uscita al 59’ 59’
20-12-1978 Düsseldorf Germania Ovest Germania Ovest 3 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
24-2-1979 Milano Italia Italia 3 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
22-5-1979 Berna Argentina Argentina 0 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
17-10-1979 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 1 Polonia Polonia Qual. Euro 1980 -
26-3-1980 Parigi Francia Francia 0 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
14-6-1980 Napoli Germania Ovest Germania Ovest 3 – 2 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 1980 - 1º turno 1
17-6-1980 Milano Cecoslovacchia Cecoslovacchia 1 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 1980 - 1º turno - Ammonizione al 71’ 71’
25-3-1981 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 0 Francia Francia Qual. Mondiali 1982 -
29-4-1981 Nicosia Cipro Cipro 0 – 1 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 1982 - Uscita al 62’ 62’
9-9-1981 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 2 – 2 Irlanda Irlanda Qual. Mondiali 1982 -
14-10-1981 Rotterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 3 – 0 Belgio Belgio Qual. Mondiali 1982 -
18-11-1981 Parigi Francia Francia 2 – 0 Paesi Bassi Paesi Bassi Qual. Mondiali 1982 -
Totale Presenze 42 Reti 12

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ajax: 1972-1973
Saint-Étienne: 1981

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Ajax: 1972
Ajax: 1972-1973
Ajax: 1973

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior giocatore straniero nel campionato francese: 1
1978

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

In un'intervista concessa nel 2013 all'emmitente olandese TV-Sender RTV Noord-Holland, rivelò aver assunto anfetamine per migliorare le proprie prestazioni durante la sua carriera nell'Ajax e la nazionale olandese.[8] Sette anni prima, Sallo Müller, massaggiatore dei lancieri dal 1959 al 1972, pubblicò un'autobiografia in cui raccontava come lui e Barry Hulshoff, durante gli anni Sessanta e Settanta, per migliorare il proprio rendimento, assumessero farmaci prescritti da John Rollink, l'allora medico sociale.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN54340947 · ISNI (EN0000 0000 0106 8358 · BNF (FRcb139801649 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-54340947