Giovanni Improta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Improta
Giovanni Improta - US Catanzaro 1976-77.jpg
Improta al Catanzaro nella stagione 1976-1977
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1983 - calciatore
1998 - allenatore
Carriera
Giovanili
19??-19?? Napoli
Squadre di club1
1967-1968 Napoli 0 (0)
1968-1969 SPAL 11 (0)
1969-1973 Napoli 110 (12)
1973-1974 Sampdoria 17 (5)
1974-1975 Avellino 32 (3)
1975-1979 Catanzaro 125 (11)
1979-1980 Napoli 21 (3)
1980-1982 Lecce 61 (3)
1982-1984 Frattese 46 (3)
Carriera da allenatore
1989-1990 Francavilla
1990-1991 Campania Puteolana
1991-1992 Juventus Stabia
1993-1995 Catanzaro
1995-1996 Savoia
1996-1997 Altamura
1997-1998 Albanova
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

«Si può vendere il Vesuvio ma Improta no.»

(Cartello esibito durante le contestazioni per la sua cessione alla Sampdoria[1])

Giovanni Improta (Napoli, 22 gennaio 1948) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Improta al Napoli nel 1970

In Serie A ha giocato con Napoli, Catanzaro e Sampdoria, totalizzando complessivamente 205 presenze e 25 reti. Ha inoltre disputato oltre 150 incontri in Serie B, con 12 reti complessive, con le maglie di SPAL, Avellino, Catanzaro e Lecce.

La sua cessione dal Napoli alla Sampdoria portò a manifestazioni a Posillipo, il suo quartiere, sfociate anche in scontri con persone reputate vicine a dirigenti che avevano avallato la sua cessione[2].

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

È stato opinionista per la rete privata Canale 34 di Napoli, offrendo il suo contributo alla trasmissione "Number Two", diretta da Ivan Zazzaroni e continua, al novembre 2017, a fare l'opinionista, ormai da diversi anni presso l'emittente privata napoletana Canale 21 dove è ospite fisso della trasmissione della domenica sera "Campania Sport", condotta da Umberto Chiariello.

Ha ricoperto per tre anni il ruolo di Presidente del Comitato Regionale Campania della F.I.G.C. Settore Giovanile e Scolastico.

Nella stagione 2007-2008 ha ricevuto l'incarico di direttore generale del Catanzaro[3].

Nella stagione 2013-2014 diventa consigliere personale del Presidente Manniello alla Juve Stabia[4]. Dopo due stagioni, in concomitanza dell'inizio del campionato 2015-16, Improta lascia l'incarico con la squadra stabiese, divenendone però il suo club manager.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1967-1968 Italia Napoli A 0 0 CI ? ? CU ? ? 0+ 0+
1968-1969 Italia SPAL B 11 0 CI ? ? - - - 11+ 0+
1969-1970 Italia Napoli A 23 3 CI 1 0 CU 4 1 28 4
1970-1971 A 30 1 CI 11 3 - - - 41 4
1971-1972 A 29 6 CI 9 2 CU 2 0 40 8
1972-1973 A 28 2 CI 8 1 - - - 36 3
1973-1974 Italia Sampdoria A 17 5 CI ? ? - - - 17+ 5+
1974-1975 Italia Avellino B 32 3 CI ? ? - - - 32+ 3+
1975-1976 Italia Catanzaro B 37 6 CI ? ? - - - 37+ 6+
1976-1977 A 30 4 CI ? ? - - - 30+ 4+
1977-1978 A 31 0 CI ? ? - - - 31+ 0+
1978-1979 A 27 1 CI 7 2 - - - 34 3
Totale Catanzaro 125 11 ? ? - - 125+ 11+
1979-1980 Italia Napoli A 21 3 CI 6 0 - - - 27 3
lug.-ott. 1980 A 0 0 CI 2 0 - - - 2 0
Totale Napoli 131 15 37 6 6+ 1+ 174+ 22+
ott. 1980-1981 Italia Lecce B 29 2 CI ? ? - - - 29+ 2+
1981-1982 B 32 1 CI ? ? - - - 32+ 1+
Totale Lecce 61 3 ? ? - - 61+ 3+
1982-1983 Italia Frattese C2 28 2 CI-C ? ? - - - 28+ 2+
1983-1984 C2 18 1 CI-C ? ? - - - 18+ 1+
Totale Frattese 46 3 ? ? - - 46+ 3+
Totale carriera 423 40 44+ 8+ 6+ 1+ 474+ 49+

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Gazzetta dello Sport, 26 giugno 1973, p. 6
  2. ^ La Gazzetta dello Sport, 29 giugno 1973, p. 5
  3. ^ Articolo su tuttomercatoweb
  4. ^ S. S. Juve Stabia Archiviato il 1º agosto 2015 in Internet Archive.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La raccolta completa degli album Panini, La Gazzetta dello Sport, 1979-80, p. 47.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]