Alessandria Unione Sportiva 1973-1974

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandria Unione Sportiva
Alessandria US 1973-1974.jpg
Stagione 1973-1974
AllenatoreItalia Dino Ballacci, poi
Italia Mario Pietruzzi
PresidenteItalia Paolo Sacco
Serie C1º posto (promossa in Serie B)
Coppa Italia SemiproOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Di Brino, Pozzani, Reja, Volpato (36)
Totale: Manueli (42)
Miglior marcatoreCampionato: Baisi (9)
Totale: Baisi (11)

Questa voce raccoglie i dati riguardanti l'Alessandria Unione Sportiva nelle competizioni ufficiali della stagione 1973-1974.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 7 luglio: dopo l'abbandono di Marchioro, la scelta del nuovo allenatore ricadde sull'esperto Dino Ballacci[1].
  • 1º agosto: la squadra, ancora priva di alcuni nuovi elementi, partì per il ritiro di Arsiero. In fase di mercato, pur perdendo elementi importanti come Salvadori e Lorenzetti, la squadra si rinforzò con diversi giocatori di esperienza (Mazzia della Reggina, Reja del Palermo, Volpato e Baisi del Catania, Barbiero della Reggiana e Dalle Vedove, già all'Alessandria negli ultimi campionati di Serie B)[2][3].
  • 27 agosto: le prime uscite della squadra delusero i tifosi, che fischiarono la squadra dopo i pareggi in Coppa Italia Semipro contro Albese e Derthona[4]. L'Alessandria passò comunque il turno vincendo le due gare di ritorno[5].
  • 14 ottobre: alla quinta giornata, l'Alessandria subì il primo gol stagionale e cadde a Belluno. La settimana successiva, l'opaco pareggio interno contro la matricola Gavinovese relegò i grigi al quinto posto, con un distacco di due punti dal Venezia capolista[6].
  • 11 novembre: espugnando Savona, l'Alessandria inanellò la terza vittoria consecutiva e si portò sola in testa, con un punto di vantaggio su Lecco, Pro Vercelli e Venezia[7]. Dopo la gara Ballacci si mostrò polemico con la dirigenza, contestando la cessione del centravanti Musa e il mancato ingaggio di un sostituto[8].
  • 16 dicembre: il pareggio dei grigi a Chioggia, che faceva seguito alla sconfitta contro l'Udinese della settimana precedente, costò il sorpasso in vetta del Venezia. Dopo quattordici giornate l'Alessandria vantava 19 punti, uno in meno dei neroverdi e uno in più delle terze classificate, Belluno e Lecco[9].
  • 27 gennaio: il girone d'andata si chiuse in crescendo, con nove punti in cinque gare. Nessuna squadra tenne il ritmo dell'Alessandria, che si ritrovò così prima, con due punti di vantaggio su Lecco e Venezia ferme a quota 26 e cinque sull'Udinese, quarta. Con quattro reti subite, il reparto arretrato si dimostrava il più solido del campionato[10].
  • 24 febbraio: pur non andando oltre lo 0-0 nell'anticipo di Solbiate Arno, i grigi riuscirono ad allungare sulle inseguitrici. Il 25, infatti, il Lecco perse sul campo del pericolante Savona e rimase in ritardo di tre punti, mentre Venezia e Udinese impattarono nello scontro diretto, mantenendo il terzo posto. La vittoria sul Belluno della settimana successiva aumentò il divario sul secondo posto di un'altra lunghezza[11].
  • 27 marzo: una formazione zeppa di riserve pareggiò la gara di ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia Semipro contro la Solbiatese e fu eliminata dalla competizione. In campionato andava aumentando, però, il divario sulle inseguitrici.
  • 14 aprile: indolore sconfitta a Venezia. Nella stessa giornata caddero infatti anche Udinese e Lecco. La classifica vedeva l'Alessandria al comando con 43 punti, Udinese e Venezia sul podio a 36, a seguire Lecco e Monza a 35[12].
  • 5 maggio: battendo l'Udinese alla 32, i grigi si portarono a +9 in classifica dagli stessi friulani, terzi, e a +8 sul secondo posto, occupato dal Venezia. Con sole 8 reti subite, la difesa era largamente la migliore del campionato, e la promozione pareva ormai cosa fatta[13].
  • 17 maggio: nuovi contrasti emersi nei giorni precedenti tra il presidente e Ballacci riguardo al potenziamento della squadra in vista della promozione tra i cadetti[14] ebbero come conseguenza il clamoroso esonero dell'allenatore; la squadra fu provvisoriamente affidata a Mario Pietruzzi, con la collaborazione del capitano Mazzia[15]. Nei giorni successivi le proteste dei tifosi per questa decisione indussero alle dimissioni il presidente Paolo Sacco e il padre Remo che, chiamato a sostituirlo, assunse poi il ruolo di commissario straordinario[3][16].
  • 19 maggio: pareggiando a Mantova, l'Alessandria ottenne la matematica promozione in Serie B con quattro giornate ancora da giocare[3].
  • 4 giugno: notizie riguardanti irregolarità nel trasferimento di Di Prospero, calciatore in comproprietà tra Arezzo e Viterbese giunto all'Alessandria in novembre, vennero presto smentite[17].
  • 16 giugno: dopo tre sconfitte consecutive, l'Alessandria pareggiò a Trieste, l'Alessandria chiuse il campionato del sospirato ritorno in B dopo sette anni[3].

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Paolo Sacco (fino al 21 maggio)
  • Commissario straordinario: Remo Sacco (dal 22 maggio)
  • Vicepresidente: Rinaldo Borasio
  • Responsabile del settore giovanile: Lino Garavelli

Area organizzativa

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: Luigi Mazza
  • Massaggiatore: Sergio Viganò

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[5][18]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Claudio Croci
Italia P Flavio Pozzani
Italia D Valeriano Barbiero
Italia D Antonio Colombo
Italia D Alessandro Cribio
Italia D Marcello Di Brino
Italia D Attilio Maldera (II)
Italia D Alois Mittermaier
Italia D Gaetano Rebecchi
Italia D Giuseppe Unere
Italia C Marco Ballacci
Italia C Giampiero Dalle Vedove
Italia C Arrigo Dolso
N. Ruolo Giocatore
Italia C Giovanni Faedda
Italia C Adriano Gobetti
Italia C Luigi Manueli
Italia C Bruno Mazzia
Italia C Eugenio Pivetta
Italia C Edoardo Reja
Italia C Rossi
Italia C Giancarlo Snidaro
Italia C Angelo Volpato
Italia A Pietro Baisi
Italia A Sergio Di Prospero
Italia A Ezio Musa
Italia A Franco Vanzini

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie C[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie C 1973-1974.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Alessandria
16 settembre 1973
Alessandria1 – 0
referto
LegnanoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Terpin (Trieste)

Padova
23 settembre 1973
Padova0 – 0
referto
AlessandriaStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Alessandria
30 settembre 1973
Alessandria1 – 0
referto
SeregnoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Celli (Trieste)

Alessandria
7 ottobre 1973
Alessandria3 – 0
referto
SolbiateseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Scolari (Verona)

Belluno
14 ottobre 1973
Belluno1 – 0
referto
AlessandriaStadio Polisportivo
Arbitro:  Marino (Taranto)

Alessandria
21 ottobre 1973
Alessandria0 – 0
referto
GavinoveseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Baldoni (Ancona)

Trento
28 ottobre 1973
Trento0 – 1
referto
AlessandriaStadio Briamasco
Arbitro:  Schena (Foggia)

Alessandria
4 novembre 1973
Alessandria1 – 0
referto
BolzanoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Sancini (Bologna)

Savona
11 novembre 1973
Savona0 – 2
referto
AlessandriaStadio Valerio Bacigalupo
Arbitro:  Ambrosio (Napoli)

Alessandria
18 novembre 1973
Alessandria1 – 1
referto
VeneziaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Ciulli (Roma)

Vigevano
25 novembre 1973
Vigevano1 – 1
referto
AlessandriaStadio Comunale
Arbitro:  Vannucchi (Bologna)

Alessandria
2 dicembre 1973
Alessandria1 – 0
referto
DerthonaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Fuschi (Pescara)

Udine
9 dicembre 1973
Udinese1 – 0
referto
AlessandriaStadio Moretti
Arbitro:  Barboni (Firenze)

Chioggia
16 dicembre 1973
ClodiaSottomarina0 – 0
referto
AlessandriaStadio Aldo e Dino Ballarin
Arbitro:  Benedetti (Roma)

Alessandria
23 dicembre 1973
Alessandria2 – 0
referto
MantovaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Artico (Padova)

Vercelli
5 gennaio 1974
Pro Vercelli0 – 1
referto
AlessandriaStadio Leonida Robbiano
Arbitro:  Lops (Torino)

Alessandria
13 gennaio 1974
Alessandria2 – 0
referto
MonzaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Schena (Foggia)

Lecco
20 gennaio 1974
Lecco0 – 0
referto
AlessandriaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Falasca (Chieti)

Alessandria
27 gennaio 1974
Alessandria1 – 0
referto
TriestinaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Vivarelli (Firenze)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Legnano
2 febbraio 1974
Legnano1 – 2
referto
AlessandriaStadio di via Carlo Pisacane
Arbitro:  Busalacchi (Palermo)

Alessandria
9 febbraio 1974
Alessandria2 – 0
referto
PadovaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Foschi (Forlì)

Seregno
17 febbraio 1974
Seregno1 – 1
referto
AlessandriaStadio Ferruccio Trabattoni
Arbitro:  Turiano (Reggio Calabria)

Alessandria
23 febbraio 1974
Solbiatese0 – 0
referto
AlessandriaStadio Felice Chinetti
Arbitro:  Benedetti (Roma)

Alessandria
3 marzo 1974
Alessandria2 – 0
referto
BellunoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Lattanzi (Roma)

Novi Ligure
17 marzo 1974
Gavinovese0 – 0
referto
AlessandriaStadio Comunale
Arbitro:  Vannucchi (Bologna)

Alessandria
24 marzo 1974
Alessandria1 – 0
referto
TrentoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Grassi (Savona)

Bolzano
31 marzo 1974
Bolzano0 – 1
referto
AlessandriaStadio Druso
Arbitro:  Lanzetti (Viterbo)

Alessandria
7 aprile 1974
Alessandria2 – 1
referto
SavonaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Baldoni (Ancona)

Venezia
14 aprile 1974
Venezia1 – 0
referto
AlessandriaStadio Pierluigi Penzo
Arbitro:  Schena (Foggia)

Alessandria
21 aprile 1974
Alessandria3 – 0
referto
VigevanoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Busalacchi (Palermo)

Tortona
28 aprile 1974
Derthona0 – 1
referto
AlessandriaStadio Fausto Coppi
Arbitro:  Martinelli (Tropea)

Alessandria
5 maggio 1974
Alessandria1 – 0
referto
UdineseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Esposito (Torre Annunziata)

Alessandria
12 maggio 1974
Alessandria2 – 0
referto
ClodiaSottomarinaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Lapi (Firenze)

Mantova
19 maggio 1974
Mantova1 – 1
referto
AlessandriaStadio Danilo Martelli
Arbitro:  Lapi (Firenze)

Alessandria
26 maggio 1974
Alessandria1 – 3
referto
Pro VercelliStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Ambrosio (Napoli)

Monza
2 giugno 1974
Monza3 – 0
referto
AlessandriaStadio Gino Alfonso Sada
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Alessandria
9 giugno 1974
Alessandria1 – 2
referto
LeccoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Scolari (Verona)

Trieste
16 giugno 1974
Triestina0 – 0
referto
AlessandriaStadio Giuseppe Grezar
Arbitro:  Martelli (Imola)

Coppa Italia Semiprofessionisti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia Semiprofessionisti 1973-1974.

Girone eliminatorio[modifica | modifica wikitesto]

Alba
26 agosto 1973
Albese0 – 0
referto
AlessandriaStadio Michele Coppino
Arbitro:  Falasca (Chieti)

Alessandria
2 settembre 1973
Alessandria0 – 0
referto
DerthonaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Morato (Padova)

Alessandria
5 settembre 1973
Alessandria2 – 0
referto
AlbeseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Pieri (Genova)

Tortona
12 settembre 1973
Derthona0 – 3
referto
AlessandriaStadio Fausto Coppi
Arbitro:  Artico (Padova)

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Novi Ligure
10 ottobre 1973
Gavinovese0 – 0
referto
AlessandriaStadio Comunale
Arbitro:  Lops (Torino)

Alessandria
1º novembre 1973
Alessandria2 – 0
referto
GavinoveseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Marino (Genova)

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Alessandria
10 marzo 1974
Alessandria0 – 1
referto
SolbiateseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Testuzza (Genova)

Solbiate Arno
27 marzo 1974
Solbiatese0 – 0
referto
AlessandriaStadio Felice Chinetti
Arbitro:  Vitali (Bologna)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

[5]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie C 53 19 15 2 2 28 7 19 6 9 4 11 10 38 21 11 6 39 17 +22
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia Semipro 4 2 1 1 4 1 4 1 3 0 3 0 8 3 4 1 7 1 +6
Totale - 23 17 3 3 32 8 23 7 12 4 14 10 46 24 15 7 46 18 +28

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

[5][18]

Giocatore Serie C Coppa Italia Semipro Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Ballacci, M. M. Ballacci --3030
Baisi, P. P. Baisi 359423911
Barbiero, V. V. Barbiero 35050400
Colombo, A. A. Colombo 35040390
Cribio, A. A. Cribio 304070
Croci, C. C. Croci 3-14-17-2
Dalle Vedove, G. G. Dalle Vedove 30720327
Di Brino, M. M. Di Brino 36550415
Di Prospero, S. S. Di Prospero 711081
Dolso, A. A. Dolso 30232334
Faedda, G. G. Faedda 304070
Gobetti, A. A. Gobetti 107080
Maldera (II), A. A. Maldera (II) 30050350
Manueli, L. L. Manueli 35672428
Mazzia, B. B. Mazzia 29240332
Mittermaier, A. A. Mittermaier --1010
Musa, E. E. Musa 7251123
Pivetta, E. E. Pivetta --1010
Pozzani, F. F. Pozzani 36-164040-16
Rebecchi, G. G. Rebecchi --2020
Reja, E. E. Reja 36120381
Rossi, Rossi --1010
Snidaro, G. G. Snidaro --1010
Unere, G. G. Unere 17070240
Vanzini, F. F. Vanzini 7070140
Volpato, A. A. Volpato 36130391

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Franco Mognon. Ballacci ad Alessandria, ora si pensa agli acquisti, dalla «Stampa», 8 luglio 1973, p. 16
  2. ^ L'Alessandria può tentare ancora, da «Stampa Sera», 16 luglio 1973, p. 10
  3. ^ a b c d Caligaris, 2012, p. 128-129
  4. ^ Ferruccio Cavallero. Soltanto fischi per l'Alessandria, da «Stampa Sera», 3 settembre 1973, p. 13
  5. ^ a b c d Beltrami, 1974, p. 263, 328-329
  6. ^ Cristiano Chiavegnato. Alessandria, tifosi esasperati, Musa grazia la Gavinovese, da «Stampa Sera», 22 ottobre 1973, p. 16
  7. ^ Cristiano Chiavegnato. L'Alessandria torna sola in testa, da «Stampa Sera», 12 novembre 1973, p. 16
  8. ^ Cristiano Chiavegato, Guido Lajolo. Ballacci ha rischiato l'esonero, anche i tifosi contro la società, dalla «Stampa», 13 novembre 1973, p. 18
  9. ^ Salvatore Rotondo. Alessandria, scialbo 0-0 col Sottomarina, da «Stampa Sera», 17 dicembre 1973, p. 17
  10. ^ Giuseppe Fedi. Serie C, l'Alessandria è in fuga, da «Stampa Sera», 28 gennaio 1974, p. 11
  11. ^ Cristiano Chiavegato. Alessandria più sicura al comando, da «Stampa Sera», 25 febbraio 1974, p. 11
  12. ^ Rino Cacioppo. I grigi sconfitti (0-1) dal Venezia, dalla «Stampa», 16 aprile 1974, p. 16
  13. ^ Salvatore Rotondo. Alessandria inarrestabile: otto punti, da «Stampa Sera», 6 maggio 1974, p. 13
  14. ^ Ballacci polemico: "Potrei andar via", dalla «Stampa», 13 maggio 1974, p. 14
  15. ^ Franco Mognon. Incredibile: licenziato Ballacci, dalla «Stampa», 18 maggio 1974, p. 17
  16. ^ Franco Mognon. Alessandria, aumenta la crisi, si è dimesso pure Remo Sacco, dalla «Stampa», 23 maggio 1974, p. 18
  17. ^ Franco Mognon. Alessandria, la "bomba non c'è", dalla «Stampa», 5 giugno 1974, p. 19
  18. ^ a b Stagioni: 1973-1974, Museogrigio.it. URL consultato il 23 aprile 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mimma Caligaris. Grig100. Alessandria, Il Piccolo, 2012.
  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1975. Modena, Panini, 1974.
  • La Stampa, annate 1973 e 1974.
  • L'Unità, annate 1973 e 1974.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio