Unione Sportiva Alessandria Calcio 1976-1977

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unione Sportiva Alessandria Calcio
Unione Sportiva Alessandria Calcio 1976-1977.jpg
Stagione 1976-1977
AllenatoreItalia Mario Trebbi e
Italia Franco Viviani
PresidenteItalia Pier Ugo Melandri
Serie C6º posto
Coppa Italia SemiproSemifinale
Maggiori presenzeCampionato: Di Brino, Zanier (38)
Totale: Zanier (50)
Miglior marcatoreCampionato: Frigerio, Marullo (13)
Totale: Frigerio, Marullo (20)

Questa voce raccoglie i dati riguardanti l'Unione Sportiva Alessandria Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 1976-1977.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2 agosto 1976: Paolo Sacco in estate ufficializzò l'abbandono della società, affidando provvisoriamente l'incarico la presidenza all'avvocato ed ex calciatore Pier Ugo Melandri; la squadra iniziò il ritiro a Calizzano, agli ordini del confermato Franco Viviani[1]; questi, coinvolto anche in affari dirigenziali, scelse di farsi affiancare da Mario Trebbi. L'età media della rosa si abbassò notevolmente, e pochi furono i nuovi acquisti: Giglio del Como, Barbieri della Sarzanese, Morandi della Novese e Baretta, rientrato dal prestito all'Acqui[2].
  • 22 agosto: nuovi ritardi nelle consegne degli stipendi spinsero diversi calciatori grigi a scioperare, non scendendo in campo in occasione di diversi incontri amichevoli contro Acqui, Valenzana e Parma[2]. Pochi giorni dopo, il 25, la squadra al completo disputò la prima gara ufficiale a Tortona, per la Coppa Italia Semipro. Passò il primo turno senza troppi patemi[3].
  • 12 settembre: clamorosa sconfitta interna contro il modesto Clodia, alla prima di campionato; da nove anni l'Alessandria non cadeva al debutto[4].
  • 19 settembre: sconfitti a Lecco, i grigi si ritrovarono ancora fermi al palo, dunque ultimi assieme al Bolzano[5].
  • 17 ottobre: l'inattesa vittoria del 26 settembre contro la quotata Cremonese aveva ridato slancio ai grigi, che ripresero quota e si aggiudicarono in rimonta il derby sul campo della Juniorcasale. Dopo sei giornate i grigi erano risaliti fino all'ottavo posto; le prime, Mantova e Udinese, erano staccate di cinque punti[6].
  • 7 novembre: nel 4-0 contro la Pro Patria si mise in evidenza Michele Marullo, diciottenne calabrese che firmò tutti e quattro i gol[7].
  • 28 novembre: battendo alla 12ª un'altra squadra attrezzata, il Mantova, l'Alessandria si portò al settimo posto, a cinque punti da Udinese e Cremonese, che occupavano la vetta. Questo blando tentativo di avvicinamento alle prime posizioni, incentivato anche dalla consegna degli stipendi arretrati ai calciatori[8], fu fiaccato dai pessimi risultati conquistati nell'ultima parte del girone d'andata, che anzi ricacciò i giovani grigi in zona salvezza[9].
  • 16 gennaio 1977: il colpo esterno contro il Venezia fanalino di coda restituì ossigeno all'Alessandria, reduce da sei gare senza vittoria. Alla fine del girone d'andata i grigi erano tredicesimi con 17 punti all'attivo. La Cremonese, prima, era a quota 29, Padova e Seregno, terzultime, a 13[10].
  • 27 febbraio: la vittoria di Seregno confermò la ritrovata forma della squadra cinerina, che nel corso del mese aveva ottenuto risultati importanti anche contro Lecco e Cremonese, candidate alla promozione[11].
  • 9 marzo: larga affermazione nel ritorno degli ottavi di Coppa Italia Semipro contro la Pro Sesto (7-0)[3]. Risultati positivi anche in campionato: dopo la sconfitta nel derby di ritorno, la squadra rimase imbattuta fino a metà maggio.
  • 13 aprile: pareggiando a Massa dopo aver vinto la gara d'andata, l'Alessandria ottenne l'accesso alle semifinali di Coppa Italia Semipro; in evidenza il portiere Zanier, che parò due rigori[12].
  • 8 maggio: l'1-1 di Crema portò a otto la serie di risultati utili consecutivi in campionato; l'Alessandria, dopo 33 gare giocate, si trovava al settimo posto in classifica, a sette punti dalle pericolanti Biellese e Pro Patria, terzultime[13].
  • 22 maggio: a tre giornate dal termine, l'Alessandria batté l'Udinese, mantenendo il settimo posto e contribuendo all'avanzata della Cremonese verso la Serie B. Con sei punti di vantaggio su Biellese e Seregno, terzultime, la squadra poté ormai considerarsi salva[14].
  • 1º giugno: a Lecco, i grigi pareggiarono il ritorno della semifinale di Coppa Italia Semipro e furono eliminati dalla competizione[3].
  • 12 giugno: la vittoria contro il retrocesso Venezia permise all'Alessandria di agganciare il sesto posto in classifica, posizione di tutto rispetto considerati i problemi di natura economica della società, con un buco nei bilanci da oltre un miliardo di lire, e la giovane ètà dei calciatori[7]. Particolarmente positive le prestazioni nel girone di ritorno, in cui la squadra perse solo tre gare e conquistò un totale di 24 punti[15]; in evidenza, tra i giocatori, la giovane coppia di attaccanti formata da Frigerio e Marullo, autori di tredici reti a testa.

Maglie[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1ª divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
2ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[16]

Area direttiva

  • Proprietario: Paolo Sacco
  • Presidente: Pier Ugo Melandri
  • Segretario: Gianfranco Coscia

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: Luigi Mazza
  • Massaggiatore: Sergio Viganò

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[16][17]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Ivano Vezzulli
Italia P Adriano Zanier
Italia D Antonio Alberti
Italia D Antonio Colombo
Italia D Salvatore Cucchiara
Italia D Marcello Di Brino
Italia D Angelo Giglio
Italia D Claudio Raiteri
Italia D Roberto Romei
Italia C Giancarlo Baretta
Italia C Ambrogio Borghi
Italia C Danilo Pileggi
N. Ruolo Giocatore
Italia D Ivan Ghezzi
Italia C Orano Rolfo
Italia C Elio Vanara
Italia C Ennio Vianello
Italia A Lorenzo Barbieri
Italia A Arrigo Dolso
Italia A Giovanni Fiocchi
Italia A Emilio Frigerio
Italia A Michele Marullo
Italia A Giuseppe Morandi
Italia A Aldo Tascheri

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie C[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie C 1976-1977.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Alessandria
12 settembre 1976
Alessandria0 – 1
referto
ClodiaSottomarinaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Esposito (Torre Annunziata)

Lecco
19 settembre 1976
Lecco2 – 0
referto
AlessandriaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Materassi (Firenze)

Alessandria
26 settembre 1976
Alessandria1 – 0
referto
CremoneseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Lanzafame (Taranto)

Sant'Angelo Lodigiano
3 ottobre 1976
Sant'Angelo0 – 0
referto
AlessandriaStadio Comunale
Arbitro:  Patrussi (Arezzo)

Alessandria
10 ottobre 1976
Alessandria1 – 1
referto
SeregnoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Tani (Livorno)

Casale Monferrato
17 ottobre 1976
Juniorcasale1 – 2
referto
AlessandriaStadio Natale Palli
Arbitro:  Parussini (Udine)

Alessandria
24 ottobre 1976
Alessandria0 – 0
referto
BolzanoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Faccenda (Salerno)

Biella
31 ottobre 1976
Biellese2 – 0
referto
AlessandriaStadio Lamarmora
Arbitro:  Agate (Torino)

Alessandria
7 novembre 1976
Alessandria4 – 0
referto
Pro PatriaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Vitali (Bologna)

Treviso
14 novembre 1976
Treviso2 – 0
referto
AlessandriaStadio Omobono Tenni
Arbitro:  Savalli (Trapani)

Alba
21 novembre 1976
Albese0 – 1
referto
AlessandriaStadio San Cassiano
Arbitro:  Stilacci (Torino)

Alessandria
28 novembre 1976
Alessandria2 – 1
referto
MantovaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Redini (Pisa)

Trieste
5 dicembre 1976
Triestina2 – 1
referto
AlessandriaStadio Giuseppe Grezar
Arbitro:  Paradisi (Rieti)

Alessandria
12 dicembre 1976
Alessandria0 – 2
referto
PergocremaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Angelelli (Terni)

Alessandria
19 dicembre 1976
Alessandria1 – 1
referto
Pro VercelliStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Castaldo (Vasto)

Udine
2 gennaio 1977
Udinese2 – 0
referto
AlessandriaStadio Moretti
Arbitro:  Migliore (Salerno)

Piacenza
9 gennaio 1977
Piacenza1 – 0
referto
AlessandriaStadio Galleana
Arbitro:  Tani (Livorno)

Alessandria
16 gennaio 1977
Alessandria1 – 1
referto
PadovaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Madonna (Torre del Greco)

Venezia
23 gennaio 1977
Venezia1 – 2
referto
AlessandriaStadio Pierluigi Penzo
Arbitro:  Faccenda (Salerno)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Chioggia
30 gennaio 1977
ClodiaSottomarina2 – 0
referto
AlessandriaStadio Aldo e Dino Ballarin
Arbitro:  Tubertini (Bologna)

Alessandria
6 febbraio 1977
Alessandria2 – 0
referto
LeccoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Lanzetti (Viterbo)

Cremona
13 febbraio 1977
Cremonese1 – 1
referto
AlessandriaStadio Giovanni Zini
Arbitro:  Foschi (Forlì)

Alessandria
20 febbraio 1977
Alessandria2 – 0
referto
Sant'AngeloStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Esposito (Torre Annunziata)

Seregno
27 febbraio 1977
Seregno0 – 1
referto
AlessandriaStadio Ferruccio
Arbitro:  Lombardo (Marsala)

Alessandria
6 marzo 1977
Alessandria0 – 1
referto
JuniorcasaleStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Canesi (Cremona)

Bolzano
13 marzo 1977
Bolzano0 – 0
referto
AlessandriaStadio Druso
Arbitro:  Lauretano (Roma)

Alessandria
20 marzo 1977
Alessandria0 – 0
referto
BielleseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Armienti (Bologna)

Busto Arsizio
27 marzo 1977
Pro Patria2 – 2
referto
AlessandriaStadio Comunale
Arbitro:  Adamu (Cagliari)

Alessandria
3 aprile 1977
Alessandria1 – 0
referto
TrevisoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Tubertini (Bologna)

Alessandria
10 aprile 1977
Alessandria2 – 0
referto
AlbeseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Savalli (Trapani)

Mantova
17 aprile 1977
Mantova1 – 1
referto
AlessandriaStadio Danilo Martelli
Arbitro:  Vitali (Bologna)

Alessandria
24 aprile 1977
Alessandria3 – 2
referto
TriestinaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Filippi (Pavia)

Crema
8 maggio 1977
Pergocrema1 – 1
referto
AlessandriaStadio Giuseppe Voltini
Arbitro:  Altobelli (Roma)

Vercelli
15 maggio 1977
Pro Vercelli1 – 0
referto
AlessandriaStadio Leonida Robbiano
Arbitro:  Stillacci (Torino)

Alessandria
22 maggio 1977
Alessandria2 – 1
referto
UdineseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Colasanti (Roma)

Alessandria
29 maggio 1977
Alessandria0 – 0
referto
PiacenzaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Savalli (Trapani)

Padova
5 giugno 1977
Padova0 – 0
referto
AlessandriaStadio Silvio Appiani
Arbitro:  Canesi (Cremona)

Alessandria
12 giugno 1977
Alessandria3 – 1
referto
VeneziaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Adamu (Cagliari)

Coppa Italia Semiprofessionisti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia Semiprofessionisti 1976-1977.

Girone eliminatorio[modifica | modifica wikitesto]

Tortona
25 agosto 1976
Derthona1 – 2
referto
AlessandriaStadio Fausto Coppi
Arbitro:  Serboli (Arezzo)

Alba
29 agosto 1976
Albese2 – 1
referto
AlessandriaStadio Michele Coppino
Arbitro:  Piana (Verona)

Alessandria
5 settembre 1976
Alessandria4 – 1
referto
DerthonaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Agate (Torino)

Alessandria
8 settembre 1976
Alessandria2 – 0
referto
AlbeseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Facchin (Udine)

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Vigevano
23 dicembre 1976
Vigevano1 – 2
referto
AlessandriaStadio Comunale
Arbitro:  Marino (Genova)

Alessandria
26 gennaio 1977
Alessandria3 – 1
referto
VigevanoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Giaffreda (Roma)

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Sesto San Giovanni
23 febbraio 1977
Pro Sesto0 – 2
referto
AlessandriaStadio Breda
Arbitro:  Pieroni (Jesi)

Alessandria
9 marzo 1977
Alessandria7 – 0
referto
Pro SestoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Vago (Chiavari)

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Alessandria
30 marzo 1977
Alessandria1 – 0
referto
MasseseStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Stringaro (Udine)

Massa
13 aprile 1977
Massese1 – 1
referto
AlessandriaStadio degli Oliveti
Arbitro:  Gazzari (Macerata)

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Alessandria
18 maggio 1977
Alessandria0 – 1
referto
LeccoStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Ballerini (La Spezia)

Lecco
1º giugno 1977
Lecco0 – 0
referto
AlessandriaStadio Mario Rigamonti
Arbitro:  Patrussi (Arezzo)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[3][17] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie C 41 19 10 6 3 25 12 19 4 7 8 12 21 38 14 13 11 37 33 +4
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia Semipro 6 5 0 1 17 3 6 3 2 1 8 5 12 8 2 2 25 8 +17
Totale - 25 15 6 4 42 15 25 7 9 9 20 26 50 22 15 13 62 41 21

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

[3][17]

Giocatore Serie C Coppa Italia Semipro Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Alberti, A. A. Alberti 21080290
Barbieri, L. L. Barbieri 20--20
Baretta, G. G. Baretta 10060160
Borghi, A. A. Borghi 351105456
Colombo, A. A. Colombo 371121492
Cucchiara, S. S. Cucchiara 102030
Di Brino, M. M. Di Brino 380110490
Dolso, A. A. Dolso 102030
Fiocchi, G. G. Fiocchi 102030
Frigerio, E. E. Frigerio 36131174720
Ghezzi, I. I. Ghezzi 221100321
Giglio, A. A. Giglio 300110410
Marullo, M. M. Marullo 35131174620
Morandi, G. G. Morandi 102030
Pileggi, D. D. Pileggi 322100422
Raiteri, C. C. Raiteri --1010
Rolfo, O. O. Rolfo 17053223
Romei, R. R. Romei 28280362
Tascheri, A. A. Tascheri 103040
Vanara, E. E. Vanara 27271343
Vianello, E. E. Vianello 33081411
Zanier, A. A. Zanier 38-3312-850-41

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Franco Marchiaro. L'Alessandria è già al lavoro", dalla «Stampa» di Alessandria, Asti e Cuneo, 3 agosto 1976, p. 4
  2. ^ a b Emma Camagna. Crisi nell'Alessandria", dalla «Stampa» di Alessandria, Asti e Cuneo, 22 agosto 1976, p. 4
  3. ^ a b c d e Beltrami, 1977, p. 270, 335-336.
  4. ^ Franco Marchiaro. L'Alessandria (0-1) è subito nei guai, da «Stampa Sera», 13 settembre 1976, p. 15
  5. ^ Queste piemontesi che deludono, da «Stampa Sera», 20 settembre 1976, p. 14
  6. ^ Fabio Vergnano. Il Casale ko con l'Alessandria, Cerutti minaccia grosse multe, da «Stampa Sera», 18 ottobre 1976, p. 14
  7. ^ a b Caligaris, 2012, p. 133.
  8. ^ Emma Camagna. Lo "stipendio" carica i grigi, da «Stampa Sera», 20 novembre 1976, p. 17
  9. ^ Franco Marchiaro. Grigi a sorpresa col Mantova: 2-1, da «Stampa Sera», 18 ottobre 1976, p. 14
  10. ^ Successi esterni per Biellese e grigi, da «Stampa Sera», 24 gennaio 1977, p. 15
  11. ^ Alessandria continua la riscossa, dalla «Stampa», 1º marzo 1977, p. 15
  12. ^ Massese AC-Alessandria Calcio US 1-1, Museogrigio.it. URL consultato il 7 gennaio 2016.
  13. ^ Grigi: 1-1 a Crema, da «Stampa Sera», 9 maggio 1977, p. 16
  14. ^ Franco Marchiaro. Per i grigi un pronto riscatto, da «Stampa Sera», 23 maggio 1977, p. 14
  15. ^ Franco Marchiaro. Bel finale dei grigi (ma futuro incerto), da «Stampa Sera», 13 giugno 1977, p. 13
  16. ^ a b Beltrami, 1976, p. 286.
  17. ^ a b c Stagioni: 1976-1977, Museogrigio.it. URL consultato il 7 gennaio 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Mimma Caligaris. Grig100. Alessandria, Il Piccolo, 2012.
  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1977. Modena, Panini, 1976.
  • Arrigo Beltrami (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 1978. Modena, Panini, 1977.
  • La Stampa, annate 1976 e 1977.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio