Unione Sportiva Alessandria Calcio 2002-2003

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Unione Sportiva Alessandria Calcio
Stagione 2002-2003
AllenatoreItalia Dino Pagliari, poi
Italia Aurelio Andreazzoli, infine
Italia Carlo Soldo
All. in secondaItalia Antonio Colombo
PresidenteItalia Antonio Boiardi
Serie C218º posto, retrocessa
Coppa Italia Serie CPrimo turno preliminare
Maggiori presenzeCampionato: Pascali e Quadrini (30)
Totale: Pascali e Quadrini (30)
Miglior marcatoreCampionato: Quadrini (7)
Totale: Quadrini (7)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Unione Sportiva Alessandria Calcio nelle competizioni ufficiali della stagione 2002-2003.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

La stagione 2002-03 fu la più drammatica dell'intera storia dell'Unione Sportiva. Preceduta da una sontuosa campagna acquisti e da proclami trionfalistici della dirigenza, determinata a riscattare il grottesco finale dell'annata precedente, si trasformò dopo le prime positive gare di Coppa Italia nel disperato tentativo di un inesperto presidente, di allenatori intraprendenti e di calciatori praticamente all'esordio, di salvare una società e una squadra allo sfascio. I primi allarmi risuonarono nei primi giorni del mese di settembre, quando l'Alessandria aveva già giocato le prime gare di Coppa (vittorie per 4-3 e 2-1 contro Varese e Pavia, pareggio senza reti contro la Valenzana) e quando la Lega Professionisti Serie C negò il tesseramento di una decina di calciatori acquistati dall'Alessandria in estate, per mancanza di garanzie economiche. A Savona, il 4 settembre, scesero in campo le giovanili: fu il primo atto di una stagione convulsa per la società mandrogna. Intanto una squadra rimaneggiata ma guidata con intelligenza dal caparbio Dino Pagliari, seppe condurre in modo egregio il girone d'andata, concluso al sedicesimo posto con 18 punti (le quarte classificate ne avevano collezionato però 24, sintomo di un campionato molto equilibrato).

Dopo l'apertura del calciomercato invernale molti calciatori abbandonarono un'Alessandria strangolata dai debiti; la dirigenza tentò di sopperire con un gran numero di rincalzi. In disaccordo con questa politica, Pagliari lasciò la panchina ad Andreazzoli; con un punto in cinque gare e nessun gol fatto l'Alessandria si ritrovò a un passo dal baratro anche in campionato. L'arrivo di Carlo Soldo scosse i grigi che però, scavalcati nelle ultime giornate da un Meda in grande spolvero, retrocessero alla 34ª, malgrado la larga vittoria ottenuta proprio in Lombardia. La squadra cadde per la seconda volta in Serie D dopo il crollo del 1986-87; allora fu ripescata in C2, in questo caso il club mandrogno non s'iscrisse al successivo campionato, poiché fallì il 13 agosto e scomparve, per una stagione, dal panorama calcistico italiano.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Il fornitore ufficiale di materiale tecnico per la stagione 2002-2003 fu Lotto, mentre lo sponsor di maglia fu Cassa di Risparmio di Alessandria[1].

Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1ª divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

[1]

Area direttiva

  • Presidente: Antonio Boiardi
  • Vice presidente: Dario Pardi
  • Addetto stampa: Gigi Poggio

Area tecnica

Area sanitaria

  • Medico sociale: Pietro Gatto

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

[1]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Enzo Biato
Italia P Giacomo Brichetto
Italia P Michele Castagnone
Italia D Cristian Arrieta
Italia D Marco Berardo
Camerun D Mack Mboune Alain Elvis Bono
Italia D Fabio Bracco
Italia D Giorgio D'Angelo
Italia D Tommaso Dei (II)
Italia D Andrea Faccini
Italia D Alberto Gruttadauria
Italia D Antonio Minadeo
Italia D Sergio Porrini
Italia D Stefano Presotto
Italia D Nicolò Rossi
Italia D Silvio Vertullo
Italia C Stefano Brognoli
Italia C Filippo Catenacci
N. Ruolo Giocatore
Francia C Stephane Coquin
Italia C Diego Daldosso
Italia C Massimo Donzella
Italia C Stefano Garzon
Italia C Marcello Genocchio
Italia C Alessandro Manni
Italia C Aureliano Modesti
Italia C Manuel Pascali
Italia C Daniele Quadrini
Italia C Manuel Saccani
Italia C Alessandro Tagli
Italia A Alessio Bifini
Italia A Carmine Esposito
Italia A Giovanni Andrea Gerini
Polonia A Piotr Matys
Italia A Salvatore Novembrino
Italia A Giordano Rossi
Italia A Giulio Spader

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie C2[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie C2 2002-2003.

Girone d'andata[modifica | modifica wikitesto]

Novara
8 settembre 2002
Novara0 – 0AlessandriaStadio Silvio Piola (1 600 spett.)
Arbitro:  Gava (Conegliano)

Alessandria
15 settembre 2002
Alessandria1 – 2MontichiariStadio Giuseppe Moccagatta (1 000 spett.)
Arbitro:  Giliberto (Merano)

Trento
22 settembre 2002
Trento3 – 2AlessandriaStadio Briamasco (600 spett.)
Arbitro:  Stefanini (Prato)

Alessandria
29 settembre 2002
Alessandria2 – 1MestreStadio Giuseppe Moccagatta (800 spett.)
Arbitro:  Nappi (Napoli)

Legnano
6 ottobre 2002
Legnano1 – 0AlessandriaStadio Giovanni Mari (1 000 spett.)
Arbitro:  Lena (Ciampino)

Alessandria
9 ottobre 2002
Alessandria2 – 1ThieneStadio Giuseppe Moccagatta (700 spett.)
Arbitro:  Herberg (Messina)

Alessandria
13 ottobre 2002
Alessandria1 – 1MonzaStadio Giuseppe Moccagatta (1 100 spett.)
Arbitro:  Bo (Genova)

Pavia
20 ottobre 2002
Pavia2 – 0AlessandriaStadio Pietro Fortunati (2 500 spett.)
Arbitro:  Iannone (Napoli)

Alessandria
27 ottobre 2002
Alessandria4 – 0Pro SestoStadio Giuseppe Moccagatta (900 spett.)
Arbitro:  Capozzi (Vicenza)

Valenza
3 novembre 2002
Valenzana1 – 1AlessandriaStadio Comunale (1 250 spett.)
Arbitro:  Saveri (Teramo)

Alessandria
10 novembre 2002
Alessandria1 – 1CremoneseStadio Giuseppe Moccagatta (1 200 spett.)
Arbitro:  Barbirati (Ferrara)

Alessandria
17 novembre 2002
Alessandria1 – 2PordenoneStadio Giuseppe Moccagatta (900 spett.)
Arbitro:  Tonin (Piombino)

Mantova
24 novembre 2002
Mantova1 – 1AlessandriaStadio Danilo Martelli (1 400 spett.)
Arbitro:  D'Aguanno (Marsala)

Biella
1º dicembre 2002
Biellese1 – 1AlessandriaStadio Lamarmora (700 spett.)
Arbitro:  Latella (Potenza)

Alessandria
8 dicembre 2002
Alessandria1 – 2Pro VercelliStadio Giuseppe Moccagatta (800 spett.)
Arbitro:  Guerriero (Catanzaro)

Bolzano
15 dicembre 2002
Südtirol3 – 0AlessandriaStadio Druso (1 000 spett.)
Arbitro:  Masiero (Venezia)

Alessandria
22 dicembre 2002
Alessandria3 – 1Meda MobiliStadio Giuseppe Moccagatta (700 spett.)
Arbitro:  Gandolfi (Cremona)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Thiene
5 gennaio 2003
Thiene2 – 1AlessandriaStadio Guido Miotto (600 spett.)
Arbitro:  De Luca (Pescara)

Alessandria
12 gennaio 2003
Alessandria0 – 0NovaraStadio Giuseppe Moccagatta (1 500 spett.)
Arbitro:  Squillace (Catanzaro)

Montichiari
19 gennaio 2003
Montichiari1 – 0AlessandriaStadio Romeo Menti (100 spett.)
Arbitro:  Zin (Cervignano del Friuli)

Alessandria
26 gennaio 2003
Alessandria0 – 0TrentoStadio Giuseppe Moccagatta (600 spett.)
Arbitro:  Orsato (Schio)

Mestre
2 febbraio 2003
Mestre3 – 0AlessandriaStadio Francesco Baracca (400 spett.)
Arbitro:  Di Cintio (Bergamo)

Alessandria
16 febbraio 2003
Alessandria0 – 2LegnanoStadio Giuseppe Moccagatta (600 spett.)
Arbitro:  Landolfo (Frattamaggiore)

Monza
23 febbraio 2003
Monza2 – 0AlessandriaStadio Brianteo (500 spett.)
Arbitro:  Guerriero (Catanzaro)

Alessandria
2 marzo 2003
Alessandria1 – 2PaviaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Herberg (Messina)

Sesto San Giovanni
8 marzo 2003
Pro Sesto1 – 0AlessandriaStadio Breda
Arbitro:  Castagneri (Torino)

Alessandria
16 marzo 2003
Alessandria1 – 0ValenzanaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Liberti (Genova)

Cremona
30 marzo 2003
Cremonese2 – 1AlessandriaStadio Giovanni Zini (2 300 spett.)
Arbitro:  Ongaro (Rovigo)

Pordenone
6 aprile 2003
Pordenone0 – 0AlessandriaStadio Ottavio Bottecchia (400 spett.)
Arbitro:  Di Renzo (Roma)

Alessandria
13 aprile 2003
Alessandria0 – 1MantovaStadio Giuseppe Moccagatta (1 300 spett.)
Arbitro:  Barbirati (Ferrara)

Alessandria
19 aprile 2003
Alessandria1 – 1BielleseStadio Giuseppe Moccagatta (1 000 spett.)
Arbitro:  Stefanini (Prato)

Vercelli
27 aprile 2003
Pro Vercelli0 – 0AlessandriaStadio Silvio Piola (1 500 spett.)
Arbitro:  Orsato (Schio)

Alessandria
4 maggio 2003
Alessandria0 – 2
(sosp. 51')
SüdtirolStadio Giuseppe Moccagatta (1 000 spett.)
Arbitro:  D'Aguanno (Marsala)

Alessandria
11 maggio 2003
Meda Mobili1 – 5AlessandriaStadio Giuseppe Moccagatta (700 spett.)
Arbitro:  Ioseffi (Siena)

Coppa Italia Serie C[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia Serie C 2002-2003.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Alessandria
18 agosto 2002
Alessandria4 – 3
0–2 tav.
VareseStadio Giuseppe Moccagatta (800 spett.)
Arbitro:  Bernardoni (Modena)

Pavia
21 agosto 2002
Pavia1 – 2
2–0 tav.
AlessandriaStadio Pietro Fortunati
Arbitro:  Liberti (Genova)

Alessandria
28 agosto 2002
Alessandria0 – 0
0–2 tav.
ValenzanaStadio Giuseppe Moccagatta
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Imperia
4 settembre 2002
Savona3 – 0AlessandriaStadio Nino Ciccione
Arbitro:  Marchesi (Bergamo)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione[2] Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie C2 29 17 5 5 7 19 19 17 1 6 10 12 24 34 6 11 17 31 43 -12
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia Serie C 2 0 0 2 0 4 2 0 0 2 0 5 2 0 0 4 0 9 -9
Totale 19 5 5 9 19 23 19 1 6 12 12 29 38 6 11 21 31 52 -21

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore p. 379 Coppa Italia Serie C Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Arrieta, C. C. Arrieta 92--92
Berardo, M. M. Berardo 220--220
Biato, E. E. Biato 15-16--15-16
Bifini, A. A. Bifini 112- '-112
Bono, M. M. Bono 260- '-260
Bracco, F. F. Bracco 110--110
Bravo, Bravo --- '-0-
Brichetto, G. G. Brichetto 8-11--8-11
Brognoli, S. S. Brognoli 110--110
Cacciatore, Cacciatore --1010
Carrea, Carrea --1010
Castagnone, M. M. Castagnone 15-14--15-14
Catenacci, F. F. Catenacci 70--70
Colloca, Colloca --1010
Coquin, S. S. Coquin 70--70
D'Angelo, G. G. D'Angelo --1010
Da Rold, A. A. Da Rold --- '-0-
Daldosso, D. D. Daldosso 191- '-191
Dei (II), T. T. Dei (II) 150- '-150
Di Giorgio, M. M. Di Giorgio --1-31-3
Donzella, M. M. Donzella 60--60
Esposito, C. C. Esposito 52--52
Faccini, A. A. Faccini 60--60
Garzon, S. S. Garzon 140- '-140
Genocchio, M. M. Genocchio 301040
Gerini, G.A. G.A. Gerini 401050
Gruttadauria, A. A. Gruttadauria 40--40
Lena, Lena --1010
Lombardini, M. M. Lombardini --- '-0-
Manni, A. A. Manni 112- '-112
Matys, P. P. Matys 110--110
Minadeo, A. A. Minadeo 294- '-294
Modesti, A. A. Modesti 280- '-280
Monza', ' ' Monza' --- '-0-
Nervi', ' ' Nervi' --- '-0-
Nordi, O. O. Nordi --- '- '00
Novembrino, S. S. Novembrino 20--20
Pascali, M. M. Pascali 305- '- '305
Penna, Penna --1010
Porrini, S. S. Porrini 110- '-110
Presotto, S. S. Presotto 10--10
Ramon, T. T. Ramon --- '- '00
Quadrini, D. D. Quadrini 307- '- '307
Rossi, G. G. Rossi 202--202
Rossi, N. N. Rossi 160--160
Saccani, M. M. Saccani 10--10
Salusso, Salusso --1010
Sardi, Sardi --1010
Scivitarro, Scivitarro --1010
Simari, Simari --1010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Melegari, 2002, p. 235.
  2. ^ Melegari, 2003, pp. 370, 431.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 2003. Modena, Panini, 2002.
  • Fabrizio Melegari (a cura di). Almanacco illustrato del calcio 2004. Modena, Panini, 2003.
  • La Stampa, annate 2002 e 2003.
  • La Gazzetta dello Sport, annate 2002 e 2003.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio