Associazione Calcio Torino 1976-1977

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Torino Football Club.

Associazione Calcio Torino
Associazione Calcio Torino 1976-1977.jpg
Stagione 1976-1977
AllenatoreItalia Luigi Radice
PresidenteItalia Orfeo Pianelli
Serie A2º posto
Coppa ItaliaPrimo turno
Coppa dei CampioniOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Graziani, Zaccarelli (30)
Totale: Graziani (38)
Miglior marcatoreCampionato: Graziani (21)
Totale: Graziani (23)
Maggior numero di spettatori66 012 vs Juventus
(3 aprile 1977)
Minor numero di spettatori6 000 vs Ascoli
(19 settembre 1976)
Media spettatori40 513¹
¹
considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Torino nelle competizioni ufficiali della stagione 1976-1977.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Francesco Graziani, miglior marcatore del campionato, impegnato nel derby del 3 aprile 1977.

In questa stagione il Torino, favorito ai nastri di partenza del campionato anche in virtù del titolo nazionale conquistato la stagione precedente, dette luogo a un lungo duello al vertice con i concittadini della Juventus, che alla fine ebbero la meglio per un solo punto. Le due squadre conclusero alla quota-record di 51 punti contro 50:[1] con un punteggio simile i granata avrebbero vinto lo scudetto in tutti i tornei a 16 squadre disputati in Italia.

In Coppa Italia il Torino non riuscì ad andare oltre il primo turno a vantaggio del sorprendente Lecce, appena promosso dalla Serie C, mentre in Coppa dei Campioni, dopo aver superato il Malmö FF grazie a una rocambolesca vittoria all'andata (gli svedesi raggiunsero i granata a due minuti dal termine, ma ritornarono in svantaggio dopo poco più di un minuto), il cammino dei piemontesi si fermò agli ottavi di finale contro i tedeschi d'Occidente del Borussia Mönchengladbach: i puledri sconfissero il Torino in trasferta per 2-1 mentre al ritorno, in casa, gestirono agevolmente la situazione in una partita che vide gli italiani concludere in otto, con Graziani costretto negli ultimi minuti a fare le veci di Castellini fra i pali.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

La squadra scende in campo nella trasferta di Bologna con la seconda divisa bianca

Alle tradizionali divise (maglia, calzoncini e calzettoni granata per le partite interne, maglia bianca, calzoncini e calzettoni granata per le partite esterne) viene aggiunto, come per ogni squadra campione d'Italia in carica, lo scudetto sulla parte sinistra della maglia. Nel caso della maglia del Torino della stagione 1976-1977, lo scudetto ha sormontato un toro stilizzato granata, simbolo della società.

Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta

Società[modifica | modifica wikitesto]

  • Presidente:
  • Segretario:
    • Giuseppe Bonetto
  • Medico sociale:
    • Cesare Cattaneo

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Il tecnico Luigi Radice posa tra i due neoacquisti Cesare Butti (a sinistra) e Luigi Danova (a destra).
N. Ruolo Giocatore
Italia P Luciano Castellini
Italia P Romano Cazzaniga
Italia D Vittorio Caporale
Italia D Luigi Danova
Italia D Fabrizio Gorin
Italia D Roberto Mozzini
Italia D Roberto Salvadori
Italia D Nello Santin
Italia C Cesare Butti
N. Ruolo Giocatore
Italia C Eraldo Pecci
Italia C Claudio Sala (capitano)
Italia C Patrizio Sala
Italia C Renato Zaccarelli
Italia A Marzio Bertocchi
Italia A Aldo Cantarutti [2]
Italia A Salvatore Garritano
Italia A Francesco Graziani
Italia A Paolino Pulici

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome a Modalità
P Claudio Garella Novara fine prestito
D Luigi Danova Cesena definitivo
C Cesare Butti Cagliari definitivo
A Giovanni Quadri Pistoiese fine prestito
Cessioni
R. Nome da Modalità
P Claudio Garella Lazio definitivo
P Mauro Pelosin Vigevano definitivo
D Marino Lombardo Cesena definitivo
D Giuseppe Pallavicini Monza definitivo
C Roberto Bacchin Novara definitivo
C Giuseppe Greco Turris prestito
C Giovanni Roccotelli Cagliari definitivo
A Giovanni Quadri Ascoli definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1976-1977.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Torino
3 ottobre 1976, ore 15:00 UTC+1
1ª giornata
Torino3 – 1SampdoriaStadio Comunale (35.198 spett.)
Arbitro: Italia Benedetti (Roma)

Bologna
10 ottobre 1976, ore 15:00 UTC+1
2ª giornata
Bologna0 – 3TorinoStadio Comunale (38.715 spett.)
Arbitro: Italia Menegali (Roma)

Torino
24 ottobre 1976, ore 14:20 UTC+1
3ª giornata
Torino2 – 0RomaStadio Comunale (29.465 spett.)
Arbitro: Italia Menicucci (Firenze)

Firenze
31 ottobre 1976, ore 14:30 UTC+1
4ª giornata
Fiorentina0 – 1TorinoStadio Comunale (35.313 spett.)
Arbitro: Italia Agnolin (Bassano del Grappa)

Torino
7 novembre 1976, ore 14:30 UTC+1
5ª giornata
Torino1 – 0InterStadio Comunale (46.132 spett.)
Arbitro: Italia Michelotti (Parma)

Perugia
21 novembre 1976, ore 14:30 UTC+1
6ª giornata
Perugia1 – 1TorinoStadio Comunale di Pian di Massiano (20.840 spett.)
Arbitro: Italia Casarin (Milano)

Torino
28 novembre 1976, ore 14:30 UTC+1
7ª giornata
Torino2 – 1NapoliStadio Comunale (50.333 spett.)
Arbitro: Italia Menegali (Roma)

Torino
5 dicembre 1976, ore 14:30 UTC+1
8ª giornata
Juventus0 – 2TorinoStadio Comunale (66.340 spett.)
Arbitro: Italia Agnolin (Bassano del Grappa)

Catanzaro
12 dicembre 1976, ore 14:30 UTC+1
9ª giornata
Catanzaro0 – 4TorinoStadio Comunale (20.159 spett.)
Arbitro: Italia Michelotti (Parma)

Torino
19 dicembre 1976, ore 14:30 UTC+1
10ª giornata
Torino2 – 0CesenaStadio Comunale (23.860 spett.)
Arbitro: Italia Barbaresco (Cormons)

Verona
2 gennaio 1977, ore 15:00 UTC+1
11ª giornata
Verona0 – 0TorinoStadio Marcantonio Bentegodi (31.396 spett.)
Arbitro: Italia Bergamo (Livorno)

Torino
9 gennaio 1977, ore 15:00 UTC+1
12ª giornata
Torino3 – 3LazioStadio Comunale (36.672 spett.)
Arbitro: Italia Gussoni (Tradate)

Milano
16 gennaio 1977, ore 15:00 UTC+1
13ª giornata
Milan0 – 0TorinoStadio San Siro (56.174 spett.)
Arbitro: Italia Menicucci (Firenze)

Torino
30 gennaio 1977, ore 15:00 UTC+1
14ª giornata
Torino1 – 0FoggiaStadio Comunale (36.471 spett.)
Arbitro: Italia Ciulli (Roma)

Genova
6 febbraio 1977, ore 15:00 UTC+1
15ª giornata
Genoa1 – 1TorinoStadio Luigi Ferraris (51.606 spett.)
Arbitro: Italia Ciacci (Firenze)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Genova
13 febbraio 1977, ore 15:00 UTC+1
16ª giornata
Sampdoria2 – 3TorinoStadio Luigi Ferraris (30.895 spett.)
Arbitro: Italia Lattanzi (Roma)

Torino
20 febbraio 1977, ore 15:00 UTC+1
17ª giornata
Torino1 – 0BolognaStadio Comunale (36.027 spett.)
Arbitro: Italia Casarin (Milano)

Roma
27 febbraio 1977, ore 15:00 UTC+1
18ª giornata
Roma1 – 0TorinoStadio Olimpico (54.415 spett.)
Arbitro: Italia Michelotti (Parma)

Torino
6 marzo 1977, ore 15:00 UTC+1
19ª giornata
Torino2 – 0FiorentinaStadio Comunale (44.482 spett.)
Arbitro: Italia Menegali (Roma)

Milano
13 marzo 1977, ore 15:00 UTC+1
20ª giornata
Inter0 – 1TorinoStadio San Siro (73.910 spett.)
Arbitro: Italia Serafino (Roma)

Torino
20 marzo 1977, ore 15:00 UTC+1
21ª giornata
Torino2 – 1PerugiaStadio Comunale (24.371 spett.)
Arbitro: Italia Bergamo (Livorno)

Napoli
27 marzo 1977, ore 15:00 UTC+2
22ª giornata
Napoli0 – 0TorinoStadio San Paolo (74.404 spett.)
Arbitro: Italia Lattanzi (Roma)

Torino
3 aprile 1977, ore 15:00 UTC+2
23ª giornata
Torino1 – 1JuventusStadio Comunale (66.012 spett.)
Arbitro: Italia Casarin (Milano)

Torino
10 aprile 1977, ore 15:00 UTC+2
24ª giornata
Torino3 – 1CatanzaroStadio Comunale (39.722 spett.)
Arbitro: Italia Prati (Parma)

Cesena
17 aprile 1977, ore 15:00 UTC+2
25ª giornata
Cesena0 – 3TorinoStadio La Fiorita (21.466 spett.)
Arbitro: Italia Menegali (Roma)

Torino
24 aprile 1977, ore 15:00 UTC+2
26ª giornata
Torino1 – 0VeronaStadio Comunale (40.615 spett.)
Arbitro: Italia Panzino (Catanzaro)

Roma
1º maggio 1977, ore 16:00 UTC+2
27ª giornata
Lazio0 – 0TorinoStadio Olimpico (48.326 spett.)
Arbitro: Italia Michelotti (Parma)

Torino
8 maggio 1977, ore 16:00 UTC+2
28ª giornata
Torino2 – 0MilanStadio Comunale (54.291 spett.)
Arbitro: Italia Lattanzi (Roma)

Foggia
15 maggio 1977, ore 16:00 UTC+2
29ª giornata
Foggia0 – 1TorinoStadio Pino Zaccheria (21.319 spett.)
Arbitro: Italia Casarin (Milano)

Torino
22 maggio 1977, ore 16:00 UTC+2
30ª giornata
Torino5 – 1GenoaStadio Comunale (43.631 spett.)
Arbitro: Italia Bergamo (Livorno)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1976-1977.

Girone eliminatorio[modifica | modifica wikitesto]

Taranto
1º settembre 1976, ore 17:00 UTC+2
2ª giornata
Taranto1 – 1TorinoStadio Salinella (22.412 spett.)
Arbitro: Italia Menicucci (Firenze)

Lecce
5 settembre 1976, ore 17:00 UTC+2
3ª giornata
Lecce2 – 1TorinoStadio Comunale (27.000 spett.)
Arbitro: Italia Gussoni (Tradate)

Torino
9 settembre 1976, ore 20:30 UTC+2
1ª giornata[3]
Torino3 – 0FoggiaStadio Comunale (16.390 spett.)
Arbitro: Italia Bergamo (Livorno)

Torino
19 settembre 1976, ore 20:30 UTC+2
5ª giornata
Torino4 – 1AscoliStadio Comunale (6.000 spett.)
Arbitro: Italia Lazzaroni (Milano)

Coppa dei Campioni[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa dei Campioni 1976-1977.

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
15 settembre 1976, ore 20:30 UTC+2
Gara di andata
Torino2 – 1Malmö FFStadio Comunale (57.726 spett.)
Arbitro: Turchia Babacan

Malmö
29 settembre 1976, ore 19:00 UTC+1
Gara di ritorno
Malmö FF1 – 1TorinoStadio Malmö (16.373 spett.)
Arbitro: Scozia Gordon

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Torino
20 ottobre 1976, ore 20:30 UTC+1
Gara di andata
Torino1 – 2Borussia MönchengladbachStadio Comunale (71.200 spett.)
Arbitro: Svizzera Hungerbühler

Düsseldorf
3 novembre 1976, ore 20:00 UTC+1
Gara di ritorno
Borussia Mönchengladbach0 – 0TorinoStadio Rheinstadion[4] (64.389 spett.)
Arbitro: Belgio Delcourt

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 50 15 13 2 0 31 9 15 8 6 1 20 5 30 21 8 1 51 14 +37
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 5 2 2 0 0 7 1 2 0 1 1 2 3 4 2 1 1 9 4 +5
Coppa Campioni.svg Coppa dei Campioni - 2 1 0 1 3 3 2 0 2 0 1 1 4 1 2 1 4 4 0
Totale - 19 16 2 1 41 13 19 8 9 2 23 9 38 24 11 3 64 22 +42

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Coppa dei Campioni Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Bertocchi, M. M. Bertocchi 000010??0000100+0+
Butti, C. C. Butti 151??40??20??211??
Cantarutti, A. A. Cantarutti 10??00000000100+0+
Caporale, V. V. Caporale 280??30??40??350??
Castellini, L. L. Castellini 28-14??3-3??4-4??35-21??
Cazzaniga, R. R. Cazzaniga 4-0??1-1??0-0005-10+0+
Danova, L. L. Danova 280??40??40??360??
Garritano, S. S. Garritano 81??23??20??124??
Gorin, F. F. Gorin 50??10??0000600+0+
Graziani, F. F. Graziani 3021??41??41??3823??
Mozzini, R. R. Mozzini 271??40??41??352??
Pecci, E. E. Pecci 230??41??20??291??
Pulici, P. P. Pulici 2916??32??40??3618??
Sala, C. C. Sala 252??30??30??312??
Sala, P. P. Sala 260??30??41??331??
Salvadori, R. R. Salvadori 282??30??40??352??
Santin, N. N. Santin 121??31??10??162??
Zaccarelli, R. R. Zaccarelli 305??20??40??365??

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ferruccio Cavallero, Una stagione da non dimenticare, in La Stampa, 23 maggio 1977, p. 11.
  2. ^ Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  3. ^ Partita prevista il 28 agosto e rinviata per impraticabilità di campo
  4. ^ Il Borussia M'gladbach giocava le sue partite di Coppa in Europa a Dusseldorf, a causa della ridotta capienza del proprio stadio