Torino Football Club 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Torino Football Club.

Torino Football Club
Stagione 2009-2010
Allenatore Italia Stefano Colantuono
(fino al 28/11)

Italia Mario Beretta
(fino al 09/01)

Italia Stefano Colantuono
Presidente Italia Urbano Cairo
Serie B 5º posto (perde la finale play-off)
Coppa Italia Terzo turno
Maggiori presenze Campionato: Bianchi (39)
Totale: Bianchi (45)
Miglior marcatore Campionato: Bianchi (24)
Totale: Bianchi (27)
Maggior numero di spettatori 25.346 vs. Brescia
(9 giugno 2010)
Minor numero di spettatori 2.600 vs. Figline
(9 agosto 2009)
Media spettatori 13.584 (campionato)

Questa pagina raccoglie i dati riguardanti il Torino Football Club nelle competizioni ufficiali della stagione 2009-2010.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il Torino disputa in questa stagione il suo decimo campionato di Serie B, dopo la drammatica retrocessione dalla Serie A nel 2008-2009. Per ottenere una pronta risalita nella massima serie, come la piazza granata naturalmente si attende, il presidente Urbano Cairo si affida a un allenatore che è già riuscito a ottenere una promozione pochi anni prima con l'Atalanta: Stefano Colantuono[1], caldeggiato anche dal d.s. Rino Foschi.

Nel corso del mercato estivo, l'organico della squadra viene nettamente modificato: Ivan Franceschini, Alberto Maria Fontana, Nicola Ventola, Marco Di Loreto, Roberto Stellone non ottengono il rinnovo del loro contratto, mentre Eugenio Corini decide di lasciare il calcio giocato. Vengono inoltre ceduti alcuni fra i giocatori più in vista, come Cesare Natali, Alessandro Rosina, Simone Barone, Blerim Dzemaili, Nicola Amoruso, Elvis Abbruscato.

La rosa riparte dai confermatissimi Matteo Sereni e Rolando Bianchi, e dal rientrante David Di Michele, a cui a inizio stagione viene affidata la fascia di capitano. A questi giocatori si aggiungono acquisti importanti: Simone Loria, Davide Zoboli, Massimo Loviso, Julio Cesar Leon e Daniele Vantaggiato, elementi utili per affrontare le difficoltà della categoria. Dopo il vincente debutto stagionale in Coppa Italia contro il Figline e la precoce eliminazione contro il Livorno al terzo turno, il 23 agosto inizia il campionato.

La partenza del Torino è positiva e, alla quinta giornata, la squadra comanda da sola la classifica. Sembrano i presupposti per una cavalcata trionfale, invece nelle successive quattro partite (di cui tre in casa) la squadra raccoglie solo due punti. A due vittorie consecutive, che illudono di poter interrompere la crisi, segue un altro mese senza successi, durante il quale il Torino rivela di non poter contare su ricambi all'altezza. Sono evidenti anche limiti caratteriali, che portano i giocatori a subire la pressione emotiva del pubblico nelle partite casalinghe. La sconfitta contro il Crotone per 1-2 nello Stadio Olimpico, maturata grazie a due gravissime amnesie difensive, è la goccia che fa traboccare il vaso: il presidente Cairo esonera Colantuono[2] e lo sostituisce con Mario Beretta[3].

L'esordio del nuovo tecnico, costretto a seguire la sua prima partita dalla tribuna per irrisolte procedure di idoneità medica, coincide con una vittoria sul Gallipoli. Ma le prestazioni della squadra, se possibile, peggiorano: nelle successive tre partite il Torino raccoglie la miseria di un punto contro la penultima in classifica. Nel frattempo i tifosi, esasperati dalle pessime prestazioni della squadra e da ricorrenti voci mediatiche su un non confermato scandalo scommesse, il 7 gennaio aggrediscono alcuni giocatori all'uscita di un ristorante[4]. Di questi, David Di Michele, Massimo Loviso, Paolo Zanetti, Riccardo Colombo, Aimo Diana, Marco Pisano e Francesco Pratali, ritenendo che l'ambiente non sia più ideale per loro, chiedono di essere ceduti. Il 9 gennaio, l'ennesima sconfitta subita con il Cittadella fa sprofondare il Torino all'undicesimo posto in classifica, a soli cinque punti dalla zona playout: il risultato costa il posto al mister Beretta, al cui posto viene richiamato Colantuono[5].

L'allenatore romano ritrova però una squadra molto diversa da quella che aveva iniziato il campionato. Il presidente Cairo ha infatti ingaggiato a fine dicembre il giovane direttore sportivo Gianluca Petrachi, ex giocatore che vanta anche un breve passato in granata[6]. Rino Foschi, che inizialmente sembrava destinato a lavorare in tandem con l'ultimo arrivato, ha invece rassegnato le dimissioni pochi giorni dopo[7]. Il nuovo d.s. si è messo subito all'opera, cedendo gli ammutinati e ingaggiando giocatori sconosciuti, in parte senza ingaggio in Serie A e in parte promesse in Lega Pro. Il Torino chiuderà il mercato invernale con 12 nuovi giocatori e 9 cessioni[8], che diventeranno 11 nel mese di febbraio.

Il 16 gennaio inizia il girone di ritorno: nonostante la curva Maratona rimanga pressoché deserta[9], il Torino torna alla vittoria in casa dopo quasi tre mesi, trascinato da Bianchi a cui è stata affidata la fascia di capitano. La nuova squadra sembra funzionare: dal giovane Danilo D'Ambrosio al più esperto Manolo Pestrin, tutti mostrano la grinta auspicata dalla tifoseria. A seguito di una clamorosa sconfitta interna contro la Salernitana, ultima in classifica, il 26 febbraio il presidente Cairo annuncia di voler vendere il club, per il bene della società[10]. Questa notizia sembra paradossalmente rasserenare gli animi: grazie a prestazioni convincenti e importanti vittorie fuori casa, il Torino rientra in zona playoff il 23 marzo, dopo la vittoria casalinga con l'Ascoli. Un'importante serie positiva porta la squadra, protagonista di quattro vittorie consecutive, a soli due punti dalla promozione diretta. Segue però una fase calante: la squadra raccoglie solo due pareggi nelle successive quattro partite, ricadendo al settimo posto, fuori dalla zona promozione.

Il clima nella società continua a non essere dei migliori: tramite una lettera ai tifosi, il presidente comunica la decisione di non salire a Superga il 4 maggio per partecipare alla Santa Messa in suffragio dei caduti granata, ricorrenza a cui non è mai mancato dall'inizio del suo mandato. Questa decisione viene presa per evitare ulteriori polemiche e divisioni con parte della tifoseria, che ha esplicitamente invitato Cairo a non salire al Colle, attraverso uno striscione allo stadio e una campagna stampa ben orchestrata da un quotidiano sportivo torinese[11].

Il finale di campionato è abbastanza positivo: sfumato l'obiettivo della promozione diretta, la squadra si qualifica per i play-off con un turno di anticipo dopo una serie di risultati utili nelle ultime giornate. Il Torino, nonostante un girone di ritorno nel quale ottiene più punti di tutti gli avversari, chiude infatti il campionato al quinto posto, guadagnandosi la semifinale dei play-off contro il Sassuolo.

Il regolamento dei playoff, che a parità di differenza reti nel doppio confronto premia il meglio piazzato, condanna la squadra granata a vincere per poter salire. La semifinale contro il Sassuolo viene superata contro pronostico e grazie ai gol di Bianchi, che permettono di conquistare un sofferto pareggio interno e una decisiva vittoria esterna. Ma i sogni di Serie A si infrangono in finale contro il Brescia. L'impresa stavolta non si ripete: nonostante il sostegno di oltre 25.000 spettatori all'Olimpico, la squadra ottiene solo un pari senza reti, con un gol annullato nei minuti di recupero, a cui segue la sconfitta fatale a Brescia. Il Torino rimane dunque in Serie B.

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Come sponsor tecnico per la stagione 2009-2010 è confermato Kappa, e anche le maglie sono le stesse della stagione precedente, a eccezione della terza, che diventa nera con inserti granata. Il primo sponsor ufficiale è Italporte[12], azienda di serramenti. È presente un secondo sponsor, Dahlia TV[13], piattaforma digitale in pay per view, presente sulle maglie in alto a destra. A inizio stagione, sono stati esposti sulla maglia anche sponsor come Il Buon Riso[14], Dolmar[15], Maniva[16], Skoda[17], Be-Total[18], Stylo rent a car[19]. Il logo della squadra è in alto a sinistra, sul cuore.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza maglia

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet della società[20][21]:

Area direttiva

  • Presidente:
  • Vice Presidente:
    • Giuseppe Cairo
  • Consiglieri:
    • Maria Castelli Cairo
    • Ugo Carenini
    • Giuseppe Ferrauto
    • Uberto Fornara
    • Marco Pompignoli
    • Gianni Trombetta

Area organizzativa

  • Team manager[22]:
  • Segretario generale:
  • Direttore amministrativo:
    • Luca Boccone
  • Staff Direzione Generale:
    • Massimo Cosentino
  • Segreteria:
    • Sonia Pierro

Area comunicazione

  • Area comunicazione e Brand licensing:
    • Alberto Barile
  • Biglietteria e rapporti con i club:
    • Fabio Bernardi
    • Dario Mazza

Area tecnica

  • Direttore sportivo[23][24]:
  • Allenatore[25][26]:
  • Allenatore in seconda:
  • Collaboratore tecnico:
    • Michele Armenise
      (fino al 28/11/2009 e dal 10/01/2010)
    • Max Canzi
      (dal 29/11/2009 al 09/01/2010)
  • Allenatore dei portieri:
    • Mariano Coccia
      (fino al 28/11/2009 e dal 10/01/2010)
    • Giorgio Rocca
      (dal 29/11/2009 al 09/01/2010)
  • Preparatori atletici:
    • Marco Montesanto
      (fino al 28/11/2009 e dal 10/01/2010)
    • Paolo Lazzarin
      (dal 29/11/2009 al 09/01/2010)
    • Marco Luison (recupero infortuni)

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario:
    • Gianluca Stesina
  • Medico addetto prima squadra:
    • Stefano Suraci
  • Massofisioterapisti:
    • Davide Scanavino
    • Silvio Fortunato
    • Paolo Castagno

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

In corsivo i calciatori non facenti più parte della rosa, ma iscritti a referto durante la stagione.

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Matteo Sereni
2 Italia D Davide Zoboli
3 Italia D Matteo Rubin
4 Italia C Manolo Pestrin[27]
4 Svizzera C Blerim Dzemaili[28]
5 Ghana C Ahmed Barusso[27]
5 Italia C Massimo Loviso[29]
6 Italia D Angelo Ogbonna
7 Francia C Gaël Genevier[27]
7 Italia C Paolo Zanetti[29]
8 Cile A Mario Salgado[27]
8 Italia A Elvis Abbruscato[28]
8 Italia A Daniele Vantaggiato[29]
9 Italia A Rolando Bianchi (C)
10 Italia C Filippo Antonelli Agomeri[27]
10 Italia A David Di Michele[29]
11 Honduras C Julio Cesar Leon
13 Italia D Simone Benedetti[30]
14 Italia C Andrea Gasbarroni
15 Italia D Simone Loria
16 Italia D Claudio Rivalta
17 Italia A Nicola Amoruso[28]
18 Senegal P Lys Gomis
19 Argentina C Nicolas Gorobsov
N. Ruolo Giocatore
20 Italia C Davide Bottone[29]
21 Italia C Luca Belingheri
22 Marocco A Rachid Arma
22 Francia A Dominique Malonga[28]
23 Italia C Aimo Diana[29]
24 Austria C Jurgen Saumel[29]
25 Italia D Vittorio Del Buono[30]
26 Italia D Marco Pisano[29]
27 Italia P Alex Calderoni[29]
28 Italia C Tommaso Vailatti
29 Italia D Agostino Garofalo[27]
30 Italia C Manuel Coppola
31 Italia P Davide Morello[27]
32 Italia D Emanuele Balzo[30]
32 Italia D Riccardo Colombo[29]
33 Italia A Gianmario Comi[30]
35 Italia A Pierpaolo Taraschi[30]
50 Italia D Francesco Pratali[29]
64 Italia D Rocco D'Aiello[27]
77 Italia C Giuseppe Statella[27]
86 Italia C Luigi Alberto Scaglia[27]
88 Italia D Danilo D'Ambrosio[27]
90 Italia P Danilo Tunno[30]
99 Brasile A Piá[27]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 all'1/9)[modifica | modifica wikitesto]

Trasferimenti della sessione estiva di calciomercato

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Mattia De Stefano Foligno Foligno fine prestito
D Simone Loria Roma Roma prestito[31]
D Mattia Masiero Ancona Ancona fine prestito
D Davide Zoboli Brescia Brescia prestito[32]
C Luca Belingheri Ascoli Ascoli definitivo[33]
C Davide Bottone Vicenza Vicenza fine prestito
C Manuel Coppola Parma Parma prestito[34]
C Blerim Dzemaili Bolton Bolton riscatto[35]
C Nicolas Gorobsov Vicenza Vicenza compartecipazione[36]
C Julio Cesar Leon Parma Parma prestito[34]
C Massimo Loviso Livorno Livorno definitivo[37]
A Nicola Amoruso Siena Siena fine prestito
A Rachid Arma SPAL SPAL compartecipazione[32]
A Sasa Bjelanovic Vicenza Vicenza fine prestito
A David Di Michele West Ham West Ham fine prestito
A Marco Moro SPAL SPAL fine prestito
A Marco Valtulina Pro Sesto Pro Sesto definitivo
A Daniele Vantaggiato Parma Parma prestito[38]
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Alberto Maria Fontana fine contratto[39]
D Paolo Hernan Dellafiore Palermo Palermo fine prestito
D Mattia De Stefano Valenzana Valenzana prestito
D Marco Di Loreto fine contratto
D Ivan Franceschini fine contratto
D Mattia Masiero Pro Patria Pro Patria definitivo[40]
D Cesare Natali Fiorentina Fiorentina definitivo[41]
C Ignazio Abate Milan riscatto[42]
C Simone Barone Cagliari Cagliari definitivo[43]
C Eugenio Corini fine carriera
C Blerim Dzemaili Parma Parma prestito[38]
C Mattia Lerda Bellaria Igea Marina Bellaria Igea Marina prestito
C Gianluca Rolandone Pro Vercelli fine prestito
C Alessandro Rosina Zenit Zenit S.Pietroburgo definitivo[44]
A Elvis Abbruscato Chievo Chievo prestito[45]
A Nicola Amoruso Parma Parma definitivo[34]
A Sasa Bjelanovic Vicenza Vicenza definitivo[46]
A Denis D'Onofrio Legnano Legnano prestito[47]
A Dominique Malonga Cesena Cesena prestito[32]
A Marco Moro Ascoli Ascoli definitivo[33]
A Roberto Stellone fine contratto[48]
A Sergiu Suciu Legnano Legnano prestito[47]
A Marco Valtulina SPAL SPAL compartecipazione
A Nicola Ventola fine contratto

Sessione invernale (dal 2/1 all'1/2)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Davide Morello non conosciuta svincolato definitivo[49]
D Rocco D'Aiello Gela Gela prestito[50]
D Danilo D'Ambrosio Juve Stabia Juve Stabia compartecipazione[51]
D Agostino Garofalo Siena Siena prestito[52]
C Filippo Antonelli Agomeri Bari Bari prestito[53]
C Ahmed Barusso Brescia Brescia prestito[54]
C Gael Genevier Siena Siena prestito[55]
C Manolo Pestrin Salernitana Salernitana prestito[56]
C Luigi Alberto Scaglia Brescia Brescia prestito[49]
C Giuseppe Statella Bari Bari prestito[49]
A Piá Napoli Napoli prestito[57]
A Mario Salgado Foggia Foggia compartecipazione[58]
A Sergiu Suciu Legnano Legnano fine prestito[49]
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Alex Calderoni Triestina Triestina definitivo[59]
D Riccardo Colombo Triestina Triestina prestito[59]
D Marco Pisano Bari Bari prestito[53]
D Francesco Pratali Siena Siena prestito[59]
C Massimo Loviso Lecce Lecce prestito[60]
C Jurgen Saumel Brescia Brescia prestito[54]
C Paolo Zanetti Atalanta Atalanta prestito[61]
A David Di Michele Lecce Lecce prestito[60]
A Daniele Vantaggiato Parma Parma fine prestito[62]

Trasferimenti dopo la sessione invernale[modifica | modifica wikitesto]

Cessioni
R. Nome a Modalità
C Davide Bottone CFR Cluj prestito[63]
C Aimo Diana Bellinzona Bellinzona prestito[64]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie B[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Serie B 2009-2010.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Grosseto
21 agosto 2009, ore 20:45 UTC+2
1ª giornata
Grosseto Grosseto 0 – 3
referto
Torino Torino Stadio Carlo Zecchini (5.049 spett.)
Arbitro Bergonzi (Genova)

Torino
31 agosto 2009, ore 20:45 UTC+2
2ª giornata
Torino Torino 3 – 0
referto
Empoli Empoli Stadio Olimpico (18.606 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Brescia
6 settembre 2009, ore 20:45 UTC+2
3ª giornata
Brescia Brescia 1 – 0
referto
Torino Torino Stadio Mario Rigamonti (6.150 spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Torino
12 settembre 2009, ore 15:30 UTC+2
4ª giornata
Torino Torino 2 – 1
referto
AlbinoLeffe AlbinoLeffe Stadio Olimpico (13.209 spett.)
Arbitro Velotto (Grosseto)

Salerno
18 settembre 2009, ore 20:45 UTC+2
5ª giornata
Salernitana Salernitana 0 – 3
referto
Torino Torino Stadio Arechi (7.118 spett.)
Arbitro P. Mazzoleni (Bergamo)

Torino
22 settembre 2009, ore 20:45 UTC+2
6ª giornata
Torino Torino 0 – 1
referto
Padova Padova Stadio Olimpico (15.194 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Frosinone
26 settembre 2009, ore 15:30 UTC+2
7ª giornata
Frosinone Frosinone 2 – 2
referto
Torino Torino Stadio Comunale Matusa (6.995 spett.)
Arbitro Giannoccaro (Lecce)

Torino
5 ottobre 2009, ore 20:45 UTC+2
8ª giornata
Torino Torino 1 – 1
referto
Ancona Ancona Stadio Olimpico (14.175 spett.)
Arbitro Calvarese (Teramo)

Torino
11 ottobre 2009, ore 15:00 UTC+2
9ª giornata
Torino Torino 0 – 1
referto
Modena Modena Stadio Olimpico (13.344 spett.)
Arbitro Pierpaoli (Firenze)

Ascoli Piceno
17 ottobre 2009, ore 15:30 UTC+2
10ª giornata
Ascoli Ascoli 1 – 2
referto
Torino Torino Stadio Cino e Lillo Del Duca (6.415 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Torino
23 ottobre 2009, ore 20:45 UTC+2
11ª giornata
Torino Torino 2 – 0
referto
Reggina Reggina Stadio Olimpico (13.650 spett.)
Arbitro Stefanini (Prato)

Trieste
31 ottobre 2009, ore 15:30 UTC+1
12ª giornata
Triestina Triestina 2 – 0
referto
Torino Torino Stadio Nereo Rocco (7.553 spett.)
Arbitro Ciampi (Roma)

Torino
9 novembre 2009, ore 20:45 UTC+1
13ª giornata
Torino Torino 2 – 2
referto
Lecce Lecce Stadio Olimpico (13.906 spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Piacenza
15 novembre 2009, ore 15:00 UTC+1
14ª giornata
Piacenza Piacenza 0 – 0
referto
Torino Torino Stadio Leonardo Garilli (4.754 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Cesena
23 novembre 2009, ore 20:45 UTC+1
15ª giornata
Cesena Cesena 1 – 1
referto
Torino Torino Stadio Dino Manuzzi (16.055 spett.)
Arbitro Rocchi (Firenze)

Torino
28 novembre 2009, ore 15:30 UTC+1
16ª giornata
Torino Torino 1 – 2
referto
Crotone Crotone Stadio Olimpico (11.483 spett.)
Arbitro Tommasi (Bassano del Grappa)

Lecce
5 dicembre 2009, ore 15:30 UTC+1
17ª giornata
Gallipoli Gallipoli 0 – 1
referto
Torino Torino Stadio Via del Mare (1.531 spett.)
Arbitro Baracani (Firenze)

Torino
12 dicembre 2009, ore 15:30 UTC+1
18ª giornata
Torino Torino 0 – 1
referto
Sassuolo Sassuolo Stadio Olimpico (10.997 spett.)
Arbitro Trefoloni (Siena)

Vicenza
19 dicembre 2009, ore 15:30 UTC+1
19ª giornata
Vicenza Vicenza 1 – 0
referto
Torino Torino Stadio Romeo Menti (6.847 spett.)
Arbitro Brighi (Cesena)

Torino
5 gennaio 2010, ore 18:00 UTC+1
20ª giornata
Torino Torino 1 – 1
referto
Mantova Mantova Stadio Olimpico (11.827 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Cittadella
9 gennaio 2010, ore 15:30 UTC+1
21ª giornata
Cittadella Cittadella 2 – 0
referto
Torino Torino Stadio Piercesare Tombolato (2.693 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Torino
16 gennaio 2010, ore 15:30 UTC+1
22ª giornata
Torino Torino 4 – 1
referto
Grosseto Grosseto Stadio Olimpico (10.653 spett.)
Arbitro Giannoccaro (Lecce)

Empoli
22 gennaio 2010, ore 20:45 UTC+1
23ª giornata
Empoli Empoli 0 – 0
referto
Torino Torino Stadio Carlo Castellani (3.880 spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Torino
5 febbraio 2010, ore 20:45 UTC+1
24ª giornata
Torino Torino 1 – 1
referto
Brescia Brescia Stadio Olimpico (12.330 spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Bergamo
13 febbraio 2010, ore 16:15 UTC+1
25ª giornata
AlbinoLeffe AlbinoLeffe 0 – 1
referto
Torino Torino Stadio Atleti Azzurri d'Italia (3.985 spett.)
Arbitro Baracani (Firenze)

Torino
20 febbraio 2010, ore 14:00 UTC+1
26ª giornata
Torino Torino 2 – 3
referto
Salernitana Salernitana Stadio Olimpico (11.856 spett.)
Arbitro Stefanini (Prato)

Padova
27 febbraio 2010, ore 16:15 UTC+1
27ª giornata
Padova Padova 0 – 1
referto
Torino Torino Stadio Euganeo (8.872 spett.)
Arbitro Giannoccaro (Lecce)

Torino
6 marzo 2010, ore 15:30 UTC+1
28ª giornata
Torino Torino 3 – 1
referto
Frosinone Frosinone Stadio Olimpico (14.866 spett.)
Arbitro Tommasi (Bassano del Grappa)

Ancona
13 marzo 2010, ore 15:30 UTC+1
29ª giornata
Ancona Ancona 2 – 1
referto
Torino Torino Stadio Del Conero (7.594 spett.)
Arbitro P. Mazzoleni (Bergamo)

Modena
20 marzo 2010, ore 15:30 UTC+1
30ª giornata
Modena Modena 0 – 2
referto
Torino Torino Stadio Alberto Braglia (7.498 spett.)
Arbitro Velotto (Grosseto)

Torino
23 marzo 2010, ore 20:45 UTC+1
31ª giornata
Torino Torino 1 – 0
referto
Ascoli Ascoli Stadio Olimpico (13.392 spett.)
Arbitro Peruzzo (Schio)

Reggio Calabria
28 marzo 2010, ore 12:30 UTC+2
32ª giornata
Reggina Reggina 1 – 2
referto
Torino Torino Stadio Oreste Granillo (5.909 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Torino
2 aprile 2010, ore 19:00 UTC+2
33ª giornata
Torino Torino 1 – 0
referto
Triestina Triestina Stadio Olimpico (15.107 spett.)
Arbitro Pinzani (Empoli)

Lecce
10 aprile 2010, ore 15:30 UTC+2
34ª giornata
Lecce Lecce 2 – 1
referto
Torino Torino Stadio Via del Mare (10.601 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Torino
13 aprile 2010, ore 20:45 UTC+2
35ª giornata
Torino Torino 1 – 1
referto
Piacenza Piacenza Stadio Olimpico (13.601 spett.)
Arbitro Tommasi (Bassano del Grappa)

Torino
17 aprile 2010, ore 20:45 UTC+2
36ª giornata
Torino Torino 1 – 1
referto
Cesena Cesena Stadio Olimpico (16.658 spett.)
Arbitro Valeri (Roma)

Crotone
24 aprile 2010, ore 15:30 UTC+2
37ª giornata
Crotone Crotone 1 – 0
referto
Torino Torino Stadio Ezio Scida (5.920 spett.)
Arbitro Baracani (Firenze)

Torino
1º maggio 2010, ore 15:30 UTC+2
38ª giornata
Torino Torino 2 – 0
referto
Gallipoli Gallipoli Stadio Olimpico (12.856 spett.)
Arbitro Peruzzo (Schio)

Modena
8 maggio 2010, ore 15:30 UTC+2
39ª giornata
Sassuolo Sassuolo 2 – 3
referto
Torino Torino Stadio Alberto Braglia (5.833 spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Torino
15 maggio 2010, ore 15:30 UTC+2
40ª giornata
Torino Torino 1 – 0
referto
Vicenza Vicenza Stadio Olimpico (14.589 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Mantova
23 maggio 2010, ore 15:00 UTC+2
41ª giornata
Mantova Mantova 0 – 0
referto
Torino Torino Stadio Danilo Martelli (7.500 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Torino
30 maggio 2010, ore 15:00 UTC+2
42ª giornata
Torino Torino 1 – 0
referto
Cittadella Cittadella Stadio Olimpico (12.973 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]
Torino
2 giugno 2010, ore 18:30 UTC+2
Gara di andata
Torino Torino 1 – 1
referto
Sassuolo Sassuolo Stadio Olimpico (18.249 spett.)
Arbitro Bergonzi (Genova)

Modena
6 giugno 2010, ore 21:00 UTC+2
Gara di ritorno
Sassuolo Sassuolo 1 – 2
referto
Torino Torino Stadio Alberto Braglia (9.385 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Finale[modifica | modifica wikitesto]
Torino
9 giugno 2010, ore 20:45 UTC+2
Gara di andata
Torino Torino 0 – 0
referto
Brescia Brescia Stadio Olimpico (25.346 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Brescia
13 giugno 2010, ore 20:45 UTC+2
Gara di ritorno
Brescia Brescia 2 – 1
referto
Torino Torino Stadio Mario Rigamonti (16.203 spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Coppa Italia 2009-2010.

Secondo turno[modifica | modifica wikitesto]

Ivrea
9 agosto 2009, ore 20:30 UTC+2
Gara unica
Torino Torino 1 – 0 Figline Figline Stadio Gino Pistoni[65] (2.600 spett.)
Arbitro Bergonzi (Genova)

Terzo turno[modifica | modifica wikitesto]

Livorno
14 agosto 2009, ore 20:30 UTC+2
Gara unica
Livorno Livorno 2 – 0 Torino Torino Stadio Armando Picchi (3.821 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Coppa Ali della Vittoria.png Serie B 68 21 10 6 5 30 18 21 9 5 7 23 18 42 19 11 12 53 36 +17
1uparrow green.svg Play-off - 2 0 2 0 1 1 2 1 0 1 3 3 4 1 2 1 4 4 0
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 1 1 0 0 1 0 1 0 0 1 0 2 2 1 0 1 1 2 -1
Totale - 24 11 8 5 32 19 24 10 5 9 26 23 48 21 13 14 58 42 +16

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie B Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Abbruscato, E. E. Abbruscato 1 0 0 0 2 0 0 0 3 0 0 0
Amoruso, N. N. Amoruso 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0
Antonelli, F. F. Antonelli 10+2 0 0 0 0 0 0 0 12 0 0 0
Arma, R. R. Arma 10+2 0+1 0 0 0 0 0 0 12 1 0 0
Barusso, A. A. Barusso 15+3 2 3+1 1+1 0 0 0 0 18 2 4 2
Belingheri, L. L. Belingheri 18+1 3 1 1 1 0 0 0 20 3 1 1
Benedetti, S. S. Benedetti 1 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0
Bianchi, R. R. Bianchi 39+4 24 + 2 8+1 0 2 1 0 0 45 25 9 0
Bottone, D. D. Bottone 10 0 1 0 1 0 0 0 11 0 1 0
Calderoni, A. A. Calderoni 3 -4 0 0 0 0 0 0 3 -4 0 0
Colombo, R. R. Colombo 10 0 5 0 1 0 0 0 11 0 5 0
Coppola, M. M. Coppola 17 0 2 0 0 0 0 0 17 0 2 0
D'Aiello, R. R. D'Aiello 3+3 0 0+2 0 0 0 0 0 6 0 2 0
D'Ambrosio, D. D. D'Ambrosio 19+3 1 4+1 0+1 0 0 0 0 22 1 5 1
Diana, A. A. Diana 15 1 1 0 1 0 0 0 16 1 1 0
Di Michele, D. D. Di Michele 18 4 1 1 1 0 0 0 19 4 1 1
Dzemaili, B. B. Dzemaili 0 0 0 0 2 0 1 0 2 0 1 0
Garofalo, A. A. Garofalo 9+2 1 2+1 0 0 0 0 0 11 1 3 0
Gasbarroni, A. A. Gasbarroni 35+4 2 7+1 0 2 0 1 0 41 2 9 0
Genevier, G. G. Genevier 17+4 1 2+1 0 0 0 0 0 21 1 3 0
Gorobsov, N. N. Gorobsov 14 0 3 1 1 0 0 0 15 0 3 1
Leon, J. J. Leon 21 3 5 2 0 0 0 0 21 3 5 2
Loria, S. S. Loria 28+4 2 8+2 2 2 0 2 0 34 2 12 2
Loviso, M. M. Loviso 17 0 2 0 2 0 0 0 19 0 2 0
Morello, D. D. Morello 6+4 -3 + -4 0+1 0 0 0 0 0 10 -3 1 0
Ogbonna, A. A. Ogbonna 28+3 1 4 0 1 0 0 0 32 1 4 0
Pestrin, M. M. Pestrin 15+3 0 8+1 2 0 0 0 0 18 0 9 2
Piá, Piá 17 3 1 0 0 0 0 0 17 3 1 0
Pisano, M. M. Pisano 4 0 0 0 2 0 0 0 6 0 0 0
Pratali, F. F. Pratali 11 2 4 0 2 0 1 0 13 2 5 0
Rivalta, C. C. Rivalta 26 0 6 2 1 0 0 0 27 0 6 2
Rubin, M. M. Rubin 34+4 1 7+1 0 0 0 0 0 38 1 8 0
Salgado, M. M. Salgado 6+3 1 1 0 0 0 0 0 9 1 1 0
Saumel, J. J. Saumel 11 0 1 0 0 0 0 0 11 0 1 0
Scaglia, L. A. L. A. Scaglia 11+4 1+1 0 0 0 0 0 0 15 2 0 0
Sereni, M. M. Sereni 35 -29 2 0 2 -2 0 0 37 -31 2 0
Statella, G. G. Statella 4+3 0 1 0 0 0 0 0 7 0 1 0
Vailatti, T. T. Vailatti 2 0 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0
Vantaggiato, D. D. Vantaggiato 11 0 1 0 0 0 0 0 11 0 1 0
Zanetti, P. P. Zanetti 14 0 3 0 1 0 0 0 15 0 3 0
Zoboli, D. D. Zoboli 20 0 8 1 0 0 0 0 20 0 8 1

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Dal sito internet della società[66]:

Area direttiva

  • Responsabile Tecnico Settore Giovanile: Antonio Comi
  • Responsabile Tecnico Scuola Calcio: Silvano Benedetti
  • Segreteria Settore Giovanile: Massimiliano Mazzetta

Area tecnica - Primavera

Area tecnica - Allievi Nazionali

  • Allenatore: Giovanni Zichella
  • Allenatore dei portieri: Giovanni Tunno
  • Preparatore atletico: Maurizio Pasqualini
  • Dirigenti: Ennio Nisoli, Lorenzo Pandi, Salvatore Di Niquili

Area tecnica - Allievi Provinciali

  • Allenatore: Moreno Longo
  • Allenatore dei portieri: Giovanni Tunno
  • Preparatore atletico: Lorenzo Gobetti
  • Dirigenti: Luigi Sacco, Agnello Russo, Giulio Ferrero

Area tecnica - Giovanissimi Nazionali

  • Allenatore: Roberto Fogli
  • Allenatore dei portieri: Luca Squinzani
  • Preparatore atletico: Massimo Garella
  • Dirigenti: Angelo Andriulli, Gianpiero Magnetti, Umberto Francou

Area tecnica - Giovanissimi Fascia B

  • Allenatore: Andrea Menghini
  • Allenatore dei portieri: Luca Squinzani
  • Preparatore atletico: Lorenzo Gobetti
  • Dirigenti: Stellio Guerra, Giovanni Franco

Area tecnica - Esordienti 1997

  • Allenatore: Teodoro Coppola
  • Collaboratore tecnico: Umberto Esposito
  • Allenatore dei portieri: Marco Pasin
  • Dirigenti: Renato Mazzetta, Riccardo Vigna

Area tecnica - Esordienti 1998

  • Allenatore: Alessandro Spugna
  • Allenatore dei portieri: Riccardo Iaci
  • Preparatore coordinativo: Fabrizio Garbolino
  • Dirigenti: Antonio Agatiello, Alberto Fachino, Remo Conterno

Area tecnica - Pulcini 1999

  • Allenatore: Ermanno De Maria, Massimiliano Capriolo
  • Allenatore dei portieri: Stefano Baroncini
  • Dirigenti: Guido Viretto, Matteo Fontana, Walter Rosso, Paolo Mollar

Area tecnica - Pulcini 2000

  • Allenatore: Marco Bertoglio, Mauro Vela
  • Preparatore coordinativo: Paolo Nava
  • Dirigenti: Ezio Vela, Filippo Muscolo, Valentino De Corte

Area tecnica - Pulcini 2001

  • Allenatore: Francesco Di Nuovo, Roberto Boccardo
  • Preparatore coordinativo: Paolo Nava
  • Dirigenti: Gianni Cantalupo, Vito Lanzoni, Ugo Bertucci, Michele Monetta

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Primavera:
  • Allievi nazionali:
  • Allievi provinciali:
    • Campionato:
  • Giovanissimi nazionali:
    • Campionato: eliminato agli ottavi di finale.
  • Giovanissimi fascia B:
    • Campionato invernale:
    • Campionato primaverile:
  • Esordienti 1997:
  • Esordienti 1998:
  • Pulcini 1999:
  • Pulcini 2000:
  • Pulcini 2001:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Colantuono al Toro, rinnovo se va in A in lastampa.it, 16 giugno 2009. URL consultato il 4 aprile 2010.
  2. ^ Toro, Colantuono al capolinea in lastampa.it, 29 novembre 2009. URL consultato il 4 aprile 2010.
  3. ^ Toro in mano a Beretta in lastampa.it, 30 novembre 2009. URL consultato il 4 aprile 2010.
  4. ^ Toro, i giocatori aggrediti: "Noi a Cittadella non giochiamo" in lastampa.it, 8 gennaio 2010. URL consultato il 4 aprile 2010.
  5. ^ Toro esonerato Beretta, torna Colantuono licenziato 5 partite fa in lastampa.it, 11 gennaio 2010. URL consultato il 4 aprile 2010.
  6. ^ Toro, arriva Petrachi il mago del low cost in lastampa.it, 27 dicembre 2009. URL consultato il 4 aprile 2010.
  7. ^ Toro, caos senza fine: Foschi primo a pagare in lastampa.it, 7 gennaio 2010. URL consultato il 4 aprile 2010.
  8. ^ Petrachi lancia il Torino dei precari: siamo più forti, spendere non serviva in lastampa.it, 3 febbraio 2010. URL consultato il 4 aprile 2010.
  9. ^ Caos Toro, sciopero del tifo: "Sabato tutti al Filadelfia" in lastampa.it, 11 gennaio 2010. URL consultato il 4 aprile 2010.
  10. ^ Cairo: "Vendo il Toro" in lastampa.it, 26 febbraio 2010. URL consultato il 4 aprile 2010.
  11. ^ Lettera del Presidente ai tifosi del Toro, torinofc.it.
  12. ^ Italporte main sponsor del Torino Fc, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  13. ^ Presentato il nuovo second sponsor, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  14. ^ Il Buon Riso torna al centro delle maglie del Toro, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  15. ^ Dolmar al centro delle maglie del Toro contro l'Ancona, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  16. ^ Maniva spa al centro delle maglie del Toro ad Ascoli, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  17. ^ Skoda Yeti sulle maglie del Toro contro la Reggina, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  18. ^ Be-Total Body Plus al centro delle maglie del Toro, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  19. ^ Stylo rent a car main sponsor del Toro contro il Grosseto, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  20. ^ torinofc.it, http://www.torinofc.it/content/view/5/45/. URL consultato il 4 aprile 2010.
  21. ^ torinofc.it, http://www.torinofc.it/index.php?option=com_joomleague&func=showPlayers&p=39&tid=399&Itemid=56. URL consultato il 4 aprile 2010.
  22. ^ Giacomo Ferri team manager del Torino, torinofc.it. URL consultato il 5 aprile 2010.
  23. ^ Presentazione di Gianluca Petrachi, torinofc.it. URL consultato il 5 aprile 2010.
  24. ^ Foschi rassegna le sue dimissioni, torinofc.it. URL consultato il 5 aprile 2010.
  25. ^ Beretta è il nuovo allenatore del Torino, torinofc.it. URL consultato il 5 aprile 2010.
  26. ^ Esonerato Mario Beretta, torinofc.it. URL consultato il 5 aprile 2010.
  27. ^ a b c d e f g h i j k l Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato.
  28. ^ a b c d Ceduto durante la sessione estiva di calciomercato.
  29. ^ a b c d e f g h i j k Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato.
  30. ^ a b c d e f Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera.
  31. ^ Simone Loria al Toro, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  32. ^ a b c Arma e Zoboli al Toro, ceduto Malonga al Cesena, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  33. ^ a b Il Toro acquista Belingheri, ceduto Moro all'Ascoli, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  34. ^ a b c Coppola e Leon al Toro, ceduto Amoruso al Parma, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  35. ^ Abbiamo acquistato interamente Dzemaili, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  36. ^ Il Torino F.C. acquista Nicolas Martin Gorobsov, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  37. ^ Loviso è del Toro, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  38. ^ a b Daniele Vantaggiato al Toro, ceduto Dzemaili al Parma, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  39. ^ Nel corso della sessione di calciomercato si trasferisce al Novara Novara.
  40. ^ Masiero alla Pro Patria, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  41. ^ Natali ceduto alla Fiorentina, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  42. ^ Il Torino F.C. cede Ignazio Abate, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  43. ^ Barone ceduto al Cagliari, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  44. ^ Rosina allo Zenit San Pietroburgo, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  45. ^ Abbruscato al Chievo Verona, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  46. ^ Il Torino F.C. cede Sasa Bjelanovic, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  47. ^ a b D'Onofrio e Suciu al Legnano, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  48. ^ Nel corso della sessione di calciomercato si trasferisce al Frosinone Frosinone.
  49. ^ a b c d Scaglia, Morello e Statella al Torino, rientra Suciu, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  50. ^ D'Aiello al Toro, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  51. ^ D'Ambrosio al Toro, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  52. ^ Garofalo al Torino, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  53. ^ a b Antonelli al Torino, ceduto Pisano al Bari, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  54. ^ a b Barusso al Torino, ceduto Saumel al Brescia, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  55. ^ Genevier al Toro, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  56. ^ Pestrin al Torino, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  57. ^ Pià al Torino, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  58. ^ Salgado al Torino, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  59. ^ a b c Ceduti Calderoni, Colombo e Pratali, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  60. ^ a b Di Michele e Loviso al Lecce, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  61. ^ Paolo Zanetti all'Atalanta, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  62. ^ Risolto il prestito di Vantaggiato, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  63. ^ Bottone al Cluj, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  64. ^ Diana al Bellinzona, torinofc.it. URL consultato il 4 aprile 2010.
  65. ^ Partita disputata a Ivrea per indisponibilità dello Stadio Olimpico a causa di un raduno di Testimoni di Geova.
  66. ^ torinofc.it, http://www.torinofc.it/content/blogsection/29/89/. URL consultato il 4 aprile 2010.