Davide Morello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Davide Morello
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Ritirato 2013
Carriera
Squadre di club1
1994-1996 Panormus 1 (-?)
1996-1998 Orlandina 59 (-?)
1998-2000 600px bisection vertical HEX-F9A7D2 Black.svg Ruggiero Lauria 50 (-?)
2000-2001 600px 3 stripes Yellow HEX-FFFF00 Black.svg Cephaledium 30 (-?)
2001-2002 Cavese 23 (-25)
2002-2004 Isernia 40 (-?)[1]
2004 Arezzo 0 (-0)
2004-2005 Gela 32 (-17)[2]
2005-2007 Ancona 25 (-22)[3]
2007 Pisa 4 (-2)[4]
2007-2009 Pisa 59 (-64)[5]
2010-2012 Torino 11 (-9)[6]
2012-2013 Trapani 0 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Davide Morello (Palermo, 22 giugno 1978) è un ex calciatore italiano, di ruolo portiere.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera nella seconda squadra di Palermo, e dopo aver giocato sette stagioni nei campionati dilettantistici, di cui due in Basilicata, in serie D, a Lauria, nel 2001 entra nella rosa della Cavese. Dal 2002 al 2004 gioca nell'Isernia, con cui ottiene la promozione dalla Serie D alla Serie C2.

Nel 2004 viene acquistato a titolo definitivo dall'Arezzo, ma viene immediatamente girato in prestito al Gela, sempre in Serie C2, con la quale disputa 36 partite di campionato. Il 30 agosto 2005 passa in compartecipazione all'Ancona[7] con cui disputa la stagione 2005-2006 e ottiene la promozione in Serie C1.

Pisa[modifica | modifica wikitesto]

Resta nelle Marche anche per la stagione successiva, ma il 23 gennaio 2007 si trasferisce in prestito al Pisa[8], dove fino a fine stagione si gioca il posto da titolare con Giovanni Indiveri[9]; alla fine dell'anno la squadra toscana, guidata da Piero Braglia riesce, attraverso i playoff, a centrare la promozione in Serie B, e Morello, torna ad Ancona per la fine del prestito.

Il 23 giugno 2007 Arezzo e Ancona vanno alle buste per il giocatore, che, non venendo depositata alcuna offerta, resta all'Ancona[10]. Il 6 luglio successivo, però, torna ufficialmente a titolo definitivo al Pisa[11] che lo conferma come portiere titolare per la stagione 2007-2008. Nell'anno successivo, Il Pisa, nell'anno del suo centenario, conferma Gian Piero Ventura sulla panchina, ma a seguito di risultati negativi, gli subentra Bruno Giordano, che conferma Morello in porta. All'ultima giornata di campionato, complice anche una combinazione di risultati a sfavore, il club toscano retrocede direttamente in Lega Pro, e successivamente, fallisce, lasciando anche Morello svincolato a parametro zero.

Frequenta dunque i campi di Coverciano in attesa di una chiamata e successivamente accetta l'offerta del club bulgaro del Botev Plovdiv, allenato all'epoca da Enrico Piccioni. Dopo pochi giorni di allenamento in Bulgaria, ritorna sui suoi passi, complice la difficile situazione finanziaria del club[12].

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Il 1º febbraio 2010, dopo sei mesi di inattività, firma per il Torino[13][14], per fare da dodicesimo a Matteo Sereni. Debutta in maglia granata il 13 febbraio seguente, nella trasferta contro l'AlbinoLeffe, parando un calcio di rigore battuto da Marco Cellini[15]. In seguito alla sciatalgia sofferta da Sereni, diventa titolare della porta granata, disputando tutte e quattro le partite dei playoff, persi poi contro il Brescia.

Rimane in granata per la stagione 2010-2011, sotto la guida di Franco Lerda, e inizia la stagione da titolare. La sconfitta in prima giornata contro il Varese e soprattutto una serie di interventi negativi nella partita esterna contro il Cittadella (dove viene sostituito all'intervallo da Davide Bassi), inducono l'allenatore a preferirgli Rubinho, appena arrivato in prestito dal Palermo. Termina la stagione con sole due partite disputate, e quattro reti subite.

Con l'arrivo di Gian Piero Ventura viene confermato per la stagione 2011-2012, che lo vede secondo portiere alle spalle del titolare Ferdinando Coppola. Debutta in campionato nella trasferta di Modena, dove subisce le due reti che segnano la sconfitta dei granata; gioca come titolare nel pareggio casalingo a reti bianche contro l'AlbinoLeffe. Il 30 giugno 2012, dopo il termine del suo contratto, resta svincolato a parametro zero.

Ultimi anni[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 settembre 2012 viene ingaggiato dal Trapani[16][17]. Debutta in Lega Pro nella gara di Coppa Italia Lega Pro contro l'Hinterreggio, terminata 2-0. Gioca la sua seconda partita in maglia granata, il 19 maggio 2013, in occasione della gara d'andata della Supercoppa di Lega di Prima Divisione contro l'Avellino terminata 1-1.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 19 maggio 2013.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-2008 Italia Pisa B 36+2[18] -34 + -3[18] CI 1 -1 - - - - - 39 -38
2008-2009 B 23 -29 CI 1 -2 - - - - - - 24 -31
Totale Pisa 59+2 -63 + -3 2 -3 - - - - 63 -69
gen.-giu. 2010 Italia Torino B 6+4[18] -3 + -4[18] CI - - - - - - - - 10 -7
2010-2011 B 2 -4 CI 1 -1 - - - - - - 3 -5
2011-2012 B 3 -2 CI 0 -0 - - - - - - 3 -2
Totale Torino 11+4 -9 + -4 1 -1 - - - - 16 -14
2012-2013 Italia Trapani 1D 0 -0 CI+CI-LP 0+3 -1 - - - SL-PD 1 -1 4 -2
Totale carriera 70+6 -72 + -7 6 -5 - - 1 -1 83 -85

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Trapani: 2012-2013

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 42 (-?) se si contano i play-out della Serie C1 2003-2004
  2. ^ 36 (-17) se si contano i play-off della Serie C2 2004-2005
  3. ^ 27 (-25) se si contano i play-off della Serie C2 2005-2006
  4. ^ 8 (-5) se si contano i play-off della Serie C1 2006-2007
  5. ^ 61 (-67) se si contano i play-off della Serie B 2007-2008
  6. ^ 15 (-13) se si contano i play-off della Serie B 2009-2010
  7. ^ Ufficiale: Ancona, altri due colpi, Tuttomercatoweb.com, 30 agosto 2005. URL consultato il 15 febbraio 2012.
  8. ^ Ufficiale: Morello va al Pisa, Tuttomercatoweb.com, 23 gennaio 2007. URL consultato il 15 febbraio 2012.
  9. ^ Davide Morello: "Se non mi vogliono, vado in Serie B, Ilrestodelcarlino.it, 19 giugno 2007. URL consultato il 15 febbraio 2012.
  10. ^ Ufficiale: Ancona, ecco tutte le comproprietà risolte, Tuttomercatoweb.com, 23 giugno 2007. URL consultato il 15 febbraio 2012.
  11. ^ Ufficiale: Pisa, tutte le operazioni odierne, Tuttomercatoweb.com, 6 luglio 2007. URL consultato il 15 febbraio 2012.
  12. ^ Morello: "Quel rigore parato cancella 11 mesi da incubo", Lastampa.it, 15 febbraio 2010. URL consultato il 15 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 18 febbraio 2010).
  13. ^ Scaglia, Morello e Statella al Torino, Torinofc.it, 1º febbraio 2010. URL consultato il 15 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2012).
  14. ^ Il Torino tessera Davide Morello, Toronews.net, 1º febbraio 2010. URL consultato il 15 febbraio 2012.
  15. ^ Albinoleffe KO contro il Torino, Cellini fallisce il rigore dell'1-1, Ecodibergamo.it, 13 febbraio 2010. URL consultato il 15 febbraio 2012.
  16. ^ Davide Morello completa il reparto dei portieri, Trapanicalcio.it, 5 settembre 2012. URL consultato il 5 settembre 2012.
  17. ^ Ufficiale: Morello al Trapani[collegamento interrotto], Tuttomercatoweb.com, 5 settembre 2012. URL consultato il 5 settembre 2012.
  18. ^ a b c d Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]