Danilo D'Ambrosio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Danilo D'Ambrosio
Dnepr-Inter (4).jpg
D'Ambrosio con l'Inter nel 2014
Nazionalità Italia Italia
Altezza 180 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Inter
Carriera
Giovanili
2004-2005Salernitana
2005-2007Fiorentina
Squadre di club1
2007-2008Fiorentina0 (0)
2008Potenza10 (0)
2008-2010Juve Stabia47 (2)[1]
2010-2014Torino116 (10)[2]
2014-Inter149 (9)
Nazionale
2004Italia Italia U-165 (2)
2004Italia Italia U-173 (0)
2010Italia Italia U-213 (0)
2017-Italia Italia2 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 27 aprile 2019

Danilo D'Ambrosio (Napoli, 9 settembre 1988) è un calciatore italiano, difensore dell'Inter e della nazionale italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ha un fratello gemello, Dario, di ruolo difensore, in forza al Robur Siena: entrambi sono cresciuti a Caivano (NA).

Il 31 maggio 2016 si sposa con Enza De Cristofaro a Vico Equense dopo un fidanzamento durato 10 anni e una richiesta di matrimonio arrivata con un flash mob in Piazza Duomo a Milano.[3] Il 28 febbraio 2017 nasce il suo primogenito Leonardo. Il 4 marzo 2019 nasce il suo secondo figlio Ludovico.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

È un terzino che può giocare su entrambe le fasce, distinguendosi maggiormente dal punto di vista fisico che non tecnico.[4] Viene talvolta utilizzato anche come difensore centrale o esterno di centrocampo.[5]

Nonostante la posizione arretrata, si è fatto notare per le capacità realizzative.[6]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi[modifica | modifica wikitesto]

Comincia a giocare nella Salernitana. Nel 2005, a causa del fallimento della società campana, si ritrova svincolato sul mercato, e, nonostante l'interesse prestigioso del Chelsea,[7] decide di trasferirsi alla Fiorentina insieme al fratello Dario.[8] I viola lo inseriscono nella formazione Primavera fino al 2007, quando viene integrato in prima squadra. L'8 gennaio 2008 viene ceduto in comproprietà al Potenza in C1,[9] con cui esordisce il 20 gennaio in Potenza-Juve Stabia (2-1); in totale collezionerà 10 presenze in stagione.

Juve Stabia[modifica | modifica wikitesto]

L'11 luglio proprio la Juve Stabia lo acquisisce in comproprietà.[10] Con le vespe esordisce il 31 agosto in Taranto-Juve Stabia (1-2) e disputa un'ottima stagione da titolare, ma che termina con la sconfitta contro il Lanciano ai play-out che costa alla squadra la retrocessione. A fine campionato viene riscattato alle buste.[11] La stagione 2009-2010 la inizia da perno della fascia destra e va anche in rete il 6 settembre 2009 in Juve Stabia-Barletta (4-1).[12]

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 gennaio 2010 il Torino lo acquisisce in comproprietà.[13] Esordisce in Serie B il 16 gennaio in Torino-Grosseto (4-1) conquistandosi il posto da titolare e segnando anche un gol il 20 marzo in Modena-Torino (0-2).[14] Grande protagonista della rimonta granata nel campionato 2009-2010, convince così i granata ad acquisire anche la seconda metà del suo cartellino durante il calciomercato estivo,[15] battendo la concorrenza di numerosi club di Serie A.

La stagione successiva si conferma titolare fisso anche con il nuovo allenatore Franco Lerda e il 20 novembre 2010 segna la sua prima doppietta in carriera, nel match della 16ª giornata Torino-Modena (3-2).[16] Saranno questi i suoi unici due gol nella stagione che si concluderà con un fallimentare 8º posto in classifica. Il 15 dicembre rinnova il suo contratto fino al 2014[17] ma la sua stagione, contraddistinta da prestazioni negative e terminata con il mancato raggiungimento dei playoff della squadra, ne fa oggetto di numerose critiche,[18] che mettono in discussione la sua permanenza a Torino per la stagione successiva.

Il nuovo mister Gian Piero Ventura, invece, decide di puntare su di lui anche per la stagione 2011-2012, che vede il napoletano in concorrenza per il ruolo di terzino destro con Matteo Darmian. Il 1º novembre 2011 segna, con un colpo di testa, il gol decisivo nella vittoria esterna dei granata contro la Reggina,[19] e va ancora a segno l'11 febbraio 2012, realizzando di testa il primo gol della vittoria casalinga contro la Nocerina.[20] Il 15 maggio è autore del primo gol della vittoria interna per 3-0 contro il Sassuolo,[21] e a fine stagione contribuisce, con 26 presenze e 3 reti, alla promozione in massima serie della squadra.

Il 26 agosto 2012 fa il suo debutto ufficiale in Serie A, entrando al 93' della gara esterna contro il Siena.[22] Il 30 settembre 2012 segna il suo primo gol in Serie A nella partita vinta 5-1 contro l'Atalanta.[23] Al termine della stagione viene premiato dai lettori di Toro.it come Giocatore rivelazione dell'anno nell'ambito del Gran Galà Granata.[24]

Inter[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2014 il difensore viene acquistato dall'Inter.[25][26] La società nerazzurra versa 1 750 000 euro ai granata, oltre alla comproprietà dei Primavera Benassi e Colombi.[27] Il 20 agosto successivo esordisce nelle coppe continentali segnando un gol allo Stjarnan nei play-off di Europa League.[28] Nella fase a gironi della manifestazione mette a segno altre 2 reti, contro il Dnipro e il Qarabag.[29][30]

Il 20 febbraio 2016 realizza un gol nella vittoria (per 3-1) contro la Sampdoria: l'ultimo calciatore italiano a segnare per i nerazzurri era stato Andrea Ranocchia, nel dicembre 2014.[31] Il 25 novembre 2017, in occasione della partita con il Cagliari, taglia il traguardo delle 100 presenze con la squadra milanese.[32] Nell'ultimo incontro della stagione 2017-18 è autore del gol del temporaneo 1-1 contro la Lazio: l'Inter vincerà per 3-2, conquistando l'accesso in Champions League.[33] Negli anni dimostra un'affidabilità che lo porterà ad essere la colonna dell'Inter che conquisterà la qualificazione alla Champions League per 2 volte consecutive.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 ha fatto parte dell'Under-16 (5 presenze e 2 reti) e dell'Under-17.

L'11 agosto 2010 ha esordito con l'Under-21 nell'amichevole pareggiata 2-2 contro la Danimarca Under-21.[34] Ha giocato due gare delle qualificazioni all'Europeo di categoria, contro Bosnia ed Erzegovina Under-21[35] e Galles Under-21.

Il 18 marzo 2017 riceve la sua prima chiamata in nazionale maggiore dal tecnico Gian Piero Ventura (che lo aveva in passato allenato al Torino) per la partita delle qualificazioni ai Mondiali 2018 contro l'Albania e l'amichevole contro i Paesi Bassi, in cui debutta.[36]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 20 aprile 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2007-gen. 2008 Italia Fiorentina A 0 0 CI 0 0 CU 0 0 - - - 0 0
gen.-giu. 2008 Italia Potenza C1 10 0 CI-C - - - - - - - - 10 0
2008-2009 Italia Juve Stabia 1D 30+1[37] 1+1[37] CI-LP 3 0 - - - - - - 34 2
2009-gen. 2010 2D 17 1 CI-LP 3 0 - - - - - - 20 1
Totale Juve Stabia 47+1 2+1 6 0 - - - - 54 3
gen.-giu. 2010 Italia Torino B 19+3[38] 1 CI - - - - - - - - 22 1
2010-2011 B 29 2 CI 1 0 - - - - - - 30 2
2011-2012 B 26 3 CI 1 0 - - - - - - 27 3
2012-2013 A 28 2 CI 0 0 - - - - - - 28 2
2013-gen. 2014 A 14 2 CI 1 0 - - - - - - 15 2
Totale Torino 116+3 10 3 0 - - - - 122 10
gen.-giu. 2014 Italia Inter A 11 0 CI - - - - - - - - 11 0
2014-2015 A 23 0 CI 1 0 UEL 8[39] 3[40] - - - 32 3
2015-2016 A 20 2 CI 3 0 - - - - - - 23 2
2016-2017 A 32 3 CI 2 0 UEL 5 0 - - - 39 3
2017-2018 A 34 2 CI 0 0 - - - - - - 34 2
2018-2019 A 30 2 CI 1 0 UCL+UEL 4+3 0+0 - - - 38 2
Totale Inter 150 9 7 0 20 3 - - 177 12
Totale carriera 322+4 22 15 0 20 3 - - 362 25

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
28-3-2017 Amsterdam Paesi Bassi Paesi Bassi 1 – 2 Italia Italia Amichevole - Ingresso al 89’ 89’
1-6-2018 Nizza Francia Francia 3 – 1 Italia Italia Amichevole - Uscita al 74’ 74’
Totale Presenze 2 Reti 0
Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia Under-21
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
11-8-2010 Viareggio Italia Under-21 Italia 2 – 2 Danimarca Danimarca Under-21 Amichevole -
3-9-2010 Sarajevo Bosnia ed Erzegovina Under-21 Bosnia ed Erzegovina 0 – 1 Italia Italia Under-21 Qual. Europeo Under-21 2011 -
7-9-2010 Pescara Italia Under-21 Italia 1 – 0 Galles Galles Under-21 Qual. Europeo Under-21 2011 -
Totale Presenze 3 Reti 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 48 (3) se si comprendono i play-out.
  2. ^ 119 (10) se si comprendono i play-off della stagione 2009-2010.
  3. ^ GALLERY / D'Ambrosio ha detto sì alla sua Enza. Ecco gli scatti social
  4. ^ Sabine Bertagna, D'Ambrosio: "Non sono il migliore ma tra i migliori terzini italiani. Mi voleva il Chelsea ma...", su fcinter1908.it, 31 gennaio 2018.
  5. ^ Giovanni Fasano, Danilo D'Ambrosio, leader sopravvissuto, su numero-diez.com, 26 settembre 2018.
  6. ^ Riccardo Fusato, Icardi e D'Ambrosio bomber di coppa. Maurito..., su fcinter1908.it, 3 ottobre 2014.
  7. ^ Il Maicon napoletano, Danilo D'Ambrosio, napolisport.net, 13 settembre 2010. URL consultato il 27 settembre 2011.
  8. ^ Fiorentina: tesserato il giovane centrocampista D'Ambrosio, TuttoMercatoWeb.com, 14 agosto 2005. URL consultato il 22 settembre 2010.
  9. ^ Ufficiale: Potenza, preso D'Ambrosio, TuttoMercatoWeb.com, 8 gennaio 2008. URL consultato il 22 settembre 2010.
  10. ^ Ufficiale: cinque operazioni minori per la Fiorentina, TuttoMercatoWeb.Com, 11 luglio 2008. URL consultato il 22 settembre 2010.
  11. ^ Lega Calcio, tutti i risultati delle buste, TuttoMercatoWeb.Com, 27 giugno 2009. URL consultato il 22 settembre 2010..
  12. ^ Lega Pro: Juve Stabia-Barletta 4-1 - tabellino e sintesi, StabiaNews.tk, 6 settembre 2009. URL consultato il 31 luglio 2011.
  13. ^ D'Ambrosio al Toro, TorinoFc.it, 13 gennaio 2010. URL consultato il 13 settembre 2010 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2012).
  14. ^ Bella vittoria esterna per i granata!, TorinoFc.it, 20 marzo 2010. URL consultato il 5 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 28 maggio 2010).
  15. ^ D'Ambrosio per intero del Torino, TorinoFc.it, 24 giugno 2010. URL consultato il 13 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 1º luglio 2010).
  16. ^ Torino vs Modena 3-2, TorinoFc.it, 20 novembre 2010. URL consultato il 5 gennaio 2011 (archiviato dall'url originale il 23 novembre 2010).
  17. ^ D'Ambrosio rinnova fino al 2014[collegamento interrotto], TorinoFc.it, 15 dicembre 2010. URL consultato il 28 dicembre 2010.
  18. ^ D'Ambrosio: «Toro, ho deluso ma non sono un montato», Tuttosport.com, 20 giugno 2010. URL consultato il 27 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 2 settembre 2011).
  19. ^ Reggina-Torino 0-1, TorinoFc.it, 1º novembre 2011. URL consultato il 1º novembre 2011 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2012).
  20. ^ Torino-Nocerina 3-1, TorinoFc.it, 11 febbraio 2012. URL consultato l'11 febbraio 2012 (archiviato dall'url originale il 13 febbraio 2012).
  21. ^ Torino-Sassuolo 3-0, TorinoFc.it, 15 maggio 2012. URL consultato il 18 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 20 maggio 2012).
  22. ^ Siena-Torino 0-0, TorinoFc.it, 26 agosto 2012. URL consultato il 26 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 28 agosto 2012).
  23. ^ Atalanta vs. Torino 1-5, su torinofc.it, 30 settembre 2012. URL consultato il 30 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 3 ottobre 2012).
  24. ^ Il Gran Gala del Toro incorona Cerci, lastampa.it, 15 maggio 2013. URL consultato il 23 novembre 2014.
  25. ^ Gabriele Cattaneo, Inter, è D'Ambrosio il primo acquisto di Thohir, su sportmediaset.mediaset.it, 4 gennaio 2014.
  26. ^ Ufficiale: Inter-D'Ambrosio, su gazzetta.it, 30 gennaio 2014.
  27. ^ Inter-Torino: Benassi dice sì, è fatta per D'Ambrosio, su calciomercato.com, 28 gennaio 2014.
  28. ^ Stefano Cantalupi, Europa League, Stjarnan-Inter 0-3: gol di Icardi, Dodò e D'Ambrosio, su gazzetta.it, 20 agosto 2014.
  29. ^ Francesco Carci, Dnipro-Inter 0-1, D'Ambrosio regala tre punti d'oro ai nerazzurri, su repubblica.it, 18 settembre 2014.
  30. ^ Massimo Sarti, Inter-Qarabag 2-0: nerazzurri ok con i bomber di coppa D'Ambrosio e Icardi, su sport.leggo.it, 2 ottobre 2014.
  31. ^ Tutto facile per l'Inter, 3-1 alla Samp. La corsa Champions continua, su sport.sky.it, 20 febbraio 2016.
  32. ^ D'Ambrosio: "Un onore le 100 presenze con questa maglia", su inter.it, 25 novembre 2017.
  33. ^ Riccardo Santori, D’Ambrosio: "C'era solo un posto. Lazio ed Inter la meritavano entrambe", su laziopress.it, 21 maggio 2018.
  34. ^ Convocati Under 21 Italia-Danimarca, Sportlive.it, 7 agosto 2010. URL consultato il 13 settembre 2010 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2014).
  35. ^ L'Under 21 fa il suo dovere, La Gazzetta dello Sport, 3 settembre 2010. URL consultato il 13 settembre 2010.
  36. ^ UFFICIALE - Italia, quattro interisti convocati: come la Juve. Prima per D'Ambrosio - FC Inter 1908, in FC Inter 1908, 18 marzo 2017. URL consultato il 18 marzo 2017.
  37. ^ a b Play-out.
  38. ^ Play-off.
  39. ^ 2 presenze nei play-off.
  40. ^ 1 rete nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]