ACF Fiorentina 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: ACF Fiorentina.

ACF Fiorentina
Stagione 2009-2010
AllenatoreItalia Cesare Prandelli
All. in secondaItalia Gabriele Pin
PresidenteItalia Andrea Della Valle
Italia Mario Cognigni[1]
Serie A11º posto
Coppa ItaliaSemifinale
Champions LeagueOttavi di finale
Maggiori presenzeCampionato: Frey, Gilardino, Montolivo (36)
Miglior marcatoreCampionato: Gilardino (15)
Totale: Gilardino (18)
Maggior numero di spettatori38 389 vs. Milan (24 febbraio 2010)
Minor numero di spettatori23 176 vs. Cagliari (13 settembre 2009)
Media spettatori27 428¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'ACF Fiorentina nelle competizioni ufficiali della stagione 2009-2010.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Confermato in panchina Prandelli, la Fiorentina cede Felipe Melo alla Juventus in cambio di Marchionni.[2] Anche per questa edizione della Champions League, i viola sono qualificati ai preliminari: il portoghese Sporting Lisbona viene battuto per la regola dei gol fuori casa, essendo il punteggio totale un 3-3.[3] Nella fase a gironi ritrova il Lione, che nel primo turno si impone 1-0.[4] In campionato, la Fiorentina è seconda dopo 6 turni: un rigore di Jovetić permette di piegare il Livorno.[5] Lo stesso montenegrino, 3 giorni dopo, decide la gara con il Liverpool segnando una doppietta.[6] Contro il Debrecen, è invece Mutu ad andare in gol per 2 volte: i viola trionfano per 4-3.[7] Al ritorno, gli ungheresi escono sconfitti per 5-2 dal Franchi.[8] A fine novembre, dopo la sconfitta in campionato con il Parma (contro cui l'ex Gilardino marca 2 reti),[9] il successo di misura sui transalpini vale il passaggio agli ottavi.[10] In Coppa Italia elimina Chievo e Lazio, grazie alle realizzazioni del romeno.[11][12] Il centravanti riceve però una squalifica di 9 mesi, risultando positivo ai test per il doping.[13]

In Europa, i viola sono estromessi dal Bayern Monaco, che l'anno precedente avevano sfidato ai gironi. La gara di andata finisce 2-1 in favore dei tedeschi, con le recriminazioni dei toscani per un'espulsione ritenuta eccessiva e il gol del 2-1 segnato in fuorigioco.[14] Nel ritorno, la vittoria per 3-2 non è sufficiente: a passare il turno è la formazione bavarese, futura finalista, per il maggior numero di reti esterne.[15] Il successivo incontro conferma il buon stato di forma dei viola, che sconfiggono il Napoli al San Paolo: i partenopei erano ancora imbattuti tra le mura amiche.[16] La settimana dopo, nel 3-0 ai danni del Genoa, Babacar diviene il più giovane straniero a segnare in A (all'età di 17 anni e 3 giorni).[17] Eliminata dall'Inter nelle semifinali di coppa nazionale, la Fiorentina chiude il torneo all'undicesimo posto rimanendo fuori dalle competizioni continentali.[18]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2008-2009 è Lotto, mentre lo sponsor ufficiale è Toyota. Lo sponsor è al centro della maglia, mentre lo sponsor tecnico e il logo della squadra si trovano al di sopra, rispettivamente sulla destra e sulla sinistra.

La divisa casalinga presenta una maglia di colore viola con girocollo e maniche dello stesso colore, con una mezzaluna posta per orizzontale color oro all'altezza dell'inizio del busto e con i loghi della Lotto sulle maniche. I calzoncini sono viola e presentano i bordi dorati con il logo della squadra sulla gamba destra. I calzettoni sono viola con stemma della società e sponsor tecnico sulla parte centrale. Il numero e il nome sulla maglia sono dorati così come il numero sui calzoncini posto sulla gamba sinistra.

La divisa da trasferta presenta una maglia di colore bianco con girocollo e maniche dello stesso colore, con una mezzaluna posta per orizzontale color viola all'altezza dell'inizio del busto e con i loghi della Lotto sulle maniche. I calzoncini sono bianchi con il logo della squadra sulla gamba destra. I calzettoni sono bianchi con stemma della società e sponsor tecnico sulla parte centrale. Il numero e il nome sulla maglia sono viola così come il numero sui calzoncini posto sulla gamba sinistra.

La terza divisa presenta una maglia di colore rosso con girocollo e maniche dello stesso colore, con una mezzaluna posta per orizzontale color bianco all'altezza dell'inizio del busto e con i loghi della Lotto sulle maniche. I calzoncini sono rossi con il logo della squadra sulla gamba destra. I calzettoni sono rossi con stemma della società e sponsor tecnico sulla parte centrale. Il numero e il nome sulla maglia sono bianchi così come il numero sui calzoncini posto sulla gamba sinistra.

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza Divisa

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Andrea Della Valle (fino al 24 settembre 2009[19])
  • Presidente onorario: Diego Della Valle
  • Vice presidente e amministratore delegato: Mario Cognigni
  • Amministratore delegato: Sandro Mencucci
  • Consiglieri con delega: Carlo Montagna, Giovanni Montagna
  • Consiglieri: Paolo Borgomanero, Maurizio Boscarato, Paolo Panerai, Gino Salica, Stefano Sincini

Area organizzativa

  • Segreteria generale: Raffaele Righetti
  • Segreteria sportiva: Fabio Bonelli
  • Team manager: Roberto Ripa
  • Responsabile amministrativo: Gian Marco Pachetti

Area comunicazione

  • Responsabile area comunicazione: Salvatore Cuccu
  • Addetto stampa: Salvatore Cuccu

Area marketing

  • Responsabile area marketing: Salvatore Cuccu
  • Responsabile area biglietteria: Massimiliano Agostinelli

Area tecnica

  • Direttore sportivo e responsabile area tecnica: Pantaleo Corvino
  • Allenatore: Cesare Prandelli
  • Allenatore in seconda: Gabriele Pin
  • Collaboratori tecnici: Renzo Casellato, Nicolò Prandelli
  • Preparatore atletico: Giambattista Venturati
  • Preparatore dei portieri: Vincenzo Di Palma
  • Magazzinieri: Romeo Floro, Leonardo Marchetti

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario: Dr. Paolo Manetti
  • Medico sociale: Dr. Andrea Capalbo
  • Fisioterapista: Mauro Citzia
  • Scientific advisor: Giuseppe Gueli
  • Massaggiatori: Maurizio Fagorzi, Daniele Misseri

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Stevan Jovetić
N. Ruolo Giocatore
1 Francia P Sébastien Frey
2 Danimarca D Per Krøldrup
3 Italia D Dario Dainelli[20]
4 Italia C Marco Donadel
5 Italia D Alessandro Gamberini
6 Perù C Juan Manuel Vargas
8 Montenegro A Stevan Jovetić
9 Argentina A José Ignacio Castillo[20]
10 Romania A Adrian Mutu
11 Italia A Alberto Gilardino
14 Italia D Cesare Natali
15 Italia C Cristiano Zanetti
16 Brasile D Felipe Dalbelo
N. Ruolo Giocatore
18 Italia C Riccardo Montolivo (capitano)
19 Italia C Massimo Gobbi
20 Danimarca C Martin Jørgensen[20]
22 Serbia C Adem Ljajic
23 Italia D Manuel Pasqual
24 Argentina C Mario Alberto Santana
25 Italia D Gianluca Comotto
27 Svizzera A Haris Seferović [21]
28 Argentina C Mario Bolatti
29 Italia D Lorenzo De Silvestri
32 Italia C Marco Marchionni
35 Serbia P Vlada Avramov
39 Brasile A Keirrison de Souza Carneiro

Dalla Primavera[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
17 Italia D Francesco Di Tacchio[22]
21 Senegal A Khouma el Babacar[21][22]
26 Ghana C Daniel Kofi Agyei[22]
31 Italia P Tommaso Scuffia[22]
33 Brasile P Marcos Miranda[22]
41 Italia D Ramzi Aya[22]
42 Italia D Andrea Bagnai[22]
43 Italia D Samuele Bettoni[22]
N. Ruolo Giocatore
44 Italia D Michele Camporese[22]
45 Italia C Federico Carraro[22]
46 Italia A Pietro Iemmello[22]
47 Italia C Giacomo Lepri[22]
48 Italia D Federico Masi[22]
49 Italia P Simone David[22]
90 Italia P Andrea Seculin[22]

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 all'31/8)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
D Manuel da Costa Sampdoria fine prestito
D Lorenzo De Silvestri Lazio definitivo (5,7 milioni €)[23]
D Cesare Natali Torino definitivo (2,8 milioni €)[24]
C Francesco Di Tacchio Ascoli compartecipazione (2 milioni €)[25]
C Nikola Gulan Monaco 1860 fine prestito
C Marco Marchionni Juventus definitivo (4,4 milioni €)[26]
C Savio Nsereko West Ham Utd definitivo (3 milioni €)[27][28]
C Cristiano Zanetti Juventus definitivo (2 milioni €)[29]
C Giacomo Zappacosta Pro Patria fine prestito
A José Ignacio Castillo Lecce definitivo (0,9 milioni €)[30]
A Samuel Di Carmine QPR fine prestito
A Arturo Lupoli Sheffield Utd fine prestito
A Papa Waigo Lecce fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Marco Storari Milan fine prestito
D Manuel da Costa West Ham Utd definitivo (0 milioni €)[28]
D Ondřej Mazuch Anderlecht prestito con diritto di riscatto a prezzo fissato
D Massimiliano Tagliani Gallipoli prestito
D Luciano Zauri Lazio fine prestito
C Sergio Bernardo Almirón Juventus fine prestito
C Nikola Gulan Empoli prestito con diritto di riscatto della metà
C Zdravko Kuzmanović Stoccarda definitivo (8 milioni €)[31]
C Felipe Melo Juventus definitivo (25 milioni €)[32]
C Franco Semioli Sampdoria definitivo (5 milioni €)[33]
C Giacomo Zappacosta Pescara riscatto compr.
A Emiliano Bonazzoli Sampdoria fine prestito
A Samuel Di Carmine Gallipoli prestito
A Jefferson Andrade Siqueira Frosinone prestito con diritto di riscatto
A Arturo Lupoli Ascoli compartecipazione (1 milioni €)
A Piergiuseppe Maritato Gallipoli prestito
A Papa Waigo Southampton prestito con diritto di riscatto

Sessione invernale (dall'1/1 all'31/1)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Adem Ljajic Partizan definitivo (6,5 milioni €)[34]
D Felipe Udinese prestito con diritto di riscatto[35]
C Mario Bolatti Porto definitivo (3,8 milioni €)[36]
A Haris Seferovic Grasshoppers definitivo (2 milioni €)[37]
A Keirrison Barcellona prestito con diritto di riscatto[38]
Cessioni
R. Nome a Modalità
D Dario Dainelli Genoa definitivo (5 milioni €)[39]
A José Ignacio Castillo Bari definitivo (1 milioni €)[40]
C Savio Nsereko Bologna prestito con diritto di riscatto[41]
C Martin Jørgensen Aarhus definitivo (0 milioni €)[42]
C Jan Hable Ascoli prestito[43]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Bologna
22 agosto 2009, ore 18:00 CEST
1ª giornata
Bologna 1 – 1
referto
Fiorentina Stadio Renato Dall'Ara (17.244 spett.)
Arbitro Gervasoni (Mantova)

Firenze
30 agosto 2009, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Fiorentina 1 – 0
referto
Palermo Stadio Artemio Franchi (24.576 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Firenze
13 settembre 2009, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Fiorentina 1 – 0
referto
Cagliari Stadio Artemio Franchi (23.176 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Roma
20 settembre 2009, ore 20:45 CEST
4ª giornata
Roma 3 – 1
referto
Fiorentina Stadio Olimpico (31.378 spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Firenze
23 settembre 2009, ore 20:45 CEST
5ª giornata
Fiorentina 2 – 0
referto
Sampdoria Stadio Artemio Franchi (26.307 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Livorno
26 settembre 2009, ore 20:45 CEST
6ª giornata
Livorno 0 – 1
referto
Fiorentina Stadio Armando Picchi (11.915 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Firenze
4 ottobre 2009, ore 15:00 CEST
7ª giornata
Fiorentina 0 – 0
referto
Lazio Stadio Artemio Franchi (26.436 spett.)
Arbitro Brighi (Cesena)

Torino
17 ottobre 2009, ore 18:00 CEST
8ª giornata
Juventus 1 – 1
referto
Fiorentina Stadio Olimpico (25.779 spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Firenze
25 ottobre 2009, ore 15:00 CET
9ª giornata
Fiorentina 0 – 1
referto
Napoli Stadio Artemio Franchi (26.864 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Genova
28 ottobre 2009, ore 15:00 CET
10ª giornata
Genoa 2 – 1
referto
Fiorentina Stadio Luigi Ferraris (25.778 spett.)
Arbitro Saccani (Mantova)

Firenze
1º novembre 2009, ore 15:00 CET
11ª giornata
Fiorentina 3 – 1
referto
Catania Stadio Artemio Franchi (23.975 spett.)
Arbitro Tagliavento (Terni)

Udine
8 novembre 2009, ore 15:00 CET
12ª giornata
Udinese 0 – 1
referto
Fiorentina Stadio Friuli (17.736 spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Firenze
21 novembre 2009, ore 20:45 CET
13ª giornata
Fiorentina 2 – 3
referto
Parma Stadio Artemio Franchi (25.086 spett.)
Arbitro Orsato (Schio)

Milano
29 novembre 2009, ore 15:00 CET
14ª giornata
Inter 1 – 0
referto
Fiorentina Stadio Giuseppe Meazza (59.471 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Firenze
6 dicembre 2009, ore 15:00 CET
15ª giornata
Fiorentina 2 – 0
referto
Atalanta Stadio Artemio Franchi (24.671 spett.)
Arbitro Celi (Campobasso)

Verona
13 dicembre 2009, ore 15:00 CET
16ª giornata
Chievo 2 – 1
referto
Fiorentina Stadio Marcantonio Bentegodi (10.508 spett.)
Arbitro Valeri (Roma)

Firenze
24 febbraio 2010, ore 18:00 CET
17ª giornata
Fiorentina 1 – 2
referto
Milan Stadio Artemio Franchi (38.389 spett.)
Arbitro Rosetti (Torino)

Siena
6 gennaio 2010, ore 20:45 CET
18ª giornata
Siena 1 – 5
referto
Fiorentina Stadio Artemio Franchi - Montepaschi Arena (13.296 spett.)
Arbitro Celi (Campobasso)

Firenze
10 gennaio 2010, ore 15:00 CET
19ª giornata
Fiorentina 2 – 1
referto
Bari Stadio Artemio Franchi (25.972 spett.)
Arbitro Gervasoni (Mantova)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Firenze
17 gennaio 2010, ore 15:00 CET
20ª giornata
Fiorentina 1 – 2
referto
Bologna Stadio Artemio Franchi (24.913 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Palermo
24 gennaio 2010, ore 15:00 CET
21ª giornata
Palermo 3 – 0
referto
Fiorentina Stadio Renzo Barbera (21.585 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Cagliari
31 gennaio 2010, ore 15:00 CET
22ª giornata
Cagliari 2 – 2
referto
Fiorentina Stadio Sant'Elia
Arbitro Valeri (Roma)

Firenze
7 febbraio 2010, ore 15:00 CET
23ª giornata
Fiorentina 0 – 1
referto
Roma Stadio Artemio Franchi (27.442 spett.)
Arbitro Rizzoli (Bologna)

Genova
13 febbraio 2010, ore 20:45 CET
24ª giornata
Sampdoria 2 – 0
referto
Fiorentina Stadio Luigi Ferraris (23.485 spett.)
Arbitro Morganti (Ascoli Piceno)

Firenze
21 febbraio 2010, ore 15:00 CET
25ª giornata
Fiorentina 2 – 1
referto
Livorno Stadio Artemio Franchi (24.997 spett.)
Arbitro Celi (Campobasso)

Roma
27 febbraio 2010, ore 20:45 CET
26ª giornata
Lazio 1 – 1
referto
Fiorentina Stadio Olimpico (30.708 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Firenze
6 marzo 2010, ore 18:00 CET
27ª giornata
Fiorentina 1 – 2
referto
Juventus Stadio Artemio Franchi (34.805 spett.)
Arbitro Damato (Barletta)

Napoli
13 marzo 2010, ore 20:45 CET
28ª giornata
Napoli 1 – 3
referto
Fiorentina Stadio San Paolo (31.986 spett.)
Arbitro Banti (Livorno)

Firenze
20 marzo 2010, ore 18:00 CET
29ª giornata
Fiorentina 3 – 0
referto
Genoa Stadio Artemio Franchi (25.543 spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Catania
24 marzo 2010, ore 20:45 CET
30ª giornata
Catania 1 – 0
referto
Fiorentina Stadio Angelo Massimino (14.531 spett.)
Arbitro Gervasoni (Mantova)

Firenze
28 marzo 2010, ore 15:00 CEST
31ª giornata
Fiorentina 4 – 1
referto
Udinese Stadio Artemio Franchi (25.418 spett.)
Arbitro Gava (Conegliano)

Parma
3 aprile 2010, ore 15:00 CEST
32ª giornata
Parma 1 – 1
referto
Fiorentina Stadio Ennio Tardini (18.702 spett.)
Arbitro De Marco (Chiavari)

Firenze
10 aprile 2010, ore 20:45 CEST
33ª giornata
Fiorentina 2 – 2
referto
Inter Stadio Artemio Franchi (36.981 spett.)
Arbitro Bergonzi (Genova)

Bergamo
18 aprile 2010, ore 15:00 CEST
34ª giornata
Atalanta 2 – 1
referto
Fiorentina Stadio Atleti Azzurri d'Italia (13.614 spett.)
Arbitro Romeo (Verona)

Firenze
25 aprile 2010, ore 15:00 CEST
35ª giornata
Fiorentina 0 – 2
referto
Chievo Stadio Artemio Franchi (26.198 spett.)
Arbitro Peruzzo (Schio)

Milano
1º maggio 2010, ore 20:45 CEST
36ª giornata
Milan 1 – 0
referto
Fiorentina Stadio Giuseppe Meazza (47.579 spett.)
Arbitro Russo (Nola)

Firenze
9 maggio 2010, ore 15:00 CEST
37ª giornata
Fiorentina 1 – 1
referto
Siena Stadio Artemio Franchi (29.378 spett.)
Arbitro Tozzi (Ostia Lido)

Bari
16 maggio 2010, ore 15:00 CEST
38ª giornata
Bari 2 – 0
referto
Fiorentina Stadio San Nicola (23.318 spett.)
Arbitro Giancola (Vasto)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2009-2010.
Firenze
14 gennaio 2010, ore 16:00 CET
Ottavi di finale
Fiorentina 3 – 2
referto
Chievo Stadio Artemio Franchi (7.000 spett.)
Arbitro Trefoloni (Siena)

Firenze
20 gennaio 2010, ore 21:00 CET
Quarti di finale
Fiorentina 3 – 2
referto
Lazio Stadio Artemio Franchi
Arbitro Celi (Campobasso)

Milano
3 febbraio 2010, ore 20:45 CET
Semifinali - Andata
Inter 1 – 0
referto
Fiorentina Stadio Giuseppe Meazza
Arbitro Tagliavento (Terni)

Firenze
14 aprile 2010, ore 20:45 CEST
Semifinali - Ritorno
Fiorentina 0 – 1
referto
Inter Stadio Artemio Franchi
Arbitro Rizzoli (Bologna)

UEFA Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Lisbona
18 agosto 2009, ore 20:45 CEST
Andata
Sporting Lisbona 2 – 2
referto
Fiorentina Stadio José Alvalade (40.000 spett.)
Arbitro Ungheria Kassai

Firenze
26 agosto 2009, ore 20:45 CEST
Ritorno
Fiorentina 1 – 1
referto
Sporting Lisbona Stadio Artemio Franchi (30.821 spett.)
Arbitro Inghilterra Webb

Fase a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Lione
16 settembre 2009, ore 20:45 CEST
1ª giornata
O. Lione 1 – 0
referto
Fiorentina Stadio di Gerland (40.000 c.a. spett.)
Arbitro Paesi Bassi Vink

Firenze
29 settembre 2009, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Fiorentina 2 – 0
referto
Liverpool Stadio Artemio Franchi (33.426 spett.)
Arbitro Germania Brych

Budapest
20 ottobre 2009, ore 20:45 CEST
3ª giornata
Debrecen 3 – 4
referto
Fiorentina Puskás Ferenc Stadion
Arbitro Scozia Thomson

Firenze
4 novembre 2009, ore 20:45 CET
Fiorentina 5 – 2
referto
Debrecen Stadio Artemio Franchi (19.676 spett.)
Arbitro Spagna Mejuto González

Firenze
24 novembre 2009, ore 20:45 CET
5ª giornata
Fiorentina 1 – 0
referto
O. Lione Stadio Artemio Franchi (34.301 spett.)
Arbitro Portogallo Benquerença

Liverpool
9 dicembre 2009, ore 20:45 CET
6ª giornata
Liverpool 1 – 2
referto
Fiorentina Anfield
Arbitro Slovenia Skomina

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Monaco di Baviera
17 febbraio 2010, ore 20:45 CET
Andata
Bayern Monaco 2 – 1
referto
Fiorentina Allianz Arena
Arbitro Norvegia Øvrebø

Firenze
9 marzo 2010, ore 20:45 CET
Ritorno
Fiorentina 3 – 2
referto
Bayern Monaco Stadio Artemio Franchi (42.762 spett.)
Arbitro Spagna Undiano Mallenco

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 47 19 9 3 7 28 20 19 4 5 10 20 27 38 13 8 17 48 47 +1
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 3 2 0 1 6 5 1 0 0 1 0 1 4 2 0 2 6 6 0
Champions League 15 5 4 1 0 12 5 5 2 1 2 9 9 10 6 2 2 21 14 +7
Totale 62 27 15 4 8 46 30 25 6 6 13 29 37 52 21 10 21 75 67 +8

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Scudetto.svg Serie A Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia Coppacampioni.png Champions League Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Agyei, D. D. Agyei 1000000000001000
Avramov, V. V. Avramov 2-4001-2001-2004-800
Babacar, K. K. Babacar[21] 4110110000005210
Bolatti, M. M. Bolatti 1000200000003000
Carraro, F. F. Carraro 1000200000003000
Comotto, G. G. Comotto 260702000801036080
Dainelli, D. D. Dainelli 110??000071??1810+0+
De Silvestri, L. L. De Silvestri 261303000501034140
Di Carmine, S. S. Di Carmine ----------------
Donadel, M. M. Donadel 2806120209020390101
Frey, S. S. Frey 36-43003-4009-100048-5700
Gamberini, A. A. Gamberini 180211010602025051
Gilardino, A. A. Gilardino 36151030009321481831
Gobbi, M. M. Gobbi 250514000601135062
Jorgensen, M. M. Jørgensen ????????????????
Jovetić, S. S. Jovetić 2962020006510371130
Keirrison, Keirrison 102001000100012200
Krøldrup, P. P. Krøldrup 252803100511033490
Ljajić, A. A. Ljajić 90001000000010000
Marchionni, M. M. Marchionni 286304000911041740
Montolivo, R. R. Montolivo 362100401010110503120
Mutu, A. A. Mutu 1142024006300191120
Natali, C. C. Natali 170304000400025030
Nsereko, S. S. Nsereko ----------------
Papa Waigo, Papa Waigo ----------------
Pasqual, M. M. Pasqual 210503010500029060
Santana, M. M. Santana 263204010510035430
Seculin, A. A. Seculin[21] 0000000000000000
Seferović, H. H. Seferović 0000000000000000
Vargas, J. J. Vargas 2953030201031042860
Zanetti, C. C. Zanetti 230701000702031090

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In carica dal 24 settembre 2009.
  2. ^ Marchionni alla Fiorentina De Laurentiis: "Altri 2 colpi", su gazzetta.it, 6 luglio 2009.
  3. ^ Pier Luigi Todisco, Ai viola basta mezza gara Jovetic conquista i gironi, su gazzetta.it, 26 agosto 2009.
  4. ^ Un rosso, sei gialli, su gazzetta.it, 16 settembre 2009.
  5. ^ Fabio Bianchi, Jovetic firma il derby Decolla la Viola, in La Gazzetta dello Sport, 27 settembre 2009.
  6. ^ Luca Calamai, Jovetic il Magnifico Capolavoro Fiorentina Liverpool k.o., in La Gazzetta dello Sport, 30 settembre 2009.
  7. ^ Fabio Bianchi, Che spettacolo la Fiorentina! Segna, vince e ritrova Mutu, in La Gazzetta dello Sport, 21 ottobre 2009.
  8. ^ Pier Luigi Todisco, Viola travolgenti: 5-2 al Debrecen Ora la qualificazione è vicina, su gazzetta.it, 4 novembre 2009.
  9. ^ Luca Calamai, Parma meraviglia: è terzo Anche Gilardino s' inchina, in La Gazzetta dello Sport, 22 novembre 2009.
  10. ^ Antonio Farinola, Festa Fiorentina "Il lavoro paga", su repubblica.it, 24 novembre 2009.
  11. ^ Luca Calamai, Mutu-Babacar La Fiorentina va, in La Gazzetta dello Sport, 15 gennaio 2010.
  12. ^ Luca Calamai, Mutu show, avanti Fiorentina, in La Gazzetta dello Sport, 21 gennaio 2010.
  13. ^ Giovanni Sardelli, Mutu positivo: doping Rischia da 1 a 4 anni, su gazzetta.it, 28 gennaio 2010.
  14. ^ Pier Luigi Todisco, Viola, che furto: il 2-1 è regalato al Bayern, su gazzetta.it, 17 febbraio 2010.
  15. ^ Luca Calamai, Eurobeffa Tre non bastano Alla Fiorentina va tutto storto, in La Gazzetta dello Sport, 10 marzo 2010.
  16. ^ Nicola Cecere, Resurrezione Fiorentina Illusione Lavezzi Poi Gilardino fa viola il Napoli, in La Gazzetta dello Sport, 14 marzo 2010.
  17. ^ Marco Gaetani, La valanga viola spazza via il Genoa, su repubblica.it, 20 marzo 2010.
  18. ^ Gianluca Strocchi, Bari, un'ultima perla Fiorentina ancora ko, su repubblica.it, 16 maggio 2010.
  19. ^ Comunicato Stampa, ViolaChannel, 24 settembre 2009. URL consultato il 24 settembre 2009.
  20. ^ a b c Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato
  21. ^ a b c d Inserito nella lista dei giocatori della prima squadra disponibili per il playoff di Champions League. Cfr. Lista Uefa, violachannel, 10 agosto 2009. URL consultato l'11 agosto 2009.
  22. ^ a b c d e f g h i j k l m n o Aggregato alla prima squadra dalla formazione Primavera
  23. ^ Fiorentina, dopo De Silvestri si pensa allo Sporting, tuttomercatoweb.com.
  24. ^ Profilo su Transfermarkt.co.uk, transfermarkt.co.uk.
  25. ^ Serie A 2009-10, tabella acquisti e cessioni, corrieredellosport.it.
  26. ^ Profilo su Transfermarkt.co.uk, transfermarkt.co.uk.
  27. ^ Più l'intero cartellino di Manuel Da Costa
  28. ^ a b Arriva Savio, via Kuzmanovic, www.gazzetta.it.
  29. ^ Cristiano Zanetti è della Fiorentina, corriere.it.
  30. ^ Trovato il vice-Gila: dal Lecce arriva Castillo, La Gazzetta dello Sport.
  31. ^ Ufficiale:Kuzmanovic allo Stoccarda, www.tuttomercatoweb.com.
  32. ^ Marchionni e 21 milioni: Felipe Melo è della Juve, tuttosport.com.
  33. ^ Semioli alla Samp, repubblica.it.
  34. ^ Fiorentina, Corvino parla di Ljajic, Castillo e di "el Gringo" Bolatti - TUTTO MERCATO WEB, tuttomercatoweb.com.
  35. ^ ViolaChannel - Acquisito Felipe, lunedì la presentazione, it.violachannel.tv.
  36. ^ ViolaChannel - Acquisito Bolatti, it.violachannel.tv.
  37. ^ ViolaChannel - Acquisito Seferovic, it.violachannel.tv.
  38. ^ ViolaChannel - Acquisito Keirisson, si presenta alle 17 e 30, it.violachannel.tv.
  39. ^ ViolaChannel - Accordo raggiunto per Dainelli al Genoa, it.violachannel.tv.
  40. ^ ViolaChannel - Castillo al Bari, it.violachannel.tv.
  41. ^ ViolaChannel - Savio ceduto a titolo temporaneo al Bologna, it.violachannel.tv.
  42. ^ ViolaChannel - Ceduto Jorgensen, it.violachannel.tv.
  43. ^ ViolaChannel - Ufficiale Hable all'Ascoli, it.violachannel.tv.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]