Samuel Di Carmine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Samuel Di Carmine
Samuel Di Carmine.jpg
Di Carmine alla Fiorentina nel 2007
Nazionalità Italia Italia
Altezza 188 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Verona
Carriera
Giovanili
2004-2008 Fiorentina
Squadre di club1
2006-2008 Fiorentina2 (0)
2008-2009 QPR27 (2)
2009-2010 Gallipoli34 (2)
2010-2011 Frosinone12 (0)
2011-2013 Cittadella75 (14)
2013-2015 Juve Stabia64 (20)[1]
2015-2016Perugia20 (3)
2016Entella17 (3)
2016-2018Perugia90 (38)[2]
2018-Verona7 (2)
Nazionale
2005 Italia Italia U-182 (0)
2006-2008 Italia Italia U-193 (0)
2006-2010 Italia Italia U-212 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 23 novembre 2018

Samuel Di Carmine (Firenze, 29 settembre 1988) è un calciatore italiano, attaccante del Verona, in prestito dal Perugia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È sposato e padre di due figli.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Gioca prevalentemente come prima punta, ma può agire su tutto il fronte d'attacco; abile nei gol da opportunista, possiede una buona capacità realizzativa.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Fiorentina e Queens Park Rangers[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel settore giovanile della Fiorentina, il 25 ottobre 2006, a 18 anni, fa il suo esordio in Serie A nella partita Torino-Fiorentina (0-1), entrando in campo al 90' al posto di Reginaldo. L'11 febbraio 2007 è subentrato a Giampaolo Pazzini al 69' della gara casalinga contro l'Udinese (2-0).

L'8 novembre 2007 ha debuttato in Coppa UEFA durante Fiorentina-Elfsborg, entrando in campo all'82' di gioco e segnando sei minuti più tardi il gol del definitivo 6-1.[4] Insieme al compagno Matthias Lepiller ha formato la coppia d'attacco viola del Campionato Primavera 2007-2008, conducendo i viola fino alla semifinale scudetto.

Il 1º luglio 2008 viene ceduto in prestito alla squadra inglese del QPR, compagine della Football League Championship.[5] Il successivo 28 ottobre segna il suo primo gol con la compagine londinese, contro il Birmingham City.

Gallipoli e Frosinone[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 agosto 2009 la Fiorentina lo cede con la formula del prestito al Gallipoli, neopromosso in Serie B.[6] In Puglia colleziona 34 presenze e 2 gol, nella stagione che si conclude con la retrocessione della squadra giallorossa.

Il 2 agosto 2010 passa in compartecipazione al Frosinone.[7] Inizia la stagione in gialloblù facendo il suo esordio con una rete in Coppa Italia il 15 agosto.

Cittadella e Juve Stabia[modifica | modifica wikitesto]

Il 24 giugno 2011 Fiorentina e Frosinone inizialmente rinnovano la comproprietà del giocatore;[8] tuttavia sei giorni dopo il club viola risolve anticipatamente la compartecipazione a suo favore, per poi cederne la metà del cartellino al Cittadella.[9]

In Veneto disputa l'intero campionato da titolare, totalizzando 38 presenze e 8 gol. La stagione successiva resta ancora in maglia granata. In estate, dopo che le due società non riescono a trovare un accordo, viene riscattato dal Cittadella alle buste;[10] così gioca ancora da titolare, ma il rendimento scende.

Il 10 luglio 2013 viene ingaggiato dalla Juve Stabia per la stagione 2013-2014. L'11 agosto seguente esordisce con la sua nuova squadra in Coppa Italia contro il Gubbio, trovando anche il gol nel 3-0 finale per i campani. Chiude la stagione con 6 gol in 29 presenze; rimane alle Vespe anche nella stagione 2014-2015, giocata in Lega Pro dopo l'ultimo posto in Serie B nella stagione precedente.

Perugia, Entella e Verona[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 luglio 2015 passa a titolo definitivo al Perugia, tra i cadetti.[11] Dopo un semestre in Umbria in cui non riesce a imporsi, nella sessione invernale di mercato passa in prestito ai pari categoria dell'Entella, ma anche in Liguria fatica a incidere sottorete chiudendo la stagione con 6 reti, equamente ripartite tra Perugia e Chiavari.

Tornato al Perugia nell'estate 2016, la sua seconda esperienza in maglia biancorossa è ben più fruttuosa. Divenuto presto un punto fermo dell'undici titolare di Christian Bucchi,[12] e nonostante una frattura al piede che lo tiene lontano dai campi per un mese e mezzo,[13] Di Carmine realizza 13 gol nella regular season del campionato cadetto 2016-2017, che valgono ai grifoni la qualificazione alla semifinale play-off, poi persa contro il Benevento.

Si conferma su alti livelli realizzativi anche nella stagione seguente, la più prolifica della carriera, chiusa con 22 reti in campionato che, di fatto, trascinano il Perugia ai play-off poi persi al turno preliminare contro il Venezia; sul piano individuale, il bottino sottorete gli permette di entrare nella storia del club umbro per quanto concerne la Serie B, divenendo il miglior marcatore dei grifoni sia in un singolo campionato, sia in assoluto.[14]

Il 25 luglio 2018 si accasa in prestito con obbligo di riscatto al Verona.[15] Debutta in maglia gialloblù il successivo 5 agosto, nel secondo turno di Coppa Italia contro la Juve Stabia, subentrato a Giampaolo Pazzini e segnando il gol del 4-1 finale.[16]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Conta in tutto 7 convocazioni nelle Nazionali giovanili, per un totale di 3 presenze fra Under-18 e Under-19, l'ultima delle quali a marzo 2006.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 23 novembre 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2006-2007 Italia Fiorentina A 2 0 CI 0 0 - - - - - - 2 0
2007-2008 A 0 0 CI 0 0 CU 1 1 - - - 1 1
Totale Fiorentina 2 0 0 0 1 1 - - 3 1
2008-2009 Inghilterra QPR FLC 27 2 FACup+CdL 2+4 1+1 - - - - - - 33 4
2009-2010 Italia Gallipoli B 34 2 CI 0 0 - - - - - - 34 2
2010-2011 Italia Frosinone B 12 0 CI 2 1 - - - - - - 14 1
2011-2012 Italia Cittadella B 38 8 CI 2 1 - - - - - - 40 9
2012-2013 B 37 6 CI 2 1 - - - - - - 39 7
Totale Cittadella 75 14 4 2 - - - - 79 16
2013-2014 Italia Juve Stabia B 29 6 CI 2 1 - - - - - - 31 7
2014-2015 LP 35+1[17] 14 CI 0 0 - - - - - - 36 14
Totale Juve Stabia 64+1 20 2 1 - - - - 67 21
2015-gen. 2016 Italia Perugia B 20 3 CI 2 0 - - - - - - 22 3
gen.-giu. 2016 Italia Entella B 17 3 CI 0 0 - - - - - - 17 3
2016-2017 Italia Perugia B 30+2[17] 13 CI 2 0 - - - - - - 34 13
2017-2018 B 40+1[17] 22 CI 0 0 - - - - - - 41 22
Totale Perugia 90+3 38 4 0 - - - - 96 38
2018-2019 Italia Verona B 7 2 CI 2 1 - - - - - - 9 3
Totale carriera 348+4 84 20 7 1 1 - - 373 92

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 65 (20) se si comprendono le presenze nei play-off di Lega Pro 2014-2015.
  2. ^ 93 (38) se si comprendono le presenze nei play-off di Serie B 2016-2017 e 2017-2018.
  3. ^ Perugia, Samuel Di Carmine, un bomber dal cuore d'oro: "Voglio la serie A con questa maglia", su umbriadomani.it, 9 marzo 2017.
  4. ^ Giulia Corda, Fiorentina a valanga, sei gol e primato[collegamento interrotto], uefa.com, 8 novembre 2007. URL consultato il 12 aprile 2010.
  5. ^ (EN) Exclusive: Di Carmine jets in, qpr.co.uk, 3 luglio 2008. URL consultato il 12 aprile 2010.
  6. ^ Ceduto Di Carmine, violachannel.tv, 19 agosto 2009. URL consultato il 12 aprile 2010.
  7. ^ Di Carmine ceduto in compartecipazione al Frosinone violachannel.tv
  8. ^ Comunicato Stampa violachannel.tv
  9. ^ Comunicato stampa violachannel.tv
  10. ^ APERTURA DELLE BUSTE violachannel.tv
  11. ^ Samuel Di Carmine è del Perugia, su acperugiacalcio.com, 3 luglio 2015 (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2015).
  12. ^ Luca Bargellini, Perugia, Di Carmine: "Questo uno dei migliori anni della mia carriera", su tuttomercatoweb.com, 4 maggio 2017.
  13. ^ Perugia falcidiato dagli infortuni: Di Carmine ko per un mese e mezzo, in preallarme Bianchi, su umbria24.it, 19 dicembre 2016.
  14. ^ Perugia-Novara: premiato Samuel Di Carmine, su umbriatv.com, 12 maggio 2018.
  15. ^ #BenvenutoSamuel, su hellasverona.it, 25 luglio 2018.
  16. ^ Andrea Spiazzi, In seimila applaudono il Verona al Bentegodi, 4-1 alla Juve Stabia, su hellas1903.it, 5 agosto 2018.
  17. ^ a b c Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]