AZ Picerno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
AZ Picerno
Calcio Football pictogram.svg
Rossoblù, Picernesi
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Rosso e Blu Strisce-Flag.svg Rosso, blu
Simboli Torre medievale
Dati societari
Città Picerno
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie C
Fondazione 1973
Presidente Italia Rocco Venetucci
Allenatore Italia Domenico Giacomarro
Stadio Alfredo Viviani
(4 977 posti)
Sito web www.azpicerno.it
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L'AZ Picerno S.r.l., nota semplicemente come Picerno, è una società calcistica italiana con sede a Picerno, in provincia di Potenza. Nella stagione 2019-2020 milita in Serie C, terzo livello della piramide calcistica italiana.

Fondato nel 1973, l'AZ Picerno ha all'attivo 4 campionati di Serie D. Ha vinto, nella stagione 2018-2019, il girone H della stessa anzidetta competizione nazionale, quarto livello del campionato italiano di calcio, ottenendo così la promozione in Serie C per la prima volta nella sua storia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato nel 1973, il club si iscrive al campionato di Terza categoria lucano, che vince al secondo tentativo venendo promosso in Seconda categoria. Nella stagione 1984-85 accede per la prima volta al campionato di Promozione vincendo lo spareggio contro la Murese. La squadra rimane in Promozione per otto stagioni fino al 1992-1993 quando viene retrocessa in Prima Categoria.

Dopo nove anni tra i campionati di Prima e Seconda categoria, nella stagione 2001-02 accede nuovamente in Promozione dopo aver vinto il campionato di Prima categoria, mentre nella stagione successiva viene ripescata in Eccellenza, campionato al quale accede per la prima volta per poi rimanervi per un decennio.

Nella stagione 2013-14 vince, per la prima volta, la Coppa Italia Dilettanti Basilicata superando ai rigori il Real Tolve. Nella stagione 2014-2015 vince il campionato di Eccellenza ottenendo la prima promozione in Serie D.[1]

Presidente onorario dell'AZ Picerno è Donato Curcio, imprenditore picernese emigrato negli Stati Uniti, cofinanziatore anche dello stadio locale in erba artificiale che porta il suo nome.

L'esordio in serie D si conclude con la retrocessione in Eccellenza, ma i lucani vengono ripescati a completamento organici. Dopo due anni trascorsi nella parte sinistra della classifica, arriva, nella stagione 2018-2019, la vittoria del girone H e la prima storica promozione in Serie C. Contestualmente ottiene l'accesso alla Poule Scudetto, non andando, tuttavia, oltre la fase a gironi, pareggiando per 0-0 col Bari e perdendo per 1-0 con l'Avellino, poi vincitore del titolo nazionale. In Serie C conquista il suo primo punto storico contro la Cavese durante la prima giornata partita finita 1-1.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'AZ Picerno
  • 1973 - Fondazione della Polisportiva Picerno.
  • 1973-1974 - 3° nel girone F della Terza Categoria Basilicata.
  • 1974-1975 - Non iscritto.
  • 1975-1976 - 1° nel girone F della Terza Categoria Basilicata. Promosso in Seconda Categoria.
  • 1976-1977 - 8° nel girone A della Seconda Categoria Basilicata.
  • 1977-1978 - 11° nel girone A della Prima Categoria Basilicata.
  • 1978-1979 - 10° nel girone A della Prima Categoria Basilicata.
  • 1979-1980 - 12° nel girone A della Prima Categoria Basilicata.

  • 1980-1981 - 9° nel girone A della Prima Categoria Basilicata.
  • 1981-1982 - 12° nel girone A della Prima Categoria Basilicata.
  • 1982-1983 - 2° nel girone A della Prima Categoria Basilicata.
  • 1983-1984 - 9° nel girone A della Prima Categoria Basilicata.
  • 1984-1985 - 1° nel girone A della Prima Categoria Basilicata. Promosso in Promozione.
  • 1985-1986 - 13° nel girone unico della Promozione Basilicata.
  • 1986-1987 - 13° nel girone unico della Promozione Basilicata.
  • 1987-1988 - 13° nel girone unico della Promozione Basilicata.
  • 1988-1989 - 4° nel girone unico della Promozione Basilicata.
  • 1989-1990 - 11° nel girone unico della Promozione Basilicata.


Secondo turno di Coppa Italia Dilettanti Basilicata.
Primo turno di Coppa Italia Dilettanti Basilicata.
Quarti di finale di Coppa Italia Dilettanti Basilicata.
Fase eliminatoria di Coppa Italia Dilettanti Basilicata.

Ottavi di finale di Coppa Italia Dilettanti Basilicata.
Fase eliminatoria di Coppa Italia Dilettanti Basilicata.
Quarti di finale di Coppa Italia Dilettanti Basilicata.
Vince la Coppa Italia Dilettanti Basilicata (1º titolo).
Fase a gironi di Coppa Italia Dilettanti.
Semifinale di Coppa Italia Dilettanti Basilicata.
  • 2015-2016 - 16° nel girone H della Serie D. Retrocesso e poi ripescato.
Turno preliminare di Coppa Italia Serie D.
  • 2016-2017 - 7° nel girone H della Serie D.
Primo turno di Coppa Italia Serie D.
  • 2017-2018 - 6° nel girone H della Serie D.
Trentaduesimi di finale di Coppa Italia Serie D.
Primo turno di Coppa Italia.
Ottavi di finale di Coppa Italia Serie D.
Fase a gironi della Poule Scudetto.
  • 2019 - Cambia denominazione in AZ Picerno S.r.l.
  • 2019-2020 - Partecipa nel girone C della Serie C.
Fase a gironi della Coppa Italia Serie C.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

I colori del Picerno sono il rosso e il blu che vengono disposti a righe verticali sulla maglia di casa mentre sono a righe orizzontali sulla maglia da trasferta.

Simboli ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma dell'AZ Picerno è uno scudo svizzero palato rossoblù che contiene al suo interno la Torre Medievale del paese e ai piedi di essa un pallone da calcio; nella parte alta è presente la denominazione della squadra.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stadio Alfredo Viviani.

L'Az Picerno ha giocato fino al 2019 le partite casalinghe allo Stadio Donato Curcio di Picerno.

L'impianto, inaugurato nel 2008, ha una capienza di 1000 posti ed è dotato di due tribune (la tribuna "Del Ventura" al coperto e l'altra adibita a settore ospiti). È intitolato al presidente onorario Donato Curcio, imprenditore picernese emigrato nel 1951 negli Stati Uniti dove ha fondato un'impresa per la progettazione e produzione di macchine per decorare prodotti in plastica, che lo ha cofinanziato.[2]

A seguito della promozione in Serie C la squadra opta per disputare le partite di terza serie allo stadio Alfredo Viviani di Potenza, più capiente e omologato per la categoria.

Centro di allenamento[modifica | modifica wikitesto]

Il Picerno svolge le proprie sedute di allenamento allo stadio Donato Curcio, ex sede delle partite interne.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni interregionali[modifica | modifica wikitesto]

2018-2019 (girone H)

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

2014-2015
2013-2014
2001-2002 (girone A), 1984-1985 (girone A)

Competizioni provinciali[modifica | modifica wikitesto]

1975-1976 (girone F)

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 2013-2014
Terzo posto: 2002-2003
Secondo posto: 1982-1983 (girone A)
Terzo posto: 1973-1974 (girone F)
Semifinalista: 2014-2015

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Campionati nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie C 1 2019-2020 1
Serie D 4 2015-2016 2018-2019 4

Campionati regionali[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
I Eccellenza 12 2003-2004 2014-2015 18
Promozione 6 1985-1986 1990-1991
II Promozione 3 1991-1992 2002-2003 11
Prima Categoria 8 1976-1977 1984-1985
III Prima Categoria ? 1993-1994 2001-2002 ?

Partecipazione alle coppe[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Coppa Italia 1 2018-2019 1
Coppa Italia Serie C 1 2019-2020 1
Coppa Italia Serie D 4 2015-2016 2018-2019 4
Coppa Italia Dilettanti 1 2013-2014 1

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 10 ottobre 2019.

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Antonino Fusco
2 Italia D Edoardo Soldati
3 Italia D Emilio Vanacore
4 Italia D Francesco Fontana
5 Italia C Francesco Pitarresi
6 Italia D Francesco Bertolo
7 Italia C Nicolas La Vigna
8 Costa d'Avorio C Soumahoro Aboubacar Langone
9 Italia A Emanuele Santaniello
10 Ucraina C Tanasij Kosovan
11 Italia A Emmanuele Esposito (capitano)
12 Italia P Pietro Cavagnaro
13 Italia D Nebil Caidi
14 Italia A Domenico Ruggieri
15 Italia D Filippo Lorenzini
N. Ruolo Giocatore
16 Italia C Alessio Donnarumma
17 Italia A Umberto Nappello
18 Gambia C Boubacarr Sambou
19 Italia A Claudio Sparacello
20 Italia A Antonio Calabrese
21 Italia A Biagio Filogamo
22 Italia P Pasquale Pane
23 Italia C Matteo Calamai
24 Italia D Lorenzo Melli
25 Italia D Walter Guerra
27 Croazia C Mario Vrdoljak
28 Italia D Amilcare Fiumara
29 Italia A Marco Montagno
Italia D Giusto Priola

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Staff dell'area tecnica
  • Italia Domenico Giacomarro - Allenatore
  • Italia Nicola Tramutola - Allenatore in seconda
  • Italia Felice Ragone - Collaboratore tecnico
  • Italia Pasquale Sepe - Preparatore atletico
  • Italia Leo Pellegrino - Preparatore dei portieri
  • Italia Michele Canadeo - Responsabile sanitario
  • Italia Gerardo Pio Raffaele Bellettieri - Medico Sociale
  • Italia Carmine Triggiano - Massofisioterapista
  • Italia Vincenzo Licata - Massofisioterapista
  • Italia Andrea Marino - Osteopata
  • Italia Pietro Tamburo - Fisioterapista osteopata posturologo
  • Italia Gianluca Lombardo - Ortottico e posturologo
  • Italia Daniele Barnaba - Naturopatao

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ LE SCHEDE DELLE PROTAGONISTE (PDF), crcalabria.it. URL consultato il 19 aprile 2019.
  2. ^ AZ Picerno-Savoia, numeri e curiosità della squadra rosso-blu, oplontini.com/, 13 settembre 2018. URL consultato il 19 aprile 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Carlo Maglia, Il calcio dilettantistico lucano 1920-1992: fatti immagini dati - vol. 2, Napoli, Rocco Curto Editore, 1993.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]