Associazione Calcio Renate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
AC Renate
Calcio Football pictogram.svg
Logo AC Renate 1947.png
Pantere, Nerazzurri
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza divisa
Colori sociali nero-azzurro
Simboli pantera
Dati societari
Città Renate
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie C
Fondazione 1947
Presidente Italia Giancarlo Citterio
Italia Luigi Spreafico
Allenatore San Marino Roberto Cevoli
Stadio Città di Meda[1]
(2 500 posti)
Sito web acrenate.it
Palmarès
Soccerball current event.svg Stagione in corso
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Calcio Renate s.r.l., meglio nota come Renate, è una società calcistica italiana con sede nella città di Renate (MB).

Nella stagione 2017-2018 milita in Serie C, terza divisione del campionato italiano di calcio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Unione Sportiva Renatese nacque nel 1947, fondata da un gruppo di abitanti del posto, grandi appassionati di calcio, che scelsero per la neonata società i colori nero e azzurro in onore della squadra che tifavano: l'Inter.[2]

Nel 1961, la società cambia denominazione in Associazione Calcio Renate 1947 (attuale denominazione); grazie al parroco don Pasquale Zanzi si costituì una squadra di giovani ragazzi dell'oratorio per far proseguire l'attività sportiva della società, inoltre, venne acquistata l'area di un'ex cava per allungare il campo da gioco e renderlo regolamentare.

Dopo una lunga militanza nei campionati regionali, nel 2005 ottiene una storica promozione in Serie D. Nel 2005-2006, 2006-2007 e 2007-2008 il Renate ottiene la salvezza. Nella stagione 2008-2009 il Renate arriva secondo dietro la Pro Belvedere Vercelli e raggiunge le semifinali dei play-off, perse contro la Nocerina. Nella stagione 2009-2010 si classifica in quinta posizione, guadagnandosi per la seconda volta consecutiva l'accesso ai play-off. Nella fase a eliminazione diretta batte prima 3-0 l'AlzanoCene e poi 2-0 il Darfo Boario conquistando nuovamente l'accesso ai play-off nazionali nei quali però racimola una sola vittoria e classificandosi così all'ultimo posto del Triangolare 2.

Qualificatasi la stagione precedente alla Coppa Italia, la squadra viene eliminata al Primo Turno per 3-2 dalla Ternana.

Storica promozione in Lega Pro[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 agosto 2010, il consiglio federale ha ufficializzato il ripescaggio dell'A.C. Renate in Lega Pro Seconda Divisione assegnandola al girone A.[3] A causa delle piccole dimensioni dello Stadio Mario Riboldi di Renate, non a norma per ospitare partite di Lega Pro, la squadra gioca le partite casalinghe allo Stadio Città di Meda nel comune di Meda[4].

Il 13 ottobre 2010, dopo 7 giornate di campionato e con soli 3 punti in classifica che valgono il provvisorio penultimo posto, viene esonerato l'allenatore Giuliano Dell'Orto. La panchina viene affidata a Simone Boldini,[5][6] che riesce a qualificare la squadra brianzola ai Play-off[7] perdendo però in semifinale con il Feralpi Salò.

Nella successiva Lega Pro Seconda Divisione 2011-2012, agli ordini del nuovo allenatore Oscar Magoni, la squadra ottiene agevolmente la salvezza con due giornate di anticipo.

Nella stagione di Lega Pro Seconda Divisione 2012-2013 ottiene l'accesso ai play-off grazie al 6º posto in campionato, ma viene sconfitto in semifinale dall'Unione Venezia.

Nella stagione 2013-2014 la squadra termina il campionato seconda,alle spalle del Bassano, conquistando così il diritto a giocare nella terza serie dell'anno successivo.

Nella stagione 2016-2017 le pantere terminano il campionato in zona playoff, poi successivamente vengono eliminate al primo turno.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Associazione Calcio Renate
  • 1947 - Fondazione dell'Unione Sportiva Renatese.
  • 1947-1948 - 4ª nel girone B di Prima Divisione Lombardia.
  • 1948-1949 - 7ª nel girone B di Prima Divisione Lombardia.
  • 1949-1950 - 13ª nel girone D di Prima Divisione Lombardia.

  • 1950-1951 - 14ª nel girone E di Prima Divisione Lombardia. Retrocessa in Seconda Divisione.
  • 1951 - Rinuncia al campionato dichiarando la propria inattività.
  • 1955 - Affiliato alla Lega Giovanile della FIGC a nome Unione Sportiva San Giovanni Bosco di Renate (sede Via Vittorio Emanuele 2) con comunicato datato 31 ottobre 1955 e si iscrive al campionato Juniores del Comitato di Lega Giovanile di Monza.
  • 1955-1956 - 5ª nel girone unico del campionato Juniores del Comitato di Lega Giovanile di Monza.
  • 1956-1957 - 7ª nel girone unico del campionato Juniores del Comitato di Lega Giovanile di Monza.
  • 1957 - Si affilia alla FIGC a nome Unione Sportiva San Giovanni Bosco di Renate con richiesta datata 30 agosto 1957 e si iscrive al campionato di Seconda Divisione del Commissariato Provinciale di Milano.
  • 1957-1958 - 6ª nel girone E di Seconda Divisione del Commissariato Provinciale di Milano.
  • 1958-1959 - 3ª nel girone C di Seconda Divisione del Commissariato Provinciale di Milano. Ammessa alla Seconda Categoria su richiesta della società a completamento organici.
  • 1959-1960 - 6ª nel girone I di Seconda Categoria Lombardia.

  • 1960-1961 - 11ª nel girone E di Seconda Categoria Lombardia. Cambia denominazione in Associazione Calcio Renate.
  • 1961-1962 - 1ª nel girone D di Seconda Categoria Lombardia. Promossa in Prima Categoria.
  • 1962-1963 - 12ª nel girone C di Prima Categoria Lombardia. Retrocessa in Seconda Categoria.
  • 1963-1964 - 4ª nel girone D di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1964-1965 - 5ª nel girone D di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1965-1966 - 7ª nel girone D di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1966-1967 - 14ª nel girone M di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1967-1968 - 14ª nel girone M di Seconda Categoria Lombardia. Inizialmente retrocessa in Terza Categoria, viene riammessa in Seconda Categoria a completamento organici (45 riammesse).
  • 1968-1969 - 10ª nel girone M di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1969-1970 - 11ª nel girone M di Seconda Categoria Lombardia.

  • 1970-1971 - 10ª nel girone M di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1971-1972 - 7ª nel girone M di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1972-1973 - 11ª nel girone M di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1973-1974 - 3ª nel girone T di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1974-1975 - 9ª nel girone T di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1975-1976 - 4ª nel girone M di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1976-1977 - 13ª nel girone M di Seconda Categoria Lombardia.
  • 1977-1978 - 1ª nel girone M di Seconda Categoria Lombardia. Promossa in Prima Categoria.
  • 1978-1979 - 9ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.
  • 1979-1980 - 5ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.

  • 1980-1981 - 2ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.
  • 1981-1982 - 6ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.
  • 1982-1983 - 5ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.
  • 1983-1984 - 8ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.
  • 1984-1985 - 6ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.
  • 1985-1986 - 10ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.
  • 1986-1987 - 11ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.
  • 1987-1988 - 8ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.
  • 1988-1989 - 8ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.
  • 1989 1990 - 5ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia.

  • 1990-1991 - 13ª nel girone E di Prima Categoria Lombardia. Vince lo spareggio-retrocessione.
  • 1991-1992 - 9ª nel girone F di Prima Categoria Lombardia.
  • 1992-1993 - 5ª nel girone F di Prima Categoria Lombardia.
  • 1993-1994 - 9ª nel girone F di Prima Categoria Lombardia.
  • 1994-1995 - 5ª nel girone F di Prima Categoria Lombardia.
  • 1995-1996 - 1ª nel girone F di Prima Categoria Lombardia. Promossa in Promozione.
  • 1996-1997 - 4ª nel girone B di Promozione Lombardia.
  • 1997-1998 - 2ª nel girone B di Promozione Lombardia.
  • 1998-1999 - 1ª nel girone B di Promozione Lombardia. Promossa in Eccellenza.
  • 1999-2000 - 5ª nel girone A di Eccellenza Lombardia.

  • 2000-2001 - 6ª nel girone B di Eccellenza Lombardia.
  • 2001-2002 - 5ª nel girone B di Eccellenza Lombardia.
  • 2002-2003 - 7ª nel girone B di Eccellenza Lombardia.
  • 2003-2004 - 3ª nel girone B di Eccellenza Lombardia.
  • 2004-2005 - 1ª nel girone A di Eccellenza Lombardia. Promossa in Serie D.
  • 2005-2006 - 11ª nel girone B di Serie D.
Secondo turno di Coppa Italia Serie D.
  • 2006-2007 - 13ª nel girone B di Serie D. Perde i play-out. Riammessa in Serie D.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie D.
Terzo turno di Coppa Italia Serie D.
  • 2008-2009 - 2ª nel girone B di Serie D. Vince i play-off del girone B. Eliminata nella semifinale dei play-off nazionali.
Quarti di finale di Coppa Italia Serie D.
  • 2009-2010 - 5° nel girone B di Serie D. Vince i play-off del girone B. Eliminata nel triangolare 2 dei play-off nazionali. Ammessa in Lega Pro Seconda Divisione a completamento organici secondo graduatoria play-off.
Primo turno di Coppa Italia.
Sedicesimi di finale di Coppa Italia Serie D.

Fase a gironi di Coppa Italia Lega Pro.
Primo turno di Coppa Italia Lega Pro.
Fase a gironi di Coppa Italia Lega Pro.
Secondo turno di Coppa Italia Lega Pro.
Secondo turno di Coppa Italia.
Quarti di finale di Coppa Italia Lega Pro.
Fase eliminatoria a gironi di Coppa Italia Lega Pro.
Fase eliminatoria a gironi di Coppa Italia Lega Pro.
Terzo turno di Coppa Italia.
Partecipa alla Coppa Italia Serie C.

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Il Renate adotta fin dalla propria costituzione i colori sociali nero e azzurro, mutuati dall'Internazionale Milano, squadra tifata dal gruppo dei soci fondatori[8].

Mutuato dall'Inter è anche lo stile della prima maglia del club brianzolo, che si presenta tradizionalmente palata nei due colori sociali; il bianco è invece la tinta che comunemente domina sulla divisa esterna[8].

Simbolo del club, come da stemma sociale, è la pantera nera.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stadio Città di Meda.

Primo campo casalingo del Renate fu lo stadio comunale di via XXV Aprile, successivamente intitolato alla memoria di Mario Riboldi (socio fondatore del club): esso dispone di un terreno di gioco in erba naturale (sul lato meridionale è altresì presente un campetto accessorio sintetico) e di un'unica tribunetta coperta sul lato est.

All'atto del passaggio al professionismo, non essendo tale impianto adeguato ai canoni strutturali imposti dai maggiori campionati italiani, il Renate ha optato per trasferirsi allo stadio civico di Meda, distante circa 15 km dal precedente campo. Sorto sul sito della demolita fabbrica ICMESA (nota in quanto causa del disastro di Seveso), è una struttura polisportiva, essendo anche dotato di una pista per atletica leggera; gli spalti, limitati al lato occidentale del campo, consistono in tre tribune coperte (delle quali una permanente e due in prefabbricato metallico).

Centro di allenamento[modifica | modifica wikitesto]

Non disponendo di un proprio centro di allenamento, le selezioni societarie del Renate effettuano la preparazione in diversi centri sportivi e campi da gioco ubicati nei vicini comuni di Ponte Lambro, Veduggio con Colzano, Lesmo e Arcore.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

L'organigramma societario del Renate.[9]

Logo AC Renate 1947.png
Staff dell'area amministrativa
  • Italia Giancarlo Citterio e Luigi Spreafico - Presidente
  • Italia Massimo Villa - Vice Presidente
  • Italia Luca Spreafico - Consigliere
  • Italia Massimo Crippa - Direttore generale e Responsabile gestione
  • Italia Oscar Magoni - Direttore sportivo
  • Italia Nicola Narciso - Segretario generale
  • Italia Fabio Mariani - Segretario sportivo
  • Italia Vania Riva - Segreteria e marketing
  • Italia Alessandra Perillo - Responsabile amministrazione Finanze e Controllo
  • Italia Claudio Gatti - Accompagnatore ufficiale

[modifica | modifica wikitesto]

Logo AC Renate 1947.png
Cronologia degli sponsor tecnici
  • 1947-? ...
  •  ?-2016 Erreà
  • 2016-2017 Frankie Garage Sport
Logo AC Renate 1947.png
Cronologia degli sponsor ufficiali
  • 1947-? ...
  •  ?-2016 Yale/Carer
  • 2016-oggi Yale, Ibe Gru

Impegno nel sociale[modifica | modifica wikitesto]

Settore giovanile[modifica | modifica wikitesto]

Il Renate nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Allenatori dell'A.C. Renate
Logo AC Renate 1947.png
Allenatori
Logo AC Renate 1947.png
Presidenti
  • 1947-? ...
  •  ?-oggi Italia Giancarlo Citterio e Luigi Spreafico

Calciatori[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le singole voci sono elencate nella Categoria:Calciatori dell'A.C. Renate

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Lega Pro 3 2014-2015 2016-2017 4
Serie C 1 2017-2018
Lega Pro Seconda Divisione 4 2010-2011 2013-2014 4
Serie D 5 2005-2006 2009-2010 5

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche individuali[modifica | modifica wikitesto]

Logo AC Renate 1947.png
Record di presenze
Logo AC Renate 1947.png
Record di reti

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo ultras a Renate nasce recentemente grazie ad un gruppo di ragazzi che seguivano la squadra già da tempo e che diedero vita alle Brigate Brianzole, prima tifoseria organizzata della società.

Gemellaggi e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

I tifosi del Renate non vanno d'accordo con quelli del Varese e del Veduggio.

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Associazione Calcio Renate 2017-2018.

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Rosa tratta dal sito ufficiale del Renate[10]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Michele Di Gregorio
2 Italia D Federico Gulinelli
3 Italia C Davide Savi
4 Italia C Nicola Pavan
5 Italia D Dario Teso
6 Italia D Stefano Antezza
7 Italia C Marco Anghileri
8 Italia C Lorenzo Simonetti
9 Italia A Guido Gomez
10 Italia C Antonio Palma
11 Italia A Gabriel Lunetta
12 Italia P Stefano Turati
13 Italia D Andrea Malgrati (capitano)
N. Ruolo Giocatore
15 Italia D Matteo Di Gennaro
16 Italia C Diego Vannucci
17 Australia C Reno Mauro Piscopo
18 Italia C Alessandro Mattioli
19 Italia C Marco Confalonieri
20 Italia A Gabriel Lunetta
21 Italia A Francesco Finocchio
22 Italia P Matteo Antonio Cincilla
23 Italia A Lorenzo Musto
24 Italia C Giuseppe Ungaro
25 Italia C Enrico De Micheli
Italia C Giovanni Fietta

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Lo staff tecnico del Renate.[11]

Logo AC Renate 1947.png
Staff dell'area tecnica
  • San Marino Roberto Cevoli - Allenatore
  • Italia Gioacchino Adamo - Vice Allenatore
  • Italia Diego Scirea - Preparatore Atletico
  • Italia Maurizio Monguzzi - Preparatore Portieri
  • Italia Stefano Zardoni - Massaggiatore
  • Italia Alessandro Pozzi - Osteopata
  • Italia Ivano Riva - Medico
  • Italia Luigi Sesana - Medico

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'impianto di gioco di Meda sostituisce in via temporanea lo Stadio Mario Riboldi di Renate (capienza 1.400 posti), in quanto lo stesso non è considerato a norma per ospitare le gare di Serie C.
  2. ^ Storia, su acrenate.it. URL consultato il 17 dicembre 2017.
  3. ^ Ripescate la Triestina in B, 8 società in Prima Divisione e 16 in Seconda, in figc.it, 04 agosto 2010.
  4. ^ Comunale "Città di Meda"[collegamento interrotto], acrenate.it.
  5. ^ Renate, Crippa: "Cambio di tecnico per dare una scossa all'ambiente" tuttomercatoweb.com
  6. ^ Il Renate cambia allenatore Archiviato il 1º settembre 2010, in Internet Archive. acrenate.it
  7. ^ 0yNzkzMQ Renate, Boldini: "Siamo ai play-off
  8. ^ a b Storia - acrenate.it
  9. ^ Organigramma, su acrenate.it. URL consultato il 2 novembre 2015.
  10. ^ Rosa stagione 2014/2015, acrenate.it. URL consultato il 9 febbraio 2015.
  11. ^ Staff tecnico, su acrenate.it. URL consultato il 2 novembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]