Oscar Brevi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oscar Brevi
Oscar Brevi.jpg
Oscar Brevi con la maglia del Torino
Nome Oscar Arnaldo Brevi
Nazionalità Italia Italia
Altezza 184 cm
Peso 80 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 20 ottobre 2009 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1986-1988 non conosciuta Bariviera ? (?)
1988-1989 Trezzano ? (?)
1989-1990 non conosciuta Carbanese ? (?)
1990-1994 Gallaratese 90 (5)
1994-1995 Corsico 31 (1)
1995-1997 Solbiatese 63 (3)
1997-2000 Lumezzane 90 (3)
2000-2003 Como 77 (3)
2003 Palermo 16 (0)
2003-2005 Ascoli 68 (2)[1]
2005-2007 Torino 55 (1)[2]
2007-2008 Venezia 28 (1)
2008-2009 Como 33 (1)[3]
Carriera da allenatore
2009-2010 Como
2010-2011 Como Vice
2011-2012 Cremonese
2013-2014 Catanzaro
2014 SPAL
2015 Torres
2015-2016 Rimini
2016-2017 Padova
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 maggio 2017

Oscar Arnaldo Brevi (Milano, 15 dicembre 1967) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano.

È fratello di Ezio, a sua volta allenatore ed ex calciatore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Ha esordito con la Gallaratese, ha poi vestito le maglie di molte squadre lombarde, principalmente quella del Como con la quale ha anche esordito in Serie A.

Nel gennaio del 2003 passa al Palermo, in Serie B. Dopo 16 presenze, a fine stagione resta svincolato.[4]

È stato il capitano del primo Torino del nuovo patron Urbano Cairo, nel periodo in cui Gianni De Biasi era l'allenatore, cioè nella stagione 2005-2006 e in parte della 2006-2007.[5]

Nel luglio 2007 si è trasferito al Venezia assieme al fratello Ezio[6] ed il 30 giugno 2008 è stato ufficialmente presentato come nuovo acquisto del Como, quale punto fermo della difesa per la stagione 2008-2009.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 ottobre 2009, dopo 5 presenze nella nuova stagione, decide di ritirarsi dal calcio giocato a quasi 42 anni e di accettare l'offerta per allenare il Como in coppia con Ottavio Strano, al posto dell'esonerato Stefano Di Chiara.[7][8]

Nella stagione 2010-2011 riappare sulla panchina comasca, affiancato stavolta da Carlo Garavaglia.[9]

Il 6 giugno 2011 diventa l'allenatore della Cremonese firmando un contratto biennale;[10] il suo secondo è Carlo Garavaglia.[11] Porta la squadra al quinto posto nel girone B perdendo la semifinale play-off contro il Trapani. Il 25 settembre 2012 viene sollevato dall'incarico di allenatore.[11]

Il 5 giugno 2013 firma un contratto di un anno con opzione per il secondo con il Catanzaro non venendo tuttavia confermato per la stagione successiva dopo un quarto posto finale e una semifinale di play-off raggiunta.[12]

Il 7 giugno 2014 viene chiamato ad allenare la SPAL venendo esonerato il 7 dicembre alla stregua degli scarsi risultati conseguiti.

Il 23 luglio 2015, viene ufficialmente annunciato come nuovo tecnico della Torres, in Lega Pro, ma si dimette il 19 agosto per motivi personali e familiari.

Il 13 ottobre seguente diventa il nuovo allenatore del Rimini, sostituendo l'esonerato Alessandro Pane,[13] ma il 9 gennaio successivo viene esonerato anch'egli a causa del ko contro l'Arezzo, con i biancorossi in piena zona play-out al quindicesimo posto. Gli subentra Leonardo Acori[14].

Il 10 giugno 2016 viene nominato nuovo allenatore del Padova[15]. Al termine della stagione 2016-2017, rimane svincolato, dopo che la società Calcio Padova, ha deciso di non rinnovargli il contratto per la stagione successiva[16].

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato
Comp Pres Reti
1990-1991 Italia Gallaratese Int 32 0
1991-1992 Ecc - -
1992-1993 CND 29 2
1993-1994 CND 30 3
1994-1995 Italia Corsico CND 31 1
1995-1996 Italia Solbiatese C2 33 3
1996-1997 C2 30 0
1997-1998 Italia Lumezzane C1 30 0
1998-1999 C1 31 2
1999-2000 C1 29 1
2000-2001 Italia Como C1 31 3
2001-2002 B 35 0
2002-gen. 2003 A 11 0
gen.-giu. 2003 Italia Palermo B 16 0
2003-2004 Italia Ascoli B 35 1
2004-2005 B 33+2[17] 1+0[17]
2005-2006 Italia Torino B 33+4[17] 1+0[17]
2006-2007 A 22 0
2007-2008 Italia Venezia C1 28 1
2008-2009 Italia Como 2 Div 28+4[17] 1+0[17]
ago.-ott. 2009 1 Div 5 0

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Como: 2001-2002

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

Gallaratese: 1991-1992

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 70 (2) se si considerano i play-off.
  2. ^ 59 (1) se si considerano i play-off.
  3. ^ 37 (1) se si considerano i play-off.
  4. ^ Luigi Tripisciano, Album rosanero, Palermo, Flaccovio Editore, giugno 2004, p. 91, ISBN 88-7804-260-9.
  5. ^ Brevi: "La Uefa non è chimera", gazzetta.it, 20 luglio 2006. URL consultato il 13 ottobre 2015.
  6. ^ Brevi, il Venezia è una questione di famiglia, La Nuova Venezia, 14 luglio 2007. URL consultato il 3 giugno 2016.
  7. ^ Squadra affidata alla coppia Strano-Brevi, calciocomo1907.it, 20 ottobre 2009. URL consultato il 20 ottobre 2009.
  8. ^ Como, svolta clamorosa: Oscar Brevi nuovo allenatore, lariosport.it, 20 ottobre 2009. URL consultato il 20 ottobre 2009.
  9. ^ Organigramma stagione sportiva 2010-2011 Calciocomo1907.it
  10. ^ Oscar Brevi è il nuovo allenatore della prima squadra Uscremonese.it
  11. ^ a b Sollevato dall'incarico Oscar Brevi Uscremonese.it
  12. ^ Oscar Brevi è il nuovo allenatore del Catanzaro Uscatanzaro1929.com
  13. ^ UFFICIALE: Rimini, Oscar Brevi è il nuovo tecnico tuttomercatoweb.com
  14. ^ Lega Pro Rimini, Brevi esonerato dall'incarico, su www.tuttosport.com. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  15. ^ Oscar Brevi nuovo allenatore Calcio Padova | Padova Calcio, su Padova Calcio, 10 giugno 2016. URL consultato il 10 giugno 2016.
  16. ^ Conferenza stampa integrale di Roberto Bonetto, Edoardo Bonetto e Moreno Beccaro | Padova Calcio, su Padova Calcio, 31 maggio 2017. URL consultato il 31 maggio 2017.
  17. ^ a b c d e f Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]