Leonardo Acori

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Leonardo Acori
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 1983 - giocatore
Carriera
Squadre di club1
1972-1974Napoli? (?)
1974-1983Banco di Roma106+ (4+)
Carriera da allenatore
1986-1990 non conosciuta Prati
1990-1991 Rieti
1991-1992 L'Aquila
1992-1994 Viterbese
1994-1995 Ternana
1995-1996 Ladispoli
1997-1999 Gubbio
1999-2001 Sangiovannese
2002-2008 Rimini
2008-2009 Livorno
2009-2010 Benevento
2010-2011 Cremonese
2012-2013 San Marino
2014 Grosseto
2014-2015 Gubbio
2016 Rimini
2016 Prato
2018-2019 Rimini
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 ottobre 2018

Leonardo Acori (Bastia Umbra, 16 gennaio 1955) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la sua carriera calcistica, come centrocampista, nella squadra di Città di Castello. Sul finire degli anni sessanta milita anche nelle giovanili del Napoli, ma per gran parte della sua carriera indossa la maglia giallorossa del Banco di Roma.

Con la squadra romana rimane ben nove anni, ottenendo la vittoria della Coppa Italia Dilettanti, e approdando fino alla Serie C2. Nel 1983 in concomitanza con il ritiro della squadra, abbandona il calcio giocato.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia subito la carriera di allenatore, conciliandola con il lavoro di impiegato bancario, allena il Prati, squadra romana di Prima Categoria, con cui vince il campionato nel 1987, giungendo fino all'Interregionale. A causa però della rinuncia a disputare tale campionato da parte del Prati, nella stagione 1990-1991 passa ad allenare il Rieti classificandosi in quarta posizione nel girone H dell'Interregionale. La stagione successiva allena L'Aquila, vince il campionato, sconfigge l'Acilia classificatasi a pari merito, ma non riesce a superare il Gualdo nello spareggio per la promozione in Serie C2.

Al termine della stagione, passa alla Viterbese, con cui colleziona un terzo posto, ed un quarto posto nel Campionato Nazionale Dilettanti. La stagione 1994-1995 è una stagione travagliata, inizia ancora con la Viterbese, ma dopo appena due mesi passa alla Ternana, stesso girone, dove durante il campionato viene sollevato dall'incarico.

Nella stagione 1995-1996 subentra alla guida del Ladispoli nel tentativo di salvare la squadra, non vi riesce per un solo punto. Dopo un anno di inattività è chiamato ad allenare il Gubbio, neopromosso in CND, vince il Campionato Nazionale Dilettanti 1997-1998 con 5 giornate d'anticipo, ed è promosso in Serie C2, dove l'anno successivo si classifica in settima posizione.

L'anno dopo sbarca in Toscana per far tappa a San Giovanni Valdarno, con la Sangiovannese vince il campionato con una giornata d'anticipo, laureandosi anche squadra campione dilettanti, dopo aver vinto lo Scudetto. Nella prima stagione di Serie C2 la squadra arriva settima, l'anno dopo conquista il quinto posto e quindi l'accesso ai play-off, dove giungerà fino alla finale, sconfitta dalla Pro Patria.

Nella stagione 2002-2003 inizia il rapporto con il Rimini, piazza di cui negli anni a venire diventerà uno degli allenatori più longevi e rappresentativi. Il suo primo anno in biancorosso non era iniziato bene, con 2 sole vittorie ottenute nelle prime 6 giornate del campionato di Serie C2. La vittoria della 7ª giornata all'Artemio Franchi contro la Florentia Viola del patron Della Valle si rivela un trampolino, che spinge il Rimini a battagliare a lungo con gli stessi viola per il 1º posto, finendo comunque per trovare ai play-off una Serie C1 che a Rimini mancava da 14 anni. La stagione successiva, alla prima esperienza in C1, giunge al 4º posto in classifica ed accede da neopromosso ai play-off, dove però esce in semifinale nel derby contro il Cesena. Al termine della Serie C1 2004-2005, invece, il Rimini di Acori riesce a vincere il campionato nonostante la presenza dell'ambizioso Napoli del presidente Aurelio De Laurentiis o di altre compagini comunque quotate come l'Avellino, protagonista di un lungo duello a distanza con i romagnoli. Vince anche la Supercoppa di Serie C contro la Cremonese.[1]

Il Rimini arriva così in Serie B, categoria in cui la piazza biancorossa mancava dal 1981-1982, in una stagione 2005-2006 che si conclude con una salvezza. Nel 2006-2007 il Rimini di Acori debutta alla prima giornata contro la Juventus in una partita storica, poiché è la prima disputata dai bianconeri in B, riuscendo a pareggiare 1-1. Anche al ritorno, a Torino, la Juventus non riuscirà a battere il Rimini, pareggiando 0-0. Nonostante il 5º posto finale, i play-off non vengono disputati per via del divario di 10 punti fra la terza classificata, il Genoa del presidente Preziosi, e la quarta classificata. Nel 2007-2008 il suo Rimini chiude al settimo posto con 69 punti, record storico di punti del Rimini nel campionato cadetto. A fine stagione, però, Acori lascia il club riminese rimasto orfano del patron Vincenzo Bellavista, deceduto nel 2007 a seguito di un malore.

Il 4 giugno 2008 il tecnico umbro firma un contratto annuale, con opzione per l'anno successivo, con il Livorno, con l'obiettivo di riportare la squadra in Serie A. Nonostante il terzo posto in classifica e la matematica qualificazione ai play-off, viene esonerato il 23 maggio 2009, ad una giornata dal termine della stagione regolare, in seguito alla sconfitta degli amaranto per mano dell'AlbinoLeffe. Il Livorno accederà poi alla massima serie sotto la guida del suo ex vice Gennaro Ruotolo.

Il 2 luglio 2009 viene nominato ufficialmente nuovo allenatore dell'ambizioso Benevento, squadra con cui si lega tramite un contratto biennale. Il 9 dicembre 2009 viene però esonerato mentre è seduto in panchina a Gubbio per la partita di Coppa Italia. L'11 aprile 2010, visti gli scadenti risultati conseguiti dal Benevento in campionato, la dirigenza decide di esonerare il tecnico Andrea Camplone e di richiamare Acori. Il 17 giugno 2010, in seguito ad una conferenza stampa, i fratelli Vigorito lo esonerano dall'incarico di allenatore.

Il 26 ottobre 2010 la Cremonese, con un comunicato ufficiale apparso sul proprio sito internet,[2] ha annunciato l'ingaggio del tecnico ex Rimini e Benevento Leonardo Acori come nuovo tecnico della prima squadra grigiorossa. Viene esonerato l'11 aprile 2011.[3]

Il 2 ottobre 2012 viene chiamato ad allenare il San Marino, neopromosso nella Prima Divisione della Lega Pro. Subentra dopo l'esonero di Mario Petrone, l'allenatore con il quale il San Marino aveva raggiunto la promozione classificandosi al secondo posto nel girone.[4] Al termine della stagione non viene confermato.[5]

Il 27 gennaio 2014 subentra ad Antonello Cuccureddu sulla panchina del Grosseto, diventando il quarto allenatore della stagione.[6] Con i toscani termina la stagione di Lega Pro Prima Divisione all'undicesimo posto.

Il 5 luglio 2014 viene ingaggiato dal Gubbio, formazione militante nel girone B di Lega Pro.[7] Viene esonerato il 2 maggio 2015, dopo la penultima giornata di campionato, con la squadra eugubina invischiata nella lotta play-out.[8]

Il 10 gennaio 2016 viene nominato nuovo tecnico del Rimini, in Lega Pro, tornando a sedere sulla panchina dei biancorossi dopo la lunga esperienza di 6 anni dal 2002 al 2008. È il terzo tecnico stagionale del Rimini, dopo gli esoneri di Alessandro Pane e Oscar Brevi. A fine stagione riesce a centrare la salvezza, resa poi inutile dai problemi societari di lì a breve hanno costretto la squadra a non iscriversi.

Dopo il fallimento del Rimini, per la stagione 2016-2017 viene ingaggiato dal Prato in Lega Pro ma il 26 settembre 2016, dopo la sesta giornata che vede la squadra toscana all'ultimo posto, viene esonerato.

Il 24 ottobre 2018, a campionato in corso, viene chiamato a sostituire il dimissionario Gianluca Righetti alla guida del Rimini, club che in quel momento si trovava al 15º posto in un campionato di Serie C affrontato da neopromosso dopo la ripartenza dall'Eccellenza di due anni prima. Per Acori si tratta dell'ottava stagione da allenatore della formazione biancorossa, considerando in totale le tre parentesi (con tre presidenti diversi).[9]

Il 20 gennaio 2019, Acori viene esonerato a seguito della sconfitta contro la Triestina.[10]

Statistiche da allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 20 gennaio 2019.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale % Vittorie
Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P Comp G V N P G V N P %
1990-1991 Italia Rieti Interr. 34 12 17 5 - - - - - - - - - - - - - - - 34 12 17 5 35,29
1991-1992 Italia L'Aquila Interr. 34+1 20+1 11 3 - - - - - - - - - - - - - - - 35 21 11 3 60,00
1992-1993 Italia Viterbese CND 34 15 15 4 CI-D 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 36 16 15 5 44,44
1993-1994 CND 34 15 15 4 CI-D 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 36 16 15 5 44,44
Totale Viterbese 68 30 30 8 4 2 0 2 72 32 30 10 44,44
1994-1995 Italia Ternana CND 34 16 13 5 CI-D 3 2 0 1 - - - - - - - - - - 37 18 13 6 48,65
1997-1998 Italia Gubbio CND 34+2 20+1 11 3+1 CI-D 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 38 22 11 5 57,89
1998-1999 C2 34 12 15 7 CI-C 4 1 2 1 - - - - - - - - - - 38 13 17 8 34,21
1999-2000 Italia Sangiovannese D 34+4 22+2 9+2 3 CI-D 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 40 25 11 4 62,50
2000-2001 C2 34 11 15 8 CI-C 4 2 0 2 - - - - - - - - - - 38 13 15 10 34,21
Totale Sangiovannese 72 35 26 11 6 3 0 3 78 38 26 14 48,72
2002-2003 Italia Rimini C2 34+4 16+1 11+3 7 CI-C 4 2 2 0 - - - - - - - - - - 42 19 16 7 45,24
2003-2004 C1 34+2 14 11+1 9+1 CI-C 6 4 0 2 - - - - - - - - - - 42 18 12 12 42,86
2004-2005 C1 34 19 13 2 CI+CI-C 3+6 1+2 1+2 1+2 - - - - - SSC 2 2 0 0 45 24 16 5 53,33
2005-2006 B 42 11 15 16 CI 1 0 0 1 - - - - - - - - - - 43 11 15 17 25,58
2006-2007 B 42 17 16 9 CI 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 44 18 16 10 40,91
2007-2008 B 42 20 9 13 CI 3 2 0 1 - - - - - - - - - - 45 22 9 14 48,89
2008-2009 Italia Livorno B 42+4 16+2 20+1 6+1 CI 3 2 0 1 - - - - - - - - - - 49 20 21 8 40,82
2009-2010 Italia Benevento LP-1D 34+2 16 8+1 10+1 CI+CI-LP 2+4 1+2 0+1 1+1 - - - - - - - - - - 42 19 10 13 45,24
2010-2011 Italia Cremonese LP-1D 24 6 11 7 CI+CI-LP - - - - - - - - - - - - - - 24 6 11 7 25,00
2012-2013 Italia San Marino LP-1D 32 12 7 13 CI+CI-LP 1+1 0+0 0+0 1+1 - - - - - - - - - - 34 12 7 15 35,29
2013-2014 Italia Grosseto LP-1D 12 5 2 5 CI-LP 2 0 0 2 - - - - - - - - - - 14 5 2 7 35,71
2014-2015 Italia Gubbio LP 37 9 13 15 CI-LP 2 0 0 2 - - - - - - - - - - 39 9 13 17 23,08
Totale Gubbio 107 42 39 26 8 2 2 4 115 44 41 30 38,26
2015-2016 Italia Rimini LP 17+2 5+1 7+1 5 CI-LP - - - - - - - - - - - - - - 19 6 8 5 31,58
2016-2017 Italia Prato LP 6 0 2 4 CI-LP 2 1 0 1 - - - - - - - - - - 8 1 2 5 12,50
ott.2018-2019 Italia Rimini C 13 4 3 6 CI-C - - - - - - - - - - - - - - 13 4 3 6 30,77
Totale Rimini 266 108 90 68 25 12 5 8 2 2 0 0 293 122 95 76 41,64
Totale carriera 772 321 278 174 61 27 8 26 2 2 0 0 835 350 286 199 41,92

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Banco di Roma: 1974-1975

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

L'Aquila: 1991-1992
Gubbio: 1997-1998
Sangiovannese: 1999-2000
Sangiovannese: 1999-2000
Rimini: 2004-2005
Rimini: 2005

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

  • Prima Categoria Lazio: 1
Prati: 1986-1987

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tabellini rsssf.com
  2. ^ Leonardo Acori nuovo Mister grigiorosso
  3. ^ Lega Pro 1/A: Cremonese, esonerato Acori, sportmediaset.mediaset.it, 11 aprile 2011. URL consultato l'11 aprile 2011.
  4. ^ UFFICIALE: San Marino, è Acori il nuovo tecnico, in tuttomercatoweb.com, 2 ottobre 2012. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  5. ^ San Marino, De Biagi congeda Acori e Giannitti: "Ora linea giovane", tuttomercatoweb.com, 15 maggio 2013. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  6. ^ Esonerato Cuccureddu. Acori nuovo mister, grosseto1912.it, 27 gennaio 2014. URL consultato il 27 gennaio 2014.
  7. ^ UFFICIALE: Gubbio, Acori è il nuovo tecnico
  8. ^ Gubbio, esonerato il tecnico Acori
  9. ^ Il Rimini ufficializza il ritorno di Acori, corriereromagna.it, 24 ottobre 2018. URL consultato il 24 ottobre 2018.
  10. ^ CALCIO: RIMINI, SALTA LA PANCHINA DI LEONARDO ACORI DOPO IL KO DI TRIESTE, teleromagna24.it, 20 gennaio 2019. URL consultato il 20 gennaio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]