Vincenzo Bellavista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Vincenzo Bellavista (Savignano sul Rubicone, 12 settembre 1943Longiano, 21 maggio 2007) è stato un imprenditore e dirigente sportivo italiano.

Note biografiche[modifica | modifica wikitesto]

Portò la cooperativa Cocif da piccola impresa ad azienda nazionale nel settore degli infissi in legno e arredamento (fatturato di 100 milioni di euro, 500 lavoratori fra soci e dipendenti). L'azienda era stata fondata nel 1945 come laboratorio di falegnameria, per iniziativa di un gruppo di nove soci.

Entrò nel 1965 come addetto ai libri paga e alla contabilità, passando poi al settore commerciale. Sette anni dopo ne diventò presidente (1972) e nel 1997 direttore generale. Il 29 settembre del 2005 gli venne conferita la cittadinanza onoraria del comune di Rimini.

La mattina del 21 maggio 2007 accusa un malore nella sua abitazione a Savignano sul Rubicone: muore in ambulanza durante il trasporto all'ospedale Bufalini di Cesena.

Presidente del Rimini[modifica | modifica wikitesto]

Acquistò la società calcistica Rimini Calcio salvandola dal fallimento. Il 6 maggio 1994 Bellavista e la Cocif entrarono come quota di maggioranza, con obiettivi ambiziosi per la squadra che si trovava in serie C2. Nella stagione 2002/2003 il Rimini raggiunge il secondo posto e riesce ad conquistare la promozione in C1 ai play-off; due anni dopo è promosso in serie B.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]