Società Ginnastica Gallaratese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Società Ginnastica Gallaratese
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Blu e Bianco2.png Blu- Bianco
Dati societari
Città Gallarate
Paese Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Promozione
Fondazione 1909
Allenatore Enrico Bortolas
Stadio Comunale Atleti Azzurri d'Italia
(1.000 posti)
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

La Società Ginnastica Gallaratese, meglio conosciuta come Gallaratese, è una società italiana di ginnastica, atletica e calcio con sede nella città di Gallarate. Fondata nel 1876 come società di ginnastica, la squadra della sezione calcio prese parte a tre edizioni del campionato di Serie B e a vari campionati di Serie C. Nel 1995 il club, in virtù delle norme ammesse dal NOIF, si trasferì a giocare a Busto Arsizio mutando il nome in Pro Patria Gallaratese G.B., mantenendo la propria matricola FIGC. In seguito a questo avvenimento alcuni tifosi, scontenti del trasferimento che rendeva Gallarate orfana di un proprio team calcistico, fondarono una nuova Gallaratese a cui, però, non appartiene il palmarès dello storico club.

I suoi colori sociali sono il bianco e il blu e lo stadio in cui gioca è il Comunale Atleti Azzurri d'Italia di Gallarate.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Sezione ginnastica[modifica | modifica sorgente]

La Società Ginnastica Gallaratese venne fondata il 4 settembre 1876 e si affiliò alla Federazione delle Società Ginnastiche Italiane il 27 maggio 1888.[1] Ebbe, almeno fino alla metà degli anni '50, come attività prevalente la ginnastica e gli sport atletici.

Nel 1907 la squadra allievi fu tra le 14 partecipanti al concorso indetto dal Consiglio provinciale di Milano ed organizzato dalla "Forza e Coraggio", arrivando seconda con 127,5 punti, dietro solo alla Pro Patria.

Sezione atletica[modifica | modifica sorgente]

Tra i suoi campioni ricordiamo: Ennio Maffiolini (che il 9 agosto 1922 aveva stabilito il record italiano nei 500 metri con il tempo di 1' 8" e 1 quinto migliorando così il titolo conseguito da Massimo Cartasegna),[2] Bertoni, Croci, Gasperoli (che vinsero nel 1914 il campionato italiano di corsa specialità staffette con ostacoli 500 m).[3]

Nel 1935 la Società Ginnastica Gallaratese fu una delle squadre che donarono le medaglie d'oro vinte alla patria, assolvendo alle richieste autarchiche del Regime impegnato nella Guerra d'Etiopia (oro alla patria).[4]

Sezione calcio[modifica | modifica sorgente]

La S.G. Gallaratese inizia a praticare ufficialmente il calcio nel 1909, con l'invito sul suo campo di società del calibro dell'Inter e dell'Ausonia; in seguito si iscrive al primo campionato nel 1912-13 (3.a Categoria Lombarda) e, fino al 1927, milita nei campionati regionali lombardi.

Nel 1927 riesce a salire in Seconda Divisione (l'antesignana della Serie C). Nel 1928 viene ammessa in Prima Divisione (Serie B) che però l'anno dopo viene declassata a terzo livello (Serie C). Negli anni 30 e 40 milita soprattutto in Serie C e al termine della seconda guerra mondiale viene ammessa d'ufficio (causa allargamento del campionato) in Serie B. In serie B milita per tre stagioni consecutive, ritornando in C al termine della stagione 1947-48 per riforma dei campionati (riduzione dei gironi della Serie B da tre a uno). Nella stagione 1951-52 disputa una stagione disastrosa e viene retrocessa in IV Serie. In tale serie (che cambierà più volte nome, da IV serie a Serie D a Interregionale a C.N.D.) rimane per una ventina di anni, poi nel 1972 retrocede nei campionati regionali. Negli anni '70, '80 e primi anni '90 la squadra gioca soprattutto nei campionati lombardi con qualche sporadica partecipazione alla Serie D.

Il trasferimento a Busto Arsizio[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Pro Patria Calcio Gallaratese Gallarate Busto.

Nel 1995 la Gallaratese viene promossa in Serie C2 e si trasferisce a giocare a Busto Arsizio. Nasce così nel 1995 la Pro Patria Gallaratese Gallarate Busto (Pro Patria Gallaratese G.B. S.r.l.), che mantiene il numero di matricola FIGC della Gallaratese. In quella prima stagione in C2 la Pro Patria Gallaratese G.B., quidata da Mario Beretta raggiunge i play-off, spareggi per la promozione in Serie C1; la squadra biancoblù, viene però eliminata in semifinale dal Lumezzane. Anche l'anno seguente la Pro Patria Gallaratese G.B., raggiunge i play-off, ma viene ancora eliminata in semifinale dalla Pro Sesto. Nella stagione 1997-1998 sono raggiunti ancora i play-off, e per il terzo anno consecutivo i biancoblù sono sconfitti in semifinale dalla Triestina.

La rifondazione della Gallaratese e la risalita delle categorie[modifica | modifica sorgente]

Con il trasferimento della squadra a Busto Arsizio, la città di Gallarate si era ritrovata senza una squadra che giocasse in città, fatta esclusione dell'U.S. Crennese. Venne quindi rifondata la società che con il nome di Gallaratese si iscrisse al campionato di Terza Categoria. Ebbe inizio in questo modo la lenta risalita verso le categorie superiori. In pochi anni trascinata dai goal del bomber Davide Pennazzato, la squadra torna in Eccellenza.

Nella stagione 2007-2008 la Gallaratese,che nel frattempo ha perso il gruppo che le ha consentito la rinascita, milita in Eccellenza. Conclude il campionato al 15º posto e deve affrontare i play-out per evitare la retrocessione in Promozione. Opposta nello spareggio alla squadra di Gallarate, c'è il Luino, che ha concluso il campionato al 14º posto. Lo spareggio si conclude con un doppio 1-1 che in virtù del miglior piazzamento in campionato del Luino, decreta la retrocessione in Promozione della Gallaratese. L'anno seguente la squadra conclude all'ottavo posto il campionato di Promozione. La stagione 2010-2011 vede la Gallaratese ripescata direttamente dalla Promozione alla Serie D avendo acquistato il titolo sportivo della neopromossa Saronno che chiuse l'anno calcistico in attivo donando anche molte attrezature ad associazioni private ma non potendo giocare il campionato in casa (se non a porte chiuse) per espresso divieto del Comando Provinciale dei Vigili Del Fuoco dato che l'impianto sportivo di Saronno non era stato adeguato alle misure di sicurezza previste.

Retrocessa in Eccellenza nel 2012, non riesce ad iscriversi alla massima categoria regionale e viene ammessa, in sovrannumero, al girone A della promozione girone A lombardia

La società viene costituita a fine Luglio 2012 e in nemmeno un mese i due allenatori di prima squadra e Juniores formano le uniche due squadre della società. A fine stagione con risultati sorprendenti la prima squadra guidata da Fabio Pasetti sfiora i play off e la juniores guidata da Stefano Cavalli vince il campionato e il titolo provinciale

Gli stadi[modifica | modifica sorgente]

Sin dalla nascita fino all'estate del 1994 la Gallaratese ha sempre giocato nell'impianto Alessandro Maino di Via Pegoraro, Nel campionato 1994-95 si trasferisce allo stadio Atleti Azzurri d'Italia. Nella stagione del 1998 con la rifondazione la Gallaratese torna a giocare allo stadio Alessandro Maino. Dopo l'acquisto del titolo sportivo del Saronno e il conseguente ripescaggio in serie D, a causa della fatiscenza dello stadio e dell'ineidoneità del campo ad ospitare partite di categoria superiore all'eccellenza, la società è stata costretta a spostarsi allo stadio Atleti Azzurri d'Italia (comunale di Gallarate).

Cronistoria[modifica | modifica sorgente]

La cronistoria si basa sulle classifiche presenti su it.wiki (per consultarle cliccare sull'anno) a loro volta tratte da numerose fonti, come le quattro edizioni dell'Annuario Italiano Giuoco del Calcio, le varie edizioni dell'Almanacco Panini, i giornali dell'epoca, i Comunicati ufficiali F.I.G.C. conservati dal Comitato Regionale Lombardia F.I.G.C. L.N.D. e vari siti web.

Cronistoria della Gallaratese
  • 1876 - Il 4 settembre nasce la Società Ginnastica Gallaratese.
  • 1909 - A febbraio inaugura la sezione calcio dopo aver ospitato sul proprio campo l'amichevole Ausonia-Internazionale 2-2.[5]
  • 1909-10 - Non ancora affiliata alla F.I.G.C., attività in ambito alto-milanese.[6]
  • 1912 - Si affilia alla F.I.G.C. Inaugura e fa omologare il proprio campo cintato.[7]
  • 1912-13 - 3ª nel girone B della Terza Categoria Lombarda.
  • 1913-14 - Seppur affiliata alla F.I.G.C. non partecipa ad alcun campionato. La stagione successiva è ammessa alla Promozione Lombarda avendo un terreno di gioco di dimensioni superiori ai 90x50 richiesti per poterla disputare.
  • 1914-15 - 6ª nel girone C della Promozione Lombarda.
  • 1915/18 - Sospende ogni attività per motivi bellici. Ricostituita alla fine delle ostilità si iscrive al campionato di Promozione.
  • 1919-20 - 5ª nel girone C della Promozione Lombarda[8] Non si iscrive al campionato successivo.
  • 1920-21 - Affiliata alla F.I.G.C. ma inattiva. Rimane fedele alla F.I.G.C. allo scisma federale.
  • 1921-22 - 2ª nel girone C della Promozione Lombarda. È ammessa alla Terza Divisione dal Compromesso Colombo.
  • 1922-23 - 2ª nel girone F della Terza Divisione Lombarda.
  • 1923-24 - 2ª nel girone C della Terza Divisione Lombarda.
  • 1924-25 - 1ª nel girone A della Terza Divisione Lombarda, avendo battuto allo spareggio di Seregno lo Stelvio-Olona 1-0. 3ª nella semifinale A Lombarda per l'ammissione agli spareggi-promozione.
  • 1925-26 - 4ª nel girone B della Terza Divisione Lombarda (grazie al miglior quoziente reti 1,428 rispetto al 1,35 della Varesina.
  • 1926-27 - 2ª nel girone D della Terza Divisione Lombarda. Ammessa alla Seconda Divisione Nord a completamento organici.
  • 1927-28 - 3ª nel girone B della Seconda Divisione Nord. Promossa d'ufficio in Prima Divisione
  • 1928-29 - 4ª nel girone B della Prima Divisione Nord.
  • 1929-30 - 6ª nel girone B della Prima Divisione Nord.
  • 1930-31 - 4ª nel girone C della Prima Divisione.
  • 1931-32 - 7ª nel girone C della Prima Divisione.
  • 1932-33 - 7ª nel girone A della Prima Divisione. Cambia denominazione in A.C. Gallaratese.
  • 1933-34 - 12ª nel girone C della Prima Divisione.
  • 1934-35 - 4ª nel girone B della Prima Divisione. Cambia denominazione in S.G. Gallaratese.[9]
  • 1935-36 - 14ª nel girone B della Serie C. Inizialmente retrocessa, poi riammessa a completamento organici.
  • 1936-37 - 16ª nel girone B della Serie C. Inizialmente retrocessa, poi riammessa a completamento organici.
  • 1937-38 - 4ª nel girone C della Serie C.
  • 1938-39 - 7ª nel girone C della Serie C.
  • 1939-40 - 15ª nel girone C della Serie C. Inizialmente retrocessa in Prima Divisione, è in seguito riammessa a completamento organici.
  • 1940-41 - 4ª nel girone C della Serie C.
  • 1941-42 - 3ª nel girone C della Serie C.
  • 1942-43 - 4ª nel girone D della Serie C.
  • 1943-44 - 3º nel girone C del Torneo Misto Serie C-Prima Divisione organizzato dal Direttorio II Zona (Lombardia).
  • 1944-45 - Si ritira alla fine dell'andata del Torneo Benefico Lombardo organizzato dal Direttorio II Zona.
  • 1945-46 - 10ª nel girone B della Serie Mista B-C Alta Italia. Ammessa d'ufficio in Serie B.
  • 1946-47 - 8ª nel girone A della Serie B.
  • 1947-48 - 10ª nel girone A della Serie B. Retrocessa in Serie C.
  • 1948-49 - 7ª nel girone A della Serie C.
  • 1949-50 - 10ª nel girone A della Serie C.
  • 1950-51 - 7ª nel girone A della Serie C.
  • 1951-52 - 18ª nel girone A della Serie C. Retrocessa in IV Serie.
  • 1952-53 - 6ª nel girone A della IV Serie.
  • 1953-54 - 5ª nel girone B della IV Serie.
  • 1954-55 - 3ª nel girone B della IV Serie.
  • 1955-56 - 8ª nel girone B della IV Serie.
  • 1956-57 - 6ª nel girone B della IV Serie.
  • 1957-58 - 12ª nel girone A dell'Interregionale I Serie.
  • 1958-59 - 5ª nel girone B della IV Serie.
  • 1959-60 - 14ª nel girone B della Serie D.
  • 1960-61 - 5ª nel girone B della Serie D.
  • 1961-62 - 6ª nel girone B della Serie D.
  • 1962-63 - 10ª nel girone B della Serie D.
  • 1963-64 - 9ª nel girone B della Serie D.
  • 1964-65 - 3ª nel girone B della Serie D.
  • 1965-66 - 3ª nel girone B della Serie D.
  • 1966-67 - 3ª nel girone A della Serie D.
  • 1967-68 - 9ª nel girone B della Serie D
  • 1968-69 - 6ª nel girone A della Serie D
  • 1969-70 - 3ª nel girone B della Serie D
  • 1970-71 - 13ª nel girone B della Serie D
  • 1971-72 - 17ª nel girone A della Serie D. Retrocessa in Promozione.
  • 1972-73 - 6ª nel girone C della Promozione Lombarda.
  • 1973-74 - 4ª nel girone A della Promozione Lombarda.
  • 1974-75 - 4ª nel girone A della Promozione Lombarda.
  • 1975-76 - 15ª nel girone A della Promozione Lombarda. Retrocessa in Prima Categoria Lombarda.
  • 1976-77 - 1ª nel girone D della Prima Categoria Lombarda. Promossa in Promozione Lombarda.
  • 1977-78 - 2ª nel girone A della Promozione Lombarda.
  • 1978-79 - 8ª nel girone A della Promozione Lombarda.
  • 1979-80 - 5ª nel girone A della Promozione Lombarda.
  • 1980-81 - 2ª nel girone A della Promozione Lombarda, ammessa agli spareggi fra le seconde. 4ª agli spareggi, è successivamente ammessa all'Interregionale a completamento organici.
  • 1981-82 - 11ª nel girone A dell'Interregionale.
  • 1982-83 - 9ª nel girone B dell'Interregionale.
  • 1983-84 - 8ª nel girone B dell'Interregionale.
  • 1984-85 - 14ª nel girone B dell'Interregionale. Retrocessa in Promozione, è in seguito riammessa a completamento organici.
  • 1985-86 - 16ª nel girone B del Campionato Interregionale. Retrocessa in Promozione Lombarda.
  • 1986-87 - 13ª nel girone A della Promozione Lombarda, salva grazie agli scontri diretti.
  • 1987-88 - 7ª nel girone A della Promozione Lombarda.
  • 1988-89 - 6ª nel girone A della Promozione Lombarda.
  • 1989-90 - 1ª nel girone A della Promozione Lombarda. Promossa allInterregionale.
  • 1990-91 - 13ª nel girone B dell'Interregionale. Retrocessa in Eccellenza Lombarda.
  • 1991-92 - 1ª nel girone A dell'Eccellenza Lombardia. Promossa al Campionato Nazionale Dilettanti (C.N.D.).
  • 1992-93 - 10ª nel girone A del C.N.D.
  • 1993-94 - 6ª nel girone B del C.N.D.
  • 1994-95 - 1ª nel girone A del C.N.D. Promossa in Serie C2.
  • 1995 - La Gallaratese si trasferisce a Busto Arsizio diventando Pro Patria Calcio Gallaratese Gallarate Busto (più nota semplicemente come Pro Patria).
  • 1998 - Alcuni ex-dirigenti della vecchia Gallaratese rifondano la S.G. Gallaratese e la iscrivono alla Terza Categoria Varesina con Giorgio Caravatti (Presidente) e Carlo Molani (Segretario).
  • 1998-99 - 3ª nel girone C della Terza Categoria del Comitato Provinciale di Varese.
  • 1999-00 - 1ª nel girone C della Terza Categoria del Comitato Provinciale di Varese. Promossa alla Seconda Categoria Lombarda.
  • 2000-01 - 2ª nel girone Q della Seconda Categoria Lombardia. Promossa alla Prima Categoria Lombarda.
  • 2001-02 - 12ª nel girone L della Prima Categoria Lombardia.
  • 2002-03 - 1ª nel girone L della Prima Categoria Lombardia, dopo spareggio con l'Arcisatese Audax. Promossa in Promozione Lombarda.
  • 2003-04 - 2ª nel girone A della Promozione Lombardia. Promossa in Eccellenza Lombarda dopo i play-off.
  • 2004-05 - 4ª nel girone A dell'Eccellenza Lombardia.
  • 2005-06 - 8ª nel girone A dell'Eccellenza Lombardia.
  • 2006-07 - 5ª nel girone A dell'Eccellenza Lombarda.
  • 2007-08 - 15ª nel girone A dell'Eccellenza Lombarda. Ai play-out contro il Luino (1-1 e 1-1) retrocede in Promozione causa peggiore differenza reti generale.
  • 2008-09 - 6ª nel girone A della Promozione Lombardia.
  • 2009-10 - 8ª nel girone A della Promozione Lombardia. Al termine della stagione la Gallaratese, acquista il titolo sportivo del Saronno (appena promosso in Serie D).
  • 2010-11 - 7ª nel girone A della Serie D.
  • 2011-12 - 20ª nel girone B della Serie D. Retrocessa in Eccellenza. La società rinuncia all'Eccellenza e si iscrive in Promozione.
  • 2012-13 - 9ª nel girone A della Promozione Lombardia. Non si iscrive al successivo campionato.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dall'elenco delle società affiliate alla F.G.N.I. pubblicata da Marco Impiglia su "Hic sunt footballers" (Roma, 2001) e ripubblicato da Roberto Avantaggiato e Rolando Mignini su "CR Lazio una storia lunga 95 anni" (Roma, 2004 a cura della F.I.G.C. Comitato Regionale Lazio).
  2. ^ Il record Ennio Maffiolini lo conseguì in data 22 agosto 1922 vedere il Littoriale del 24-10-1928
  3. ^ Sull'Almanacco dello Sport del 1914 a pag. 318
  4. ^ In "Le società Gallaratesi" in prima pagina del Littoriale del 12-4-1935
  5. ^ L'articolista scrisse sulla Gazzetta dello Sport che il campo non era buono per poterci giocare delle partite di football perché troppo gibboso ed irregolare.
  6. ^ Non è nell'elenco delle squadre affiliate riportate dai Comunicati Ufficiali pubblicati. Nella prima gara a Busto Arsizio in data 23 gennaio 1910 batte una incompleta Aurora 1-0 (lamentava 3 titolari assenti e sostituiti da riserve). Pubblicato in data 27 gennaio dalla rivista Foot-Ball Organo Ufficiale della F.I.G.C. - Milano, Biblioteca Nazionale Braidense.
  7. ^ Le misure minime richieste dalla F.I.G.C. sono 90x45 per poter disputare la Terza Categoria. Il giornale gallaratese L'Unione alla presentazione del match Gallaratese-Aurora del 19 gennaio 1913 segnala: ingresso normale centesimi 30, cent. 20 i ragazzi e gratis ai soci. Giornale conservato presso la Biblioteca Comunale "Maino" di Gallarate.
  8. ^ Annullati i 3 punti in classifica (1 pari ed 1 vittoria) con due 0-2 a tavolino a seguito delibera del C.R.L. del 10 febbraio 1920 su reclamo del Luino per aver utilizzato sotto falso nome un giocatore di un'altra squadra.
  9. ^ Direttorio Federale F.I.G.C. comunicato n. 47 del 31 luglio 1935 pubblicato dal giornale sportivo Il Littoriale di Roma sul n. 191 del 3 agosto 1935 pag. 2.