Coppa Italia Lega Pro 2015-2016

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Coppa Italia Lega Pro 2015-2016
Competizione Coppa Italia Lega Pro
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 44ª
Organizzatore Lega Italiana Calcio Professionistico
Date 13 agosto 2015 - 14 aprile 2016
Luogo Italia Italia
Partecipanti 53
Risultati
Vincitore Foggia
(2º titolo)
Secondo Cittadella
Semi-finalisti SPAL
Siena
Statistiche
Miglior marcatore Italia Claudio Coralli, 10
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2014-2015 2016-2017 Right arrow.svg

La Coppa Italia Lega Pro 2015-2016 è stata una competizione di calcio italiana a cui partecipano 51 delle 54 squadre partecipanti al campionato di Lega Pro 2015-2016 più 2 squadre iscritte alla Serie D 2015-2016.

Le tre squadre di terza serie che non partecipano alla competizione sono state il Monopoli (ultimo ripescato dalla Serie D), l'Aurora Pro Patria (riammessa a seguito della retrocessione per illecito della Torres) e il Messina (riammesso a seguito della retrocessione per illecito della Vigor Lamezia). Le due società dilettantistiche che hanno invece partecipato sono Torres e Vigor Lamezia (per altro subito eliminate nella fase a gironi), retrocesse dalla Lega Pro per illecito sportivo.

La manifestazione è iniziata il 13 agosto 2015 per concludersi il 14 aprile 2016 con la vittoria del Foggia.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

Vengono ammesse alla competizione le squadre che risultano regolarmente iscritte al campionato unico di Lega Pro 2015-2016 al 4 agosto 2015. La competizione si divide nelle seguenti fasi:

  • Fase eliminatoria a gironi: vi partecipano le 26 squadre che non hanno partecipato alla Coppa Italia maggiore. Le squadre sono suddivise in 8 gironi da tre squadre (con gare di sola andata) ed uno da due squadre (con gare di andata e ritorno). La vincente di ogni girone si qualifica per la fase finale.
  • Fase finale: vi partecipano 36 squadre: le 27 ammesse di diritto (in quanto partecipanti anche alla Coppa Italia maggiore) e le 9 vincitrici degli altrettanti gironi della fase eliminatoria. Si svolge secondo la formula dell'eliminazione diretta, con un tabellone predeterminato su accoppiamenti guidati dal criterio di vicinanza geografica.
    • Primo turno: viene disputato solo da 8 delle 36 squadre, che si affrontano in 4 partite di sola andata per ridurre il numero delle partecipanti da 36 a 32; il fattore campo è determinato per sorteggio.
    • Sedicesimi di finale: sono disputati dalle 4 vincenti del primo turno e dalle 28 che non hanno disputato il primo turno; si giocano 16 partite di sola andata, con fattore campo determinato per sorteggio.
    • Ottavi e quarti di finale: le squadre rimaste si affrontano in partite di sola andata. La squadra ospitante viene determinata per sorteggio.
    • Semifinali e finale: le squadre si affrontano in partite di andata e ritorno. La squadra ospitante la partita di andata viene determinata per sorteggio.

Fase eliminatoria a gironi[modifica | modifica wikitesto]

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Giana Erminio 6 2 2 0 0 6 0 +6
Cuneo 3 2 1 0 1 2 2 0
AlbinoLeffe 0 2 0 0 2 0 6 -6
Gorgonzola
14 agosto 2015, ore 17:00 CEST
1ª giornata
Giana Erminio 2 – 0 Cuneo Stadio comunale Città di Gorgonzola
Arbitro Davide Miele (Torino)

Cuneo
23 agosto 2015, ore 16:00 CEST
2ª giornata
Cuneo 2 – 0 AlbinoLeffe Stadio Fratelli Paschiero
Arbitro Fabio Schirru (Nichelino)

Bergamo
31 agosto 2015, ore 18:00 CEST
3ª giornata
AlbinoLeffe 0 – 4 Giana Erminio Stadio Atleti Azzurri d'Italia
Arbitro Alessandro Meleleo (Casarano)

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Pro Piacenza 4 2 1 1 0 3 2 +1
Lumezzane 4 2 1 1 0 2 1 +1
Renate 0 2 0 0 2 1 3 -2
Piacenza
14 agosto 2015, ore 18:00 CEST
1ª giornata
Pro Piacenza 2 – 1 Renate Stadio Leonardo Garilli
Arbitro Diego Provesi (Treviglio)

Meda
23 agosto 2015, ore 17:30 CEST
2ª giornata
Renate 0 – 1 Lumezzane Stadio Città di Meda
Arbitro Nicola De Tullio (Bari)

Lumezzane
30 agosto 2015
3ª giornata
Lumezzane 1 – 1 Pro Piacenza Stadio Comunale Tullio Saleri
Arbitro Luca Detta (Mantova)

Girone C[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Mantova 4 2 1 1 0 3 2 +1
Pordenone 3 2 1 0 1 2 2 0
Padova 1 2 0 1 1 1 2 -1
Mantova
14 agosto 2015, ore 20:30 CEST
1ª giornata
Mantova 1 – 1 Padova Stadio Danilo Martelli
Arbitro Nicolò Cipriani (Empoli)

Pordenone
23 agosto 2015, ore 18:00 CEST
2ª giornata
Pordenone 1 – 2 Mantova Stadio Ottavio Bottecchia
Arbitro Nicolò Sprezzola (Mestre)

Padova
30 agosto 2015, ore 17:30 CEST
3ª giornata
Padova 0 – 1 Pordenone Stadio Euganeo
Arbitro Andrea Zingarelli (Siena)

Girone D[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Pistoiese 3 2 1 0 1 5 2 +3
Carrarese 3 2 1 0 1 2 2 0
Savona 3 2 1 0 1 1 4 -3
Savona
14 agosto 2015, ore 17:00 CEST
1ª giornata
Savona 1 – 0 Carrarese Stadio Valerio Bacigalupo
Arbitro Riccardo Annaloro (Collegno)

Carrara
23 agosto 2015, ore 17:00 CEST
2ª giornata
Carrarese 2 – 1 Pistoiese Stadio dei Marmi
Arbitro Lorenzo Bertani (Pisa)

Pistoia
30 agosto 2015
3ª giornata
Pistoiese 4 – 0 Savona Stadio Marcello Melani
Arbitro Alessandro Chindemi (Viterbo)

Girone E[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Siena 4 2 1 1 0 3 2 +1
Lupa Roma 3 2 1 0 1 5 4 +1
Prato 1 2 0 1 1 1 3 -2
Prato
14 agosto 2015, ore 20:30 CEST
1ª giornata
Prato 0 – 0 Siena Stadio Lungobisenzio
Arbitro Manuel Volpi (Arezzo)

Aprilia
23 agosto 2015, ore 17:00 CEST
2ª giornata
Lupa Roma 3 – 1 Prato Stadio Quinto Ricci
Arbitro Ilario Guida (Salerno)

Siena
30 agosto 2015
3ª giornata
Siena 3 – 2 Lupa Roma Stadio Artemio Franchi (Siena)
Arbitro Federico Sassoli (Arezzo)

Girone F[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Santarcangelo 4 2 1 1 0 2 1 +1
Rimini 3 2 1 0 1 2 2 0
Maceratese 1 2 0 1 1 0 1 -1
Santarcangelo di Romagna
13 agosto 2015, ore 20:30 CEST
1ª giornata
Rimini 1 – 2 Santarcangelo Stadio Valentino Mazzola
Arbitro Daniele Paterna (Teramo)

Ancona
23 agosto 2015, ore 17:00 CEST
2ª giornata
Maceratese 0 – 1 Rimini Stadio Del Conero
Arbitro Manuel Volpi (Arezzo)

Santarcangelo di Romagna
30 agosto 2015, ore 17:30 CEST
3ª giornata
Santarcangelo 0 – 0 Maceratese Stadio Valentino Mazzola
Arbitro Daniele De Remigis (Teramo)

Girone G[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Lupa Castelli Romani 4 2 1 1 0 4 1 +3
Torres 1 2 0 1 1 1 4 -3
Sassari
24 agosto 2015, ore 17:00 CEST
1ª giornata
Torres 1 – 1 Lupa Castelli Romani Stadio Vanni Sanna
Arbitro Federico Dionisi (L'Aquila)

Rieti
28 agosto 2015, ore 14:30 CEST
2ª giornata
Lupa Castelli Romani 3 – 0 Torres Stadio Centro d'Italia-Manlio Scopigno
Arbitro Vittorio Di Gioia (Nola)

Girone H[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Ischia Isolaverde 3 2 1 0 1 5 4 +1
Martina Franca 3 2 1 0 1 4 3 +1
Fidelis Andria 3 2 1 0 1 3 5 -2
Andria
14 agosto 2015, ore 18:00 CEST
1ª giornata
Fidelis Andria 0 – 3
A tavolino[1]
referto
Martina Franca Stadio Degli Ulivi (circa 1.200 spett.)
Arbitro Camplone (Pescara)

Ischia
26 agosto 2015, ore 15:00 CEST
2ª giornata
Ischia Isolaverde 2 – 3 Fidelis Andria Stadio Enzo Mazzella (300 circa spett.)
Arbitro Matteo Marchetti (Ostia Lido)

Martina Franca
30 agosto 2015, ore 16:00
3ª giornata
Martina Franca 1 – 3 Ischia Isolaverde Stadio Giuseppe Domenico Tursi (600 circa spett.)
Arbitro Ivan Robilotta (Sala Consilina)

Girone I[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
Akragas 6 2 2 0 0 15 1 +14
Vigor Lamezia 3 2 1 0 1 6 11 -5
Paganese 0 2 0 0 2 0 9 -9
Erice
18 agosto[2] 2015, ore 19:00 CEST[2]
1ª giornata
Akragas 11 – 1
referto
Vigor Lamezia Polisportivo Provinciale (200[3] spett.)
Arbitro Ranaldi[4] (Tivoli)

Pagani
23 agosto 2015, ore 16:00 CEST
2ª giornata
Vigor Lamezia 5 – 0 Paganese Stadio Marcello Torre
Arbitro Giovanni Nicoletti (Catanzaro)

Pagani
30 agosto 2015, ore 16:00
3ª giornata
Paganese 0 – 4 Akragas Stadio Marcello Torre
Arbitro Vincenzo Fiorini (Frosinone)

Fase a eliminazione diretta[modifica | modifica wikitesto]

Alla fase finale partecipano 36 società di cui 9 qualificate nella fase eliminatoria e le 27 che hanno partecipato alla Coppa Italia organizzata dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A.[5]

Primo turno[modifica | modifica wikitesto]

Si disputeranno in gara secca tre partite il 28 ottobre e una il 4 novembre 2015.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
28 ottobre 2015
Akragas 1 - 0 Catania
Lecce 2 - 1 Matera
Mantova 1 - 2 (dts) SPAL
4 novembre 2015
Giana Erminio 1 - 2 Pavia
Agrigento
28 ottobre 2015, ore 14:00 CET
Akragas 1 – 0 Catania Stadio Esseneto
Arbitro Fourneau (Roma 1)

Lecce
28 ottobre 2015, ore 15:00 CET
Lecce 2 – 1 Matera Stadio Via del Mare
Arbitro Robilotta (Sala Consilina)

Mantova
28 ottobre 2015 2015, ore 18:30 CET
Mantova 1 – 2
(d.t.s.)
SPAL Stadio Danilo Martelli
Arbitro D'Apice (Arezzo)

Gorgonzola
4 novembre 2015, ore 15:00 CET
Giana Erminio 1 – 2 Pavia Stadio comunale Città di Gorgonzola

Sedicesimi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Si disputano in gara unica tra il 4 e il 18 novembre 2015.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
4 novembre 2015
Ancona 2 - 1 (dts) L'Aquila
Arezzo 0 - 1 Siena
Bassano Virtus 4 - 2 (dts) Pro Piacenza
Benevento 4 - 1 Melfi
Casertana 3 - 0 Ischia Isolaverde
Foggia 3 - 1 Juve Stabia
Pistoiese 0 - 1 Pisa
Tuttocuoio 2 - 1 (dts) Lucchese
11 novembre 2015
Cittadella 5 - 3 (dts) Südtirol
Cosenza 1 - 3 Lecce
Feralpisalò 2 - 3 Cremonese
Pontedera 2 - 2 (7-8 dcr) Santarcangelo
Teramo 2 - 1 (dts) Lupa Castelli Romani
18 novembre 2015
Akragas 2 - 0 Catanzaro
Alessandria 3 - 1 Pavia
Reggiana 0 - 1 SPAL
Ancona
4 novembre 2015, ore 15:00 CET
Ancona 2 – 1
(d.t.s.)
L'Aquila Stadio Del Conero

Arezzo
4 novembre 2015, ore 20:45 CET
Arezzo 0 – 1 Siena Stadio Città di Arezzo

Bassano del Grappa
4 novembre 2015, ore 16:00 CET
Bassano Virtus 4 – 2
(d.t.s.)
Pro Piacenza Stadio Rino Mercante

Benevento
4 novembre 2015, ore 16:00 CET
Benevento 4 – 1 Melfi Stadio Ciro Vigorito

Caserta
4 novembre 2015, ore 16:00 CET
Casertana 3 – 0 Ischia Isolaverde Stadio Alberto Pinto

Foggia
4 novembre 2015, ore 15:00 CET
Foggia 3 – 1 Juve Stabia Stadio Pino Zaccheria

Pistoia
4 novembre 2015, ore 20:30 CET
Pistoiese 0 – 1 Pisa Stadio Marcello Melani

Pontedera
4 novembre 2015, ore 15:00 CET
Tuttocuoio 2 – 1
(d.t.s.)
Lucchese Stadio Ettore Mannucci

Cittadella
11 novembre 2015, ore 15:00 CET
Cittadella 5 – 3
(d.t.s.)
Südtirol Stadio Piercesare Tombolato

Cosenza
11 novembre 2015, ore 15:00 CEST
Cosenza 1 – 3 Lecce Stadio Comunale San Vito Gigi Marulla

Salò
11 novembre 2015, ore 19:00 CET
Feralpisalò 2 – 3 Cremonese Stadio Lino Turina
Arbitro Salvatore Guarino (Caltanissetta)

Pontedera
11 novembre 2015, ore 15:00 CET
Pontedera 2 – 2
(d.t.s.)
Santarcangelo Stadio Ettore Mannucci

Teramo
11 novembre 2015, ore 19:00 CET
Teramo 2 – 1
(d.t.s.)
Lupa Castelli Romani Stadio Gaetano Bonolis

Agrigento
18 novembre 2015, ore 14:00 CET
Akragas 2 – 0 Catanzaro Stadio Esseneto

Alessandria
18 novembre 2015, ore 15:00 CET
Alessandria 3 – 1 Pavia Stadio Giuseppe Moccagatta

Reggio nell'Emilia
18 novembre 2015, ore 20:30 CET
Reggiana 0 – 1 SPAL Mapei Stadium - Città del Tricolore

Ottavi di finale[modifica | modifica wikitesto]

Si disputano in gara unica il 9, il 10, 16 dicembre 2015 ed il 10 febbraio 2016.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
9 dicembre 2015
Ancona 1 - 3 Siena
Foggia 3 - 2 Benevento
SPAL 2 - 0 Tuttocuoio
10 dicembre 2015
Cittadella 2 - 1 Bassano Virtus
16 dicembre 2015
Lecce 0 - 1 Akragas
Pisa 0 - 1 Santarcangelo
Teramo 2 - 1 Casertana
10 febbraio 2016
Cremonese 2 - 1 Alessandria
Ancona
9 dicembre 2015, ore 15:00 CET
Ancona 1 – 3 Siena Stadio Del Conero

Foggia
9 dicembre 2015, ore 17:30 CET
Foggia 3 – 2 Benevento Stadio Pino Zaccheria

Ferrara
9 dicembre 2015, ore 15:00 CET
SPAL 2 – 0 Tuttocuoio Stadio Paolo Mazza

Cittadella
10 dicembre 2015, ore 20:30 CET
Cittadella 2 – 1 Bassano Virtus Stadio Piercesare Tombolato
Arbitro Federico Dionisi (L'Aquila)

Cremona
10 febbraio 2016, ore 15:00 CET
Cremonese 2 – 1 Alessandria Stadio Giovanni Zini (418 spett.)
Arbitro Bichisecchi (Livorno)

Lecce
16 dicembre 2015, ore 14:30 CET
Lecce 0 – 1 Akragas Stadio Via del Mare

Pisa
16 dicembre 2015, ore 14:30 CET
Pisa 0 – 1 Santarcangelo Stadio Arena Garibaldi

Teramo
16 dicembre 2015, ore 16:00 CET
Teramo 2 – 1 Casertana Stadio Gaetano Bonolis

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Si disputano in gara unica tra il 10 e 24 febbraio 2016.

Squadra 1 Risultato Squadra 2
Cittadella 3 - 2 (dts) Cremonese
Santarcangelo 0 - 5 SPAL
Siena 1 - 0 Teramo
Akragas 1 - 1 (3-4 dcr) Foggia
Cittadella
24 febbraio 2016, ore 15:00 CET
Cittadella 3 – 2
(d.t.s.)
Cremonese Stadio Piercesare Tombolato (355 spett.)
Arbitro Antonello Balice (Termoli, Campobasso)

Santarcangelo di Romagna
17 febbraio 2016, ore 14:30 CET
Santarcangelo 0 – 5 SPAL Stadio Valentino Mazzola (300 spett.)
Arbitro Antonio Giua (Pisa)

Siena
11 febbraio 2016, ore 15:00 CET
Siena 1 – 0 Teramo Stadio Artemio Franchi
Arbitro Emanuele Mancini (Fermo)

Agrigento
10 febbraio 2016, ore 14:00 CET
Akragas 1 – 1
(d.t.s.)
Foggia Stadio Esseneto (550 spett.)
Arbitro Luca Candeo (Este, Padova)

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Si disputano tra il 24 febbraio e il 2 marzo (le gare di andata) e l'8 e il 9 marzo 2016 (le gare di ritorno).[6]

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
SPAL 2 - 3 Cittadella 1 - 1 1 - 2
Siena 6 - 8 Foggia 5 - 2 1 - 6

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Ferrara
2 marzo 2016, ore 14:30 CET
SPAL 1 – 1 Cittadella Stadio Paolo Mazza
Arbitro Andrea Tardino (Milano)

Siena
24 febbraio 2016, ore 18:00 CET
Siena 5 – 2 Foggia Stadio Artemio Franchi
Arbitro Carmine Di Ruberto (Nocera Inferiore)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Cittadella
9 marzo 2016, ore 14:30 CET
Cittadella 2 – 1 SPAL Stadio Piercesare Tombolato
Arbitro Francesco Guccini (Albano Laziale, Roma)

Foggia
8 marzo 2016, ore 18:00 CET
Foggia 6 – 1 Siena Stadio Pino Zaccheria
Arbitro Carlo Amoroso (Paola, Cosenza)

Finale[modifica | modifica wikitesto]

La finale si è disputata in gara doppia: 31 marzo (andata) e 14 aprile (ritorno) 2016.

Squadra 1   Totale   Squadra 2   Andata     Ritorno  
Foggia 8 - 5 Cittadella 4 - 1 4 - 4

Andata[modifica | modifica wikitesto]

Foggia
31 marzo 2016, ore 20:15 CEST
Finale - Andata
Foggia 4 – 1 Cittadella Stadio Pino Zaccheria (7 800 spett.)
Arbitro Pierantonio Perotti (Legnano, Milano)

Ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Cittadella
14 aprile 2016, ore 20:30 CEST
Finale - Ritorno
Cittadella 4 – 4 Foggia Stadio Piercesare Tombolato
Arbitro Alessandro Prontera (Bologna)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Individuali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica marcatori[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 14 aprile 2016.[7]

Gol Rigori Giocatore Squadra
10 2 Italia Claudio Coralli Cittadella
8 2 Italia Pietro Iemmello Foggia
5 0 Italia Vito Leonetti Akragas
5 0 Italia Salvatore Roghi Akragas
5 0 Italia Alessio Viola Foggia
4 0 Guinea Karamoko Cissé Benevento
4 1 Italia Simone Magnaghi Cremonese
4 0 Italia Stefano Tajarol Lupa Roma
4 0 Italia Francesco Umbaca Vigor Lamezia
3 0 Italia Salvatore Bruno Giana Erminio
3 0 Italia Marco Cellini SPAL
3 0 Italia Lorenzo Paramatti Siena
3 0 Italia Vincenzo Sarno Foggia
3 1 Italia Gianmarco Zigoni SPAL

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sanzione del Giudice sportivo, poiché la Fidelis Andria ha schierato un giocatore squalificato, sul campo finì 1-0 con rete di Grandolfo. Clamoroso, la Fidelis Andria perde 0-3 a tavolino contro il Martina, andriaviva.it. URL consultato il 30 agosto 2015.
  2. ^ a b Coppa Italia Lega Pro, tutti i risultati della prima giornata, forzaakragas.it. URL consultato il 16 Agosto 2015.
  3. ^ Coppa Italia Lega Pro, Vigor Lamezia sconfitta 11-1 dall'Akragas, lameziatermenews.it, 18 agosto 2015. URL consultato il 19 agosto 2015.
  4. ^ Designata la terna di Akragas - Vigor Lamezia di Coppa, lameziainforma.it, 10 Agosto 2015. URL consultato il 16 Agosto 2015.
  5. ^ Fase finale (PDF), Firenze, Lega Italiana Calcio Professionistico, 26 settembre 2014.
    «Alla Fase Finale partecipano 38 società di cui 11 qualificate nella Fase Eliminatoria e le 27 che hanno partecipato alla TIM CUP organizzata dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A».
  6. ^ «Rinviamo la partita di Coppa» Tommasi: giocatori sotto choc, su Corriere della Sera. URL consultato il 07 marzo 2016.
  7. ^ Classifica marcatori, diretta.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]