Serie D 2017-2018

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie D 2017-2018
Logo della competizione
Competizione Serie D
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 70ª
Organizzatore Lega Nazionale Dilettanti
Dipartimento Interregionale
Date dal 3 settembre 2017
al 6 maggio 2018
Luogo Italia Italia
San Marino San Marino
Partecipanti 167
Formula 9 gironi con play-off e play-out
Risultati
Vincitore Pro Patria
(1º titolo)
Altre promozioni Gozzano
Virtus Verona
Rimini
Albissola
Vis Pesaro
Rieti
Potenza
Vibonese
Retrocessioni (le squadre scritte in corsivo sono poi state ripescate)
Varesina, Varese,
Derthona, Castellazzo Bormida,
Lumezzane, Grumellese,
Dro Alto Garda, Calcio Romanese,
Montebelluna, Calvi Noale,
Liventina, Abano
Castelvetro, Vivi Altotevere Sansepolcro,
Correggese, Colligiana,
Rignanese, Finale,
Argentina, Valdinievole Montecatini,
Jesina, Monticelli,
Fabriano Cerreto, Nerostellati,
Nuorese, Anzio,
Tortolì, San Teodoro,
San Severo, Aversa Normanna,
Manfredonia, Sporting Fulgor,
Ebolitana, Palazzolo,
Paceco, Isola Capo Rizzuto
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2016-2017 2018-2019 Right arrow.svg

La Serie D 2017-2018 è stata la 70ª edizione del massimo campionato dilettantistico della piramide calcistica italiana. Esso è gestito per la 37ª volta dalla Lega Nazionale Dilettanti. La regular season è iniziata il 3 settembre 2017 e si è conclusa il 6 maggio 2018.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Dopo una sola stagione senza ammissioni in soprannumero, il numero di squadre partecipanti sale a 167. Non si iscrivono al campionato tre squadre retrocesse dalla Lega Pro, vale a dire Racing Roma (che resta di fatto in Serie C a seguito della fusione con l'Unicusano Fondi da cui nasce il Racing Fondi), l'Ancona ed il Melfi. Altre mancate iscrizioni sono quelle di AltoVicentino, Gladiator, Macchia, Folgore Selinunte e Real Metapontino[1]. Infine, i ripescaggi in Serie C di Triestina[2] e Rende[3] portano a dieci il totale delle vacanze d'organico. I 10 posti così liberatisi vengono colmati col ripescaggio di altrettante squadre dall'Eccellenza[4][5]. Successivamente si è provveduto a ripescare in soprannumero un'undicesima squadra, la Calcio Romanese[6] (inserita nel Girone B del quale è stato ridefinito il calendario), a seguito dell'accoglimento del ricorso presentato dalla medesima società al Collegio di Garanzia del CONI contro l'iniziale esclusione dalla graduatoria dei ripescaggi.

Le squadre non iscritte sono quindi:


Sono state invece ripescate in Serie C:


Le 11 società ripescate sono quindi:


Il Collegio di Garanzia del CONI, nella seduta del 15 settembre 2017, ha annullato la sentenza della Corte Federale d'Appello che, condannando il Messina all'ultimo posto del Girone C di Lega Pro 2016-2017, aveva di fatto annullato la retrocessione in Serie D della Vibonese. Il club calabrese resta dunque inserito in Serie D, per altro nel girone di cui fa parte anche lo stesso Messina: la società siciliana è infatti uno dei quattro nuovi sodalizi iscritti in soprannumero al massimo campionato dilettantistico perché sorti al posto di altrettante società che non sono riuscite ad iscriversi alla Serie C. L'elenco completo:

La regione più rappresentata è la Lombardia con 28 squadre, quattro in più rispetto allo scorso campionato; seguono Toscana (16), Veneto (15), Emilia-Romagna, Lazio e Campania (12), Piemonte, Liguria, Marche, Puglia e Sicilia (8), Abruzzo (7), Sardegna (6), Calabria (5), Trentino-Alto Adige e Basilicata (3), Umbria, Friuli-Venezia Giulia e Molise (2), e infine una squadra della Repubblica di San Marino.[4]

Aggiornamenti[modifica | modifica wikitesto]

Avvengono infine le seguenti fusioni, cessioni di titolo e cambi di denominazione sociale:

  • La Bustese assume il nome di Milano City.
  • Il Dro assume il nome di Dro Alto Garda.
  • Il Madre Pietra Daunia cede il titolo sportivo al Molfetta che si iscrive con il nome di Sporting Fulgor.
  • Il Flaminia C.C. assume la denominazione di A.S.D. Calcio Flaminia.
  • L'Herculaneum si fonde con la A.S.D. Real Ercolano e assume la denominazione di A.V. Ercolanese.

Formato[modifica | modifica wikitesto]

Le 167 squadre sono state suddivise in nove gironi all'italiana, dei quali sei (C, E, F, G, H ed I) da 18 club ciascuno, uno (B) da 19 e due (A e D) da 20, organizzati secondo criteri di vicinanza geografica. Il campionato prevede un turno d'andata ed uno di ritorno, con promozione diretta in Serie C 2018-2019 per la vincente di ogni girone.

Al termine della stagione regolare, accedono ai play-off (indipendentemente dai distacchi in classifica) le società classificate al 2º, 3º, 4º e 5º posto in ciascuno dei singoli gironi in cui si articola il Campionato di Serie D, dette Società si incontreranno in gara unica (I° fase, semifinale di girone). Le vincenti della I° fase si incontreranno in gara unica sul campo della società che, al termine del campionato, avrà occupato nelle rispettive classifiche di girone, la migliore posizione (II fase, finale di girone).

Le nove squadre vincenti la fase dei play off di ciascun girone saranno inserite in una graduatoria finale e definitiva secondo i seguenti criteri:

  • Punti al termine del Campionato.
  • In caso di parità numerica acquisirà la posizione migliore tra le squadre quella meglio classificata in ciascun girone al termine del Campionato.
  • Persistendo ancora la parità numerica acquisirà la posizione migliore tra le squadre quella meglio classificata nella Coppa Disciplina al termine del Campionato.

Sono previsti inoltre i seguenti bonus:

  • Alla squadra vincitrice la Coppa Italia Serie D 2017-2018, che avrà vinto i play-off di girone, sarà aggiunto al quoziente punti, un bonus di 0,50.
  • Alla squadra perdente la finale della Coppa Italia Serie D 2017-2018, che avrà vinto i play-off di girone, sarà aggiunto al quoziente punti, un bonus di 0,25.
  • Alla squadra classificatasi al primo posto del girone per il Concorso “Giovani D valore", sarà aggiunto al quoziente punti un bonus di 0,10.
  • Alle squadre classificatesi al secondo e terzo posto di ciascun girone per il Concorso "Giovani D Valore", sarà aggiunto al quoziente punti un bonus di 0,05.

Le società, che vinceranno i play-off Serie D 2017-2018 in ciascuno dei 9 gironi ed inserite nella suddetta graduatoria, acquisiranno di diritto la priorità per la presentazione di eventuale domanda di ammissione al campionato unico di Serie C 2018-2019, qualora si verificassero diverse determinazioni da parte del Consiglio Federale riguardo al completamento degli organici nei campionati professionistici.

Al termine della stagione regolare, accedono ai play-out le società classificate al 13º, 14º, 15º e 16º posto. Dette Società si incontrano in gara unica secondo gli abbinamenti obbligati 13ª-16ª e 14ª-15ª, in casa della meglio piazzata. Nel caso in cui al termine del campionato le squadre classificate al 13º e al 14º posto abbiano accumulato più di 7 punti di distacco dalle avversarie rispettivamente designate, queste ultime vengono retrocesse senza disputare i play-out.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie D 2017-2018 (gironi A-B-C).

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Girone C[modifica | modifica wikitesto]


Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie D 2017-2018 (gironi D-E-F).

Girone D[modifica | modifica wikitesto]

Girone E[modifica | modifica wikitesto]


Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie D 2017-2018 (gironi G-H-I).

Girone G[modifica | modifica wikitesto]

Girone I[modifica | modifica wikitesto]

Poule Scudetto[modifica | modifica wikitesto]

Per l'assegnazione del titolo italiano di Serie D, al termine della stagione regolare, le nove squadre prime classificate vengono suddivise in tre triangolari e si incontrano in gare di sola andata. Nel secondo turno riposa chi ha vinto il primo incontro o, in caso di pareggio, quella che ha disputato la prima sfida in trasferta. Le vincenti dei triangolari e la miglior seconda accedono alle semifinali, che vengono definite per sorteggio e che si disputano, così come per la finale Scudetto, in campo neutro e senza tempi supplementari, in caso di parità si va direttamente ai rigori. Nel caso in cui due o tutte e tre le squadre concludessero il proprio triangolare a pari punti, per determinare la vincente si terrà conto dello scontro diretto e della migliore posizione nella classifica della Coppa Disciplina. Per stabilire la migliore tra le seconde, si terrà conto dei punti ottenuti negli incontri disputati, della migliore posizione nella classifica della Coppa Disciplina, dell'età media più giovane.[7]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Triangolare 1 Triangolare 2 Triangolare 3
Gozzano Rimini Rieti
Pro Patria Albissola Potenza
Virtus Verona Vis Pesaro Vibonese

Turno preliminare[modifica | modifica wikitesto]

Triangolare 1[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Pro Patria 4 2 1 1 0 3 1 +2
2. Gozzano 4 2 1 1 0 2 0 +2
3. Virtus Verona 0 2 0 0 2 1 5 −4


Risultati Luogo e data
Pro Patria 3-1 Virtus Verona Busto Arsizio, 13 maggio 2018
Virtus Verona 0-2 Gozzano Verona, 20 maggio 2018
Gozzano 0-0 Pro Patria Gozzano, 23 maggio 2018

Triangolare 2[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Albissola 4 2 1 1 0 6 4 +2
2. Rimini 4 2 1 1 0 6 5 +1
3. Vis Pesaro 0 2 0 0 2 1 4 −3


Risultati Luogo e data
Rimini 4-4 Albissola Rimini, 13 maggio 2018
Vis Pesaro 1-2 Rimini Fossombrone, 20 maggio 2018
Albissola 2-0 Vis Pesaro Albissola, 23 maggio 2018

Triangolare 3[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Vibonese 6 2 2 0 0 6 1 +5
2. Rieti 1 2 0 1 1 1 2 −1
3. Potenza 1 2 0 1 1 0 4 −4


Risultati Luogo e data
Potenza 0-0 Rieti Potenza, 13 maggio 2018
Vibonese 4-0 Potenza Vibo Valentia, 20 maggio 2018
Rieti 1-2 Vibonese Rieti, 23 maggio 2018

Fase finale[modifica | modifica wikitesto]

Le squadre qualificate alla fase finale, accedono alle semifinali che, così come la finale, si sono disputate in campo neutro dal 31 maggio al 2 giugno.

Per gli incontri della fase finale non sono previsti al termine dei 90', i tempi supplementari, ma in caso di parità si andrà direttamente ai calci di rigore.

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Pro Patria 4-0 Albissola Rignano sull'Arno, 31 maggio 2018
Gozzano 1-3 Vibonese San Giovanni Valdarno, 31 maggio 2018

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Vibonese 1-2 Pro Patria San Giovanni Valdarno, 2 giugno 2018

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunicato ufficiale n°11 (PDF), su seried.lnd.it.
  2. ^ Ripescaggio Triestina (PDF), su lega-pro.com.
  3. ^ Ripescaggio Rende, su tuttomercatoweb.com.
  4. ^ a b Serie D: i gironi, su lnd.it. URL consultato l'11 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 12 agosto 2017).
  5. ^ Ripescaggio Levico Terme, su lnd.it. URL consultato l'11 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2017).
  6. ^ Frutto della fusione di due squadre di due comuni limitrofi, Calcio e Romano di Lombardia.
  7. ^ Regolamento assegnazione Titolo Campione d'Italia, su lnd.it, 3 febbraio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]