Serie D 1978-1979

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie D 1978-1979
Competizione Serie D
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 20ª
Organizzatore Lega Semiprofessionisti
Luogo Italia Italia
Formula 6 gironi all'italiana
Risultati
Promozioni Arona, Aurora Desio
Pordenone, Venezia
Città di Castello, Sansepolcro
Pietrasanta, Rondinella
Squinzano, L'Aquila
Juventus Stabia, Terranova Gela
Retrocessioni Entella, Pro Sesto
Ivrea, Trecate
Tritium, Monfalcone
San Donà, Merano
Bellaria Igea Marina, Gubbio
San Felice, Sassuolo
Foiano, Tuscania
Pontedera, Pro Cisterna
Martina, Lavello
Mola, Melfi
Ischia Isolaverde, Scicli
Megara Augusta, Leonzio
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1977-78 1979-80 Right arrow.svg

Il campionato di Serie D 1978-79 fu la 29ª edizione del campionato interregionale di calcio, la 20ª di Serie D e il primo di quinto livello disputato in Italia.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1978, in seguito allo sdoppiamento della Serie C in Serie C1 e Serie C2, il campionato di Serie D diventa il quinto livello del calcio italiano.

Il Cuneo rinuncia alla Serie D e, ottenuta l'autorizzazione dalla Lega Nazionale Dilettanti, si iscrive in Promozione.

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

La formula del campionato prevede la promozione in Serie C2 delle squadre classificate ai primi due posti di ogni girone e la retrocessione in Promozione Regionale di quelle classificate agli ultimi quattro posti di ogni girone.

La normativa F.I.G.C. in vigore dalla stagione sportiva 1978-1979 stabiliva che, in caso di assegnazione di un titolo sportivo (promozione o retrocessione), alla fine del campionato si sarebbe dovuto:

  1. disputare una gara di spareggio in campo neutro in caso di attribuzione del primo posto in classifica;
  2. non disputare una gara di spareggio ma prendere in considerazione la differenza reti generale in caso di una o più società da classificare per stabilire una o più società retrocedente(i) in categoria inferiore.

Tutti i pari merito in cui non si doveva attribuire un titolo sportivo non sono da regolarsi con la differenza reti generale ovvero: tutte le altre squadre a pari punti vanno considerate classificate a pari merito con la posizione di classifica più alta senza considerare la differenza reti anche se i giornali la prendono in considerazione e la evidenziano.

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

La Torretta Santa Caterina è una rappresentativa della città di Asti

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Arona 45 34 16 13 5 38 18 +20
1uparrow green.svg 2. Aurora Desio 42 34 17 8 9 42 32 +10
3. 600px bisection HEX-FF221A White striped HEX-1E3C94.svg Torretta Santa Caterina 39 34 12 15 7 36 23 +13
4. Novese 38 34 13 12 9 32 32 0
5. Albenga 35 34 10 15 9 26 24 +2
6. Caratese 34 34 10 14 10 30 24 +6
7. Pontedecimo 34 34 10 14 10 25 25 0
8. Borgomanero 34 34 12 10 12 23 28 -5
9. Vogherese 33 34 10 13 11 36 37 -1
10. Solbiatese 32 34 9 14 11 33 32 +1
11. Asti 32 34 6 20 8 22 24 -2
12. Sestri Levante 32 34 10 12 12 27 30 -3
13. Abbiategrasso 32 34 9 14 11 28 33 -5
14. Aosta 32 34 10 12 12 28 36 -8
1downarrow red.svg 15. Entella 32 34 9 14 11 22 32 -10
1downarrow red.svg 16. Pro Sesto 31 34 8 15 11 22 23 -1
1downarrow red.svg 17. Ivrea 29 34 8 13 13 35 41 -6
1downarrow red.svg 18. 600px Bianco e Rosso Strisce.svg Trecate 26 34 7 12 15 36 47 -11

Legenda:

      Promossa in Serie C2 1979-1980.
      Retrocessa in Promozione 1979-1980.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il parimerito (tranne per la definizione delle promosse e retrocesse).
In caso di pari punti per l'attribuzione del primo posto in classifica si disputava uno spareggio.
In caso di pari punti in zona retrocessione si teneva conto della differenza reti generale.

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Il Montello è una rappresentativa della città di Volpago del Montello.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Pordenone 47 34 17 13 4 42 19 +23
1uparrow green.svg 2. Venezia 46 34 17 12 5 44 21 +23
3. Montebelluna 45 34 20 5 9 49 26 +23
4. Romanese 45 34 18 9 7 46 26 +20
5. Mira 43 34 13 17 4 33 23 +10
6. Casatese 38 34 12 14 8 36 24 +12
7. Palmanova 38 34 14 10 10 29 25 +4
8. Verde e Bianco.png Benacense 35 34 11 13 10 32 29 +3
9. Dolo 34 34 11 12 11 29 24 +5
10. Abano 33 34 11 11 12 39 46 -7
11. Chievo 32 34 9 14 11 37 49 -12
12. Pro Tolmezzo 31 34 8 15 11 32 41 -9
13. Bianco e Celeste.svg Montello 29 34 9 11 14 30 33 -3
14. Jesolo 29 34 7 15 12 24 36 -12
1downarrow red.svg 15. Tritium 28 34 8 12 14 29 41 -12
1downarrow red.svg 16. Monfalcone 21 34 7 7 20 39 55 -16
1downarrow red.svg 17. San Donà 21 34 6 9 19 20 42 -22
1downarrow red.svg 18. Merano 17 34 5 7 22 21 51 -30

Legenda:

      Promossa in Serie C2 1979-1980.
      Retrocessa in Promozione 1979-1980.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il parimerito (tranne per la definizione delle promosse e retrocesse).
In caso di pari punti per l'attribuzione del primo posto in classifica si disputava uno spareggio.
In caso di pari punti in zona retrocessione si teneva conto della differenza reti generale.

Girone C[modifica | modifica wikitesto]

Il San Felice è una rappresentativa della città di San Felice sul Panaro.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Città di Castello 45 34 18 9 7 36 23 +13
1uparrow green.svg 2. Sansepolcro 44 34 18 8 8 43 28 +15
3. Fermana 43 34 16 11 7 34 20 +14
4. Imola 41 34 16 9 9 50 27 +23
5. Russi 41 34 13 15 6 36 21 +15
6. Elpidiense 37 34 12 13 9 34 31 +3
7. Falconarese 37 34 14 9 11 29 26 +3
8. Forlimpopoli 35 34 12 11 11 28 33 -5
9. Contarina 34 34 11 12 11 30 27 +3
10. Molinella 33 34 11 11 12 31 34 -3
11. Maceratese 32 34 9 14 11 33 33 0
12. Viadanese 31 34 10 11 13 30 35 -5
13. Fidenza 31 34 8 15 11 29 35 -6
14. Legnago 30 34 9 12 13 28 35 -7
1downarrow red.svg 15. Bellaria Igea Marina 30 34 10 10 14 26 37 -11
1downarrow red.svg 16. Gubbio 26 34 9 8 17 28 36 -8
1downarrow red.svg 17. 600px Yellow HEX-FFFF00 Red HEX-FF0000.svg San Felice 25 34 8 9 17 29 42 -13
1downarrow red.svg 18. Sassuolo 17 34 3 11 20 12 43 -31

Legenda:

      Promossa in Serie C2 1979-1980.
      Retrocessa in Promozione 1979-1980.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il parimerito (tranne per la definizione delle promosse e retrocesse).
In caso di pari punti per l'attribuzione del primo posto in classifica si disputava uno spareggio.
In caso di pari punti in zona retrocessione si teneva conto della differenza reti generale.

Girone D[modifica | modifica wikitesto]

Il Foiano è una rappresenttativa della città di Foiano della Chiana.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Pietrasanta 44 34 18 8 8 53 23 +30
1uparrow green.svg 2. Rondinella 42 34 15 12 7 36 22 +14
3. Sant'Elena Quartu 40 34 13 14 7 30 19 +11
4. Cuoiopelli 39 34 16 7 11 36 30 +6
5. Piombino 38 34 15 8 11 44 33 +11
6. Viterbese 37 34 14 9 11 33 25 +8
7. Romulea 37 34 13 11 10 40 36 +4
8. Torres 36 34 10 16 8 27 21 +6
9. Nuorese 34 34 11 12 11 29 33 -4
10. Orbetello 34 34 10 14 10 25 31 -6
11. Carbonia 32 34 11 10 13 32 39 -7
12. Casalotti 31 34 10 11 13 33 38 -5
13. Monteponi Iglesias 31 34 10 11 13 33 43 -10
14. Spoleto 30 34 6 18 10 25 30 -5
1downarrow red.svg 15. 600px solid HEX-8E3145.svg Foiano 30 34 8 14 12 26 37 -11
1downarrow red.svg 16. Tuscania 29 34 9 11 14 23 38 -15
1downarrow red.svg 17. Pontedera 25 34 6 13 15 30 40 -10
1downarrow red.svg 18. Pro Cisterna 23 34 7 9 18 26 43 -17

Legenda:

      Promossa in Serie C2 1979-1980.
      Retrocessa in Promozione 1979-1980.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il parimerito (tranne per la definizione delle promosse e retrocesse).
In caso di pari punti per l'attribuzione del primo posto in classifica si disputava uno spareggio.
In caso di pari punti in zona retrocessione si teneva conto della differenza reti generale.

Girone E[modifica | modifica wikitesto]

L'Irpinia è una rappresentativa della città di Mercogliano.
Il Mola è una rappresentativa della città di Mola di Bari.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Squinzano 46 34 16 14 4 42 20 +22
1uparrow green.svg 2. L'Aquila 45 34 18 9 7 45 25 +20
3. Avigliano 45 34 18 9 7 43 27 +16
4. Sulmona 41 34 14 13 7 38 26 +12
5. Fasano 39 34 16 7 11 48 33 +15
6. Flag green HEX-007500.svg Irpinia 38 34 13 12 9 33 21 +12
7. Nardò 37 34 13 11 10 38 29 +9
8. Sora 34 34 12 10 12 41 41 0
9. Gladiator 34 34 11 12 11 39 40 -1
10. Trani 33 34 10 13 11 28 42 -14
11. Bisceglie 31 34 10 11 13 28 28 0
12. Grottaglie 31 34 11 9 14 31 35 -4
13. Rosetana 31 34 10 11 13 29 36 -7
14. Nola 30 34 11 8 15 30 31 -1
1downarrow red.svg 15. Martina 30 34 8 14 12 20 22 -2
1downarrow red.svg 16. Lavello 29 34 8 13 13 28 37 -9
1downarrow red.svg 17. Flag blue HEX-539ADE.svg Mola 22 34 5 12 17 17 46 -29
1downarrow red.svg 18. Melfi 16 34 3 10 21 15 54 -39

Legenda:

      Promossa in Serie C2 1979-1980.
      Retrocessa in Promozione 1979-1980.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il parimerito (tranne per la definizione delle promosse e retrocesse).
In caso di pari punti per l'attribuzione del primo posto in classifica si disputava uno spareggio.
In caso di pari punti in zona retrocessione si teneva conto della differenza reti generale.

Spareggi[modifica | modifica wikitesto]

Spareggio promozione[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
L'Aquila 2-0 Avigliano Cassino, 3 giugno 1979

Girone F[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Juventus Stabia 48 34 18 12 4 42 14 +28
1uparrow green.svg 2. Terranova Gela 47 34 18 11 5 45 16 +29
3. Akragas 44 34 14 16 4 27 16 +11
4. Emilio Morrone Cosenza 40 34 12 16 6 39 25 +14
5. Paternò 35 34 8 19 7 35 29 +6
6. Modica (-2) 35 34 11 15 8 36 33 +3
7. Canicattì 35 34 13 9 12 35 32 +3
8. Grumese 35 34 13 9 12 35 34 +1
9. Acireale 34 34 7 20 7 27 18 +9
10. Frattese 34 34 11 12 11 39 34 +5
11. Ercolanese 34 34 9 16 9 30 27 +3
12. Mazara 33 34 11 11 12 33 29 +4
13. 600px Giallo e Rosso Strisce-Flag.svg Trebisacce 33 34 9 15 10 27 27 0
14. Puteolana 33 34 8 17 9 26 27 -1
1downarrow red.svg 15. Ischia Isolaverde 33 34 10 13 11 26 38 -12
1downarrow red.svg 16. Scicli 27 34 7 13 14 21 33 -12
1downarrow red.svg 17. Megara Augusta 16 34 4 8 22 15 54 -39
1downarrow red.svg 18. Leonzio 14 34 3 8 23 21 73 -52

Legenda:

      Promossa in Serie C2 1979-1980.
      Retrocessa in Promozione 1979-1980.

Regolamento:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Era in vigore il parimerito (tranne per la definizione delle promosse e retrocesse).
In caso di pari punti per l'attribuzione del primo posto in classifica si disputava uno spareggio.
In caso di pari punti in zona retrocessione si teneva conto della differenza reti generale.

Note:

Il Modica ha scontato 2 punti di penalizzazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Almanacco illustrato del calcio, Modena, Edizioni Panini S.p.a., 1979.
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio