Associazione Sportiva Dilettantistica Chieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
A.S.D. CHIERI
Calcio Football pictogram.svg
Logo-asd-chieri.png
Azzurri, Collinari
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Flag blue HEX-539ADE.svg Azzurro
Simboli Leone
Dati societari
Città Chieri
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Serie D
Fondazione 1955
Presidente Italia Luca Gandini
Allenatore Italia Marco Didu
Stadio Piero De Paoli
(3 000 posti)
Sito web www.calciochieri1955.it
Palmarès
Coppa Italia serie D
Trofei nazionali 1 Coppe Italia Serie D
Si invita a seguire il modello di voce

L'Associazione Sportiva Dilettantistica Chieri, nota semplicemente come A.S.D. Chieri, è una società calcistica italiana con sede nella città di Chieri, in provincia di Torino. Da anni è la terza realtà calcistica della provincia di Torino e fra le principali in Piemonte.

L’area sportiva del Chieri è composta da oltre 400 tesserati fra calciatori, allenatori, preparatori atletici e collaboratori.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Festeggiamenti per la vittoria della Coppa Italia Serie D (S.S. 2016-2017)
Festeggiamenti per la vittoria dello Scudetto Juniores Nazionale (S.S. 2013-2014)

Sebbene il calcio a Chieri vantasse un onorevole passato risalente al periodo tra i due conflitti mondiali, con una squadra arrivata a disputare il massimo campionato regionale (precisamente nel 1926-1927, nel 1933-1934 e nel 1936-1937), con gli sconvolgimenti dovuti al periodo pre-bellico, si crea un vuoto nei campionati di calcio a difesa dei colori della città. Bisognerà attendere fino al 1955 per avere una nuova squadra espressione del calcio cittadino.

L’8 agosto 1955, con l’invio dello Statuto societario alla Federazione Italiana Giuoco Calcio, nasce l’Associazione Calcio Chieri. Nel documento costitutivo risultano firmatari il Presidente Giovanni Tinelli, il Segretario Giovanni Stacchino e Vittorio Vergnano per i Consiglieri.

L'A.C. Chieri si guadagna subito la Serie D, quarta categoria nazionale, vivendo dal 1960 al 1966 un primo periodo di splendore. Altre due stagioni in Interregionale (all’epoca la denominazione della Serie D) dal 1990 al 1992 sono una felice parentesi in mezzo a cinque decenni di campionati regionali, spesso di vertice.

Nel 2009 inizia la storia recente del Chieri: si fonde con la Rivarolese, cambia denominazione in A.S.D. Calcio Chieri 1955 e la prima squadra torna stabilmente in Serie D.

Nel 2013, dopo trent’anni di presidenza, Edoardo Benedicenti passa il testimone a Luca Gandini, che decide subito di poggiare solide basi per un futuro di crescita. Grazie alla guida della famiglia Gandini, il Chieri compie un ulteriore salto di qualità strutturandosi sempre di più.

Nella S.S. 2016-2017 ha vinto la Coppa Italia Serie D, battendo in finale per 2-1 l'Albalonga[1].

Nel 2021, il Chieri cambia denominazione in A.S.D. Chieri.

Presidenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1955: Giovanni Tinelli
  • 1961: Ferdinando Vergnano
  • 1968: Roberto Manolino
  • 1969: Severino Guino
  • 1973: Beniamino Bonetto
  • 1975: Sergio Bagnasacco
  • 1976: Antonio Villata
  • 1979: Piero De Paoli
  • 1982: Edoardo Benedicenti
  • 2013: Luca Gandini

Colori e simboli[modifica | modifica wikitesto]

Il colore sociale del Chieri è l'azzurro, già presente sulle casacche di una delle prime formazioni calcistiche cittadine dei primi anni Venti.

Da sempre vicino allo stemma della città di Chieri, nella S.S. 2021-2022 il Chieri ha presentato una nuova versione[2] del proprio stemma societario, studiato attraverso un procedimento di semplificazione grafica. Il nuovo logo segue un approccio comunicativo contemporaneo, ispirato all’immediata identificazione e riconoscibilità. Conserva le caratteristiche visive dello stemma originale, come lo scudo inquartato con croce rossa in campo bianco ed elementi più classici come il leone illeopardito e la corona comitale. All’interno dello scudo è presente la scritta “Chieri”, a simboleggiare l’unione e l’appartenenza ad una comunità di sportivi con uguali ideali.

Area Sportiva[modifica | modifica wikitesto]

Scuola di Calcio Élite[modifica | modifica wikitesto]

Dalla S.S. 2015-2016 il Chieri è Scuola Calcio Élite, riconoscimento che garantisce alti standard di qualità in fatto di istruttori, attrezzature, metodologie e ambienti di gioco e allenamento.

La grande attenzione verso la Scuola Calcio è testimoniata anche dalle numerose collaborazioni tecniche che il Chieri ha stretto negli anni con realtà di prestigio, come il Real Madrid, il Barcellona, il Torino e la Juventus, di cui è Academy[3] ufficiale dalla stagione 2020-2021.

Dalla S.S. 2020-2021 il Chieri ha avviato un programma di affiliazione con diverse altre società calcistiche. Le società affiliate, possono contare sul supporto del Chieri nella realizzazione di un percorso di formazione e miglioramento, basato sulla condivisione di competenze tecniche, programmi di allenamento ed esperienze, oltre che sul contatto diretto con i tecnici, l’area Scouting e il personale azzurro.

Settore Giovanile[modifica | modifica wikitesto]

L’ottimo lavoro di crescita a livello giovanile viene spesso premiato dalla possibilità di esordire in categorie superiori o addirittura in Prima Squadra. A dimostrazione che l’obiettivo della crescita dei giovani non è solo propaganda ma un dato di fatto, il Chieri può vantare la conquista del 1° posto nella classifica dei “Giovani D Valore” della Lega Nazionale Dilettanti (S.S. 2019-2020, 2020-2021)[4], che premia le prime tre società di ogni girone che hanno utilizzato il maggior numero di under durante il campionato, oltre la quota prevista.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Le strutture, i servizi e soprattutto gli istruttori che il Chieri mette a disposizione dei tesserati, rappresentano la visione della famiglia Gandini.

Il Centro Sportivo Roberto Rosato, insieme allo Stadio Piero De Paoli, è il tassello più importante di questo percorso di crescita. Complessi all’avanguardia, nella quale trovarsi, allenarsi e divertirsi insieme, garanzia di alti standard di qualità in fatto di attrezzature, metodologie e ambienti di gioco e allenamento.

Centro Sportivo Roberto Rosato[modifica | modifica wikitesto]

Panoramica del Centro R. Rosato

Il progetto avveniristico, di oltre 22.000 mq, ritenuto fondamentale per proiettare il Chieri verso una dimensione superiore.

Il Centro Sportivo Roberto Rosato, posizionato nel cuore del complesso polisportivo San Silvestro, è la Casa degli Azzurri del Chieri. Qui si svolgono tutte le gare casalinghe del Campionato Nazionale U19, del Settore Giovanile e della Scuola Calcio.

Voluto fortemente dal Presidente Luca Gandini e di proprietà della Società Sportiva Dilettantistica AC CHIERI S.r.l., è la scenografia perfetta di tutte le attività azzurre, grazie alla presenza di ampie tribune, aree verdi, un punto ristoro e servizi ricettivi per gli spettatori e gli utilizzatori dell’impianto sportivo: 12 spogliatoi, uffici, palestra e 4 campi da calcio a 5, 7, 9 e 11 in erba naturale e sintetica di ultima generazione, oltre ad un’area polifunzionale dedicata allo sviluppo e alla preparazione fisico-motoria ed una Scuola Portieri.

Scuola Portieri Chieri[modifica | modifica wikitesto]

La Scuola Portieri Chieri nasce all'interno di un'area di oltre 1.000 mq all'interno del Centro Sportivo R. Rosato. Obiettivo del progetto: favorire la crescita dei giovani numeri 1, migliorando la tecnica, attraverso allenamenti mirati, pensati per lo sviluppo dei prossimi portieri di Prima Squadra e formazioni professionistiche. Dal gesto tecnico alla tattica individuale, passando per la capacità di lettura delle situazioni e molto altro ancora. Dotata di attrezzature di ultima generazione, pensate per l’allenamento specifico del portiere, permette allenamenti mirati al perfezionamento motorio, con il supporto di istruttori qualificati con il compito di lavorare sulla coordinazione e fluidità dei movimenti.

L’area è intitolata ad un grande amico, portiere e allenatore del Chieri: Giuseppe Guarise, per tutti Beppe.

Stadio Piero De Paoli[modifica | modifica wikitesto]

Panoramica dello Stadio P. De Paoli

Situato all’interno del Centro Sportivo San Silvestro di Chieri, è il campo presso il quale si svolgono le gare casalinghe del Campionato Nazionale Serie D. È presente un bar e un punto ristoro all’interno del Centro.

Impegno nel sociale[modifica | modifica wikitesto]

L’obiettivo sociale del Chieri è costruire rapporti di collaborazione proficui e con ampie prospettive di sviluppo. Da sempre attivo su territorio, può contare su numerose collaborazioni con associazioni sportive, culturali e attività commerciali in generale.

Dalla S.S. 2020-2021 il Chieri ha attivato un’importante collaborazione[5] con Isokinetic, gruppo internazionale nel settore della Sports Medicine e FIFA Medical Centre of Excellence. La collaborazione prevede eventi formativi condotti dai medici Isokinetic per atleti, tecnici, giovani atleti e famiglie.

Da sottolineare inoltre la partnership con lo Sponsor Tecnico[6] ufficiale Erreà, azienda italiana specializzata nella produzione di abbigliamento tecnico-sportivo, marchio leader riconosciuto a livello nazionale e internazionale, che affianca i tesserati con materiali certificati Oeko-Tex, privi di sostanze vietate e nocive per la salute.

Altre collaborazioni sul territorio:

  • Supporta l’attività di Africhieri, associazione culturale per l’integrazione di persone extracomunitarie in città, con l’organizzazione di incontri, partite benefiche e raduni periodici.
  • È al fianco di Boots For Africa, il progetto benefico promosso dallo Sheffield FC, con l’obiettivo di raccogliere e donare oltre 1.000.000 di scarpe e attrezzature a bambini africani.[7]
  • Supporta l’attività della Croce Rossa Italiana di Chieri, prendendo parte a corsi di formazione di Primo Soccorso e abilitazione all’uso del defibrillatore.

Chieri For Special[modifica | modifica wikitesto]

Grazie alla famiglia Gandini e al sostegno del Main Sponsor ATLA, il Chieri si distingue non solo per l’alta qualità e la serietà dei progetti di carattere sportivo, ma anche per le numerose iniziative di inclusione sociale, prima fra tutte la formazione dei Chieri For Special, la squadra per ragazzi e ragazze disabili, impegnata nel Campionato di Calcio Paralimpico e Sperimentale di IV Categoria, promosso dalla FIGC[8], con il sostegno del CSI e la collaborazione di tutte le componenti del mondo calcistico.

Il Progetto Chieri For Special nasce dalla volontà di fornire un’opportunità concreta ai ragazzi con disabilità motoria e/o intellettivo/relazionale di praticare dello sport, nello specifico il calcio. Possono far parte della squadra tutti i ragazzi/e di età compresa tra i 15 e i 40 anni con disabilità cognitiva, affettivo/relazionale, comportamentale, sindrome di Down, utenti di centri diurni, associazioni, cooperative, ASL e comunità del territorio.

Chieri Forever[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo Chieri Forever nasce per celebrare la storia degli Azzurri: è composto da tutti i soci fondatori e i giocatori del primo Chieri (S.S. 1955/1956), dai giocatori con almeno 100 presenze nelle partite ufficiali della prima squadra e da quelli con trascorsi in Serie A, allenatori della Prima Squadra e tutti gli ex presidenti e i dirigenti più significativi. Il gruppo è protagonista di raduni periodici e artefice di numerose attività benefiche.

Chieri Eco Goals[modifica | modifica wikitesto]

Il Progetto Chieri Eco Goals[9] pone le basi dell’impegno azzurro nei confronti della sostenibilità, con un contributo concreto all’Agenda 2030 ed un’analisi preliminare degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) prioritari e delle azioni utili per raggiungerli, stimolando l’indipendenza, l’autonomia e la fiducia reciproca dei giovani calciatori. Nel dettaglio, il progetto prevede la premiazione mensile, e per ciascuna categoria della Scuola Calcio, di tutti i bambini e ragazzi che si sono resi protagonisti di comportamenti meritevoli e socialmente responsabili all’interno del proprio gruppo.

Chieri eSports[modifica | modifica wikitesto]

Dalla S.S. 2021-2022, scommettendo su un movimento in continua crescita, il Chieri ha attivato una propria formazione eSports[10]. Un’organizzazione del tutto analoga a quella di una tradizionale squadra di calcio, con un comparto dirigenziale, un direttore sportivo, un allenatore e una rosa di 20 giocatori, ciascuno con un ruolo specifico. Attraverso match digitali 11vs11, la squadra partecipa al Campionato di eSerieD organizzato dalla Lega Nazionale Dilettanti.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dell'Associazione Sportiva Dilettantistica Chieri Calcio 1955
  • 1955 - Nasce la Associazione Calcio Chieri.
  • 1955-1956 - 1ª nel girone M di Seconda Divisione piemontese-valdostana. Promossa in Prima Divisione.
  • 1956-1957 - 1ª nel girone C di Prima Divisione piemontese-valdostana. Promossa nel Campionato Dilettanti.
  • 1957-1958 - 5ª nel girone B piemontese-valdostano del Campionato Dilettanti.
  • 1958-1959 - 2ª nel girone B piemontese-valdostano del Campionato Dilettanti.
  • 1959-1960 - 1ª nel girone C di Prima Categoria piemontese-valdostana. Perde gli ottavi di finale nazionali. Promossa in Serie D.

  • 1960-1961 - 17ª nel girone A di Serie D. Retrocessa in Prima Categoria.
  • 1961-1962 - 1ª nel girone C di Prima Categoria piemontese-valdostana. Perde la semifinale nazionale. Promossa in Serie D.
  • 1962-1963 - 13ª nel girone A di Serie D.
  • 1963-1964 - 12ª nel girone B di Serie D.
  • 1964-1965 - 10ª nel girone A di Serie D.
  • 1965-1966 - 16ª nel girone A di Serie D. Retrocessa in Prima Categoria.
  • 1966-1967 - 7ª nel girone B di Prima Categoria piemontese-valdostana.
  • 1967-1968 - 3ª nel girone B di Prima Categoria piemontese-valdostana. Ammessa alla nuova Promozione.
  • 1968-1969 - 3ª nel girone unico di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1969-1970 - 11ª nel girone unico di Promozione piemontese-valdostana.

  • 1970-1971 - 4ª nel girone unico di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1971-1972 - 2ª nel girone B di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1972-1973 - 4ª nel girone B di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1973-1974 - 4ª nel girone B di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1974-1975 - 12ª nel girone B di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1975-1976 - 16ª nel girone B di Promozione piemontese-valdostana. Retrocessa in Prima Categoria.
  • 1976-1977 - 7ª nel girone E di Prima Categoria piemontese-valdostana.
  • 1977-1978 - 3ª nel girone E di Prima Categoria piemontese-valdostana.
  • 1978-1979 - 8ª nel girone E di Prima Categoria piemontese-valdostana.
  • 1979-1980 - 3ª nel girone C di Prima Categoria piemontese-valdostana.

  • 1980-1981 - 2ª nel girone C di Prima Categoria piemontese-valdostana.
  • 1981-1982 - 2ª nel girone C di Prima Categoria piemontese-valdostana. Promossa in Promozione.
  • 1982-1983 - 6ª nel girone C di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1983-1984 - 7ª nel girone B di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1984-1985 - 8ª nel girone C di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1985-1986 - 6ª nel girone C di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1986-1987 - 2ª nel girone C di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1987-1988 - 3ª nel girone C di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1988-1989 - 6ª nel girone C di Promozione piemontese-valdostana.
  • 1989 - Cambia denominazione in Associazione Calcio Chieri A&O.
  • 1989-1990 - 1ª nel girone B di Promozione piemontese-valdostana. Promossa nel Campionato Interregionale.

  • 1990-1991 - 8ª nel girone A del Campionato Interregionale.
  • 1991-1992 - 17ª nel girone A del Campionato Interregionale. Retrocessa in Eccellenza.
  • 1992 Cambia denominazione in Associazione Calcio Chieri.
  • 1992-1993 - 6ª nel girone B di Eccellenza piemontese-valdostana.
  • 1993-1994 - 3ª nel girone B di Eccellenza piemontese-valdostana.
  • 1994-1995 - 7ª nel girone B di Eccellenza piemontese-valdostana.
  • 1995-1996 - 4ª nel girone B di Eccellenza piemontese-valdostana.
  • 1996-1997 - 6ª nel girone B di Eccellenza piemontese-valdostana.
  • 1997-1998 - 2ª nel girone B di Eccellenza piemontese-valdostana dopo aver perso lo spareggio.
  • 1998-1999 - 4ª nel girone B di Eccellenza piemontese-valdostana.

  • 1999-2000 - 8ª nel girone B di Eccellenza piemontese-valdostana.
  • 2000-2001 - 9ª nel girone B di Eccellenza piemontese-valdostana.
  • 2001-2002 - 11ª nel girone B di Eccellenza piemontese-valdostana.
  • 2002-2003 - 13ª nel girone B di Eccellenza piemontese-valdostana. Salvo dopo aver vinto i play-out.
  • 2003-2004 - 15ª nel girone A di Eccellenza piemontese-valdostana. Retrocesso dopo aver perso lo spareggio salvezza. Retrocessa in Promozione.
  • 2004 - Cambia denominazione in Associazione Ssportiva Dilettantistica Calcio Chieri.[11]
  • 2004-2005 - 3ª nel girone D di Promozione piemontese-valdostana.
  • 2005-2006 - 6ª nel girone D di Promozione piemontese-valdostana.
  • 2006-2007 - 11ª nel girone C di Promozione piemontese-valdostana.
  • 2007-2008 - 2ª nel girone D di Promozione piemontese-valdostana. Vince i play-off intergirone.
Perde la finale per il titolo. Promossa in Eccellenza.
  • 2008-2009 - 13ª nel girone A di Eccellenza piemontese-valdostana. Perde i play-out. Retrocessa in Promozione.
  • 2009 - La società si fonde con l'Unione Sportiva Dilettantistica Rivarolese di Rivarolo Canavese, dando vita alla Associazione Sportiva Dilettantistica Chieri Calcio 1955, con sede in Chieri, mantenendo il titolo sportivo della Rivarolese. Ammessa in Serie D.

  • 2009-2010 - 12ª nel girone A di Serie D.
  • 2010-2011 - 13ª nel girone A di Serie D.
  • 2011-2012 - 2ª nel girone A di Serie D. Perde la semifinale dei play-off.
  • 2012-2013 - 3ª nel girone A di Serie D. Perde la semifinale dei play-off.
  • 2013-2014 - 6ª nel girone A di Serie D.
Vince il Campionato Juniores Nazionali.
  • 2014-2015 - 3ª nel girone A di Serie D. Perde la semifinale dei play-off.
  • 2015-2016 - 4ª nel girone A di Serie D. Perde la semifinale dei play-off.
  • 2016-2017 - 7ª nel girone A di Serie D.
Vince la Coppa italia Serie D battendo l'Albalonga.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2016-2017
2013-2014[12]

Classifica marcatori (1955-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

  1. Gianni Barberis (centrocampista): 120 reti in 7 stagioni
  2. Marcello Crivellari (attaccante): 91 reti in 7 stagioni
  3. Gianpiero Broi (centrocampista): 91 reti in 8 stagioni
  4. Fabio Pasquero (attaccante): 75 reti in 9 stagioni
  5. Roberto Manolino (jolly): 68 reti in 13 stagioni
  6. Benito Seminara (attaccante): 52 reti in 3 stagioni
  7. Riccardo Tinozzi (centrocampista): 51 reti in 15 stagioni
  8. Michele Rigoletto (attaccante): 50 reti in 5 stagioni
  9. Ruggiero Di Corato (attaccante): 49 reti in 5 stagioni
  10. Pietro Carnà (attaccante): 48 reti in 10 stagioni

Classifica presenze (1955-oggi)[modifica | modifica wikitesto]

  1. Renato Favaretto (difensore): 471 presenze in 17 stagioni
  2. Piermarco Valoti (difensore): 466 presenze in 16 stagioni
  3. Riccardo Tinozzi (centrocampista): 429 presenze in 15 stagioni
  4. Luigi Canova (portiere): 411 presenze in 13 stagioni
  5. Franco Caon (difensore): 362 presenze in 14 stagioni
  6. Guido Sponga (difensore): 355 presenze in 12 stagioni
  7. Massimiliano Fogliato (centrocampista): 326 presenze in 12 stagioni
  8. Enrico Migliore (jolly): 265 presenze in 10 stagioni
  9. Roberto Manolino (jolly): 254 presenze in 13 stagioni
  10. Elio Perotti (jolly): 252 presenze in 11 stagioni

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Coppa Italia Serie D, il Chieri vince il titolo. Albalonga ko in finale, tuttomercatoweb.com
  2. ^ Ufficio stampa, Una nuova immagine per il Chieri di oggi e domani, su A.S.D. Chieri, 2 luglio 2021. URL consultato il 13 gennaio 2022.
  3. ^ Ufficio stampa, Rinnovata la collaborazione al progetto Juventus National Academy, su A.S.D. Chieri, 30 giugno 2021. URL consultato il 13 gennaio 2022.
  4. ^ Matteo Musso, Giovani D Valore: per il secondo anno consecutivo vinciamo noi, su A.S.D. Chieri, 11 agosto 2021. URL consultato il 13 gennaio 2022.
  5. ^ Ufficio stampa, Partnership tra Calcio Chieri 1955 e Isokinetic Medical Group, su A.S.D. Chieri, 23 luglio 2020. URL consultato il 13 gennaio 2022.
  6. ^ Ufficio stampa, Erreà è il nuovo sponsor tecnico degli Azzurri!, su A.S.D. Chieri, 27 giugno 2018. URL consultato il 13 gennaio 2022.
  7. ^ A Chieri Boots for Africa: al Rosato parte la raccolta di scarpe, su www.sprintesport.it. URL consultato il 13 gennaio 2022.
  8. ^ FIGC, Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale, su Federazione Italiana Giuoco Calcio, 29 aprile 2021. URL consultato il 13 gennaio 2022.
  9. ^ Ufficio stampa, Competenze sociali e personali, alla base del progetto “Chieri Eco Goals”, su A.S.D. Chieri, 11 novembre 2021. URL consultato il 13 gennaio 2022.
  10. ^ Ufficio stampa, Il Chieri debutta ufficialmente negli eSports, su A.S.D. Chieri, 22 settembre 2021. URL consultato il 13 gennaio 2022.
  11. ^ CAMBIO DI DENOMINAZIONE SOCIALE (PDF), su figc.it, http://www.figc.it/, 2004. URL consultato il 12 novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 9 settembre 2016).
  12. ^ Juniores 2013/2014, Chieri campione d'Italia, su Lega Nazionale Dilettanti. URL consultato il 20 febbraio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio