Serie D 2010-2011

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie D
Competizione Serie D
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 63ª
Organizzatore Lega Nazionale Dilettanti -
Comitato per l'attività Interregionale
Date dal 5 settembre 2010
all'11 giugno 2011
Luogo Italia Italia
Partecipanti 167
Sito Web lnd.it
Risultati
Vincitore Cuneo
(1º titolo)
Altre promozioni Mantova
Treviso
Borgo a Buggiano
Perugia
Santarcangelo
Aprilia
Arzanese
Ebolitana
Retrocessioni (le squadre scritte in corsivo sono poi state ripescate), Rivoli, Vigevano, Borgorosso Arenzano, Settimo, Villafranca, Trento, Castelnuovo Sandrà, Solbiatese, Montecchio, Opitergina, Kras, Torviscosa, Carpenedolo, Castel San Pietro, Russi, Nuova Verolese, AS Sestese, Montevarchi, Fortis Juventus, Monteriggioni, Cesenatico, Miglianico, Fossombrone, Bojano, Guidonia Montecelio, Sanluri, Tavolara, Castiadas, Sant'Antonio Abate, Pisticci, Francavilla, Ostuni, Modica, Rossanese, Mazara, Atletico Nola
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2009-2010 2011-2012 Right arrow.svg

La Serie D 2010-2011 è la 63ª edizione del campionato di categoria.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Al torneo prendono parte 167 squadre, divise in 9 gironi, sei dei quali composti da 18 compagini, due da 20 e uno da 19; tra esse figura una sola delle nove retrocesse al termine del campionato di Seconda Divisione Lega Pro 2009-10, 31 club provenienti dall'Eccellenza (di cui 21 in seguito ai ripescaggi) e altre quattro formazioni (Mantova, Rimini, Arezzo e Perugia) ammesse in soprannumero al torneo dopo la mancata iscrizione ai campionati professionistici. I campionati dei 9 gironi sono iniziati il 5 settembre 2010 e si sono conclusi l'8 maggio 2011. I play-off partirono una settimana più tardi, il 15 maggio, mentre i play-out si giocarono il 22 maggio (andata) ed il 29 maggio (ritorno).

Aggiornamenti[modifica | modifica wikitesto]

A completamento di organico vengono ripescate in Lega Pro Seconda Divisione 2010-2011 la Pro Belvedere, il Bellaria Igea Marina e la Carrarese (tra le retrocesse) e la Virtus Entella, il Casale, il Renate, il Carpi, l'Aquila, il Campobasso, il Pomezia, il Latina, il Matera, il Trapani, il Vigor Lamezia e l'Avellino tra le aventi diritto a partecipare al campionato di Serie D.
Inoltre la Pro Sesto, l'Igea Virtus, il Vico Equense, il Noicattaro e la Colligiana, appena retrocesse dalla Lega Pro Seconda Divisione non si iscrivono al campionato[1][2]. Altre squadre a non iscriversi sono il Domegliara, il Cecina e il Casoli.

Discorso a parte per il Pianura che, pur essendo stata promossa in Lega Pro Seconda Divisione la stagione precedente, non ottiene l'iscrizione in Lega Pro e non si iscrive neanche al campionato di Serie D.

Per fare fornte a questa carenza di organico vengono ripescate 21 squadre:

Inoltre vengono ammesse 4 squadre ammesse in soprannumero:

Avvengono infine le seguenti fusioni, acquisizione/cessione di titoli e cambi di denominazione sociali:

Squadre Partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie D 2010-2011 (gironi A-B-C).

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie D 2010-2011 (gironi D-E-F).

Girone E[modifica | modifica wikitesto]

Girone F[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie D 2010-2011 (gironi G-H-I).

Girone G[modifica | modifica wikitesto]

Girone I[modifica | modifica wikitesto]


Play-off[modifica | modifica wikitesto]

Le 9 squadre vincitrici dei play-off di girone sono state divise in 3 gironi da 3 squadre ognuno in cui le cui vincitrici accedono alle semifinali, insieme alla vincente della Coppa Italia Serie D, da disputarsi in turni di andata e ritorno e la finale unica in campo neutro.

Turno preliminare[modifica | modifica wikitesto]

Triangolare 1[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Bacoli Sibilla Flegrea 4 2 1 1 0 5 3 +2
2. SanDonà Jesolo 4 2 1 1 0 5 3 +2
3. Pontedera 0 2 0 0 2 2 6 -4

Legenda:

      Promossa al turno successivo.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.


Risultati Luogo e data
SanDonà Jesolo 2-2 Bacoli Sibilla Flegrea 29 maggio 2011
Pontedera 1-3 SanDonà Jesolo 5 giugno 2011
Bacoli Sibilla Flegrea 3-1 Pontedera 8 giugno 2011

Triangolare 2[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Rimini 4 2 1 1 0 4 2 +2
2. Saint-Christophe 3 2 1 0 1 4 5 -1
3. Pomigliano 1 2 0 1 1 3 4 -1

Legenda:

      Promossa al turno successivo.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.


Risultati Luogo e data
Saint-Christophe 3-2 Pomigliano 29 maggio 2011
Pomigliano 1-1 Rimini 5 giugno 2011
Rimini 3-1 Saint-Christophe 8 giugno 2011

Triangolare 3[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Voghera 4 2 1 1 0 3 2 +1
2. Sansepolcro 2 2 0 2 0 5 5 0
3. Forza e Coraggio 1 2 0 1 1 3 4 -1

Legenda:

      Promossa al turno successivo.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.


Risultati Luogo e data
Voghera 1-0 Forza e Coraggio 29 maggio 2011
Forza e Coraggio 3-3 Sansepolcro 5 giugno 2011
Sansepolcro 2-2 Voghera 8 giugno 2011

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Alle semifinali hanno accesso SanDonà Jesolo, Rimini, Voghera e Turris (finalista della Coppa Italia Serie D[3]).

Risultati Luogo e data
Rimini 4-1 Voghera 15 giugno 2011
Voghera 0-1 Rimini 19 giugno 2011
SanDonà Jesolo 2-2 Turris 15 giugno 2011
Turris 0-0 SanDonà Jesolo 19 giugno 2011

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Rimini 0-0 (3-1 dcr) Turris Terni, 26 giugno 2011

Poule scudetto[modifica | modifica wikitesto]

Lo Scudetto Dilettanti viene assegnato dopo un torneo fra le vincitrici dei 9 gironi. Le squadre vengono divise in 3 triangolari le cui vincitrici, più la migliore seconda, accedono alle semifinali e poi alla finale unica in campo neutro.

Turno preliminare[modifica | modifica wikitesto]

Triangolare 1[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Cuneo 4 2 1 1 0 5 2 +3
2. Treviso 2 2 0 2 0 1 1 0
3. Mantova 1 2 0 1 1 1 4 -3

Legenda:

      Promossa al turno successivo.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.


Risultati Luogo e data
Treviso 1-1 Cuneo 22 maggio 2011
Mantova 0-0 Treviso 29 maggio 2011
Cuneo 4-1 Mantova 4 giugno 2011

Triangolare 2[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Perugia 4 2 1 1 0 2 1 +1
2. Santarcangelo 2 2 0 2 0 1 1 0
3. Borgo a Buggiano 1 2 0 1 1 2 3 -1

Legenda:

      Promossa al turno successivo.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.


Risultati Luogo e data
Santarcangelo 0-0 Perugia 22 maggio 2011
Borgo a Buggiano 1-1 Santarcangelo 29 maggioo 2011
Perugia 2-1 Borgo a Buggiano 4 giugno 2011

Triangolare 3[modifica | modifica wikitesto]

Squadra P.ti G V N P GF GS DR
1. Arzanese 4 2 1 1 0 5 3 +2
2. Ebolitana 4 2 1 1 0 5 3 +2
3. Aprilia 0 2 0 0 2 2 6 -4

Legenda:

      Promossa al turno successivo.

Regolamento:

Tre punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.


Risultati Luogo e data
Arzanese 3-1 Aprilia 22 maggio 2011
Aprilia 1-3 Ebolitana 29 maggioo 2011
Ebolitana 2-2 Arzanese 4 giugno 2011

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Cuneo 1-1 (4-2 dcr) Ebolitana Cuneo, 9 giugno 2011
Arzanese 1-1 (4-5 dcr) Perugia 9 giugno 2011

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Risultati Luogo e data
Cuneo 1-0 Perugia Treviso, 11 giugno 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Due aste fallimentari andate deserte, vizi nell'ultima http://sestonotizie.it/leggi.php?artID=1541356
  2. ^ Vico Equense, fine della favola - Tutto Lega Pro
  3. ^ Il Perugia, vincitrice della coppa, già aveva ottenuto la promozione tramite il campionato.
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio