Sapri Calcio 1928

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sapri Calcio 1928
Calcio Football pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Bianco e Azzurro.svg Bianco-Azzurro
Inno Vola Sapri[1]
Gino Da Vinci[1]
Dati societari
Città Sapri (SA)
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato nessuno
Fondazione 1928
Scioglimento 2011
Rifondazione 2011
Scioglimento 2012
Stadio Comunale Italia
(1.014[2] posti)
Sito web www.sapricalcio1928.it
Palmarès
Coccarda Coppa Italia.svg
Trofei nazionali 1 Coppe Italia Serie D
Si invita a seguire il modello di voce

Il Sapri Calcio 1928 è stata una società calcistica italiana, con sede nella città cilentana di Sapri (SA). A seguito del fallimento del 2011, la squadra che rappresenta la città di Sapri è la Nuova San Vito Sapri[3] che milita nel Girone G della Prima Categoria Campana[4]

Le partite casalinghe della squadra si svolgevano allo Stadio Italia di Sapri.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Storia recente[modifica | modifica wikitesto]

Nella stagione 2008-2009 si era classificata al terzo posto nel girone I ed ha vinto la Coppa Italia Serie D.

Grazie a questi risultati ed all'esclusione di 8 società professioniste, aveva acquisito il diritto di iscriversi al campionato di Lega Pro Seconda Divisione per la stagione 2009-10, risultando quinta assoluta nella graduatoria delle aventi diritto a sostituire le società escluse; la Lega Italiana Calcio Professionistico, immediatamente prima di ufficializzare le ammissioni in Lega Pro Seconda Divisione in base alla graduatoria, richiedeva un impegno economico sotto forma di fideiussione di 500.000 euro (invece dei 100.000 euro stabiliti precedentemente) da garantire in pochissimi giorni. Questa inattesa novità ha di fatto escluso il Sapri dalla possibilità di essere ammesso al campionato, per il quale aveva legittimo titolo sportivo, a favore di altre squadre aventi come unico titolo la tempestiva disponibilità della somma richiesta all'ultimo momento. Il 21 aprile 2011 una bufera si abbatte sulla squadra della spigolatrice, che viene sequestrata dalla Guardia di Finanza di Reggio Calabria[5] nell'ambito della operazione "All Clean"[5] contro la 'ndrangheta, in quanto la società aveva tra i propri soci membri che risalgono al clan della famiglia Pesce di Rosarno[5], alla quale nella medesima operazione gli verranno sequestrati altri beni tra cui un'altra squadra di Serie D (Cittanova Interpiana), per un ammontare di 190 milioni di euro. Nello stesso anno, il 26 luglio, diventa ufficiale la non ammissione al campionato di Serie D dopo 8 anni condotti alla perfezione dalla compagine saprese che ha più volte sfiorato il salto di categoria, mancato per debiti. Vani quindi gli ultimi tentativi di Francesco Pugliese La Corte di salvare il titolo e trovare imprenditori capaci di poter garantire un futuro alla società e i 18000 € necessari per l'iscrizione del club al campionato dilettantistico nazionale. Ai tifosi non resta che il ricordo dell'unico trofeo in bacheca, la Coppa Italia di Serie D, e quella finale vinta contro la Villacidrese.

Due fallimenti nel giro di due stagioni[modifica | modifica wikitesto]

Fino alla stagione 2010-2011 la società Sapri Calcio SRL ha disputato la Serie D. Da luglio 2011 la società Sapri Calcio SRL ha rinunciato alla Serie D e l'unica squadra cittadina restò il DLF Sapri che militava nel Girone Q di Seconda Categoria. Nel 2014 la DLF Sapri si fuse con la Nuova San Vito Calcio, che attualmente milita nel girone G di Prima Categoria.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Sapri Calcio 1928
  • 1928 - Fondazione del Club.
  • 1955-1956 - Assume la denominazione di S.C. Sapri - 12° nel Girone B della Promozione Campania-Molise.
  • 1956-1957 - 15° nel Girone B della Promozione Campania-Molise.
  • 1967-1968 - 12° nel Girone B della Promozione.
  • 1968-1969 - 12° nel Girone B della Promozione.
  • 1969-1970 - 14° nel Girone B della Promozione. Red Arrow Down.svg Retrocessa in Prima Categoria
  • 1975-1976 - Assume la denominazione di Polisportiva Sapri Golfo Policastro. 3° nel Girone B di Promozione Campania-Molise
  • 1976-1977 - 11° nel Girone B di Promozione Campania-Molise
  • 1977-1978 - 4° nel Girone C di Promozione Campania-Molise
  • 1978-1979 - 16° nel Girone C di Promozione Campania-Molise Red Arrow Down.svg Retrocessa in Prima Categoria
  • 1988-1989 - 5° nel Girone C della Promozione Campania-Molise
  • 1989-1990 - 9° nel Girone C della Promozione Campania-Molise
  • 1990-1991 - 6° nel Girone C della Promozione Campania-Molise
  • 1991-1992 - 12° nel Girone B dell'Eccellenza Campania
  • 1992-1993 - 13° nel Girone B dell'Eccellenza Campania
  • 1993-1994 - 15° nel girone B dell'Eccellenza Campania Red Arrow Down.svg Retrocessa in Promozione
  • 1994-1995 - Assume la denominazione di Sapri Golfo Paradiso - 14º nel girone D della Promozione Campania Red Arrow Down.svg Retrocessa in Prima Categoria
  • 1995-1996 - 1ª nel girone ?? della Prima Categoria Campania. Green Arrow Up.svg Promossa in Promozione
  • 1996-1997 - 4° nel Girone D della Promozione Campania
  • 1997-1998 - 16° nel Girone D della Promozione Campania Red Arrow Down.svg Retrocessa in Prima Categoria
  • 1998-1999 - Assume la denominazione di S.C. Spigolatrice. 2 nel Girone B dell'Eccellenza Campania. Eliminato ai Play-off nazionali. Vince la Coppa Italia Dilettanti Campania.
  • 1999-2000 - 4° nel Girone B dell'Eccellenza Campania. Finalista della Coppa Italia Dilettanti Campania.
  • 2000-2001 - 10° nel Girone B dell'Eccellenza Campania
  • 2001-2002 - 3° nel Girone B dell'eccellenza Campania
  • 2002-2003 - 1° nel Ginone B dell'Eccellenza. Green Arrow Up.svg Promossa in Serie D
  • 2003-2004 - 4° nel Girone I della Serie D. Eliminata dal Modica al primo turno di play-off.
  • 2004-2005 - 2° nel Girone I della Serie D. Eliminata dal Siracusa al secondo turno di play-off.
  • 2005-2006 - 5 nel Girone I della Serie D. Eliminata al primo turno dei play off dalla Vibonese.
  • 2006-2007 - 10° nel Girone I della Serie D.
  • 2007-2008 - 10° nel Girone H della Serie D.
  • 2008-2009 - 3° nel Girone I della Serie D. Coccarda Italia.svg Vince la Coppa Italia Serie D (1º titolo). Semifinalista play-off nazionali.
  • 2009-2010 - 7° nel Girone I della Serie D.
  • 2010-2011 - 10° nel Girone I della Serie D. Esclusa dai campionati per dissesto economico-finanziario.
  • 2012-2013 - Il club viene sostituito dal DLF Sapri che partecipa al campionato di Seconda Categoria Campania.[3][6]. 12° nel Girone Q della Seconda Categoria[7]
  • 2013-2014 - 9° nel girone O della Seconda Categoria. Rinuncia ai play-out contro l'Atletik. Red Arrow Down.svg Retrocesso in Terza Categoria
  • 2014-2015 - Il DLF Sapri si fonde con la Nuova San Vito Sapri che partecipa al campionato di Seconda Categoria Campania. 2° nel girone N della Seconda categoria Campania. Finalista play-off.
  • 2015-2016 - La Nuova San Vito Sapri partecipa al campionato di Prima Categoria Campania, girone G. 13° nel girone G della Prima Categoria. Salvo dopo play-out vinto contro la FI.PE. 3-1.
  • 2016-2017 - La Nuova San Vito Sapri partecipa al campionato di Prima Categoria Campania, girone G.

Allenatori e presidenti[modifica | modifica wikitesto]

Allenatori
  • 2009-2010 Italia Andrea Pensabene[8]
  • 2010-2011 Italia Alfonso Pepe[9]
Presidenti
  •  ????-2010 Italia Sergio Fortunato[10]
  • 2010 Italia Giovanni Ferro[10]
  •  ????-2011 Italia Vincenzo Calce[11]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2008-2009
1998-1999

Statistiche e record[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazione ai campionati[modifica | modifica wikitesto]

Livello Categoria Partecipazioni Debutto Ultima stagione Totale
Serie D 8 2003-2004 2010-2011 8

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Rivalità

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b C'era una volta il SAPRI calcio..., deejaylink.com. URL consultato il 15 giugno 2013.
  2. ^ Stadio Italia, calciozz.it. URL consultato il 16 giugno 2013.
  3. ^ a b La Nuova San Vito prova a far rinascere il calcio a Sapri, lacittadisalerno.gelocal.it.
  4. ^ Prima Categoria Girone G, tuttocampo.it.
  5. ^ a b c ’Ndrangheta, sequestrato il Sapri Calcio, lacittadisalerno.gelocal.it. URL consultato il 15 giugno 2013.
  6. ^ PRIMA CATEGORIA: ANCHE IL SAPRI NEL GIRONE DELL’HERAJON?, capaccionelpallone.it. URL consultato il 15 giugno 2013.
  7. ^ CLASSIFICA GENERALE CAMPIONATO DI SECONDA CATEGORIA 2012 - 2013 GIRONE Q, laltrocalcio105tv.it. URL consultato il 15 giugno 2013.
  8. ^ Andrea Pensabene è il nuovo allenatore del Sapri, forzanissa.it. URL consultato il 15 giugno 2013.
  9. ^ Pepe Alfonso, tuttocalciatori.net. URL consultato il 15 giugno 2013.
  10. ^ a b Sapri, lettera d´addio di patron Fortunato: "Lascio tutto a Ferro", resport.it. URL consultato il 15 giugno 2013.
  11. ^ Sapri senza presidente, Calce abbandona: "Farò calcio altrove", resport.it. URL consultato il 15 giugno 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]