Associazione Sportiva Dilettantistica Monterotondo Calcio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
S.S.D. Eretum Monterotondo
Calcio Football pictogram.svg
Eretini
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Blu e Giallo Strisce.svg Giallo, blu
Dati societari
Città Monterotondo
Nazione Italia Italia
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Italy.svg FIGC
Campionato Eccellenza
Fondazione 1935
Rifondazione2013
Presidente Dino Alessandri
Allenatore Attilio Gregori
Stadio Fausto Cecconi
(800 posti)
Palmarès
Scudetti 1º Posto Eccellenza Lazio (Girone A)

3º Posto Serie D (Girone G) Coppe Italia =

Si invita a seguire il modello di voce

La Società Sportiva Dilettantistica Eretum Monterotondo è la principale società calcistica di Monterotondo (RM). Fondata nel 1935, disputò consecutivamente per undici stagioni il campionato di Serie D, dal 2000 al 2011, fallendo a fine stagione. Nell'estate del 2013 è stata fondata una nuova società, la quale si è posta in piena continuità sportiva e morale con il vecchio sodalizio gialloblù. Attualmente l'Eretum Monterotondo milita nel girone A del campionato di Eccellenza del Lazio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Monterotondo esordì nelle divisioni superiori dilettantistiche negli anni '90 grazie agli investimenti dell'Acqua Fabia, disputando campionati di vertice con allenatori del calibro di Bruno Giordano e Giancarlo Morrone.

Ottimo anche il settore giovanile che vantava numerosi campionati vinti a livello regionale e buone posizioni di classifica a livello nazionale.

Dopo la fusione con il Monterotondo Scalo, la società fu costretta a disputare il campionato di Eccellenza (1998-1999).

La Serie D venne riconquistata il 20 maggio 2000 nello spareggio del Flaminio contro l'Ostia Mare vinto per 1-0 con un gol del brasiliano DeVianna.

Dopo una breve apparizione in Serie D del tecnico Sesena e del presidente Di Paolo, è nel 2003 che il presidente Ugo Barbetti sfiora la promozione in Serie C, con Fabio Fratena in panchina. La partita clou si gioca a Tolentino, il 16 febbraio, contro i padroni di casa primi in classifica con un punto di vantaggio sul Monterotondo. Il Monterotondo passa in vantaggio al 59' con un gol di Fratoni; a tempo scaduto il Tolentino raggiunse però il pareggio.

Dal 2003 il presidente della società è l'avv. Fabio Della Longa grazie al quale il sodalizio gialloblù ha potuto proseguire l'opera avviata dal suo predecessore Ugo Barbetti. Nella stagione 2003-2004 il Monterotondo disputò i play-out ottenendo la salvezza il 30 maggio 2004 al Cecconi contro il Termoli, che nell'occasione andò al riposo in vantaggio di due reti. Nel secondo tempo le reti di Dionisi e Borrielli regalarono la salvezza del Monterotondo.

Successivamente la squadra ottenne piazzamenti che la mantennero nella categoria, disputando nel 2005-2006 persino i play-off per la promozione in Serie C, mancandola contro il Celano. In quella stagione si ricordano anche i derby contro il Mentana finiti ambedue in parità che hanno determinato il tutto esaurito sia al Cecconi che al Selva dei Cavalieri. Nella stagione 2009-2010 il Monterotondo arrivò al quinto posto in campionato, dopo aver battuto la capolista Gavorrano con un 4-3 al Cecconi. Ai play-off il Guidonia ha decretato l'uscita dei gialloblù dalla competizione.

Dalla stagione 2011-2012 la società scompare, in seguito alla nascita del Monterotondo-Lupa con sede e campo di gioco fuori dal comune di Monterotondo.

Nell'estate 2013 il Città di Marino, società neo retrocessa in Eccellenza, ha ceduto il proprio titolo sportivo all'Atletico Monterotondo che ha cambiato denominazione in "A.S.D. Monterotondo Calcio". Nel campionato 2013/2014 retrocede dal campionato di Eccellenza dopo la disputa dei Play out contro l'Empolitana Giovenzano, partita persa per 4-1 ma viene successivamente ripescato a completamento organici.

Ad agosto 2016 si fonde con la realtà locale dell'Eretum e cambia denominazione sociale in Eretum Monterotondo.[1]

Giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Nella Polisportiva Monterotondo Calcio hanno militato e militano diversi giocatori che negli anni si sono contraddistinti nelle categorie superiori esordendo in Serie A ed in Serie B ma anche in Lega Pro e nelle squadre primavera di società professionistiche o che hanno disputato campionati professionistici nel mondo:

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria della Polisportiva Monterotondo Calcio
  • 1934 - Nascita della Polisportiva Monterotondo Calcio
  • 1934-45 dati mancanti
  • 1945-46 - 5° nel girone B di Prima Divisione Lazio
  • 1946-47 - ? nel girone B di Prima Divisione Lazio
  • 1947-48
  • 1948-49
  • 1949-50
  • 1950-51
  • 1951-52
  • 1952-53
  • 1953-54
  • 1954-55
  • 1955-56
  • 1956-57
  • 1957-58
  • 1958-59
  • 1959-60 - 8° nel girone B in Prima Categoria Lazio
  • 1960-61 - 13° nel girone B in Prima Categoria Lazio. Red Arrow Down.svg retrocesso
  • 1961-62
  • 1962-63
  • 1963-64
  • 1964-65
  • 1965-66
  • 1966-67
  • 1967-68
  • 1968-69
  • 1969-70
  • 1970-71
  • 1971-72
  • 1972-73
  • 1973-74
  • 1974-75
  • 1975-76
  • 1976-77
  • 1977-78
  • 1978-79
  • 1979-80
  • 1980-81
  • 1981-82
  • 1982-83
  • 1983-84
  • 1984-85
  • 1985-86
  • 1986-87 - 4° nel girone A in Promozione Lazio
  • 1987-88 - 12° nel girone A in Promozione Lazio
  • 1988-89 - 6° nel girone B in Promozione Lazio
  • 1989-90 - 7° nel girone B in Promozione Lazio
  • 1990-91 - 7° nel girone B in Promozione Lazio
  • 1991-92 - 5° nel girone A in Eccellenza Lazio
  • 1992-93 - 3° nel girone A in Eccellenza Lazio. Green Arrow Up.svg Promosso in Campionato Nazionale Dilettanti
  • 1993-94 - 5° nel girone F nel Campionato Nazionale Dilettanti
  • 1994-95 - 3° nel girone G nel Campionato Nazionale Dilettanti
  • 1995-96 - 3° nel girone F nel Campionato Nazionale Dilettanti
  • 1996-97 - 13° nel girone F nel Campionato Nazionale Dilettanti
  • 1997-98 - 15° nel girone F nel Campionato Nazionale Dilettanti, Red Arrow Down.svg retrocesso in Eccellenza
  • 1998-99 - 6° nel girone A in Eccellenza Lazio
  • 1999-00 - 1° nel girone A in Eccellenza Lazio. Green Arrow Up.svg Promosso in Serie D
  • 2000-01 - 10° nel girone F in Serie D
  • 2001-02 - 4° nel girone F in Serie D
  • 2002-03 - 4° nel girone F in Serie D, perde nei play-off
  • 2003-04 - 14° nel girone H in Serie D, salvo dopo i play-out
  • 2004-05 - 7° nel girone E in Serie D
  • 2005-06 - 4° nel girone G in Serie D. Arriva ai play-off nazionali.
  • 2006-07 - 11° nel girone G in Serie D
  • 2007-08 - 8° nel girone G in Serie D
  • 2008-09 - 10° nel girone G in Serie D
  • 2009-10 - 5° nel girone E in Serie D
  • 2010-11 - 3° nel girone G in Serie D, perde nei play-off
  • 2011-12 - 14° nel girone G in Serie D, Red Arrow Down.svg retrocesso in Eccellenza dopo i play-out
  • 2011 - La società scompare
  • 2013 - nasce la nuova Monterotondo Calcio dalla fusione tra il Città di Marino e l'Atletico Monterotondo
  • 2013-14 - 15° nel girone A in Eccellenza Lazio. Retrocesso in Promozione dopo i play-out e successivamente ripescato.
  • 2014-15 - 13° nel girone A in Eccellenza Lazio.
  • 2015-16 - 15° nel girone A dell'Eccellenza laziale. Retrocesso in Promozione dopo i play-out e successivamente ripescato a completamento di organici.
  • Agosto 2016 - Si fonde con l'Eretum dando vita all'Eretum Monterondo.
  • 2016-17 - 11° nel girone A dell'Eccellenza laziale.
  • 2017-18 - 5° nel girone A dell'Eccellenza laziale.
  • 2018-19 - 5° nel girone A dell'Eccellenza laziale.
  • 2019-20 - nel girone A dell'Eccellenza laziale.

Colori e Simbolo[modifica | modifica wikitesto]

I colori sociali sono il blu ed il giallo.

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Monterotondo: stadio comunale del Monterotondo Calcio in località Pratone.

Il Monterotondo disputa le sue partite interne presso lo stadio "Fausto Cecconi" in Via dello Stadio, località Pratone a Monterotondo.

L'impianto presenta le seguenti caratteristiche:

  • Posti totali: 800
  • Posti Tribuna Locali: 350
  • Posti Settore Ospiti: 200 circa
  • Larghezza campo: 65,00 m
  • Lunghezza campo: 105,00 m
  • Fondo: Erba sintetica
  • Copertura campo: Scoperto

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

1999-2000 (girone A)

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Terzo posto: 2010-2011 (girone G)
Terzo posto: 1994-1995 (girone G), 1995-1996 (girone F)
Terzo posto: 1992-1993 (girone A)

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La tifoseria gialloblu seppur non organizzata in nuclei ultras organizzati, sente molto l'appartenenza cittadina e vive con estrema passione le gesta del club, mantenendo sempre un comportamento corretto e non violento. La passione dei tifosi eretini, tuttora accesa, ha visto consacrarsi il massimo supporto durante gli anni gloriosi di permanenza in Serie D, quando il club navigava in un fiorente periodo di gloria portando in alto i colori del club che più volte, negli anni ha sfiorato una storica promozione in Lega Pro ex (Serie C). Nel 2018, sotto l'egida presenza del Presidente Dino Alessandri che sta portando avanti da alcuni anni un progetto molto ambizioso per tornare alla gloria di un tempo, si è creato un piccolo gruppo ultras che sostiene la squadra nel campionato di Eccellenza Lazio con la speranza che presto si possa tornare a disputare la Serie D

Gemellaggi e Rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Tra le rivalità più sentite vi sono sicuramente, quella con il Real Monterotondo Scalo, stracittadina della città molto sentita e che negli ha sempre tenuto vivo un senso di appartenenza verso la propria identità paesana che contrassegna ogni derby, senza manifestare atti di violenza e scontri tra le due tifoserie che, in ogni derby si mostrano sempre rispettose. Un'altra storica rivalità è da segnalarsi con il Mentana Calcio, squadra del paese confinanente, con la quale, specialmente negli anni Novanta e i prima anni del Duemila era molto accesa, talvolta anche con scontri tra le due tifoserie. Tale rivalità si è spenta certamente con il fallimento del Mentana che attualmente naviga in serie minori. Da segnalare, infine, vi è certamente l'accesa rivalità con l'Ostia Mare, ora in Serie D, con il quale tra la fine degli anni Novanta e i primi anni del Duemila, generata attraverso i vari intrecci tra le due squadre spesso a contendersi la promozione o la salvezza in Serie D.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunicato Ufficiale N° 15 del 03/08/2016 - Cambi di denominazione sociale, su lnd.it (archiviato dall'url originale il 15 agosto 2016).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]