Associazione Calcio Fiorentina 1928-1929

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: ACF Fiorentina.

A.C. Fiorentina
Fiorentina nel 1928.jpg
La Fiorentina nel 1928-29. Da sinistra: Tommasi, Staccione, Paniati, Meucci, Salvatorini, Borgato e Pilati. Accosciati: De Santis, Sernagiotto, Bassi e Giacomelli
Stagione 1928-1929
AllenatoreUngheria Károly Csapkay
Ungheria Ungheria Gyula Feldmann
PresidenteItalia Luigi Ridolfi
Divisione Nazionale16º posto e retrocessa in Serie B.
Maggiori presenzeCampionato: Salvatorini (27)
Miglior marcatoreCampionato: Mario Meucci (8)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Calcio Fiorentina nelle competizioni ufficiali della stagione 1928-1929.

La stagione[modifica | modifica wikitesto]

Il presidente Luigi Ridolfi.

La FIGC, all'inizio della stagione 1928-1929, modificò l'assetto del massimo campionato volendo formare un unico girone per l'anno successivo. Creò così due gironi formati ognuno di 16 squadre: le prime 8 d'ogni girone avrebbero fatto parte della serie A, le altre 6 la serie B e le ultime due la serie C. La Fiorentina arrivò ultima con soli 12 punti e 5 partite vinte, 26 reti fatte e 96 subite. La squadra era sempre allenata da Csapkay, ma a lui si aggiunse l'ungherese Gyula Feldmann che gli rimase a fianco pure nella stagione successiva. Alla rosa dei giocatori si aggiunsero Meucci, Lucchetti e Chicchi.

Da dimenticare le sconfitte in casa con Ambrosiana (0-3) con il Napoli (2-7) e la Lazio (0-4) ed a Torino con la Juventus in cui il portiere Pieri subì ben 11 reti. A difendere la porta viola subentrò a stagione iniziata, dopo due partite, Mario Sernagiotto. La settimana dopo però disputò una notevole partita contro il Genoa, terza di campionato, con la Fiorentina che passò in vantaggio nel primo tempo con un gol di Pilati IV, ma il Genoa riuscì a fare due gol negli ultimi tre minuti finali dell'incontro.

I tifosi fiorentini ritennero l'arbitro, Silo Galassi del Gruppo Arbitri "E.Canfari" di Torino, piuttosto parziale nei confronti della squadra ospite. La situazione diventò pericolosa a tal punto che i dirigenti della Fiorentina dovettero accompagnare il direttore di gara in macchina fino alla stazione di Signa, dove fu comunque aggredito.

Il campo da gioco di Firenze venne così squalificato per una giornata. La settimana dopo perse ancora, stavolta contro il Napoli per 2-7, mentre la settimana ancora successiva ci fu un'altra sconfitta contro la Lazio per 0-4 sul campo neutro di Modena.

Fortunatamente per i viola, la FIGC decise di ritoccare lo schema definitivo dei nuovi tornei nazionali, e la squadra di Firenze venne così riammessa in Serie B.

La rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Cesare Ciappi
Italia P Rodolfo Pieri
Italia P Mario Sernagiotto
Italia D Giovanni Borgato
Italia D Egidio Chiecchi (II)
Italia D Carlo Giacomelli
Italia D Curzio Longoni
Italia D Ernesto Romeo (I)
Italia D Duilio Segoni (I)
Italia D Giordano Sinibaldi
Italia D Vittorio Staccione
Italia C Carlo Baccani
Italia C Edgardo Bassi
Italia C Mario Bernetti
Italia C Athos Bertacchini
Italia C Adolfo Chiti
N. Ruolo Giocatore
Italia C Bruno De Santis
Italia C Giuseppe Focosi
Italia C Mario Meucci
Italia C Aldo Nichele
Italia C Mario Paniati
Italia C Zelante Salvatorini
Italia C Rodolfo Tommasi
Italia A Amalio Balzarini
Italia A Italo Bandini
Italia A Giuseppe Lombardo
Italia A Pilade Luchetti
Italia A Roberto Mazzacurati
Italia A Angelo Pilati (IV)
Italia A Secondo Pratesi
Italia A Raffaele Rivolo
Italia A Camillo Silingardi

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Divisione Nazionale 1928-1929.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Firenze
30 settembre 1928
1ª giornata
Fiorentina0 – 3Ambrosiana-InterStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  Barlassina (Novara)

Torino
7 ottobre 1928
2ª giornata
Juventus11 – 0FiorentinaStadio di Corso Marsiglia
Arbitro:  Melandri (Savona)

Firenze
21 ottobre 1928
3ª giornata
Fiorentina1 – 2Genova 1893Stadio Velodromo Libertas
Arbitro:  Galassi (Torino)

Napoli
28 ottobre 1928
4ª giornata
Napoli7 – 2FiorentinaStadio Militare dell'Arenaccia
Arbitro:  Rovida (Milano)

Modena
1º novembre 1928
5ª giornata
Fiorentina0 – 4[1]LazioCampo ex Velodromo
Arbitro:  Mastellari (Bologna)

4 novembre 1928
6ª giornata
Fiorentina0 – 2[2]Venezia

Reggio Emilia
18 novembre 1928
7ª giornata
Reggiana2 – 3FiorentinaStadio Mirabello
Arbitro:  Carraro (Padova)

Firenze
25 novembre 1928
8ª giornata
Fiorentina2 – 3BolognaStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  Lenti (Genova)

Biella
9 dicembre 1928
9ª giornata
Biellese3 – 1FiorentinaStadio Lamarmora
Arbitro:  Sani (Ferrara)

Firenze
16 dicembre 1928
10ª giornata
Fiorentina0 – 1PistoieseStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  Barlassina (Novara)

Fiume
23 dicembre 1928
11ª giornata
Fiumana4 – 2FiorentinaStadio del Littorio
Arbitro:  Caironi (Milano)

Firenze
6 gennaio 1929
12ª giornata
Fiorentina2 – 1CremoneseStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  Carraro (Padova)

Brescia
13 gennaio 1929
13ª giornata
Brescia5 – 0FiorentinaStadium di Viale Piave
Arbitro:  Mattea (Torino)

Firenze
20 gennaio 1929
14ª giornata
Fiorentina1 – 1VeronaStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  U.Gama (Milano)

Vercelli
27 gennaio 1929
15ª giornata
Pro Vercelli5 – 0FiorentinaCampo Foro Boario
Arbitro:  Pessato (Monfalcone)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Milano
3 febbraio 1929
16ª giornata
Ambrosiana-Inter3 – 0FiorentinaArena Civica
Arbitro:  Galassi (Torino)

Firenze
10 febbraio 1929
17ª giornata
Fiorentina0 – 4JuventusStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  Caironi (Milano)

Genova
17 febbraio 1929[3]
18ª giornata
Genoa7 – 0FiorentinaCampo Marassi
Arbitro:  Carraro (Padova)

Firenze
24 febbraio 1929
19ª giornata
Fiorentina1 – 1NapoliStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  Sani (Ferrara)

Roma
17 marzo 1929
20ª giornata
Lazio5 – 1FiorentinaStadio Nazionale
Arbitro:  Pessato (Monfalcone)

Venezia
31 marzo 1929
21ª giornata
Venezia3 – 1FiorentinaStadio Pierluigi Penzo
Arbitro:  D'Alessandro (Vercelli)

Firenze
14 aprile 1929
22ª giornata
Fiorentina2 – 0ReggianaStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  Mattea (Torino)

Bologna
21 aprile 1929
23ª giornata
Bologna3 – 0FiorentinaStadio del Littoriale
Arbitro:  Melandri (Savona)

Firenze
5 maggio 1929
24ª giornata
Fiorentina2 – 0BielleseStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  Turbiani (Ferrara)

Pistoia
12 maggio 1929[4]
25ª giornata
Pistoiese2 – 0FiorentinaCampo Monteoliveto
Arbitro:  U.Gama (Milano)

Firenze
19 maggio 1929
26ª giornata
Fiorentina3 – 0FiumanaStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  Lenti (Genova)

Cremona
26 maggio 1929
27ª giornata
Cremonese6 – 0FiorentinaStadio Giovanni Zini
Arbitro:  Ferro (Milano)

Firenze
2 giugno 1929
28ª giornata
Fiorentina2 – 3BresciaStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  Rovida (Milano)

Verona
9 giugno 1929
29ª giornata
Verona4 – 0FiorentinaStadio di Piazza Cittadella
Arbitro:  Mastellari (Bologna)

Firenze
16 giugno 1929
30ª giornata
Fiorentina0 – 1Pro VercelliStadio Velodromo Libertas
Arbitro:  U.Gama (Milano)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze
  • 27 - Salvatorini
  • 25 - Staccione
  • 23 - Sernagiotto
  • 22 - Meucci
  • 16 - De Santis, Paniati, Rivolo
  • 15 - Borgato, Pilati IV
  • 13 - Bassi, Bertacchini, Giacomelli, Sinibaldi, Romeo I
  • 12 - Bandini, Focosi
  • 9 - Luchetti
  • 8 - Tommasi
  • 6 - Nichele
  • 4 - Bernetti, Chiecchi II, Ciappi, Segoni I, Silingardi
  • 3 - Longoni
  • 2 - Balzarini, Pieri
  • 1 - Baccani, Chiti, Lombardi, Mazzacurati, Pratesi
Marcatori
  • 8 - Meucci
  • 5 - Bertacchini
  • 4 - Bandini
  • 2 - Bassi, Pilati IV, Salvatorini
  • 1 - Luchetti, Rivolo, Silingardi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Partita giocata sul campo neutro di Modena.
  2. ^ Partita data persa 0-2 per rinuncia della Fiorentina. La partita era programmata a Piacenza.
  3. ^ Partita rinviata e recuperata il 10 marzo 1929.
  4. ^ Partita anticipata il 28 aprile 1929.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giansandro Mosti, Almanacco Viola 1926-2004, Firenze, Scramasax, 2004, pp. 18-20.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]