Giuseppe Della Valle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giuseppe Della Valle
Giuseppe Della Valle, 1929 circa.jpg
Della Valle nel 1929
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1931
Carriera
Giovanili
19??-1916 Bologna
Squadre di club1
1916-1931 Bologna 208 (104)
Nazionale
1923-1929 Italia Italia 17 (6)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giuseppe Della Valle (Bologna, 25 novembre 189926 novembre 1975) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giuseppe "Geppe" Della Valle III, grande campione del Bologna e della nazionale italiana, era il fratello minore di una dinastia di calciatori: Guido Della Valle, pioniere del football e uno dei fondatori del Bologna, ufficiale di artiglieria morto nel 1915 durante la Prima guerra mondiale; Mario Della Valle, anch'esso talentuoso attaccante del Bologna tra gli anni 1910 e 1920. Laureato in ingegneria, Giuseppe Della Valle lavorava presso l'istituto autonomo case popolari, facendo spesso la spola tra Bologna e Parma. Persona molto educata, spesso dava l'impressione di essere un po' distaccato, non molto comunicativo. Ebbe un forte screzio con Pietro Genovesi, mediano del Bologna e della Nazionale: i due non si parlavano nella vita privata, ma calcisticamente vi era una grande stima e ammirazione reciproca[1]. La sua famiglia era di origini nobili.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Della Valle in azione con la maglia del Bologna nel 1925

Grande talento offensivo, crebbe nei "Boys" del Bologna e iniziò a giocare con i rossoblù nel 1916, durante la sospensione dei campionati dovuta al periodo bellico. Si mise subito in luce mostrando doti tecniche e fisiche fuori dal comune: tiro a rete potente e preciso con entrambi in piedi, abilità nel gioco di testa, coraggio nei contrasti, visione di gioco. Poteva giocare indifferentemente come mezzala o centravanti, talmente erano perfetti i suoi fondamentali. Alto di statura, disponeva di un fisico robusto con cui si faceva largo nelle aree avversarie. Formò con Alberti e in seguito con Schiavio una coppia di attaccanti eccezionali, che permise al Bologna di raggiungere, dal 1920-1921 al 1928-1929, ben cinque finali di Lega Nord – considerata la "vera" finale scudetto, dato il divario tecnico che separava la Lega Nord dalla Lega Sud – e di conquistare lo scudetto nel 1924-1925 e nel 1928-1929.

Con 104 reti è il settimo realizzatore di tutti i tempi nella storia del Bologna.[3] Scriveva di lui Ettore Berra: "Della Valle anticipa il Sistema per quanto si riferisce al giuoco del centravanti. Il bolognese formò con Schiavio una coppia di grande potenza offensiva, ma tuttavia giunsero nella squadra azzurra in tempi diversi e fu Della Valle che vi mise per primo il piede. Alto, robusto, angoloso, Della Valle assaltava le difese, insensibile ai colpi, duro come un macigno, tenace, caparbio: una catapulta". Si ritirò dal calcio giocato nel 1931, non perché non fosse in grado di continuare a giocare, ma perché i suoi doveri professionali gli impedivano di continuare a dedicarsi all'allenamento.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Per tutti gli anni 1920 fu un punto di forza della nazionale italiana, con la quale esordì il giorno di capodanno del 1923, nel 3-1 rifilato alla Germania. Nel 1924 venne convocato da Vittorio Pozzo alle Olimpiadi di Parigi, durante le quali andò a segno sia nella partita giocata contro il Lussemburgo – vinta per 2-0 –, sia nel match giocato contro la Svizzera – perso per 1-2. Celebre la sua grande prestazione contro la Spagna di Ricardo Zamora il giorno dell'inaugurazione del Littoriale di Bologna: suo fu il colpo di testa che indusse all'autogol il difensore spagnolo Prats. In Nazionale rimase fino al 1929, collezionando 17 presenze e 6 reti[4].

Dirigente[modifica | modifica wikitesto]

Terminata la carriera di calciatore, fu nominato consigliere del Bologna, e in seguito – durante il trentennio di presidenza di Renato Dall'Ara – ebbe il ruolo di vicepresidente del club rossoblù.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Continuò a esercitare la professione di ingegnere nella sua Bologna. È deceduto nel 1975.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1919-1920 Italia Bologna PC 11 2 11 2
1920-1921 PC 17 4 17 4
1921-1922 1D 15 8 15 8
1922-1923 1D 17 15 17 15
1923-1924 1D 23 7 23 7
1924-1925 1D 31 19 31 19
1925-1926 1D 23 15 23 15
1926-1927 DN 23 13 23 13
1927-1928 DN 9 0 9 0
1928-1929 DN 19 8 - - - 19 8
1929-1930 A 23 7 23 7
1930-1931 A 14 6 - - - 14 6
Totale Bologna 225[5] 104[6] - - - - - - - 225 104

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
01/01/1923 Milano Italia Italia 3 – 1 Germania Germania Amichevole -
25/05/1924 Colombes Italia Italia 1 – 0 Spagna Spagna Olimpiadi 1924 - Turno eliminatorio -
29/05/1924 Parigi Lussemburgo Lussemburgo 0 – 2 Italia Italia Olimpiadi 1924 - Ottavi 1
02/06/1924 Parigi Svizzera Svizzera 2 – 1 Italia Italia Olimpiadi 1924 - Quarti 1
16/11/1924 Milano Italia Italia 2 – 2 Svezia Svezia Amichevole -
23/11/1924 Duisburg Germania Germania 0 – 1 Italia Italia Amichevole -
18/01/1925 Milano Italia Italia 1 – 2 Ungheria Ungheria Amichevole -
14/06/1925 Valencia Spagna Spagna 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
18/06/1925 Lisbona Portogallo Portogallo 1 – 0 Italia Italia Amichevole -
04/11/1925 Padova Italia Italia 2 – 1 Jugoslavia Jugoslavia Amichevole -
08/11/1925 Budapest Ungheria Ungheria 1 – 1 Italia Italia Amichevole 1
17/01/1926 Torino Italia Italia 3 – 1 Cecoslovacchia Cecoslovacchia Amichevole 1
21/03/1926 Torino Italia Italia 3 – 0 Irlanda Irlanda Amichevole -
09/05/1926 Milano Italia Italia 3 – 2 Svizzera Svizzera Amichevole 2
18/07/1926 Stoccolma Svezia Svezia 5 – 3 Italia Italia Amichevole -
29/05/1927 Bologna Italia Italia 2 – 0 Spagna Spagna Amichevole -
28/04/1929 Torino Italia Italia 1 – 2 Germania Germania Amichevole -
Totale Presenze 17 Reti 6

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Bologna: 1924-1925, 1928-1929

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luca Baccolini, 1001 storie e curiosità sul grande Bologna che dovresti conoscere, Newton Compton Editori, p. 121.
  2. ^ Nob. Guido Della Valle (PDF), virgilio.it. URL consultato il 18 aprile 2012.
  3. ^ I Rossoblu di tutti i tempi, bolognafc.it. URL consultato il 28 agosto 2012 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2012).
  4. ^ Nazionale: convocazioni e presenze in campo, figc.it. URL consultato il 28 agosto 2012.
  5. ^ 188 prima dell’istituzione del girone unico, 37 nei campionati a girone unico, a partire dal 1929-1930
  6. ^ 91 prima dell’istituzione del girone unico, 13 nei campionati a girone unico, a partire dal 1929-1930

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]