Marco Storari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marco Storari
Marco Storari 2012.JPG
Storari alla Juventus nell'estate 2012
Nazionalità Italia Italia
Altezza 187[1] cm
Peso 76[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Portiere
Squadra Milan
Carriera
Giovanili
19??-1991 Roma
1991-1995 Ladispoli
1995-1998 Perugia
Squadre di club1
1994-1995 Ladispoli 12 (-8)
1995-1998 Perugia 0 (-0)
1998 Montevarchi 0 (-0)
1998-2002 Ancona 90 (-106)[2]
2002-2003 Napoli 4 (-6)
2003-2007 Messina 143 (-183)
2007 Milan 3 (-7)
2007-2008 Levante 17 (-33)
2008 Cagliari 20 (-21)
2008-2009 Fiorentina 1 (-1)
2009-2010 Milan 7 (-7)
2010 Sampdoria 19 (-14)
2010-2015 Juventus 43 (-46)
2015-2017 Cagliari 56 (-76)
2017- Milan 0 (-0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 gennaio 2017

Marco Storari (Pisa, 7 gennaio 1977) è un calciatore italiano, portiere del Milan.

Con la maglia della Juventus, squadra con cui ha militato dal 2010 al 2015, Storari ha vinto quattro campionati italiani consecutivi dal 2011-2012 al 2014-2015. Con i bianconeri ha vinto anche due supercoppe italiane (2012 e 2013) e una Coppa Italia nel 2015, giocando tutte le partite della competizione. Con la maglia del Milan ha vinto nel 2007 la Champions League. Ha vinto inoltre un campionato primavera nel 1996/1997, con la maglia del Perugia. È stato altresì protagonista nella promozione del Messina in serie A nel 2003-2004, nel successivo settimo posto dei siciliani nella massima serie nel 2004-2005, nella rimonta salvezza del Cagliari nel 2007-2008, nella qualificazione della Sampdoria ai preliminari di Champions League nel 2009-2010, e nella promozione del Cagliari in Serie A nel 2015-2016.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Marco Storari è sposato con Veronica Zimbaro; la coppia ha due figli.[3]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Apprezzato per l'affidabilità e la continuità di rendimento,[4][5] Storari è un portiere reattivo[6] e abile nel parare i calci di rigore.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato la sua carriera nella giovanili della Roma, rimanendo coi giallorossi per quattro anni. Passato al Ladispoli nel 1991, dopo quattro stagioni è stato acquistato dal Perugia, dove tra le file delle giovanili ha vinto il Campionato Primavera del 1995-1996. Nel 1998 ha poi avuto una breve esperienza in prestito nel Montevarchi.

Nella stagione seguente si è trasferito all'Ancona, dove nel 1999-2000 ha contribuito alla promozione della squadra in Serie B. Il 1º febbraio 2002 si è infortunato al legamento crociato[7] del ginocchio al Franchi contro il Siena, partita nella quale era stato decisivo per il pareggio ottenuto dai marchigiani.[8]

In seguito è stato acquistato in comproprietà dal Napoli.[9]

Messina[modifica | modifica wikitesto]

Ceduto nel 2003 al Messina, ha conquistato la promozione in Serie A nel 2003-2004. Nella stagione 2004-2005 è tra i protagonisti dell'ottimo campionato del Messina in Serie A, che ha raggiunto il 7º posto, rivelandosi un infallibile para-rigori[10] come già nella stagione precedente.

Storari nel 2005 al Messina, mentre effettua un calcio di rinvio.

Nel 2005-2006 non è riuscito a ripetere quanto fatto nella stagione precedente e il Messina, retrocesso, è stato però ripescato in Serie A, a seguito dello scandalo "Calciopoli", al posto della Juventus. All'inizio del campionato 2006-2007, con il nuovo allenatore Bruno Giordano e la partenza di Carmine Coppola, Storari è diventato capitano della squadra siciliana.[11]

Milan e Levante[modifica | modifica wikitesto]

Il 17 gennaio 2007, durante la sessione invernale del calciomercato, è stato ingaggiato dal Milan.[11] Ha esordito l'11 febbraio in Milan-Livorno (2-1), sostituendo Dida e Kalac, entrambi indisponibili. Il 17 febbraio è stato nuovamente titolare in Siena-Milan (3-4), ma dopo il rientro dagli infortuni degli altri portieri milanisti, Storari non ha fatto più apparizioni come titolare nel Milan, se non in Milan-Udinese (2-3) del 19 maggio, partita che ha preceduto la finale di Champions League 2006-2007 (poi vinta), dove Ancelotti, come secondo di Dida, gli ha preferito Kalac.[12][13]

Il 12 agosto 2007 è stato ceduto in prestito dal Milan agli spagnoli del Levante. La sua avventura in Spagna, complice la crisi economica del Levante,[7] è durata appena 6 mesi, nei quali comunque, nonostante le 30 reti subite, è risultato spesso uno dei migliori in campo.[14] Il 9 gennaio 2008, è quindi ritornato in Italia, girato in prestito dal Milan al Cagliari.

Cagliari e Fiorentina[modifica | modifica wikitesto]

Il suo arrivo al Cagliari, contestuale all'arrivo di Cossu e di Jeda, è coinciso con l'inizio di una rimonta con cui, dopo i soli 10 punti realizzati nel girone di andata, il Cagliari ha conquistato 33 punti nel solo girone di ritorno, collocandosi fuori dalla zona retrocessione che aveva occupato per la quasi totalità del campionato e ottenendo così la salvezza. Storari si è rivelato protagonista nelle file della squadra sarda.

Tornato al Milan dopo la fine del prestito, il 15 luglio 2008 è stato dato in prestito dai rossoneri alla Fiorentina.[15] Ha esordito in maglia viola il 17 gennaio 2009 in Milan-Fiorentina (1-0). Durante la stagione ha giocato solo un'altra partita in Coppa Italia.

Ritorno al Milan, Sampdoria[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate 2009 ha fatto rientro al Milan per fine prestito. Ha iniziato la stagione 2009-2010 come titolare, data anche l'indisponibilità per infortunio di Abbiati, debuttando il 22 agosto 2009 in Serie A nella partita vinta 2-1 in casa del Siena.

Il 15 settembre 2009 ha esordito nelle competizioni UEFA per club in Olympique Marsiglia-Milan (1-2), partita valida per la prima giornata della fase a gironi della Champions League 2009-2010.

Dopo un infortunio subito nell'ottobre del 2009, ha perso il posto di titolare a vantaggio di Dida,[16] disputando solo una partita in Coppa Italia contro il Novara[17] prima della cessione alla Sampdoria nella finestra di mercato di gennaio 2010.[18]

Il 15 gennaio 2010 è passato in prestito alla Sampdoria[19] per sostituire l'infortunato Castellazzi.[4] Ha esordito con i blucerchiati due giorni più tardi al Luigi Ferraris contro il Catania (1-1).[20] Nel corso della stagione ha disputato tutte le altre 18 gare da titolare con un rendimento molto buono[21] che lo ha portato a essere una dei protagonisti della stagione blucerchiata terminata con l'accesso ai preliminari della Champions League 2010-2011.[22][23]

Juventus[modifica | modifica wikitesto]

Storari (in primo piano sfocato in verde) alla Juventus nell'estate 2014

Il 23 giugno 2010 è stato ufficializzato il suo trasferimento alla Juventus per 4,5 milioni di euro.[24] Ha esordito in maglia bianconera il 29 luglio 2010 in Irlanda contro lo Shamrock Rovers, in una partita valida per il terzo turno preliminare di Europa League, vinta per 2-0 dalla Juventus; evidenzia ancora di più l'ottimo avvio di stagione, il 19 dicembre 2010, parando il primo rigore con la maglia bianconera a Michele Marcolini nella trasferta di Verona contro il Chievo (finita poi 1-1). Gioca in campionato tutte le gare del girone d'andata, per poi lasciare il posto da titolare al rientrante Gianluigi Buffon, reduce da un lungo infortunio, a partire dalla 20ª giornata.[25]

La stagione successiva è stabilmente riserva di Buffon in campionato, ma con 3 presenze dà il suo apporto alla vittoria dello scudetto, il primo dei bianconeri nel post-Calciopoli oltreché il primo della carriera per Storari, matematicamente arrivato il 6 maggio 2012 con il successo esterno sul Cagliari; è invece titolare in Coppa Italia, dove coi torinesi raggiunge la finale poi persa a Roma contro il Napoli. Nonostante l'ormai assodato ruolo di secondo portiere, Storari decide di restare in Piemonte anche negli anni seguenti.[26]

La stagione 2012-2013 inizia con la vittoria della Supercoppa italiana allo Stadio Nazionale di Pechino, grazie al punteggio di 4-2 sul Napoli.[27][28] Il 5 maggio 2013, a seguito della vittoria interna della Juventus sul Palermo per 1-0, vince il secondo campionato consecutivo.[29] Il trionfo in Serie A è replicato il 4 maggio 2014, quando per Storari arriva il terzo scudetto della carriera. In entrambe le stagioni, contribuisce al titolo con 6 presenze.

L'ultimo scudetto in bianconero per Storari arriva nella stagione 2014-2015, in cui mette a referto 5 presenze in campionato. Tra le altre, il 16 maggio 2015 gioca il derby d'Italia a Milano contro l'Inter (per far riposare Gianluigi Buffon in vista della finale di Champions League): in questa partita si distingue particolarmente per un doppio intervento prima su Rodrigo Palacio e poi, sulla ribattuta, su Mauro Icardi, salvando la porta e il vantaggio della Juventus; la partita finirà 1 a 2 in favore dei bianconeri.[30] Disputa poi da titolare la finale di Coppa Italia 2014-2015, vinta quattro giorni dopo contro la Lazio.[31] Al termine della stagione, dopo un lustro a Torino, a 38 anni decide di lasciare la Juventus, con 64 presenze complessive e 7 titoli conquistati (4 scudetti, 2 supercoppe e 1 coppa nazionale).[32]

Ritorno al Cagliari, secondo ritorno al Milan[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 luglio, a distanza di 7 anni, ritorna al Cagliari in Serie B.[33] Il 15 agosto è subito decisivo nel terzo turno della Coppa Italia 2015-2016 a Trapani respingendo tre calci di rigore ai siciliani (uno durante i tempi supplementari e due nella lotteria finale) e con altri interventi decisivi, contribuendo alla qualificazione dei sardi al quarto turno del torneo stesso contro il Sassuolo.[34] Titolare fisso della squadra sarda, contribuisce al ritorno del Cagliari in Serie A, reso ufficiale il 6 maggio 2016 dopo la vittoria contro il Bari per 3 a 0.

Il 10 gennaio 2017 viene ceduto a titolo definitivo al Milan, facendo così ritorno nel club rossonero per la terza volta in carriera.[35][36] Veste la maglia numero 30, già utilizzata in rossonero nella stagione 2009-2010. Esordisce in maglia rossonera la stagione seguente, il 24 agosto, giocando il ritorno dei play-off di Europa League in casa dei macedoni dello Škendija, vinto per 1-0.[37]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre del 2005 è stato convocato in Nazionale da Marcello Lippi come terzo portiere per la partita contro la Slovenia. In quella gara, infortunato Buffon, i portieri convocati furono Peruzzi, De Sanctis e Roma. Dopo l'infortunio di quest'ultimo, visto che la gara si disputava a Palermo, venne convocato d'urgenza l'allora portiere del Palermo Santoni, che però dovette rinunciare a causa di altri impegni già presi[38] e quindi fu chiamato lo stesso Storari che giocava nel Messina.[39]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 24 agosto 2017.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1994-1995 Italia Ladispoli CND 12 -8 - - - - - - - - - 12 -8
1995-1996 Italia Perugia B 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
1996-1997 A 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
1997-gen. 1998 B 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
Totale Perugia 0 -0 0 -0 - - - - 0 -0
gen.-giu. 1998 Italia Montevarchi C1 0 -0 - - - - - - - - - 0 -0
1998-1999 Italia Ancona C1 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
1999-2000 C1 33+3[40] -24 + -4[40] - - - - - - - - - 36 -28
2000-2001 B 36 -50 CI 3 -2[41] - - - - - - 39 -52
2001-2002 B 21 -32 CI 3 -2 - - - - - - 24 -34
Totale Ancona 90+3 -106 + -4 6 -4 - - - - 99 -114
2002-gen. 2003 Italia Napoli B 4 -6 CI 0 -0 - - - - - - 4 -6
gen.-giu. 2003 Italia Messina B 16 -22 CI - - - - - - - - 16 -22
2003-2004 B 45 -44 CI 1 -0 - - - - - - 46 -44
2004-2005 A 28 -35 CI 2 -1 - - - - - - 30 -36
2005-2006 A 35 -49 - - - - - - - - - 35 -49
2006-gen. 2007 A 19 -33 CI 3 -3 - - - - - - 22 -36
Totale Messina 143 -183 6 -4 - - - - 149 -187
gen.-giu. 2007 Italia Milan A 3 -7 CI 0 0 UCL 0 -0 - - - 3 -7
2007-gen. 2008 Spagna Levante PD 17 -33 CR 0 -0 - - - - - - 17 -33
gen.-giu. 2008 Italia Cagliari A 20 -21 CI 0 -0 - - - - - - 20 -21
2008-2009 Italia Fiorentina A 1 -1 CI 1 -1 UCL+CU 0 -0 - - - 2 -2
2009-gen. 2010 Italia Milan A 7 -7 CI 1 -1 UCL 2 -2 - - - 10 -10
gen.-giu. 2010 Italia Sampdoria A 19 -14 - - - - - - - - - 19 -14
2010-2011 Italia Juventus A 23 -30 CI 1 -2 UEL 5[42] -1 - - - 29 -33
2011-2012 A 3 -4 CI 5 -6 - - - - - - 8 -10
2012-2013 A 6 -5 CI 3 -4 UCL 0 -0 SI 0 -0 9 -9
2013-2014 A 6 -3 CI 2 -1 UCL+UEL 0+0 -0 SI 0 -0 8 -4
2014-2015 A 5 -4 CI 5 -4 UCL 0 -0 SI 0 -0 10 -8
Totale Juventus 43 -46 16 -17 5 -1 - - 64 -64
2015-2016 Italia Cagliari B 41 -40 CI 2 -1 - - - - - - 43 -41
2016-gen. 2017 A 15 -36 CI 1 -1 - - - - 16 -37
Totale Cagliari 76 -97 3 -2 - - - - 79 -99
gen.-giu. 2017 Italia Milan A 0 -0 CI 0 -0 - - - - - - 0 -0
2017-2018 A 0 -0 CI 0 -0 UEL 1[43] -0 - - - 1 -0
Totale Milan 10 -14 1 -1 3 -2 - - 14 -17
Totale carriera 415+3 -508 + -4 33 -29 8 -3 0 -0 459 -544

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Perugia: 1995-1996, 1996-1997

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Juventus: 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015
Juventus: 2012, 2013
Juventus: 2014-2015
Cagliari: 2015-2016

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Milan: 2006-2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Marco Storari, legaseriea.it. URL consultato il 9 giugno 2017.
  2. ^ 93 (-110) se si comprendono i play-off.
  3. ^ Paolo Cuomo, Marco Storari. Un numero 1 senza età, gazzettadelsud.it, 23 maggio 2015.
  4. ^ a b c Riflessi e affidabilità: Marco Storari, per servirvi, sampdoria.it, 15 gennaio 2010. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  5. ^ Nicola Balice, La Juve ripensa a Mirante. Intanto c'è Storari, calciomercato.com, 11 aprile 2015. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  6. ^ Giulio Cardone, Biglia da applausi, il palo ferma Keita. Tevez è ovunque, che riflesso Storari, in la Repubblica, 26 gennaio 2014. URL consultato il 25 gennaio 2016.
  7. ^ a b Monica Colombo, Storari ci riprova con il Milan «Io non ci speravo più», in Corriere della Sera, 21 agosto 2009. URL consultato il 2 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  8. ^ Roberto Laudadio, Storari salva l'Ancona, sport.it, 3 febbraio 2002. URL consultato il 2 settembre 2009.
  9. ^ Angelo Carotenuto, Il Napoli tenta il Bologna 'Scambio Troise-Olive', in la Repubblica, 29 giugno 2003. URL consultato il 2 settembre 2009.
  10. ^ Paolo Tomaselli, Portieri, fede e talento, in Corriere della Sera, 4 ottobre 2005. URL consultato il 2 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  11. ^ a b Calcio. Storari al Milan, Ronaldo quasi. Ma il Real chiede soldi. Galliani: Oddo più lontano, rainews24.it, 17 gennaio 2007. URL consultato il 2 settembre 2009.
  12. ^ Alberto Costa, Riscatto, in Corriere della Sera, 20 febbraio 2007. URL consultato il 2 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  13. ^ Il Milan minuto per Minuto 2006 - 2007, acmilan.com. URL consultato il 2 settembre 2009.
  14. ^ Luca Cairoli, Abbiati in crisi, la Spagna lo prende in giro, in Corriere della Sera, 9 ottobre 2007. URL consultato il 2 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il ).
  15. ^ Storari dal Milan in prestito alla Fiorentina, quotidianonet.ilsole24ore.com, 15 luglio 2008. URL consultato il 9 gennaio 2010.
  16. ^ Francesco Aresu, Storari, da titolare in Champions alla cessione, tuttocagliari.net, 11 gennaio 2010. URL consultato il 15 gennaio 2010.
  17. ^ Matteo Calcagni, Milan, i probabili undici contro il Novara, milannews.it, 13 gennaio 2010. URL consultato il 15 gennaio 2010.
  18. ^ A.C. Milan comunicato ufficiale, acmilan.com, 15 gennaio 2010. URL consultato il 16 gennaio 2010.
  19. ^ Marco Storari dal Milan al Doria a titolo temporaneo, sampdoria.it, 15 gennaio 2010. URL consultato il 15 gennaio 2010.
  20. ^ Sampdoria - Catania 1 - 1, sampdoria.it, 17 gennaio 2010. URL consultato il 17 gennaio 2010.
  21. ^ Lo Storari che non ti aspetti: "Tifo per la Roma e so che rischio di averle fatto perdere lo Scudetto...", goal.com, 27 aprile 2010. URL consultato il 17 maggio 2010.
  22. ^ Per la Sampdoria è festa Champions, sportmediaset.mediaset.it, 16 maggio 2010. URL consultato il 17 maggio 2010.
  23. ^ Calciomercato Samp, Storari: "Milan? Voglio giocare", calciomercato.it, 17 maggio 2010. URL consultato il 17 maggio 2010.
  24. ^ Accordo con L’A.C. Milan per l’acquisto a titolo definitivo del calciatore Marco Storari (PDF), juventus.com, 23 giugno 2010. URL consultato il 23 giugno 2010.
  25. ^ Buffon ritorna super-titolare. Storari chiede di andare via, in La Gazzetta dello Sport, 15 gennaio 2011. URL consultato il 23 gennaio 2011.
  26. ^ Storari, voglio rimanere alla Juventus, tuttosport.com, 20 luglio 2012. URL consultato il 30 luglio 2012.
  27. ^ La Supercoppa è della Juve, Napoli ko 4-2 tra le polemiche, sport.sky.it, 11 agosto 2012. URL consultato il 14 agosto 2012.
  28. ^ Supercoppa, la Juve travolge il Napoli. E gli azzurri disertano la premiazione, www3.lastampa.it, 11 agosto 2012. URL consultato il 14 agosto 2012.
  29. ^ Riccardo Pratesi, Juventus, scudetto bis: 1-0 sul Palermo. Conte sale ancora sul tetto della Serie A, gazzetta.it, 5 maggio 2013. URL consultato il 6 maggio 2013.
  30. ^ Storari day, senza Buffon il supereroe è lui: doppio volo e doppia parata, su Corriere della Sera, 17 maggio 2015. URL consultato il 25 agosto 2017.
  31. ^ Jacopo Gerna, Juve infinita, vince la 10ª Coppa Italia: Matri piega la Lazio ai supplementari, gazzetta.it, 20 maggio 2015. URL consultato il 23 settembre 2015.
  32. ^ Nicolò Schira, Cagliari, trovato l'accordo con Storari: contratto di due anni, gazzetta.it, 1º luglio 2015. URL consultato il 23 settembre 2015.
  33. ^ Storari ufficiale al Cagliari. La Juve: «Un leader vero», m.tuttosport.com, 3 luglio 2015.
  34. ^ Storari da applausi: l'ex Juventus para 3 rigori e trascina il Cagliari in Coppa Italia - Goal.com, goal.com. URL consultato il 18 agosto 2015.
  35. ^ AC MILAN COMUNICATO UFFICIALE, acmilan.com, 10 gennaio 2017.
  36. ^ Gabriel al Cagliari, cagliaricalcio.com, 10 gennaio 2017.
  37. ^ Thomas Rolfi, Škendija-Milan 0-1, le pagelle: Cutrone-killer, che esordio Zane! Bonucci e André Silva rimandati, su MilanNews.it, 24 agosto 2017. URL consultato il 25 agosto 2017.
  38. ^ Storari convocato in extremis. Santoni era tornato a casa, in La Gazzetta dello Sport, 9 ottobre 2005. URL consultato il 3 ottobre 2010.
  39. ^ Il sogno mondiale di Lippi è ripetere l'impresa di Bearzot, repubblica.it, 9 ottobre 2005. URL consultato il 9 ottobre 2009.
  40. ^ a b Play-off.
  41. ^ Sono escluse le 2 reti subite nella prima partita contro il Genoa, in quanto il risultato finale è stato deciso a tavolino.
  42. ^ 4 presenze nei turni preliminari.
  43. ^ Nei play-off.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]