Unione Calcio Sampdoria 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Unione Calcio Sampdoria.

U.C. Sampdoria
Stagione 2009-2010
AllenatoreItalia Luigi Delneri
PresidenteItalia Riccardo Garrone
Serie A4º posto (in Champions League)
Coppa ItaliaQuarto turno
Maggiori presenzeCampionato: Pazzini, Ziegler (37)
Totale: Pazzini (39)
Miglior marcatoreCampionato: Pazzini (19)
Totale: Pazzini (21)
Abbonati20 406
Maggior numero di spettatori34 494 vs. Genoa (11 aprile 2010)
Minor numero di spettatori21 095 vs. Catania (17 gennaio 2010)
Media spettatori25 240¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.
Dati aggiornati al 16 maggio 2010

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Unione Calcio Sampdoria nelle competizioni ufficiali della stagione 2009-2010.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

All'indomani della conclusione del campionato 2008-09, la società comunica il termine del rapporto con Walter Mazzarri (che in due anni ha conseguito una qualificazione europea e una finale di Coppa Italia) e l'ingaggio di Luigi Delneri.[1] La nuova stagione inizia dal terzo turno della Coppa Italia 2009-10, in cui i blucerchiati travolgono per 6-2 l'appena retrocesso Lecce.[2] In campionato un filotto di 5 vittorie - 4 delle quali consecutive[3] - nelle prime 6 giornate valgono la vetta della classifica, ottenuta dopo aver sconfitto l'Inter.[4] L'unico precedente che vedeva i doriani al comando solitario era quello del 1991, coinciso allora con il tricolore.[5] Il primato dura appena una settimana, in quanto il pareggio casalingo contro il Parma consente ai nerazzurri di riprendere il primo posto.[6] Nelle successive 7 giornate, i doriani ottengono solo due vittorie contro Bologna per 4-1 e Chievo per 2-1 perdendo invece con la Juventus (5-1 a Torino), Cagliari, il derby contro il Genoa scendendo al 4º posto.[7][8] L'anno solare si chiude con altre disfatte, per mano di Milan e Livorno (già fautore dell'eliminazione in coppa) e termina il girone d'andata al 12º posto con 26 punti.[9][10]

All'inizio del 2010, la tranquillità dell'ambiente viene minata dal «caso» che vede protagonisti Antonio Cassano e l'allenatore: a seguito di un infortunio e di polemiche con il tecnico[11], il giocatore sarà escluso dai convocati per varie partite.[12][13][14][15] Il fantasista festeggia tuttavia nel migliore dei modi il ritorno in campo, segnando gol decisivi nelle vittorie contro Juventus, Genoa e Milan.[16][17][18] La risalita in classifica porta la squadra ad occupare il quarto posto, confermato grazie al successo contro la Roma che - a conti fatti - costerà ai giallorossi lo scudetto e anche grazie a 6 vittorie nelle ultime 7 partite.[19] Difendendo il piazzamento negli ultimi 270' di campionato[20], viene centrato il ritorno in Champions League a 21 anni dall'unica partecipazione.[21] La Sampdoria oltre a essere rimasta imbattuta in casa, risulta inoltre la squadra che - nei principali campionati d'Europa - ha incassato in casa il minor numero di reti: sono appena 10 le marcature al passivo tra le mura amiche, meglio per esempio del Barcellona (11) e del Manchester United (12).[22] È stata anche la squadra che ha totalizzato più punti (dopo la Roma) nel girone di ritorno (ben 41).

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico per la stagione 2009-2010 è Kappa, mentre lo sponsor ufficiale è ERG Più.

Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Terza Divisa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Area direttiva

  • Presidente: Riccardo Garrone
  • Vice presidente: Fabrizio Parodi
  • Amministratore delegato e direttore generale: Giuseppe Marotta
  • Consiglieri: Vittorio Garrone, Emanuele Repetto, Giorgio Vignolo, Monica Mondini, Enrico Cisnetto

Area organizzativa

Area comunicazione

  • Responsabile area comunicazione: Alberto Marangon
  • Ufficio Stampa: Matteo Gamba

Area marketing

  • Ufficio marketing: Marco Caroli, Cristina Serra, Christian Monti

Area tecnica

  • Direttore sportivo: Salvatore Asmini
  • Coordinatore Osservatori: Fabio Paratici
  • Allenatore: Luigi Delneri
  • Allenatore in seconda: Francesco Conti
  • Preparatori atletici: Roberto De Bellis, Agostino Tibaudi
  • Preparatore dei portieri: Guido Bistazzoni
  • Recupero infortuni: Luca Alimonta

Area sanitaria

  • Responsabile sanitario: Dott. Amedeo Baldari
  • Medici sociali: Dott. Claudio Mazzola, Dott. Gianedilio Solimei
  • Fisioterapisti: Marco Bertuzzi, Mauro Doimi
  • Massaggiatori: Cosimo Cannas, Maurizio Lo Biundo

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Italia P Luca Castellazzi
3 Svizzera D Reto Ziegler
5 Italia D Pietro Accardi
6 Italia D Stefano Lucchini
7 Italia C Daniele Mannini
8 Italia D Luciano Zauri
9 Italia A Nicola Pozzi
10 Italia A Giampaolo Pazzini
11 Italia A Claudio Bellucci[23]
11 Serbia A Stefan Šćepović[24]
12 Argentina C Fernando Tissone (Italia)
13 Italia D Marco Rossi
14 Austria A Dieter Elsneg[24]
15 Italia D Vasco Regini
16 Italia C Andrea Poli
17 Italia C Angelo Palombo (capitano)
N. Ruolo Giocatore
18 Italia C Stefano Guberti[24]
19 Italia C Daniele Franceschini
20 Svizzera C Marco Padalino
21 Italia P Matteo Guardalben
22 Italia D Fabrizio Cacciatore
23 Italia P Mario Cassano[24]
23 Lituania D Marius Stankevičius[23]
28 Italia D Daniele Gastaldello
30 Italia P Marco Storari[24]
77 Italia C Franco Semioli
88 Italia A Salvatore Foti[23]
90 Italia P Vincenzo Fiorillo[23]
90 Italia A Emanuele Testardi
91 Italia C Roberto Soriano
92 Italia D Daniele Messina
99 Italia A Antonio Cassano (vice-capitano)

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Sessione estiva (dall'1/7 all'1/9)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Marco Costantino SPAL prestito
P Matteo Guardalben svincolato
D Fabrizio Cacciatore Triestina fine prestito
D Vasco Regini Cesena compartecipazione
D Marco Rossi Parma prestito
D Luciano Zauri Lazio prestito
C Daniele Mannini Napoli compartecipazione
C Andrea Poli Sassuolo fine prestito
C Mohammed Rabiu Liberty Prof. prestito
C Franco Semioli Fiorentina definitivo
C Fernando Tissone Udinese compartecipazione
A Henri Anier Flora Tallinn definitivo
A Emanuele Bardelloni Brescia prestito
A Salvatore Foti Udinese riscatto
A Nicola Pozzi Empoli prestito
A Alessandro Provenzano Siracusa definitivo
A Joonas Tamm Flora Tallinn prestito
A Emanuele Testardi Pescara prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Antonio Mirante Parma prestito
P Daniele Padelli Bari prestito
D Alessandro Bastrini Salernitana prestito
D Gianluigi Bianco Sassuolo prestito
D Jonathan Bottinelli San Lorenzo definitivo
D Hugo Armando Campagnaro Napoli definitivo
D Manuel da Costa Fiorentina fine prestito
D Michele Ferri svincolato
D Matteo Lanzoni Mantova prestito
D Leonardo Martín Migliónico Livorno definitivo
D Mirko Pieri Livorno definitivo
D Andrea Raggi Palermo fine prestito
D Jonathan Rossini Sassuolo prestito
D Massimo Volta Cesena prestito
C Massimo Bonanni Pescara definitivo
C Bruno Fontes da Mota Le Mont prestito
C Gennaro Delvecchio Catania definitivo
C Daniele Dessena Cagliari prestito
C Vladimir Koman Bari prestito
C Paolo Sammarco Udinese prestito
C Francesco Signori Vicenza prestito
C Danilo Soddimo Salernitana prestito
A Emiliano Bonazzoli Reggina definitivo
A Gabriel Enzo Ferrari Foggia prestito
A Nicola Ferrari Sassuolo fine prestito
A Bruno Fornaroli Recreativo Huelva prestito
A Guido Marilungo Lecce prestito
A Mattia Mustacchio Ancona prestito
A Alessandro Romeo Ascoli compartecipazione

Sessione invernale (dal 2/01 al 1/02)[modifica | modifica wikitesto]

Acquisti
R. Nome da Modalità
P Mario Cassano Piacenza prestito
P Marco Storari Milan prestito
D Sune Aagaard Kiilerich Midtjylland definitivo
C Stefano Guberti Roma prestito
A Dieter Elsneg Frosinone prestito
A Stefan Šćepović OFK Belgrado prestito
C Danilo Soddimo Salernitana fine prestito
A Gabriel Enzo Ferrari Foggia fine prestito
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Vincenzo Fiorillo Reggina prestito
D Marius Stankevičius Siviglia prestito
A Salvatore Foti Piacenza prestito
A Claudio Bellucci Livorno definitivo
C Danilo Soddimo Pescara compartecipazione
A Gabriel Enzo Ferrari Ternana prestito

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Serie A[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 2009-2010.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Catania
23 agosto 2009, ore 20:45 CEST
1ª giornata
Catania1 – 2
referto
SampdoriaStadio Angelo Massimino (14.325 spett.)
Arbitro:  Banti (Livorno)

Genova
30 agosto 2009, ore 20:45 CEST
2ª giornata
Sampdoria3 – 1
referto
UdineseStadio Luigi Ferraris (22.995 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Bergamo
13 settembre 2009, ore 15:00 CEST
3ª giornata
Atalanta0 – 1
referto
SampdoriaStadio Atleti Azzurri d'Italia (13.461 spett.)
Arbitro:  Gava (Conegliano)

Genova
20 settembre 2009, ore 15:00 CEST
4ª giornata
Sampdoria4 – 1
referto
SienaStadio Luigi Ferraris (22.859 spett.)
Arbitro:  Russo (Nola)

Firenze
23 settembre 2009, ore 20:45 UTC+2
5ª giornata
Fiorentina2 – 0
referto
SampdoriaStadio Artemio Franchi (26.307 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli)

Genova
26 settembre 2009, ore 18:00 UTC+2
6ª giornata
Sampdoria1 – 0
referto
InterStadio Luigi Ferraris (30.629 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Genova
4 ottobre 2009, ore 15:00 UTC+2
7ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
ParmaStadio Luigi Ferraris (24.312 spett.)
Arbitro:  Mazzoleni (Bergamo)

Roma
18 ottobre 2009, ore 15:00 UTC+2
8ª giornata
Lazio1 – 1
referto
SampdoriaStadio Olimpico (33.103 spett.)
Arbitro:  Orsato (Schio)

Genova
24 ottobre 2009, ore 18:00 UTC+2
9ª giornata
Sampdoria4 – 1
referto
BolognaStadio Luigi Ferraris (23.379 spett.)
Arbitro:  Saccani (Mantova)

Torino
28 ottobre 2009, ore 20:45 UTC+1
10ª giornata
Juventus5 – 1
referto
SampdoriaStadio Olimpico (25.273 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Genova
1º novembre 2009, ore 15:00 UTC+1
11ª giornata
Sampdoria0 – 0
referto
BariStadio Luigi Ferraris (26.179 spett.)
Arbitro:  Valeri (Roma)

Cagliari
8 novembre 2009, ore 15:00 UTC+1
12ª giornata
Cagliari2 – 0
referto
SampdoriaStadio Sant'Elia (12.000 spett.)
Arbitro:  Gervasoni (Mantova)

Genova
22 novembre 2009, ore 15:00 UTC+1
13ª giornata
Sampdoria2 – 1
referto
ChievoStadio Luigi Ferraris (21.957 spett.)
Arbitro:  Russo (Nola)

Genova
28 novembre 2009, ore 20:45 UTC+1
14ª giornata
Genoa3 – 0
referto
SampdoriaStadio Luigi Ferraris (33.265 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Milano
5 dicembre 2009, ore 18:00 UTC+1
15ª giornata
Milan3 – 0
referto
SampdoriaStadio Giuseppe Meazza (42.824 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Genova
13 dicembre 2009, ore 20:45 UTC+1
16ª giornata
Sampdoria0 – 0
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (24.073 spett.)
Arbitro:  Damato (Barletta)

Livorno
20 dicembre 2009, ore 15:00 UTC+1
17ª giornata
Livorno3 – 1
referto
SampdoriaStadio Armando Picchi (9.371 spett.)
Arbitro:  Celi (Campobasso)

Genova
6 gennaio 2010, ore 15:00 UTC+1
18ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
PalermoStadio Luigi Ferraris (21.539 spett.)
Arbitro:  Romeo (Verona)

Napoli
10 gennaio 2010, ore 15:00 UTC+1
19ª giornata
Napoli1 – 0
referto
SampdoriaSan Paolo (40.962 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Genova
17 gennaio 2010, ore 15:00 UTC+1
20ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
CataniaStadio Luigi Ferraris (20.405 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Udine
24 gennaio 2010, ore 15:00 UTC+1
21ª giornata
Udinese2 – 3
referto
SampdoriaStadio Friuli (16.167 spett.)
Arbitro:  Russo (Nola)

Genova
31 gennaio 2010, ore 15:00 UTC+1
22ª giornata
Sampdoria2 – 0
referto
AtalantaStadio Luigi Ferraris (22.408 spett.)
Arbitro:  Celi (Campobasso)

Siena
7 febbraio 2010, ore 15:00 UTC+1
23ª giornata
Siena1 – 2
referto
SampdoriaStadio Artemio Franchi (10.853 spett.)
Arbitro:  Candussio (Cervignano del Friuli)

Genova
13 febbraio 2010, ore 20:45 UTC+2
24ª giornata
Sampdoria2 – 0
referto
FiorentinaStadio Luigi Ferraris (23.485 spett.)
Arbitro:  Morganti (Ascoli Piceno)

Milano
20 febbraio 2010, ore 20:45 UTC+2
25ª giornata
Inter0 – 0
referto
SampdoriaStadio Giuseppe Meazza (53.806 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Parma
28 febbraio 2010, ore 15:00 UTC+2
26ª giornata
Parma1 – 0
referto
SampdoriaStadio Ennio Tardini (18.789 spett.)
Arbitro:  Rocchi (Firenze)

Genova
7 marzo 2010, ore 15:00 UTC+2
27ª giornata
Sampdoria2 – 1
referto
LazioStadio Luigi Ferraris (23.919 spett.)
Arbitro:  Brighi (Cesena)

Bologna
14 marzo 2010, ore 15:00 UTC+2
28ª giornata
Bologna1 – 1
referto
SampdoriaStadio Renato Dall'Ara (18.573 spett.)
Arbitro:  Peruzzo (Schio)

Genova
21 marzo 2010, ore 20:45 UTC+1
29ª giornata
Sampdoria1 – 0
referto
JuventusStadio Luigi Ferraris (27.398 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Bari
24 marzo 2010, ore 20:45 UTC+1
30ª giornata
Bari2 – 1
referto
SampdoriaStadio San Nicola (28.368 spett.)
Arbitro:  Russo (Nola)

Genova
28 marzo 2010, ore 15:00 UTC+1
31ª giornata
Sampdoria1 – 1
referto
CagliariStadio Luigi Ferraris (22.633 spett.)
Arbitro:  Banti (Livorno)

Verona
3 aprile 2010, ore 15:00 UTC+1
32ª giornata
Chievo1 – 2
referto
SampdoriaStadio Marcantonio Bentegodi (10087 spett.)
Arbitro:  Gava (Conegliano)

Genova
11 aprile 2010, ore 20:45 UTC+1
33ª giornata
Sampdoria1 – 0
referto
GenoaStadio Luigi Ferraris (34.494 spett.)
Arbitro:  Tagliavento (Terni)

Genova
18 aprile 2010, ore 15:00 UTC+1
34ª giornata
Sampdoria2 – 1
referto
MilanStadio Luigi Ferraris (28.764 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Roma
25 aprile 2010, ore 20:45 UTC+1
35ª giornata
Roma1 – 2
referto
SampdoriaStadio Olimpico (56.379 spett.)
Arbitro:  Damato (Barletta)

Genova
2 maggio 2010, ore 15:00 UTC+1
36ª giornata
Sampdoria2 – 0
referto
LivornoStadio Luigi Ferraris (25.076 spett.)
Arbitro:  Trefoloni (Siena)

Palermo
9 maggio 2010, ore 15:00 UTC+1
37ª giornata
Palermo1 – 1
referto
SampdoriaStadio Renzo Barbera (35.872 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Genova
16 maggio 2010, ore 15:00 UTC+1
38ª giornata
Sampdoria1 – 0
referto
NapoliStadio Luigi Ferraris (30.883 spett.)
Arbitro:  Rizzoli (Bologna)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 2009-2010.
Genova
16 agosto 2009, ore 20:45 CEST
Terzo turno
Sampdoria6 – 2
referto
LecceStadio Luigi Ferraris (10.240 spett.)
Arbitro:  Rosetti (Torino)

Genova
1º dicembre 2009, ore 20:30 UTC+1
Quarto turno
Sampdoria1 – 2
referto
LivornoStadio Luigi Ferraris (4.212 spett.)
Arbitro:  Stefanini (Prato)

Statistiche Conclusive[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 16 maggio 2010

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 67 19 13 6 0 31 10 19 6 4 9 18 31 38 19 10 9 49 41 +8
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia - 2 1 0 1 7 4 0 0 0 0 0 0 2 1 0 1 7 4 +3
Totale - 21 14 6 1 38 14 19 6 4 9 18 31 40 20 10 10 56 45 +11

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38
Luogo T C T C T C C T C T C T C T T C T C T C T C T C T T C T C T C T C C T C T C
Risultato V V V V P V N N V P N P V P P N P N P N V V V V N P V N V P N V V V V V N V
Posizione 4 1 3 1 3 1 2 2 2 3 3 5 4 4 8 6 10 10 12 13 10 7 6 5 7 7 6 6 5 5 7 5 5 4 4 4 4 4

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore Serie A Coppa Italia Totale
Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni Presenze Reti Ammonizioni Espulsioni
Accardi, P. P. Accardi 14040100015040
Bellucci, C. C. Bellucci[23] 8000200010000
Cacciatore, F. F. Cacciatore 10001101011011
Cassano, A. A. Cassano 329301200331130
Cassano, M. M. Cassano[24] ------------
Castellazzi, L. L. Castellazzi 19-26101-20020-2810
Elsneg, D. D. Elsneg[24] ------------
Fiorillo, V. V. Fiorillo[23] 1-1001-2002-300
Foti, S. S. Foti[23] ------------
Franceschini, D. D. Franceschini 600010007000
Gastaldello, D. D. Gastaldello 333120----333120
Guardalben, M. M. Guardalben ------------
Guberti, S. S. Guberti[24] 16300----16300
Lucchini, S. S. Lucchini 2601002000280100
Mannini, D. D. Mannini 36560210038660
Messina, D. D. Messina ------------
Padalino, M. M. Padalino 20232210022332
Palombo, A. A. Palombo 36260210038360
Pazzini, G. G. Pazzini 3719312200392131
Poli, A. A. Poli 31060100032060
Pozzi, N. N. Pozzi 17240100018240
Regini, V. V. Regini ------------
Rossi, M. M. Rossi 20131200022131
Scepovic, S. S. Šćepović[24] 2000----2000
Semioli, F. F. Semioli 26210----26210
Soriano, R. R. Soriano ------------
Stankevičius, M. M. Stankevičius[23] 14032200016032
Storari, M. M. Storari[24] 19-1420----19-1420
Testardi, E. E. Testardi 5000----5000
Tissone, F. F. Tissone 29031200031031
Zauri, L. L. Zauri 32070100033070
Ziegler, R. R. Ziegler 37250100038250

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Grazie, Mazzarri arriva Delneri", su repubblica.it, 1º giugno 2009.
  2. ^ Marco Ferrara, Lecce, un disastro Cassano si diverte, su lagazzettadelmezzogiorno.it, 17 agosto 2009.
  3. ^ Sebastiano Vernazza, Che Samp d'oro È un Cassanissimo In testa con la Juve, in La Gazzetta dello Sport, 21 settembre 2009.
  4. ^ Armando Ossorio, Samp perfetta Inter al tappeto, su repubblica.it, 26 settembre 2009.
  5. ^ Pazzini vola basso "Lo scudetto ? È impossibile", su repubblica.it, 28 settembre 2009.
  6. ^ Armando Ossorio, Samp tira il freno Del Neri: "Avanti così", su repubblica.it, 4 ottobre 2009.
  7. ^ Valerio Clari, Furia Juve sulla Samp Mourinho è avvertito, su gazzetta.it, 28 ottobre 2009.
  8. ^ Il Genoa si mangia il derby: 3-0, su sportmediaset.mediaset.it, 28 novembre 2009.
  9. ^ Coppa Italia a sorpresa Colpo Livorno: Samp k.o., su gazzetta.it, 1º dicembre 2009.
  10. ^ Del Neri saluta il 2009 "Un anno da incorniciare", su repubblica.it, 28 dicembre 2009.
  11. ^ Delneri nei guai Si ferma Cassano, su repubblica.it, 19 gennaio 2010.
  12. ^ Delneri: "Cassano ? Neanche se sta bene", su repubblica.it, 29 gennaio 2010.
  13. ^ Filippo Grimaldi, Cassano e Delneri Separati in casa, su gazzetta.it, 2 febbraio 2010.
  14. ^ Luca Palmieri, Cassano: "Con Delneri nessun problema", su repubblica.it, 3 febbraio 2010.
  15. ^ Garrone, polso fermo "Appoggio Del Neri", su repubblica.it, 4 febbraio 2010.
  16. ^ Luigi Panella, Cassano, un gol da Champions, su repubblica.it, 21 marzo 2010.
  17. ^ Luigi Panella, Decide Cassano derby alla Samp, su repubblica.it, 11 aprile 2010.
  18. ^ Gaetano De Stefano, Pazzini fa sognare la Samp Il Milan abdica a Marassi, su gazzetta.it, 18 aprile 2010.
  19. ^ Pazzini, e ora la Roma insegue, in Gazzetta di Mantova, 26 aprile 2010, p. 43.
  20. ^ Alessandro Ruta, Samp, pari da Champions Al Palermo non basta Miccoli, su gazzetta.it, 9 maggio 2010.
  21. ^ Armando Ossorio, Samp, è festa Champions Pazzini stende il Napoli, su repubblica.it, 16 maggio 2010.
  22. ^ Difesa Samp, la migliore d'Europa in casa, su primocanale.it, 19 maggio 2010.
  23. ^ a b c d e f g h Ceduto durante la sessione invernale di calciomercato
  24. ^ a b c d e f g h i j Acquistato durante la sessione invernale di calciomercato

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio