Ânderson Miguel da Silva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nenê
Nenèallenamento.png
Nenè in allenamento con il Cagliari nel 2011
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 183 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Moreirense
Carriera
Squadre di club1
2003São Bento0 (0)
2004Riachuelo28 (14)
2005Boca Júnior0 (0)
2006Santa Cruz22 (9)
2007Cruzeiro9 (6)
2008Ipatinga6 (4)
2008-2009Nacional28 (20)
2009-2014Cagliari124 (23)
2014-2015Verona8 (0)
2015-2017Spezia60 (19)[1]
2017-2018Bari24 (6)[2]
2018-Moreirense14 (3)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 31 dicembre 2018

Ânderson Miguel da Silva, meglio noto come Nenê (Sorocaba, 28 luglio 1983), è un calciatore brasiliano, attaccante della Moreirense.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Nenê è un attaccante completo, in grado di calciare sia con il destro che con il sinistro. È dotato di una buona progressione e si occupa spesso della battuta dei calci piazzati. Ha un tiro preciso e potente, ma può colpire la palla anche in maniera più morbida. La sua caratteristica più evidente è il colpo di testa; è molto abile anche nei dribbling ed è dotato di ottima tecnica individuale. Come tipo di giocatore ricorda Mário Jardel[3].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi in Brasile[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver fatto, da adolescente, il controllore sugli autobus, inizia a giocare a calcio a 18 anni[4] nei campionati minori brasiliani vestendo le maglie di São Bento e Riachuelo. Nel 2006 raggiunge la massima divisione del campionato brasiliano con il Santa Cruz. Nel 2007 passa al Cruzeiro e nel 2008 viene ceduto in prestito all'Ipatinga.

Nacional de Madeira[modifica | modifica wikitesto]

Nell'estate del 2008 viene acquistato dai portoghesi del Nacional di Madera. Esordisce in campionato il 24 agosto nella trasferta contro il Leixões vinta dalla sua squadra per 1-3 e il 22 settembre mette a segno la sua prima rete contro il Vitória Guimarães. Con gli Alvinegros disputa una stagione molto positiva, segnando 20 gol (di cui 8 di testa) in 28 presenze nella Primeira Liga e vincendo il titolo di capocannoniere. La squadra si piazza inoltre al quarto posto dietro a Porto, Sporting e Benfica, qualificandosi così all'Europa League.

Cagliari[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 giugno 2009 il Cagliari, attraverso le parole del presidente Massimo Cellino, conferma l'acquisto dell'attaccante. L'ufficialità (contratto quadriennale per lui) arriva il 23 giugno. Il costo dell'acquisto è di circa 4,5 milioni di euro[5]. I suoi primi mesi nel campionato italiano sono positivi: il 23 settembre 2009 realizza allo stadio San Nicola di Bari il primo gol in Serie A, regalando ai sardi i tre punti contro la formazione pugliese. Il 1º novembre 2009 realizza contro l'Atalanta la sua prima doppietta nella massima serie italiana e ed il 29 novembre 2009 segna un gol con un tiro d'esterno da fermo e da posizione defilata fuori area nella partita Cagliari-Juventus (2-0), tiro che si insacca all'incrocio dei pali, battendo Buffon[6][7]. Termina la stagione con 33 presenze condite da 8 gol.

Il 12 dicembre 2010 Nenê realizza la sua prima tripletta in Serie A al Catania allo Stadio Sant'Elia dove la partita termina con un risultato di 3-0 per i sardi[8][9]. Nella sua seconda stagione colleziona 27 presenze, andando a segno 6 volte.

Nel novembre del 2011 si infortuna riportando uno strappo muscolare al bicipite femorale sinistro in occasione della gara contro l'Inter[10]. Infortunio che lo costringe a restar fermo quattro mesi pregiudicando il suo andamento nella stagione 2011-2012, nella quale realizza una sola rete su calcio di rigore nella gara del 26 ottobre contro il Cesena (1-1)[11].

Il 7 ottobre 2012 segna su calcio di rigore la sua prima rete del campionato 2012-2013 durante l'incontro Torino-Cagliari, terminato 0-1 in favore dei rossoblu[12]. Il 31 ottobre 2012 sigla la sua terza doppietta in Serie A nella sfida casalinga contro il Siena conclusasi con il punteggio di 4-2[13]. Conclude il campionato con 23 presenze e 3 gol e a fine stagione rinnova il contratto con la società sarda fino al 2014[14].

Il 1º dicembre 2013, dopo un avvio di stagione difficile, si sblocca segnando l'importante rete che accorcia le distanze nella partita interna contro il Sassuolo, infine pareggiata per 2-2. Si ripete il 21 dicembre nell'incontro casalingo contro il Napoli conclusosi col risultato di 1-1, siglando il gol del momentaneo vantaggio al 9' di gioco, ma cinque minuti dopo è costretto al lasciare il campo a causa di un infortunio. A fine stagione si svincola dal Cagliari dopo cinque stagioni[15], con 124 match disputati e 23 reti segnate in campionato[16].

Hellas Verona e Spezia[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 luglio 2014 firma un contratto con l'Hellas Verona[17]. In gialloblù disputa 9 incontri di campionato nella prima parte della stagione, realizzando solo un gol negli ottavi di Coppa Italia contro la Juventus nella sconfitta per 6-1.

Il 28 gennaio 2015 passa in prestito allo Spezia, compagine del campionato di Serie B[18]. Segna il primo gol con lo Spezia il 21 febbraio 2015 nel match in casa contro il Modena. Il 23 luglio 2015 viene ceduto a titolo definitivo allo Spezia.

Bari[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 luglio 2017, dopo essersi svincolato dallo Spezia, sottoscrive un contratto annuale con il Bari.[19] Esordisce ufficialmente nella squadra pugliese nell'agosto 2017, in Coppa Italia, in cui sigla la rete della vittoria (2-1) contro la Cremonese nel terzo turno. Il primo gol in campionato lo mette a segno il 16 dicembre 2017 in Perugia-Bari 1-3.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 30 aprile 2018.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali altre coppe totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2004 Brasile Riachuelo A1/SE 28 14 - - - - - - - - - 28 14
2006 Brasile Santa Cruz A 22 9 - - - - - - - - - 22 9
2007 Brasile Cruzeiro A 9 6 - - - - - - - - 9 6
2008 Brasile Ipatinga A 6 4 - - - - - - - - - 6 4
2008-2009 Portogallo Nacional PL 28 20 CP+CdL 5+4 2+1 - - - - - - 37 23
2009-2010 Italia Cagliari A 33 8 CI 1 0 - - - - - - 34 8
2010-2011 A 27 6 CI 2 2 - - - - - - 29 8
2011-2012 A 18 1 CI 1 1 - - - - - - 19 2
2012-2013 A 23 3 CI 0 0 - - - - - - 23 3
2013-2014 A 23 5 CI 1 0 - - - - - - 24 5
Totale Cagliari 124 23 5 3 - - - - 129 26
2014-gen. 2015 Italia Verona A 8 0 CI 3 1 - - - - - - 11 1
gen.-giu. 2015 Italia Spezia B 15+1[20] 4 CI 0 0 - - - - - - 16 4
2015-2016 B 28+2[20] 11 CI 5 0 - - - - - - 35 11
2016-2017 B 17+1[20] 4+1[20] CI 2 1 - - - - - - 20 6
Totale Spezia 60+4 20 7 1 - - - - 71 21
2017-2018 Italia Bari B 24+1 6+1 CI 3 2 - - - - - - 28 9
Totale carriera 309+5 102+1 27 9 - - - - 341 112

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2008-09 (20 gol)

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il soprannome Nenê gli fu dato dalla nonna che non sapeva pronunciare Ânderson, il suo vero nome[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 64 (20) se si comprendono le presenze nei play-off
  2. ^ 25 (7) se si comprendono le presenze nei play-off
  3. ^ Aspettando Nené, tuttomercatoweb.com/cagliari. URL consultato il 16 luglio 2009.
  4. ^ a b Nenè: "Pronto a dare tutto per questa maglia", hellasverona.it, 26 luglio 2014. URL consultato il 29 luglio 2014.
  5. ^ Nenè è del Cagliari, cagliaricalcio.net. URL consultato il 16 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 26 giugno 2009).
  6. ^ La Juve frana a Cagliari, La Gazzetta dello Sport.
  7. ^ Nenè-Matri: la Juve sprofonda, Sport Mediaset.
  8. ^ Roma, vittoria sofferta. Tripletta Nenê: 3-0 Cagliari, La Gazzetta dello Sport, 12 dicembre 2010. URL consultato il 20 novembre 2012.
  9. ^ I triplettisti in A, cagliaricalcio.net. URL consultato il 20 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2012).
  10. ^ Cagliari, strappo per Nene': stara' quattro mesi fuori, calciomercato.it, 29 novembre 2011. URL consultato il 20 novembre 2012.
  11. ^ Cesena-Cagliari, pareggio di rigore, Sport Mediaset, 26 ottobre 2011. URL consultato il 20 novembre 2012.
  12. ^ Torino-Cagliari 0-1: il tabellino della gara, tuttomercatoweb.com, 7 ottobre 2012. URL consultato il 20 aprile 2013.
  13. ^ Cagliari-Siena 4-2: il tabellino della gara, tuttomercatoweb.com, 31 ottobre 2012. URL consultato il 20 aprile 2013.
  14. ^ Nenè rinnova con il Cagliari, cagliaricalcio.net, 17 giugno 2013. URL consultato il 17 giugno 2013.
  15. ^ Il Verona e il Bologna seguono Nenè, tuttocagliari.net, 12 giugno 2014. URL consultato il 15 luglio 2014.
  16. ^ Addio Nenè: "Grazie a tutti voi", tuttocagliari.net, 15 luglio 2014. URL consultato il 15 luglio 2014.
  17. ^ Ufficiale: Nenè in gialloblù, hellasverona.it, 25 luglio 2014. URL consultato il 25 luglio 2014.
  18. ^ UFFICIALE: Spezia, dall'Hellas Verona arriva Nenè Tuttomercatoweb.com
  19. ^ Nenè è del Bari fcbari1908.com
  20. ^ a b c d Play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]