Associazione Sportiva Roma 1976-1977

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Associazione Sportiva Roma.

AS Roma
AsRoma7677.jpg
Stagione 1976-1977
AllenatoreSvezia Nils Liedholm
PresidenteItalia Gaetano Anzalone
Serie A8º posto
Coppa ItaliaPrimo turno
Maggiori presenzeCampionato: Santarini (30)
Totale: Santarini (34)
Miglior marcatoreCampionato: Di Bartolomei (8)
Totale: Di Bartolomei (9)
StadioOlimpico di Roma
Media spettatori36 899[1]¹
¹ considera le partite giocate in casa in campionato.

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti l'Associazione Sportiva Roma nelle competizioni ufficiali della stagione 1976-1977.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Agostino Di Bartolomei, tornato in pianta stabile a Roma in questa stagione, batte il portiere juventino Zoff e apre le marcature nella vittoriosa classica all'Olimpico del 30 gennaio 1977 (3-1).

Il campionato 1976-1977 è quello della definitiva consacrazione di Bruno Conti e Agostino Di Bartolomei. È anche l'anno in cui il terzino Francesco Rocca subisce diversi infortuni che lo tengono lontano dal campo per diverse stagioni fino a costringerlo al ritiro nel 1980. La Roma termina la stagione all'ottavo posto in classifica, rimanendo a secco di vittorie in trasferta.[2]

Maglie e sponsor[modifica | modifica wikitesto]

Lo sponsor tecnico è Lacoste. La divisa primaria della Roma è costituita da maglia rossa con colletto a polo bordato di giallo, pantaloncini bianchi e calzettoni rossi bordati di giallo. In trasferta la Lupa usa una maglia bianca bordata di giallorosso, pantaloncini bianchi e calzettoni bianchi bordati di giallorosso. I portieri hanno tre divise: la prima è formata da maglia verde bordata di giallorosso, pantaloncini neri e calzettoni rossi bordati di giallo, la seconda è costituita da maglia gialla bordata di rosso, pantaloncini neri e calzettoni rossi bordati di giallo, la terza da maglia grigia bordata di giallorosso abbinata agli stessi pantaloncini e calzettoni della verde.[3]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
1ª portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2ª portiere
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
3ª portiere

Organigramma societario[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito l'organigramma societario.[2]

Area direttiva
Area tecnica
Area sanitaria
  • Medici sociali: Marco de Pedis
  • Massaggiatori: Roberto Minaccioni

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la rosa.[4]

N. Ruolo Giocatore
Italia P Paolo Conti
Italia P Francesco Quintini
Italia D Giacomo Chinellato
Italia D Domenico Maggiora
Italia D Leonardo Menichini
Italia D Franco Peccenini
Italia D Francesco Rocca
Italia D Mauro Sandreani
Italia D Sergio Santarini (capitano)
Italia C Guglielmo Bacci
N. Ruolo Giocatore
Italia C Loris Boni
Italia C Paolo Borelli
Italia C Bruno Conti
Italia C Giancarlo De Sisti
Italia C Walter Sabatini
Italia A Agostino Di Bartolomei
Italia A Giuliano Musiello
Italia A Stefano Pellegrini
Italia A Pierino Prati

Calciomercato[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito il calciomercato.[4]

Acquisti
R. Nome da Modalità
C Giacomo Chinellato Varese definitivo
C Domenico Maggiora Varese definitivo
A Leonardo Menichini Novara definitivo
A Bruno Conti Genoa fine prestito
A Agostino Di Bartolomei Lanerossi Vicenza fine prestito
A Walter Sabatini Varese definitivo
A Bruno Caneo Thiesi definitivo
A Giuliano Musiello Avellino definitivo (800 mln £ [5])
Cessioni
R. Nome a Modalità
P Massimo Meola Sorrento definitivo
D Alberto Batistoni Cesena definitivo
D Fabio Massimi Varese definitivo
D Piergiorgio Negrisolo Verona definitivo
D Fabrizio Salvatori Vis Pesaro definitivo
C Franco Cordova Lazio definitivo
C Giorgio Morini Milan definitivo
C Mauro Persiani Novara definitivo
C Valerio Spadoni Rimini definitivo
A Walter Casaroli Como prestito
A Angelo Orazi Pescara definitivo
A Carlo Petrini Verona definitivo

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Serie A 1976-1977.

Girone di andata[modifica | modifica wikitesto]

Genova
3 ottobre 1976, ore 15:00
1ª giornata
Genoa2 – 2
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (circa 35.000 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Roma
10 ottobre 1976, ore 15:00
2ª giornata
Roma2 – 0
referto
CesenaStadio Olimpico di Roma (circa 45.000 spett.)
Arbitro:  Gonella (Asti)

Torino
24 ottobre 1976, ore 14:30
3ª giornata
Torino2 – 0
referto
RomaStadio Comunale (circa 40.000 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Roma
31 ottobre 1976, ore 14:30
4ª giornata
Roma0 – 0
referto
VeronaStadio Olimpico di Roma (circa 35.000 spett.)
Arbitro:  Gialluisi (Barletta)

Catanzaro
7 novembre 1976, ore 14:30
5ª giornata
Catanzaro1 – 1
referto
RomaStadio Comunale (circa 15.000 spett.)
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Roma
21 novembre 1976, ore 14:30
6ª giornata
Roma3 – 1
referto
FoggiaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Prati (Parma)

Roma
28 novembre 1976, ore 14:30
7ª giornata
Lazio1 – 0
referto
RomaStadio Olimpico di Roma (circa 70.000 spett.)
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Roma
5 dicembre 1976, ore 14:30
8ª giornata
Roma1 – 1
referto
MilanStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Gonella (Asti)

Napoli
12 dicembre 1976, ore 14:30
9ª giornata
Napoli1 – 0
referto
RomaStadio San Paolo
Arbitro:  Ciacci (Firenze)

Roma
19 dicembre 1976, ore 14:30
10ª giornata
Roma2 – 2
referto
PerugiaStadio Olimpico di Roma (circa 35.000 spett.)
Arbitro:  Lapi (Firenze)

Milano
2 gennaio 1977, ore 14:30
11ª giornata
Inter3 – 0
referto
RomaStadio San Siro (circa 20.000 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Roma
9 gennaio 1977, ore 14:30
12ª giornata
Roma3 – 0
referto
SampdoriaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Casarin (Milano)

Firenze
16 gennaio 1977, ore 14:30
13ª giornata
Fiorentina1 – 1
referto
RomaStadio Comunale
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Roma
30 gennaio 1977
14ª giornata
Roma3 – 1
referto
JuventusStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Casarin (Milano)

Bologna
6 febbraio 1977, ore 15:00
15ª giornata
Bologna2 – 0
referto
RomaStadio Comunale
Arbitro:  Agnolin (Bassano del Grappa)

Girone di ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Roma
13 febbraio 1977, ore 15:00
16ª giornata
Roma1 – 0
referto
GenoaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Bergamo (Livorno)

Cesena
20 febbraio 1977, ore 15:00
17ª giornata
Cesena4 – 0
referto
RomaStadio "La Fiorita"
Arbitro:  Barbaresco (Cormons)

Roma
27 febbraio 1977, ore 15:00
18ª giornata
Roma1 – 0
referto
TorinoStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Michelotti (Parma)

Verona
6 marzo 1977, ore 15:00
19ª giornata
Verona1 – 1
referto
RomaStadio Marcantonio Bentegodi
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Roma
13 marzo 1977, ore 15:00
20ª giornata
Roma1 – 0
referto
CatanzaroStadio Olimpico di Roma (circa 50.000 spett.)
Arbitro:  Gonella (Asti)

Foggia
20 marzo 1977, ore 15:00
21ª giornata
Foggia1 – 0
referto
RomaStadio Pino Zaccheria
Arbitro:  Casarin (Milano)

Roma
27 marzo 1977, ore 15:00
22ª giornata
Roma1 – 0
referto
LazioStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Milano
3 aprile 1977, ore 15:00
23ª giornata
Milan1 – 1
referto
RomaStadio San Siro
Arbitro:  Trinchieri (Reggio Emilia)

Roma
10 aprile 1977, ore 15:30
24ª giornata
Roma0 – 0
referto
NapoliStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Perugia
17 aprile 1977, ore 15:30
25ª giornata
Perugia3 – 0
referto
RomaStadio Comunale di Pian di Massiano
Arbitro:  Terpin (Trieste)

Roma
24 aprile 1977, ore 15:30
26ª giornata
Roma2 – 3
referto
InterStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Gonella (Asti)

Genova
1º maggio 1977, ore 16:00
27ª giornata
Sampdoria1 – 0
referto
RomaStadio Luigi Ferraris (circa 20.000 spett.)
Arbitro:  Menicucci (Firenze)

Roma
8 maggio 1977, ore 16:00
28ª giornata
Roma0 – 0
referto
FiorentinaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Casarin (Milano)

Torino
14 maggio[6] 1977, ore 16:00
29ª giornata
Juventus1 – 0
referto
RomaStadio Comunale (circa 52.000 spett.)
Arbitro:  Reggiani (Bologna)

Roma
22 maggio 1977, ore 16:30
30ª giornata
Roma1 – 0
referto
BolognaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Terpin (Trieste)

Coppa Italia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Coppa Italia 1976-1977.

Primo turno - Gruppo 6[modifica | modifica wikitesto]

Rimini
29 agosto 1976, ore 21:00
1ª giornata
Rimini0 – 1RomaStadio Romeo Neri
Arbitro:  Lazzaroni (Milano)

1976
2ª giornata [7]
 – 

Avellino
5 settembre 1976, ore 17:00
3ª giornata
Avellino1 – 1
referto
RomaStadio Comunale (circa 20.000 spett.)
Arbitro:  Panzino (Catanzaro)

Roma
12 settembre 1976, ore 20:30
4ª giornata
Roma4 – 1
referto
BresciaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Lo Bello (Siracusa)

Roma
19 settembre 1976, ore 17:00
5ª giornata
Roma1 – 1
referto
BolognaStadio Olimpico di Roma
Arbitro:  Casarin (Milano)

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito le statistiche di squadra.[2]

Competizione Punti In casa In trasferta Totale DR
G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs G V N P Gf Gs
Scudetto.svg Serie A 28 15 9 5 1 21 8 15 0 5 10 6 25 30 9 10 11 27 33 -6
Coccarda Coppa Italia.svg Coppa Italia 2 1 1 0 5 2 2 1 1 0 2 1 4 2 2 0 7 4 +3
Totale - 17 10 6 1 26 10 17 1 6 10 8 26 34 11 12 11 34 37 -3

Andamento in campionato[modifica | modifica wikitesto]

Giornata 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
Luogo T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C T C
Risultato N V P N N V P N P N P V N V P V P V N V P V N N P P P N P V
Posizione 5 3 7 6 6 5 5 6 8 8 10 8 9 7 7 6 8 6 6 6 6 6 6 6 6 7 8 7 10 8

Legenda:
Luogo: C = Casa; T = Trasferta. Risultato: V = Vittoria; N = Pareggio; P = Sconfitta.

Statistiche dei giocatori[modifica | modifica wikitesto]

Desunte dai tabellini del Corriere dello Sport, de La Stampa e de L'Unità.[8]

Giocatore Serie A Coppa Italia Totale
Presenze Reti Presenze Reti Presenze Reti
Conti, P. P. Conti 29-304-433-34
Quintini, F. F. Quintini 2-30-02-3
Chinellato, G. G. Chinellato 19000190
Maggiora, D. D. Maggiora 19020210
Menichini, L. L. Menichini 25040290
Peccenini, F. F. Peccenini 14010150
Rocca, F. F. Rocca 7042112
Sandreani, M. M. Sandreani 13030160
Santarini, S. S. Santarini 30040340
Bacci, G. G. Bacci 701080
Boni, L. L. Boni 27040310
Borelli, P. P. Borelli 000000
Conti, B. B. Conti 29200292
De Sisti, G. G. De Sisti 28241323
Sabatini, W. W. Sabatini 10040140
Di Bartolomei, A. A. Di Bartolomei 29841339
Musiello, G. G. Musiello 29741338
Pellegrini, S. S. Pellegrini 14130171
Prati, P. P. Prati 20421225

Giovanili[modifica | modifica wikitesto]

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Attendance Statistics of Serie A - 1974-75 to 1985-86, su stadiapostcards.com.
  2. ^ a b c Romano, 1974-1982 La grande Roma di Nils Liedholm.
  3. ^ Castellani, Ceci, de Conciliis, p. 133.
  4. ^ a b Rosa AS Roma - Saison 76/77, su transfermarkt.it. URL consultato il 10 aprile 2018.
  5. ^ Musiello e della Roma per 8000 miloni. (JPG), in L'Unità.
  6. ^ Partita prevista per domenica 15 maggio, anticipata a sabato per permettere alla Juventus di partire per Bilbao dove il 18 maggio era prevista la finale di ritorno della Coppa UEFA
  7. ^ Turno di riposo
  8. ^ A completamento dei dati vanno conteggiati 3 autogol in campionato e 1 in Coppa Italia.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Castellani, Massimilano Ceci e Riccardo de Conciliis, La maglia che ci unisce. Storia delle divise dell'AS Roma dalla nascita ai giorni nostri, Roma, Goalbook Edizioni, 2012, ISBN 978-88-908115-0-0.

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Manuela Romano (a cura di), La storia della A.S. Roma (10 DVD-Video), Corriere dello Sport, Rai Trade, 2006.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]